Notizie e Bandi

Novembre 20, 2020
cciaa-modena-sicurezza-gruppi-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Bando sostiene i raggruppamenti di imprese che intendono dotarsi di sistemi di sorveglianza e di vigilanza fisica notturna per la sicurezza delle aree industriali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i raggruppamenti di almeno 5 imprese, escluse le imprese agricole, nella la forma di ATI ovvero Reti-soggetto e Reti-contratto, aventi sede o unità locale nella Provincia di Modena.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la realizzazione di progetti per sistemi di sorveglianza e di vigilanza fisica notturna per la sicurezza delle aree industriali.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili al contributo le spese per la vigilanza e la sorveglianza fisica nelle aree industriali per garantire la sicurezza nelle ore notturne, sostenute dallo 01/09/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto, nella misura del 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 30.000,00 per ogni gruppo.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro le ore 13:00 del 18/12/2020 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


Settembre 29, 2020
cciaa-arezzo-siena-ripartenza-in-sicurezza-valore-consulting-1.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Arezzo e Siena supporta le imprese e ne favorisce la ripartenza, in seguito all’emergenza legata al diffondersi della pandemia Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale nelle Provincie di Arezzo o di Siena.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • formazione in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro con riferimento al rischio epidemiologico;
  • servizi di consulenza e specialistici inerenti alla sicurezza dei luoghi di lavoro;
  • acquisto di dispositivi di sicurezza atti a garantire la distanza interpersonale e la sicurezza nei luoghi di lavoro comprese le opere edili finalizzate all’installazione;
  • acquisto di impianti, macchinari e attrezzature per igienizzare/sanificare in autonomia ambienti, strumenti ed indumenti di lavoro;
  • interventi di igienizzazione o sanificazione degli ambienti, degli strumenti e degli indumenti di lavoro;
  • acquisto di materiali informativi per introdurre o aggiornare la segnaletica necessaria a comunicare le nuove procedure di sicurezza;
  • acquisto di dispositivi per la misurazione della temperatura corporea senza contatto;
  • acquisto di soluzioni disinfettanti per l’igiene delle persone e per la disinfezione/sanificazione degli ambienti;
  • acquisto di materiali e protezioni per i dipendenti.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute dallo 01/02/2020 al 15/12/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 4.900,00.

La presente agevolazione è cumulabile con aiuti in regime de minimis o aiuti in regime di esenzione ed aiuti di cui al Quadro temporaneo.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.


Settembre 15, 2020
cciaa-ferrara-ripartenza-in-sicurezza-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Ferrara sostiene le imprese mediante tre misure di intervento che riguardano la ripartenza in sicurezza, l’informazione e la formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e tecnologie digitali per la ripartenza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese con sede legale o unità locale nella provincia di Ferrara.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto i seguenti interventi:

  • Misura 1: igienizzazione e sanificazione di ambienti e attrezzature, acquisto di dispositivi di protezione individuale, termoscanner e test sierologici, consulenza sull’organizzazione degli spazi di lavoro;
  • Misura 2: formazione del personale e aggiornamento del documento di valutazione dei rischi;
  • Misura 3: implementazione dello smart working e dell’ e-commerce.

SPESE AMMISSIBILI

1. ripartenza in sicurezza

  1. igienizzazione e sanificazione di ambienti, strumenti e indumenti di lavoro;
  2. acquisto di impianti, macchinari e attrezzature per igienizzare e sanificare;
  3. acquisto di soluzioni disinfettanti per l’igiene delle persone;
  4. acquisto di dispositivi di protezione individuale e dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori e a garantire la distanza di sicurezza;
  5. acquisto di dispositivi per la misurazione della temperatura corporea senza contatto;
  6. acquisto di dispositivi contapersone per tenere sotto controllo il flusso degli accessi fisici e contingentarli o bloccarli al raggiungimento di determinate soglie;
  7. spese per test sierologici o altri accertamenti diagnostici per ricerca Covid-19 sugli addetti dell’impresa;
  8. acquisizione di servizi di sicurezza per un controllo fisico degli accessi del pubblico;
  9. realizzazione di studi, consulenze e servizi per ripensare l’organizzazione degli spazi di lavoro.

2.  informazione e formazione sulla sicurezza dei luoghi di lavoro

  1. formazione del personale e altre consulenze in tema di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro;
  2. consulenze e servizi per l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi;
  3. materiali informativi, sia digitali che fisici per introdurre o aggiornare la segnaletica sulle nuove procedure di sicurezza;
  4. acquisizione di servizi di assistenza, finalizzati ad innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali;
  5. spese per consulenze e servizi per nuove procedure di sicurezza sanitaria nelle imprese.

3. tecnologie e strumentazioni digitali per la ripartenza

  1. acquisto di pc portatili e software da destinare ai dipendenti per favorire la diffusione dello smart working;
  2. implementazione di sistemi di e-commerce o delivery;
  3. implementazione di sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  4. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale;
  5. connettività a banda ultralarga dell’impresa o dei dipendenti in smart working.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo a fondo perduto con le caratteristiche indicate nella sottostante.

INTENSITA’ INVESTIMENTO MINIMO CONTRIBUTO MASSIMO
50% € 1.000,00 € 5.000,00
55% se in possesso del rating di legalità € 1.000,00 € 5.000,00

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte della CCIAA di Ferrara.

La domanda deve essere presentata entro il 23/10/2020.


Settembre 10, 2020
cciaa-avellino-misure-di-sicurezza-anti-contagio-covid-19-valore-consulting-1280x800.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Avellino supporta le imprese nei processi di organizzazione aziendale per la ripresa delle attività nella fase dell’emergenza sanitaria da covid-19, favorendo l’adozione di tutte le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus per garantire la salute dei lavoratori e dei cittadini.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Avellino.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili, volti a migliorare la sicurezza dell’impresa e l’organizzazione del lavoro, devono permettere di fronteggiare il rischio di contagio del coronavirus, attraverso la sanificazione dell’ambiente e degli strumenti di lavoro, l’adozione di soluzioni e dispositivi per la sicurezza sanitaria di quanti operano in azienda nonchè di aggiornare il DVR (Documento unico di Valutazione dei Rischi aziendali) e il DUVRI (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) con le misure adottate e i DPI necessari.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  1. aggiornamento del DVR e del DUVRI;
  2. sanificazione dei locali aziendali, sia uso ufficio che reparti produttivi, postazioni di lavoro, schermi touch, tastiere, mouse attrezzature, ;
  3. acquisto di dispositivi di protezione individuale;
  4. installazione di barriere e divisori negli ambienti di lavoro.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 2.000,00.

In riferimento alle singole voci di spesa sono previsti i seguenti limiti:

VOCE DI SPESA SPESA MASSIMA AMMISSIBILE CONTRIBUTO MASSIMO
Adeguamento DVR o DUVRI € 1.000,00 € 500,00
Dispositivi di sanificazione € 3.000,00 € 1.500,00
Ulteriori spese € 3.000,00 € 1.500,00

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/09/2020.


Luglio 29, 2020
cciaa-parma-fare-impresa-in-sicurezza-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Parma sostiene le imprese chiamate ad affrontare i costi dell’emergenza epidemiologica causata dal Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale e/o l’unità locale iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Parma.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la messa in sicurezza dei locali dove si svolge l’attività di impresa e l’introduzione di misure atte a prevenire la possibile diffusione del virus Covid-19. Gli stessi devono avere un valore complessivo pari o superiore a € 1.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • igienizzazione e/o sanificazione di ambienti, strumenti e indumenti di lavoro;
  • impianti, macchinari e attrezzature per sanificare in autonomia ambienti, strumenti ed indumenti di lavoro;
  • soluzioni disinfettanti per l’igiene delle persone che lavorano in azienda o per chi viene a contatto con i luoghi di svolgimento dell’attività d’impresa;
  • dispositivi di protezione individuale e dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione ad agenti biologici e a garantire la distanza di sicurezza interpersonale;
  • dispositivi per la misurazione della temperatura corporea senza contatto per il controllo degli accessi nei luoghi di svolgimento dell’attività d’impresa;
  • acquisto di dispositivi conta-persone per tenere sotto controllo il flusso degli accessi fisici e contingentarl;
  • servizi di sicurezza per un controllo fisico degli accessi del pubblico o altri soggetti che accedono ai luoghi di svolgimento dell’attività d’impresa;
  • studi, consulenze e servizi per ripensare l’organizzazione degli spazi di lavoro al fine di ridurre la prossimità fisica degli addetti;
  • formazione del personale in tema di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro, con particolare attenzione ai rischi di contagio epidemiologico;
  • consulenze e servizi per l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi;
  • materiali informativi, sia digitali che fisici, per introdurre la segnaletica necessaria a comunicare le nuove procedure di sicurezza da rispettare;
  • percorsi di screening sierologico per i dipendenti.

Sono ammissibili le spese sostenute dal 23/02/2020 alla data di presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura del 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 5.000,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro Temporaneo e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis entro i limiti concessi.

TERMINE

Il bando ha chiuso in data 08/09/2020.


Luglio 3, 2020
cciaa-brescia-sicurezza-sanitaria-imprese-turistiche-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Brescia stanzia un fondo destinato alle PMI del settore della ricettività turistica.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese bresciane operanti nel settore di cui al codice ATECO 55 – Alloggio, con sede legale e/o unità locale operativa nella provincia di Brescia ed iscritte al Registro delle Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le seguenti attività:

  1. interventi di sanificazione e disinfezione degli ambienti;
  2. acquisto di dispositivi di protezione individuale rischio infezione covid-19;
  3. formazione del personale sulla sicurezza sanitaria;
  4. comunicazione ed informazione relative alla sicurezza sanitaria;
  5. macchinari ed attrezzature per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti aziendali;
  6. interventi strutturali per permettere il distanziamento sociale all’interno dei locali;
  7. strumenti per la rilevazione della temperatura corporea;
  8. strumenti per il monitoraggio e controllo dell’affollamento dei locali;
  9. strutture temporanee ed arredi finalizzati al distanziamento sociale all’interno ed all’esterno della struttura;
  10. interventi strutturali atti a garantire il distanziamento sociale ed il miglioramento della sicurezza sanitaria della struttura;
  11. interventi all’impianto di aerazione finalizzati al miglioramento della sicurezza sanitaria.

Gli interventi devono realizzati tra il 22/03/2020 ed il 31/12/2020 ed avere un valore complessivo compreso tra € 1.500,00 ed € 10.000,00.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo fissato nella misura pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00.

Verrà riconosciuta una premialità nei confronti delle imprese in possesso del rating di legalità.

La predetta premialità è così riconosciuta:

  • possesso di 1 stella di rating: € 150,00;
  • possesso di 2 stelle di rating: € 300,00;
  • possesso di 3 stelle di rating: € 500,00.

Il contributo è cumulabile con altre forme di beneficio (contributi, sovvenzioni, sgravi fiscali) dello Stato o di altri Enti pubblici, nell’ambito del Quadro Temporaneo.

TERMINE

Il bando è stato chiuso per esaurimento risorse.


Giugno 30, 2020
abruzzo-lazio-marche-umbria-sicurezza-immobili-imprese-sisma-valore-consulting.png

FINALITÀ

Invitalia favorisce la ripresa e lo sviluppo delle attività produttive in condizioni di sicurezza nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 24/08/2016.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese con sede legale o unità produttiva o comunque esercitanti la propria attività economica nei territori dei Comuni dell’area del cratere sismico del Centro Italia sottoelencati:

  • Abruzzo: Barete (Aq); Cagnano Amiterno (Aq); Campli (TE) Campotosto (AQ); Capitignano (AQ); Castelcastagna (Te); Castelli (TE); Civitella del Tronto (TE); Colledara (Te); Cortino (TE); Crognaleto (TE); Fano Adriano (Te); Farindola (Pe); Isola del Gran Sasso (Te); Montereale (AQ); Montorio al Vomano (TE); Pietracamela (Te) Pizzoli (Aq); Rocca Santa Maria (TE); Teramo; Torricella Sicura (TE); Tossicia (TE); Valle Castellana (TE).
  • Lazio: Accumoli (RI); Amatrice (RI); Antrodoco (RI); Borbona (RI); Borgo Velino (RI); Cantalice (RI); Castel Sant’Angelo (RI); Cittaducale (RI); Cittareale (RI); Leonessa (RI); Micigliano (RI); Poggio Bustone (RI) Posta (RI); Rieti; Rivodutri (RI);
  • Marche: Acquacanina (MC); Acquasanta Terme (AP); Amandola (FM); Apiro (MC); Appignano del Tronto (AP); Arquata del Tronto (AP); Ascoli Piceno; Belforte del Chienti (MC); Belmonte Piceno (FM); Bolognola (MC); Caldarola (MC); Camerino (MC); Camporotondo di Fiastrone (MC); Castel di Lama (AP); Castelraimondo (MC); Castelsantangelo sul Nera (MC); Castignano (AP); Castorano (AP); Cerreto D’esi (AN); Cessapalombo (MC); Cingoli (MC); Colli del Tronto (AP); Colmurano (MC); Comunanza (AP); Corridonia (MC); Cossignano (AP); Esanatoglia (MC); Fabriano (AN); Falerone (FM); Fiastra (MC); Fiordimonte (MC); Fiuminata (MC); Folignano (AP); Force (AP); Gagliole (MC); Gualdo (MC); Loro Piceno (MC); Macerata; Maltignano (AP); Massa Fermana (FM); Matelica (MC); Mogliano (MC); Monsapietro Morico (FM); Montalto delle Marche (AP); Montappone (FM); Monte Rinaldo (FM); Monte San Martino (MC); Monte Vidon Corrado (FM); Montecavallo (MC); Montedinove (AP); Montefalcone Appennino (FM); Montefortino (FM); Montegallo (AP); Montegiorgio (FM); Monteleone (FM); Montelparo (FM); Montemonaco (AP); Muccia (MC); Offida (AP); Ortezzano (FM); Palmiano (AP); Penna San Giovanni (MC); Petriolo (MC); Pieve Torina (MC); Pievebovigliana (MC); Pioraco (MC); Poggio San Vicino (MC); Pollenza (MC); Ripe San Ginesio (MC); Roccafluvione (AP); Rotella (AP); San Ginesio (MC); San Severino Marche (MC); Santa Vittoria in Matenano (FM); Sant’Angelo in Pontano (MC); Sarnano (MC); Sefro (MC); Serrapetrona (MC); Serravalle del Chienti (MC); Servigliano (FM); Smerillo (FM); Tolentino (MC); Treia (MC); Urbisaglia (MC); Ussita (MC); Venarotta(AP); Visso (MC);
  • Umbria: Arrone (TR); Cascia (PG); Cerreto di Spoleto (PG); Ferentillo (TR); Montefranco (TR); Monteleone di Spoleto (PG); Norcia (PG); Poggiodomo (PG); Polino (TR); Preci (PG); Sant’Anatolia di Narco (PG); Scheggino (PG); Sellano (PG); Spoleto (PG); Vallo di Nera (PG).

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono:

  • MISURA 1: garantire la sicurezza dei lavoratori nelle aziende che operano nei territori interessati dal sisma;
  • MISURA 2: contenere il contagio da COVID-19, nei cantieri ubicati all’interno delle aree interessate dal sisma.

Gli interventi ammissibili devono essere sostenuti tra il 24/08/2016 e il 30/06/2021.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese tecniche per la progettazione, la direzione lavori, le indagini e, ove previsto, di collaudo e ogni altra attività tecnica necessaria per la realizzazione dell’intervento nonché le spese di gestione della domanda di contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo con le seguenti percentuali:

  • MISURA 1: contributo pari all’80% della spesa ammissibile fino ad un massimo di € 100.000,00;
  • MISURA 2: contributo pari al 100% della spesa ammissibile fino ad un massimo di € 10.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 17:00 dello 01/02/2021.


Giugno 23, 2020
cciaa-caserta-ripartenza-sicura-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Caserta supporta le imprese nei processi di organizzazione aziendale per la ripartenza favorendo l’adozione di tutte le misure di contrasto alla diffusione del coronavirus.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese attive, aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Caserta.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, introduzione di nuovo layout organizzativo aziendale con adozione di soluzioni per il distanziamento e la protezione di addetti, fornitori e clienti;
  • dotazione di dispositivi di protezione individuale, erogatori e soluzioni disinfettanti, dispositivi misuratori della temperatura a distanza, cartellonistica informativa sulla sicurezza e sul contenimento Covid 19;
  • attività di formazione per l’aggiornamento delle competenze in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro riferibili alle indicazioni post emergenza.

L’intervento ammissibile deve avere un valore complessivo pari o maggiore ad € 1.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • attività di sanificazione dei locali aziendali, postazioni di lavoro, schermi, tastiere, mouse e tutte le superfici toccate di frequente. Sono altresì ammissibili le spese per l’acquisto di generatori di ozono ad uso professionale per sanificazione ambienti;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale per il contrasto del contagio da Sars Cov 2, dispenser e gel igienizzante, dispositivi per la misurazione a distanza della temperatura corporea, cartellonistica informativa;
  • acquisto e installazione di barriere/divisori negli ambienti di lavoro per garantire la distanza necessaria e la sicurezza di addetti, fornitori, clienti;
  • acquisto di dispositivi, sistemi di controllo, hardware, software e licenze, materiali, strumenti, attrezzature e impianti atti a garantire il rispetto delle misure di sicurezza e di distanziamento sociale nei luoghi di lavoro;
  • acquisto di servizi di formazione per l’aggiornamento delle competenze in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro riferibili alle indicazioni post emergenza.

Le spese ammissibili devono essere sostenute dallo 01/02/2020 fino al 60° giorno successivo alla data della Determinazione di ammissione a contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 60% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000,00.

Gli aiuti di cui al presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione nel rispetto dei massimali previsti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 30/09/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Giugno 18, 2020
cciaa-firenze-ripartiamo-in-sicurezza-valore-consulting.png

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Firenze contribuisce allo sviluppo del sistema economico locale a seguito della crisi produttiva ed occupazionale legata al diffondersi della pandemia Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. formazione in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro con riferimento al rischio epidemiologico;
  2. servizi di consulenza e specialistici inerenti la sicurezza dei luoghi di lavoro;
  3. ripartenza in sicurezza.

L’intervento deve avere un valore complessivo pari o superiore ad € 500,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • A. Formazione del personale in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro con riferimento al rischio epidemiologico.
  • B. Servizi di consulenza e specialistici inerenti la sicurezza dei luoghi di lavoro:
  1. consulenze per aggiornamento documento di valutazione dei rischi al fine di prevedere l’inserimento e la gestione del rischio di contagio epidemiologico;
  2. studi e consulenze per ridefinire l’organizzazione degli spazi di lavoro riducendo la prossimità fisica degli addetti e offrendo maggiori garanzie di sicurezza.
  • C. Spese per la ripartenza in sicurezza:
  1. acquisto di dispositivi di sicurezza atti a garantire la distanza interpersonale e la sicurezza nei luoghi di lavoro comprese eventuali opere edili finalizzate all’installazione;
  2. acquisto di impianti, macchinari e attrezzature per igienizzare/sanificare in autonomia ambienti, strumenti ed indumenti di lavoro;
  3. interventi di igienizzazione e/o sanificazione degli ambienti, degli strumenti e degli indumenti di lavoro;
  4. acquisto di materiali informativi per introdurre o aggiornare la segnaletica necessaria a comunicare le nuove procedure di sicurezza;
  5. acquisto di dispositivi per la misurazione della temperatura corporea senza contatto;
  6. acquisto di soluzioni disinfettanti per l’igiene delle persone e per la disinfezione/sanificazione degli ambienti.

Non sono ammissibili spese per acquisto di dispositivi di protezione individuale (es. mascherine, guanti, visiere protettive, ecc.).

Le spese devono essere state realizzate a partire dal 01/01/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, la cui intensità sarà pari al 40% delle spese ammissibili ed il cui massimale sarà pari ad € 2.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 100,00.

Gli aiuti sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di cui al Quadro Temporaneo e con aiuti di cui ai regolamenti de minimis.

TERMINE

La domanda potrà essere inviata dal 21/07 al 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Giugno 18, 2020
cciaa-piacenza-ripresa-in-sicurezza-attività-economiche-valore-consulting.png

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Piacenza supporta le imprese che hanno posto le basi per una ripartenza in sicurezza delle rispettive attività economiche, a seguito del blocco cagionato dalle misure di prevenzione della diffusione del coronavirus.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese, anche in forma cooperativa, con sede legale e/o unità operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Piacenza che abbiano fino a 10 dipendenti ed un valore del fatturato riferito all’annualità 2019 non superiore ad € 1.500.000,00.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la messa in sicurezza dei locali dove si svolge l’attività di impresa, funzionali alla prevenzione ed alla esclusione del rischio di contagio del virus Covid-19.

Gli interventi dovranno essere stati realizzati dal 23/02/2020 al 31/10/2020 ed avere un valore complessivo pari o superiore ad € 1.500,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • acquisto, installazione e posa in opera di impianti, attrezzature e dispositivi che consentano di riattivare e di proseguire l’attività aziendale;
  • spese per interventi di igienizzazione e/o sanificazione degli ambienti, degli strumenti e degli indumenti di lavoro;
  • acquisto di impianti, macchinari e attrezzature per igienizzare/sanificare in autonomia ambienti, strumenti ed indumenti di lavoro;
  • acquisto di soluzioni disinfettanti per l’igiene di dipendenti e collaboratori nonché in genere di tutti i soggetti terzi che frequentano i locali aziendali;
  • acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione al contagio e a garantire la distanza di sicurezza;
  • spese per servizi di sicurezza per un controllo fisico degli accessi da parte del pubblico o di altri soggetti terzi che accedono ai locali aziendali dove si svolge l’attività di impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo pari al 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di € 3.000,00.

Il contributo è cumulabile per gli stessi costi ammissibili con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione.

TERMINE

La domanda dovrà essere presentata entro le ore 20:00 del 31/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification