Notizie e Bandi

Dicembre 10, 2020
cciaa-roma-innovazione-digitale-2020-valore-consulting-1.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Roma sostiene gli investimenti per l’adozione di tecnologie e strumenti digitali nella propria realtà aziendale e produttiva.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, di tutti i settori economici, con sede legale o unità locale iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Roma.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti di innovazione e trasformazione digitale relativamente a uno o più degli ambiti tecnologici sottoindicati.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale devono riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1, a cui può essere aggiunta una o più tecnologie di cui all’Elenco 2, purché propedeutica a quella principale.

Elenco 1:

  1. robotica avanzata e collaborativa;
  2. interfaccia uomo-macchina;
  3. manifattura additiva e stampa 3D;
  4. prototipazione rapida;
  5. internet delle cose e delle macchine;
  6. cloud, fog e quantum computing;
  7. cyber security e business continuity;
  8. big data e analytics;
  9. intelligenza artificiale;
  10. blockchain;
  11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  12. simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. integrazione verticale e orizzontale;
  14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  16. sistemi di e-commerce;
  17. sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  18. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  19. connettività a banda ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile o via internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR).

L’intervento deve avere un valore complessivo pari o superiore ad € 3.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per l’acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti, nonchè spese per servizi di consulenza e formazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (voucher), la cui intensità è pari al 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 10.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità aggiuntiva di € 250,00.

L’agevolazione è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 14:00 del 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Dicembre 9, 2020
cciaa-salerno-voucher-digitali-4-0-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Salerno promuove la diffusione della pratica digitale nelle imprese della filiera turistica sostenendo le iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte nel Registro delle Imprese della CCIAA.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la digitalizzazione dei processi, l’informatizzazione, l’ammodernamento tecnologico per migliorare l’efficienza aziendale e l’organizzazione del lavoro.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una delle seguenti tecnologie:

  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita;
  • connettività a Banda Ultralarga;
  • sistemi di pagamento mobile e via Internet;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per beni e servizi strumentali, inclusi i dispositivi e le spese di connessione, sostenute dal 02/12/2020 e fino al 120° giorno successivo alla data di approvazione del contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura del 100% delle spese ammissibili fino a un massimo di € 3.500,00.

Viene stabilita una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minimis e aiuti in esenzione.

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 08:00 del 21/12/2020 fino ad esaurimento risorse.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Novembre 24, 2020
cciaa-maremma-tirreno-servizi-digitali-turismo-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA della Maremma e del Tirreno promuove la crescita del territorio sotto il profilo turistico, supportando le imprese nello sviluppo digitale, dotandosi di strumenti tecnologici, formativi e di comunicazione adeguati per la visibilità, la promozione e la vendita della propria offerta sul mercato nazionale ed estero.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, comprese le cooperative e i consorzi, aventi la sede legale o l’unità locale nella provincia di Livorno o Grosseto ed esercitanti la propria attività economica in uno dei seguenti settori: 55.10.0, 55.20.1, 55.20.2, 55.20.4, 55.20.5, 55.30.0, 55.90.2, 56.10.1, 56.10.2, 56.10.30, 56.10.4, 56.21, 56.29, 56.30, 56.10.5, 79.11.0, 79.12.0, 79.90.1, 79.90.2, 91.02.00, 91.03.00, 91.04.00, 93.21.0, 93.29.2.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • digitalizzazione e servizi di consulenza focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia industria 4.0;
  • adozione di software finalizzati a garantire una migliore presenza in internet;
  • azioni per il posizionamento strategico online e percorsi formativi riservati agli operatori turistici;
  • miglioramento dell’accoglienza e della comunicazione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  1. adozione di sistemi software focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, in attuazione della strategia Industria 4.0;
  2. acquisto software, programmi e sistemi informatici per la gestione della vendita diretta di servizi turistici e prenotazioni;
  3. acquisto modem/router per impianti wifi messi a disposizione dei clienti a titolo gratuito;
  4. realizzazione e sviluppo di nuovi contenuti per migliorare la presenza sui “social” e sul web;
  5. servizi di consulenza in tema di supporto al digitale, all’innovazione, Industria 4.0 ed Agenda Digitale nel settore turistico;
  6. percorsi formativi riservati agli operatori turistici per l’acquisizione di competenze su marketing digitale, innovazione ed e-commerce.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 5.000,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

La presente agevolazione è cumulabile con altri aiuti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/04/2021.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Novembre 20, 2020
cciaa-marche-voucher-digitali-4-0-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA delle Marche promuove l’utilizzo di servizi focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali e favorisce interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA delle Marche.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto servizi di consulenza o formazione specialistica volti a misurare la propria maturità digitale nonchè beni e servizi strumentali funzionali all’implementazione delle tecnologie di cui ai sottostanti elenchi.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale sono:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza per l’analisi della maturità digitale dell’impresa e la progettazione di interventi finalizzati all’implementazione delle tecnologie digitali;
  • servizi di formazione relativi alla partecipazione a percorsi il cui programma formativo sia riconducibile ad una o più tecnologie digitali;
  • acquisto di beni e servizi strumentali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nelle seguenti misure:

  • Piccole e medie imprese – 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 3.500,00;
  • Microimprese – 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 5.000,00.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minimis, aiuti in esenzione ed aiuti senza spese ammissibili.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 21/12/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Novembre 19, 2020
cciaa-caserta-digital-4-business-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Caserta sostiene la capacità delle imprese di risposta all’emergenza causata dal coronavirus e di miglioramento dei processi aziendali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Caserta.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto gli investimenti in tecnologie digitali, hardware, software, accessori, applicativi e servizi specialistici riferiti ai seguenti ambiti:

  • implementazione di nuovi modelli organizzativi che consentano di attivare forme di flessibilità del lavoro, tra cui smart working e telelavoro;
  • incremento della telematizzazione delle attività sia di back office che di front office, anche mediante l’adozione di infrastrutture tecnologiche;
  • miglioramento dell’efficienza aziendale tramite adozione di tecnologie e soluzioni Cloud, che consentano l’archiviazione sicura dei documenti;
  • fruizione della connettività a banda larga e ultra larga, quindi del collegamento alla rete internet, mediante qualsiasi tecnologia;
  • digitalizzazione dei sistemi di sicurezza e controllo.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • notebook, pendrive USB, stampanti, scanner finalizzati al lavoro a distanza;
  • accessori come docking station, cavi, adattatori;
  • apparati orientati alla telematizzazione delle attività quali webcam, microfono, altoparlanti, sistemi integrati per la videoconferenza;
  • tecnologie e servizi in cloud in grado di garantire forme di collaborazione a distanza;
  • VPN, VoiP, sistemi di Backup e ripristino dei dati Sicurezza di rete;
  • configurazione delle reti e degli strumenti per il lavoro a distanza;
  • software per servizi all’utenza come siti web, app, integrazioni con provider servizi di pagamento;
  • abbonamento a servizi in cloud per gestione business in cloud in modalità software as a service;
  • strumentazione e servizi per la connettività quali smartphone, modem e router Wi-Fi, switch, antenne;
  • strumenti per la digitalizzazione dei sistemi di sicurezza e controllo;
  • spese di consulenza e formazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 2.500,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 200,00 alle imprese che partecipano ai programmi di digitalizzazione della CCIAA, usufruendo del servizio di valutazione del livello di maturità digitale, che si aggiungerà al contributo riconosciuto e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minimis, aiuti in esenzione ed aiuti concessi ai sensi del Quadro temporaneo.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 29/12/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 19, 2020
cciaa-brescia-smart-working-impresa-digitale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Brescia incentiva l’utilizzo dello smart working, del lavoro agile e del lavoro digitale nelle imprese e la diffusione delle tecnologie digitali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità produttiva nella circoscrizione della CCIAA di Brescia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti per favorire lo smart working aziendale, il lavoro agile ed il lavoro digitale e l’innovazione tecnologica per l’impresa digitale.

I progetti devono rientrare in una delle seguenti tipologie:

Misura 1

Servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working che comprende attività preliminari, attività di formazione e monitoraggio di un progetto pilota.

Misura 2

Investimenti in innovazione nell’ambito del progetto PID – Punto Impresa Digitale.

Misura 3

Progettazione, restyling o nuova realizzazione di siti web aziendali, anche di e-commerce, per lo sviluppo di azioni di web marketing dei propri prodotti, anche attraverso social media marketing, direct email marketing e mailing list.

Misura 4

Tecnologie per la sicurezza e per la prevenzione di atti criminosi.

Misura 5

Riduzione dei consumi energetici, dell’impatto ambientale e dei rifiuti.

SPESE AMMISSIBILI

Misura 1

Sono ammissibili le spese per l’acquisto di nuova strumentazione tecnologica hardware come notebook, smartphone e accessori e l’acquisto di software funzionali allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart working o digitale da remoto.

Misura 2

Sono ammissibili le spese di consulenza, formazione e l’acquisto di attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto di digitalizzazione dell’impresa.

Misura 4

Sono ammissibili le spese per impianti antintrusione, impianti anti taccheggio, vetri antisfondamento, telecamere, casseforti e armadi blindati.

Misura 5Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. attrezzature per il lavaggio delle stoviglie per uso professionale o di categoria A, impianti e attrezzature per il riciclo dell’acqua e la riduzione dei flussi e degli scarichi idrici;
  2. attrezzature per il freddo per uso professionale o di categoria A+ o A++;
  3. attrezzature per il caldo limitatamente a forni elettrici o microonde per uso professionale o di categoria A;
  4. attrezzature per la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  5. attrezzature per interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica e la gestione energetica;
  6. compattatori di rifiuti organici e imballaggi, tritarifiuti ad uso professionale per attività di somministrazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo pari al 50% delle spese ammissibili con i seguenti valori massimi:

  • Misura 1: € 5.000,00;
  • Misura 2: € 10.000,00;
  • Misure 3 e 5: € 5.000,00;
  • Misura 4: € 2.500.

L’agevolazione è cumulabile con altri aiuti concessi per gli stessi costi ammissibili nell’ambito di iniziative straordinarie di sostegno alle imprese per l’emergenza COVID 19.

Sono fissate delle premialità aggiuntive:

  • € 1.000,00 per le imprese femminili;
  • imprese in possesso del rating di legalità:
  1. possesso di 1 stella di rating: € 150,00;
  2. possesso di 2 stelle di rating: € 300,00;
  3. possesso di 3 stelle di rating: € 500,00.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 09:00 dell’11/01/2021 alle ore 16:00 del 18/01/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 14, 2020
cciaa-arezzo-siena-voucher-digitali-provincia-di-arezzo-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Arezzo e Siena sviluppa la capacità di collaborazione tra imprese e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale nella provincia di Arezzo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto almeno una tecnologia dell’Elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dall’emergenza sanitaria Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie;
  • acquisto di beni e servizi strumentali inclusi dispositivi funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • spese per l’abbattimento degli oneri, quali spese di istruttoria, relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 3.500,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile con aiuti in regime de minimis fino al massimale pertinente ed aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali previsti.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.


Ottobre 14, 2020
cciaa-arezzo-siena-voucher-digitali-provincia-di-siena-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Arezzo e Siena promuove l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale nella provincia di Siena.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto almeno una tecnologia dell’Elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza o formazione relativi a una o più tecnologie;
  • acquisto di beni e servizi strumentali inclusi dispositivi funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • spese per l’abbattimento degli oneri, quali spese di istruttoria, relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti agli ambiti tecnologici di cui al paragrafo Interventi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 3.500,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minimis e aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali previsti.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.


Ottobre 13, 2020
cciaa-bari-voucher-digitali-i-4-0-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Bari favorisce interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Bari.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie propedeutiche dell’Elenco 2:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dall’emergenza Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza o formazione relativi a una o più tecnologie;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura relativi a finanziamenti, anche bancari.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 10.000,00.

Viene riconosciuta una premialità alle imprese in possesso del rating di legalità, fino ad un massimo di € 500,00.

La presente agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro temporaneo, aiuti de minimis, nei limiti stabiliti e aiuti concessi ai sensi di un regolamento di esenzione nel rispetto dei limiti stabiliti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 02/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Ottobre 12, 2020
cciaa-foggia-pid-2020-misure-a-b-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Foggia promuove la diffusione della pratica digitale nelle imprese di tutti i settori economici, attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Foggia.

INTERVENTI

Si intendono finanziare le seguenti Misure:

  • Misura A – Progetti condivisi da più imprese
  • Misura B – Progetti presentati da singole imprese

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie propedeutiche dell’Elenco 2:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyber fisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dall’emergenza sanitaria Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili, per entrambe le Misure, sono quelle per:

  • servizi di consulenza o formazione relativi a una o più tecnologie;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 5.000,00.

Viene riconosciuta una premialità alle imprese in possesso del rating di legalità e alle imprese femminili.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro temporaneo ed aiuti di cui ai regolamenti de minimis.

TERMINE

Per entrambe le Misure, la domanda deve essere presentata entro le ore 20:00 dell’11/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a graduatoria per la Misura A e una procedura valutativa a sportello per la Misura B.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification