Notizie e Bandi

Aprile 7, 2021
regione-lombardia-brevetti-2021-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Misura sostiene le imprese nell’ottenimento di nuovi brevetti europei e internazionali o estensioni degli stessi a livello europeo o internazionale relativamente a invenzioni industriali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese e i liberi professionisti.

INTERVENTI

Sono ammissibili le attività funzionali al deposito di una nuova domanda di brevetto di un’invenzione industriale o di una sua estensione a livello europeo o internazionale comprovati dall’ottenimento di un rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo a fondo perduto, i cui massimali ed intensità sono indicati nella tabella.

TIPOLOGIA DI BREVETTO COSTI SU BASE FORFETTARIA IMPORTO FISSO DI CONTRIBUTO CONCEDIBILE PARI ALL’80% DEI COSTI FORFETTARI
a1) nuovo brevetto europeo € 7.100,00 € 5.680,00
a2) estensione di brevetto europeo € 7.100,00 € 5.680,00
b1) nuovo brevetto internazionale € 9.000,00 € 7.200,00
b2) estensione brevetto internazionale € 9.000,00 € 7.200,00

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando definitivo da parte della Regione.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Marzo 9, 2021
unione-europea-voucher-proprieta-intellettuale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’obiettivo è sostenere le imprese che desiderano ricevere un servizio di pre-diagnosi della proprietà intellettuale o proteggere direttamente i loro marchi e disegni.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese con sede legale in uno degli Stati membri dell’Unione Europea.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la fruizione da parte dei seguenti servizi:

  • servizio 1: servizi di pre-diagnosi della proprietà intellettuale, PI (PI scan).
  • servizio 2: registrazione di marchio, di disegno o modello (diritti di proprietà industriale -DPI).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di una sovvenzione la cui intensità massima è indicata nella sottostante tabella.

TIPO DI AZIONE LIMITI DI SERVIZIO PER CIASCUNA PMI LIMITE DI COFINANZIAMENTO PER CIASCUNA AZIONE SOVVENZIONE MASSIMA PER CIASCUNA PMI
Servizio 1: servizi di pre-diagnosi della PI 1 servizio di pre-diagnosi della PI 75% € 1.500,00
Servizio 2: DPI 1 richiesta per uno o più marchi e/o disegni o modelli 50% € 1.500,00

TERMINE

La domanda può essere presentata entro i seguenti termini:

  • primo periodo: entro il 31/03/2021;
  • secondo periodo: dal 01/05/2021 al 31/05/2021;
  • terzo periodo: dal 01/07/2021 al 31/07/2021;
  • quarto periodo dal 01/09/2021 al 30/09/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Luglio 31, 2020
mise-brevetti-valore-consulting-1280x850.jpg

FINALITÀ

Il MISE favorisce lo sviluppo di una strategia brevettuale e l’accrescimento della capacità competitiva delle imprese, attraverso l’erogazione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese, anche di nuova costituzione, aventi sede legale ed operativa in Italia, che soddisfino una delle seguenti condizioni:

  1. titolari o licenziatari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente al 01/01/2017;
  2. titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata successivamente al 01/01/2016 con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”;
  3. titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata successivamente al 01/01/2016, con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”, che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto;
  4. in possesso di un’opzione o di un accordo preliminare che abbia per oggetto l’acquisto di un brevetto o l’acquisizione in licenza di un brevetto per invenzione industriale, rilasciato in Italia successivamente al 01/01/2017, con un soggetto, anche estero, che ne detenga la titolarità;
  5. siano imprese neo-costituite in forma di società di capitali, a seguito di operazione di Spin-off universitari/accademici, per le quali sussistano, al momento della presentazione della domanda, le seguenti condizioni:
  • partecipazione al capitale da parte dell’università o dell’ente di ricerca, in misura non inferiore al 10%;
  • titolarità di un brevetto per invenzione industriale o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza d’uso di brevetto per invenzione industriale, purché concesso successivamente al 01/01/2017 e trasferito dall’università o ente di ricerca socio;
  • l’Università o l’ente di ricerca sia ricompreso nell’elenco degli enti vigilati dal MIUR.

Le imprese sono ammissibili alle agevolazioni se, alla data di presentazione della domanda di agevolazioni, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscritte nel Registro delle imprese;
  • nel pieno e libero esercizio dei propri diritti civili, non in liquidazione volontaria e non sottoposte a procedure concorsuali.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la valorizzazione economica del brevetto.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

a. Industrializzazione e ingegnerizzazione:

  • studio di fattibilità (specifiche tecniche con relativi elaborati, individuazione materiali, definizione ciclo produttivo, layout prodotto, analisi dei costi e dei relativi ricavi);
  • progettazione produttiva;
  • studio, progettazione ed ingegnerizzazione del prototipo;
  • realizzazione firmware per macchine controllo numerico;
  • progettazione e realizzazione software solo se relativo al procedimento oggetto della domanda di brevetto o del brevetto;
  • test di produzione;
  • produzione pre-serie (se funzionale ai test per il rilascio delle certificazioni);
  • rilascio certificazioni di prodotto o di processo.

b. Organizzazione e sviluppo:

  • servizi di IT Governance;
  • studi ed analisi per lo sviluppo di nuovi mercati geografici e settoriali;
  • servizi per la progettazione organizzativa;
  • organizzazione dei processi produttivi;
  • definizione della strategia di comunicazione, promozione e canali distributivi.

c. Trasferimento tecnologico:

  • proof of concept;
  • due diligence;
  • predisposizione accordi di segretezza;
  • predisposizione accordi di concessione in licenza del brevetto;
  • costi dei contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati);
  • contributo all’acquisto del brevetto (solo per gli Spin Off e le start up innovative iscritte nel registro speciale al momento della presentazione della domanda di accesso); non sono ammissibili le componenti variabili del costo del brevetto (a titolo meramente esemplificativo: royalty, fee).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la veste di un contributo in conto capitale del valore massimo di € 140.000,00, la cui intensità massima sarà pari all’80% delle spese ammissibili.

Il suddetto limite è elevato al 100% per le imprese beneficiarie costituite a seguito di operazione di Spin-off universitari/accademici e per le iniziative la cui sede operativa in cui è svolta l’attività principale riconducibile all’ambito del progetto di valorizzazione del brevetto sia ubicata in una delle Regioni meno sviluppate.

TERMINE

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 12:00 del 21/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse.

La misura rimarrà aperta fino ad esaurimento delle risorse.

Le domande di agevolazione, già presentate alla data del 31 gennaio 2020 e che non hanno trovato copertura finanziaria con le risorse stanziate, saranno immediatamente avviate all’esame istruttorio da parte del soggetto gestore Invitalia.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Luglio 31, 2020
mise-marchi-3-valore-consulting.jpeg

FINALITÀ

Il Bando supporta le imprese nella tutela dei marchi all’estero attraverso le due seguenti Misure:

  • Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici;
  • Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

BENEFICIARI

Sono ammissibili alle agevolazioni le Micro, Piccole e Medie Imprese che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale e operativa in Italia;
  • regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • titolari del marchio oggetto della domanda di agevolazione;
  • hanno ottenuto, a decorrere dal 01/06/2016, la pubblicazione della domanda di registrazione sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B e di hanno ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili, a decorrere dal 01/06/2016, devono avere ad oggetto almeno una delle seguenti attività:

Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici:

  • deposito domanda di registrazione presso EUIPO di un marchio e pagamento delle tasse di deposito.

Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici:

  • deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione Europea registrato presso EUIPO e pagamento delle tasse di deposito;
  • deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO e pagamento delle tasse di deposito;
  • deposito domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e pagamento delle tasse di deposito.

La pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B deve essere avvenuta a decorrere dal 01/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Misura A

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. progettazione del marchio (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione;
  2. assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  3. ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  4. assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente Bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso, una nuova successiva domanda di agevolazione;
  5. tasse di deposito presso EUIPO.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse di deposito) devono essere state sostenute a decorrere dal 1o/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 01/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Misura B

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. progettazione del marchio nazionale/EUIPO (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) utilizzato come base per la domanda internazionale, a condizione che quest’ultima venga depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO. L’attività di progettazione del marchio deve essere effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione;
  2. assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  3. ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library;
  4. assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente Bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso, una nuova successiva domanda di agevolazione;
  5. tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese, devono essere state sostenute a decorrere dal 1o/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 01/06/2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Ai fini dell’estensione e delle ricerche di anteriorità l’Unione Europea è considerata come un singolo Paese. Per uno stesso marchio è possibile cumulare le agevolazioni previste per le misure A e B (qualora nella misura B non si indichi l’Unione Europea come Paese designato) nel rispetto degli importi massimi indicati per marchio e per impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, potrà arrivare fino all’80% delle spese ammissibili.

Misura A – L’importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a € 6.000,00 per domanda relativa ad un marchio depositato presso l’EUIPO.

Misura B – Per le domande di registrazione internazionale depositate dal 1° giugno 2016 l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

  • € 6.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi un solo Paese;
  • € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi due o più Paesi.

Nel caso in cui la designazione interessi i Paesi USA e/o Cina l’agevolazione sarà pari al 90% delle spese ammissibili sostenute sempre nei limiti previsti per l’acquisto dei servizi riportati nel prospetto sopra indicato.

In tal caso, l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

  • € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA o Cina;
  • € 8.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA e/o Cina e uno o più Paesi.

Sempre in relazione alle domande depositate dal 1 giugno 2016 per uno stesso marchio è possibile effettuare delle designazioni successive di ulteriori Paesi; in tal caso le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 7.000,00. Nel caso in cui la designazione successiva interessi i Paesi USA e/o Cina, senza che nessuno dei due Paesi sia stato designato in precedenti richieste di agevolazione, le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 8.000,00. Per domande di registrazione internazionale depositate prima del 1° giugno 2016 è possibile richiedere agevolazioni solo per le designazioni successive effettuate dopo il 1° giugno 2016; in tal caso l’importo massimo delle agevolazioni è pari a:

  • € 2.000,00 per domanda di designazione successiva di un solo Paese depositata presso l’OMPI;
  • € 3.000,00 per domande di designazione successiva di due o più Paesi depositate presso l’OMPI. Resta inteso che nel caso di designazioni di due o più Paesi effettuate in momenti diversi l’importo massimo cumulabile delle agevolazioni sarà di € 3.000,00. Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di € 20.000,00.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 15, 2020
voucher-3-i-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il MISE sostiene le Startup innovative nella valorizzazione del loro continuo processo di innovazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Start-up innovative costituite da Piccole e Medie Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare l’acquisizione di servizi di consulenza relativi alla verifica e alla brevettabilità dell’invenzione e all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive, alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, all’estensione all’estero della domanda nazionale.

Nello specifico, mediante la presente Misura sarà possibile acquisire i seguenti servizi:

  • servizi di consulenza relativi all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive e alla verifica della brevettabilità dell’invenzione;
  • servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • servizi di consulenza relativi al deposito all’estero di una domanda che rivendica la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto.

Ciascun beneficiario può richiedere la concessione del voucher 3I per i servizi sopra indicati anche disgiuntamente, fermo restando che, per la richiesta del voucher relativo ai servizi di cui al punto 3. l’impresa deve essere in possesso della domanda di brevetto nazionale.

L’impresa procede al pagamento dei servizi fruiti utilizzando il voucher 3I in suo possesso, consegnandolo al soggetto fornitore del servizio richiesto.
Ciascun beneficiario puo’ richiedere, per uno o più dei servizi sopra elencati, di ottenere il voucher 3I al massimo in relazione a 3 diversi brevetti nell’arco di 12 mesi a partire dalla prima domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono essere inerenti agli interventi che si intendono realizzare.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la veste di un voucher, il cui importo è fissato nelle seguenti misure:

  • € 2.000,00 per i servizi di consulenza relativi alla verifica della brevettabilità dell’invenzione e all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive;
  • € 4.000,00 per i servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • € 6.000,00 per i servizi di consulenza relativi al deposito all’estero della domanda nazionale di brevetto.

Non sono ricompresi nell’agevolazione gli oneri relativi a tasse e diritti di deposito.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 12:00 del 15/06/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

CLICCA QUI E PROVA SUBITO LEXPLORER

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Marzo 25, 2020
lombardia-innodriver-misura-c.jpeg

FINALITÀ

L’iniziativa sostiene le MPMI lombarde o liberi professionisti nell’ottenimento di nuovi brevetti europei e internazionali o nell’estensione degli stessi a livello europeo o internazionale relativamente a invenzioni industriali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese nonché i liberi professionisti in possesso dei seguenti requisiti:

Imprese:

  • regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese; le imprese non residenti nel territorio italiano devono essere costituite secondo le norme del diritto civile e commerciale vigenti nello Stato di residenza dell’Unione Europea e iscritte nel relativo Registro delle imprese.

Professionisti:

  • in forma singola, associata o societaria la cui professione è organizzata in albi, ordini o collegi professionali, dotati di partita IVA e che svolgono l’attività professionale presso uno studio con sede nel territorio lombardo;
  • non regolamentati, anche in forma associata, dotati di partita IVA e che svolgono l’attività professionale presso uno studio con sede nel territorio lombardo.

I liberi professionisti iscritti al registro delle imprese dovranno partecipare in qualità di PMI.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le attività funzionali al deposito di domande di brevetto di un’invenzione industriale a livello europeo o internazionale o estensione di domande precedentemente depositata presso l’UiBM e successivamente estesa a EPO/WIPO fino all’ottenimento di un rapporto di ricerca da parte dell’organo competente (EPO o WIPO).

Gli interventi ammissibili devono avere ricadute economiche nel territorio lombardo. I progetti devono essere riferibili a una delle Aree di Specializzazione della “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione” S3, ovvero:

  1. Aerospazio
  2. Agroalimentare
  3. Eco‐industria
  4. Industrie creative e culturali
  5. Industria della Salute
  6. Manifatturiero Avanzato
  7. Mobilità sostenibile

oppure all’area trasversale di sviluppo Smart cities and communities.

Il processo di brevettazione, finalizzato all’ottenimento da parte del soggetto proponente (impresa o libero professionista) di un rapporto di ricerca relativo ad un’invenzione industriale per la quale ha depositato domanda di brevetto, si articola, sia nel caso europeo sia in quello internazionale, nelle seguenti fasi:

  • presentazione della domanda di brevetto da parte del soggetto proponente;
  • valutazione formale da parte dell’organo competente;
  • pubblicazione del rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

Con riferimento alla presentazione della domanda di brevetto:

  • Nel caso del processo di brevettazione europea, la presentazione della domanda di brevetto da parte del proponente può avvenire tramite due diverse procedure:
  1. Presentazione della domanda direttamente presso EPO;
  2. Presentazione della domanda presso UiBM e successiva estensione della domanda presso EPO.
  • Nel caso del processo di brevettazione internazionale, la presentazione della domanda di brevetto da parte del proponente può avvenire tramite due diverse procedure:
  1. Presentazione della domanda, in linea con il Patent Cooperation Treaty, direttamente presso il Receiving Office (WIPO, EPO o UiBM);
  2. Presentazione della domanda presso UiBM e successiva estensione della domanda presso WIPO.

In seguito alle fasi sopra descritte, e successivamente alla valutazione formale da parte dell’organo, avviene la pubblicazione del rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

I progetti ammissibili devono rispettare le seguenti previsioni:

  • Domanda diretta presso EPO o Receiving Office (EPO, WIPO o UiBM).
  1. La presentazione della domanda di brevetto presso l’organo competente deve avvenire nel periodo compreso tra il 23/10/2019 e i 365 giorni successivi alla data di pubblicazione sul BURL del decreto di concessione (data di realizzazione del progetto).
  • Estensione della domanda di brevetto.
  1. La presentazione della domanda all’UiBM può avvenire a partire dai 12 mesi precedenti il 23/10/2019.
  2. La successiva estensione presso l’organo competente, invece, deve avvenire nel periodo compreso tra la suddetta data del 23/10/2019 e i 365 giorni successivi alla data di pubblicazione sul BURL del decreto di concessione (data realizzazione del progetto). In entrambi i casi i beneficiari devono presentare il rapporto di ricerca emesso dall’organo competente entro 2 mesi dal ricevimento dello stesso e comunque non oltre il 31/07/2022.

Le nuove domande di brevetto e le domande di estensione di brevetti ammissibili al Bando non possono essere già state finanziate nell’ambito del Bando Innodriver Misura C edizione 2017.

Ogni beneficiario potrà presentare una sola richiesta di contributo.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono essere sostenute tra il 23/10/2019 e la data di pubblicazione del rapporto di ricerca da parte dell’organo competente.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto secondo le percentuali indicate nella sottostante tabella.

TIPOLOGIA DI BREVETTO SOMMA FORFETTARIA CONTRIBUTO CONCEDIBILE % DI CONTRIBUTO CONCEDIBILE
1) Nuovo brevetto europeo € 7.100,00 € 4.250,00 60%
2) Estensione brevetto europeo € 7.100,00 € 3.550,00 50%
3) Nuovo brevetto internazionale € 9.000,00 € 5.400,00 60%
4) Estensione brevetto internazionale € 9.000,00 € 4.500,00 50%

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 15:00 del 30/06/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification