Notizie e Bandi

Gennaio 5, 2021
legge-di-bilancio-2021-fondo-di-garanzia-pmi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo sostiene la liquidità delle imprese nella difficile situazione creata dall’emergenza sanitaria COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese, nonché le aziende che occupano fino a 499 dipendenti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto operazioni finanziarie della durata non superiore a 6 anni, nonchè nuovi finanziamenti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la duplice veste di una garanzia, concessa a titolo gratuito e il cui importo massimo è pari a € 5.000.000,00, e di una riassicurazione.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/06/2021.


Gennaio 4, 2021
legge-di-bilancio-2021-sace-garanzia-italia-sostegno-liquidita-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo, mediante SACE Spa, sostiene la liquidità delle imprese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, di qualsiasi dimensione ed in qualunque modo costituite, con sede legale o unità operativa in Italia, nonché i lavoratori autonomi ed i liberi professionisti in possesso di partita IVA.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di un finanziamento, concesso successivamente all’08/04/2020, per sostenere costi del personale, investimenti o capitale circolante, di durata non superiore a 6 anni e con un eventuale pre-ammortamento di 3 anni.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di una garanzia, rilasciata entro il 30/06/2021.

La garanzia copre:

  • il 90% dell’importo del finanziamento per imprese con meno di 5000 dipendenti in Italia e valore del fatturato fino ad € 1.500.000.000,00;
  • l’80% dell’importo del finanziamento per imprese con valore del fatturato tra € 1.500.000.000,00 ed € 5.000.000.000,00 o con più di 5000 dipendenti in Italia;
  • il 70% dell’importo del finanziamento per imprese con valore di fatturato superiore ad € 5.000.000.000,00.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino al 30/06/2021.


Dicembre 30, 2020
lombardia-fondo-di-credito-facile-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia finanzia le imprese mediante l’erogazione di credito complementare a quello garantito dal tradizionale sistema di credito bancario, per far fronte al fabbisogno di liquidità nel periodo successivo al COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o operativa in Lombardia, nonchè i professionisti, iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal MISE ed operanti in Lombardia.

INTERVENTI

I beneficiari potranno richiedere una linea di credito di importo non superiore ad € 150.000,00 e con una durata massima di 72 mesi per il finanziamento di investimenti o di capitale circolante.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

I finanziamenti saranno concessi a condizioni di mercato e pertanto sono qualificabili come non rilevanti per l’applicazione della disciplina europea in materia di Aiuti di Stato.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte di Finlombarda Spa.


Dicembre 29, 2020
lombardia-credito-ora-valore-consuting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia previene la crisi di liquidità delle imprese causata dall’emergenza sanitaria ed economica COVID 19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese, con sede legale o unità operativa in Lombardia e che esercitano la loro attività economica in uno dei seguenti settori:

  • 56.10.1 – Ristorazione con somministrazione;
  • 56.10.2 – Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto;
  • 56.10.3 – Gelaterie e pasticcerie;
  • 56.30 – Bar e altri esercizi simili senza cucina.

Rientrano tra i beneficiari anche le attività storiche e di tradizione quali negozi e botteghe riconosciute dalla Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la stipula di un contratto di finanziamento con un istituto di credito o un Confidi per operazioni di liquidità con le seguenti caratteristiche:

  • importo minimo di € 10.000,00 e massimo di € 30.000,00;
  • durata da 12 a 72 mesi, di cui massimo 24 mesi di preammortamento;
  • stipulato a decorrere dal 16/10/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo per l’abbattimento degli interessi fino al 3% fino ad un valore massimo di € 2.500,00, riconoscendo altresì una copertura del 50% degli eventuali costi di garanzia nel limite di € 300,00.

L’agevolazione potrà essere cumulata con aiuti concessi sul Quadro Temporaneo, con aiuti concessi ai sensi del Regolamento de minimis, nonché con aiuti concessi sul Regolamento GBER, a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme sul cumulo.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 12/01/2021 alle ore 17:00 del 03/05/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

 


Dicembre 28, 2020
lazio-ristoro-irap-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lazio sostiene le imprese del territorio mediante l’erogazione di un contributo pari alla rata dell’acconto IRAP del 2020.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa nel territorio della Regione i quali sono stati oggetto delle chiusure imposte dai provvedimenti statali a far data dal marzo del 2020.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acconto IRAP 2020 che i beneficiari avrebbero dovuto pagare entro il 30/11/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto pari alla rata dell’acconto IRAP 2020, fino ad un massimo di € 25.000,00.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte della Regione.


Dicembre 21, 2020
provincia-autonoma-di-trento-locazione-affitto-di-azienda-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Provincia Autonoma di Trento sostiene i proprietari di immobili locati destinati allo svolgimento di attività produttive, commerciali, professionali o del terzo settore.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese che:

  1. possiedono almeno un immobile situato sul territorio provinciale e locato ad uso non abitativo al momento della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale destinato allo svolgimento di attività produttive, commerciali, professionali o del terzo settore o, nel caso di affitto di azienda o di un suo ramo, possiedono un’azienda situata sul territorio provinciale e locata al momento della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale;
  2. hanno rinunciato, anche parzialmente, ai canoni di locazione e al corrispettivo per l’affitto d’azienda/ramo d’azienda, relativi ai mesi di marzo-aprile-maggio 2020 nei confronti di operatori economici le cui attività sono state sospese dai provvedimenti statali volti a fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto oppure che hanno subito una significativa diminuzione di attività;
  3. non hanno richiesto per il medesimo immobile la maggiorazione del contributo provinciale che spetta in materia di canone di locazione a quei soggetti economici che impiegano fino a 9 addetti.

INTERVENTI

Il beneficiario deve aver rinunciato, anche parzialmente, ai canoni di locazione relativi ai mesi di marzo, aprile o maggio 2020 nei confronti di operatori economici locatari le cui attività sono state sospese dai provvedimenti statali volti a fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto oppure che hanno subito una significativa riduzione di attività nel predetto arco temporale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, la cui intensità è pari al 40% dell’ammontare totale dei canoni di locazione o affitto d’azienda/ramo d’azienda rinunciati dal beneficiario per i mesi di marzo, aprile, maggio 2020.

La misura massima del contributo non può essere superiore ad € 1.200,00 per ciascun immobile o ramo di azienda.

La presente agevolazione è cumulabile con altri incentivi, anche finanziari, emanati a livello nazionale e provinciale per fronteggiare l’attuale crisi economico – finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da COVID-19.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro il 31/03/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Dicembre 16, 2020
cciaa-bari-prevenzione-crisi-di-impresa-supporto-finanziario-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Bari sostiene le imprese nell’abbattimento del tasso d’interesse, delle spese di istruttoria e dei premi di garanzia sui finanziamenti finalizzati a favorire gli investimenti produttivi e la liquidità necessaria per migliorare la gestione aziendale e prevenire le crisi d’impresa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Bari.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di finanziamenti finalizzati ad esigenze di liquidità, consolidamento delle passività a breve o investimenti produttivi.

I finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari finanziari, iscritti all’Albo unico, devono essere stipulati dall’01/03/2020.

Gli interventi ammissibili devono avere un valore complessivo pari o superiore a € 150.000,00.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto finalizzato all’abbattimento del tasso d’interesse (TAEG) nella misura del 100% del tasso di interesse effettivo corrisposto, fino ad un massimo di € 5.000,00.

Viene riconosciuta una premialità alle imprese in possesso del rating di legalità fino a € 500,00.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti di cui al Quadro temporaneo, aiuti de minimis ed aiuti concessi ai sensi di un Regolamento di esenzione.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro le ore 12:00 del 23/12/2020 e saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Dicembre 3, 2020
provincia-autonoma-di-trento-contributo-a-fondo-perduto-grandi-perdite-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Provincia Autonoma di Trento concede contributi a favore degli operatori economici che occupano non più di venti addetti e che hanno subito danni ingenti in riferimento al volume di attività in conseguenza dell’epidemia di COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono gli operatori economici, in una qualsiasi delle forme giuridiche consentite, che esercitano attività di impresa commerciale, ovvero attività di lavoro autonomo.

INTERVENTI

I beneficiari devono aver subito un danno particolarmente ingente in conseguenza del COVID-19 derivante alternativamente da:

  1. calo del volume di attività di almeno il 75% nel periodo di osservazione (minimo quattro mesi continuativi nel periodo giugno-novembre 2020, anche non decorrente dal primo giorno del mese) rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente;
  2. sede legale o unità operativa nei territori comunali caratterizzati, nel periodo 15/11/2020 – 15/12/2020 e per almeno 10 giorni continuativi, da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, con i seguenti massimali:

  • per i beneficiari di cui al punto 1. del precedente paragrafo:
  1. € 6.000,00 – da 1 a 3 addetti;
  2. € 10.000,00 – fino a 6 addetti;
  3. € 15.000,00 – fino a 20 addetti;
  4. beneficiari neo costituiti – € 6.000,00;
  • per i beneficiari di cui al punto 2. del precedente paragrafo:
  1. € 3.000,00 – da 1 a 6 addetti;
  2. € 5.000,00 – fino a 20 addetti;
  3. beneficiari neo costituiti – € 3.000,00.

L’agevolazione è cumulabile con altri incentivi, anche finanziari, nel rispetto delle disposizioni in materia di cumulo previste dalle pertinenti normative dell’Unione europea.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 15:00 dell’11/02/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 24, 2020
lombardia-si-lombardia-sostegno-impresa-lombardia-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’intervento sostiene le imprese lombarde e i lavoratori autonomi con partita iva individuale colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

BENEFICIARI

Avviso 1

I beneficiari sono le micro imprese con sede legale o unità operativa in Lombardia le quali hanno subito un calo di fatturato di almeno un terzo nel periodo marzo-ottobre 2020, rispetto al medesimo periodo del 2019 o, in alternativa, essere state costituite dallo 01/01/2019.

Rientrano tra i beneficiari dell’Avviso 1 anche le start up e le imprese in difficoltà al 31/12/2019.

Le imprese infine dovranno trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  1. esercitare la propria attività economica in uno dei settori individuati dai seguenti codici ATECO: 47.71, 47.72, 96.09.05, 56.21.00, 47.76.10, 74.20.11, 74.20.19, 47.78.35, 82.30.00, 77.39.94, 90.02.01, 47.8, 56.10.4, 49.32.10, 49.32.20, 49.39.09, 47.3, 47.99.20, 96.02.02, 79.11, 79.12, 79.90.20, 85.51.00, 85.52.01, 93.13.00, 93.29.90, 59.13.00, 59.14.00, 90.01.09, 90.01.01.
  2. essere un esercizio commerciale al dettaglio in sede fissa, qualificato come esercizio di vicinato, operante nel settore non alimentare, con sede all’interno di un centro commerciale;
  3. svolgere attività di commercio al dettaglio su area pubblica, operando prevalentemente in fiere e sagre o in aree dedicate ad eventi e manifestazioni, incluse anche gelaterie ambulanti (ATECO 56.10.41) e pasticcerie ambulanti (ATECO 56.10.42).

Avviso 2

I beneficiari sono lavoratori autonomi con partite iva individuali attive, non iscritti al Registro delle Imprese, che hanno eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni della Lombardia e che svolgono l’attività nei medesimi settori sopra individuati, ovvero: 47.71, 47.72, gli esercizi commerciali al dettaglio in sede fissa, del settore non alimentare, con sede all’interno di centri commerciali, 96.09.05, 56.21.00, 47.76.10, 74.20.11, 74.20.19, 47.78.35, 82.30.00, 77.39.94, 90.02.01, 47.8, 56.10.4, 49.32.10, 49.32.20, 49.39.09, 47.3, 47.99.20, 96.02.02, 79.11, 79.12, 79.90.20, 85.51.00, 85.52.01, 93.13.00, 93.29.90, 59.13.00, 59.14.00, 90.01.09, 90.01.01.

Anche i beneficiari dell’Avviso 2 dovranno aver registrato un calo di fatturato di almeno 1/3 da misurare sul periodo marzo-ottobre 2020, confrontato con il medesimo periodo del 2019; tale requisito non è richiesto ai lavoratori autonomi con partita iva individuale non iscritti al Registro delle Imprese che hanno avviato la propria attività dal 01/01/2019.

INTERVENTI

Il beneficiario dovrà dimostrare di aver subito un calo del fatturato di almeno 1/3 nei mesi da marzo ad ottobre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, oppure di aver avviato la propria attività dal 01/01/2019.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda a valere o sull’Avviso 1 o sull’Avviso 2.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà per entrambi gli Avvisi la veste di un contributo a fondo perduto una tantum a titolo di indennizzo.

L’entità del contributo per i lavoratori autonomi con partita iva non iscritti al Registro delle Imprese oggetto dell’Avviso 2 è pari ad € 1.000,00.

L’agevolazione potrà essere cumulata con aiuti concessi sul Quadro Temporaneo, con aiuti concessi ai sensi del Regolamento de minimis, nonché con aiuti concessi sul Regolamento GBER a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme sul cumulo degli aiuti inquadrati nei predetti regimi.

ATECO SETTORI/FILIERE BENEFICIARI ENTITA’ DEL CONTRIBUTO AVVISO 1 (€)
47.71 Commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati 1.500,00
47.72 Commercio al dettaglio di calzature e articoli in pelle in esercizi specializzati 1.500,00
Esercizi commerciali al dettaglio in sede fissa (di dimensioni non superiori agli esercizi di vicinato di cui al d.lgs 114/1998), del settore non alimentare, con sede all’interno di centri commerciali 1.500,00
96.09.05 Organizzazione di feste e cerimonie 1.000,00
56.21.00 Catering per eventi, banqueting 1.000,00
47.76.10 Commercio al dettaglio di fiori e piante 1.500,00
74.20.11 Attività di fotoreporter 1.500,00
74.20.19 Altre attività di riprese fotografiche 1.500,00
47.78.35 Commercio al dettaglio di bomboniere 1.500,00
82.30.00 Organizzazione di convegni e fiere 1.000,00
77.39.94 Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi 1.000,00
90.02.01 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli 1.000,00
47.8 Commercio al dettaglio su area pubblica svolto da operatori che operino prevalentemente in fiere, sagre o in aree dedicate ad eventi e manifestazioni (es. eventi sportivi, concerti). Sono inclusi in questa categoria anche gelaterie ambulanti (ateco 56.10.41) e pasticcerie ambulanti (ateco 56.10.42) alle medesime condizioni 1.500,00
56.10.4 Commercio al dettaglio su area pubblica svolto da operatori che operino prevalentemente in fiere, sagre o in aree dedicate ad eventi e manifestazioni (es. eventi sportivi, concerti). Sono inclusi in questa categoria anche gelaterie ambulanti (ateco 56.10.41) e pasticcerie ambulanti (ateco 56.10.42) alle medesime condizioni 1.500,00
49.32.10 Trasporto con taxi 1.500,00
49.32.20 Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente 1.500,00
49.39.09 Altre attività di trasporto terresti di passeggeri nca (Bus turistici) 2.000,00
47.3 Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati 1.000,00
47.99.20 Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici 2.000,00
96.02.02 Servizi degli istituti di bellezza 1.500,00
79.11 Attività delle agenzie di viaggio 2.000,00
79.12 Attività dei tour operator 2.000,00
79.90.20 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici 1.000,00
85.51.00 Corsi sportivi e ricreativi 1.000,00
85.52.01 Corsi di danza 1.000,00
93.13.00 Gestione di palestre 1.500,00
93.29.90 Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca 1.000,00
59.13.00 Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi 1.000,00
59.14.00 Attività di proiezione cinematografica 1.000,00
90.01.09 Altre rappresentazioni artistiche 1.000,00
90.01.01 Attività nel campo della recitazione 1.000,00

TERMINE

La domanda potrà essere presentata, a seconda del codice ATECO di appartenenza, nelle seguenti date:

  • Commercio al dettaglio in sede fissa di abbigliamento e calzature e negozi non alimentari in centri commerciali: dalle ore 15:00 del 23/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie): dalle ore 11:00 del 24/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi, concerti: dalle ore 11:00 del 26/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera trasporti persone: dalle ore 11:00 del 23/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Artigiani servizi alla persona: dalle ore 15:00 del 24/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Operatori settore turistico: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera sport e intrattenimento bambini: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020;
  • Filiera attività culturali: dalle ore 11:00 del 25/11/2020 e fino alle ore 17:00 del 27/11/2020.
  • Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

In attesa di pubblicazione della determinazione esecutiva da parte di Regione Lombardia.


Novembre 24, 2020
comune-di-bergamo-spese-inderogabili-flash-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Comune di Bergamo tramite il “Programma Rinascimento” concede agevolazioni a favore delle attività d’impresa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro imprese con sede operativa nel Comune di Bergamo.

INTERVENTI

Il beneficiario deve rientrare nel novero delle attività chiuse dal DPCM del 03/11/2020 e sostenere le spese inderogabili per la propria attività economica.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese maturate tra lo 03/11/2020 e lo 03/12/2020 e sostenute per:

  • affitto o rate di mutuo;
  • telefonia, internet, canoni di assistenza ICT, noleggio hardware;
  • spese condominiali;
  • energia, acqua e riscaldamento;
  • imposte e tasse locali;
  • servizi e quote associative;
  • assicurazioni su immobili, attrezzature, mezzi, responsabilità civile;
  • contratti continuativi di servizi o forniture;
  • pulizia e sanificazione locali, se funzionale alla riapertura dell’impresa;
  • automezzi utilizzati nell’impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 1.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 30/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification