Notizie e Bandi

Regione Veneto | Assunzione Ricercatori | Investimenti Ricerca & Sviluppo

Regione: Veneto
Tipologia: ricerca e sviluppo
veneto-assunzione-ricercatori-investimenti-ricerca-sviluppo-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Veneto promuove sia l’attività di ricerca specializzata e di sviluppo sperimentale, sia i meccanismi di innovazione tramite l’impiego di ricercatori assunti dall’impresa, contribuendo al perseguimento degli obiettivi previsti dalla Strategia di Specializzazione Intelligente per la Ricerca e l’Innovazione della Regione Veneto.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, con unità operativa attiva in Veneto, in possesso dei seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive presso la CCIAA competente per territorio;
  • rispettanti il criterio generale per la concessione di sovvenzioni, contributi e le disposizioni attuative previste della Legge regionale 11 maggio 2018, n. 16.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono essere coerenti con la RIS3 Veneto e con il Piano Strategico Regionale per la Ricerca Scientifica e lo Sviluppo Tecnologico e l’Innovazione e, orientati verso i quattro ambiti di specializzazione Smart Agrifood, Sustainable Living, Smart Manufacturing, Creative Industrie, attraverso lo sfruttamento delle tecnologie abilitanti -micro e nano elettronica, materiali avanzati, biotecnologie industriali, fotonica, nanotecnologie e sistemi avanzati di produzione -e dei driverdell’innovazione, intesi come fattori catalizzatori o di stimolo per l’innovazione, non solo tecnologica, e che prevedono l’impiego di ricercatori nelle imprese per lo svolgimento di una delle seguenti tipologie progettuali:

1. «Ricerca industriale»: ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze e capacità per sviluppare nuovi prodotti, processi o servizi o apportare un miglioramento a quelli esistenti. Comprende la creazione di componenti di sistemi complessi e la costruzione di prototipi in ambiente di laboratorio e la realizzazione di linee pilota;

2. «Sviluppo sperimentale»: acquisizione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale per sviluppare prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati. Rientrano anche altre attività destinate alla definizione concettuale, alla pianificazione e alla documentazione concernenti nuovi prodotti, processi o servizi. Rientrano la costruzione di prototipi, la dimostrazione, la realizzazione di prodotti pilota, test e convalida di prodotti, processi o servizi; non comprende le modifiche di routine o periodiche;

3. «Innovazione di processo»: l’applicazione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o migliorato (inclusi cambiamenti nelle tecniche, attrezzature o software), l’aumento delle capacità di produzione, l’adattamento ai mercati locali, le modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati;

Per ricercatori si intendono il personale in possesso di un dottorato di ricerca conseguito presso una Università italiana o estera o in possesso di Laurea Magistrale in discipline in ambito tecnico o scientifico purché impiegato in attività di ricerca e sviluppo o innovazione.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • Nuovo personale di ricerca e sviluppo:
  1. impiego di uno o più ricercatori assunti a tempo determinato o indeterminato, con contratto di lavoro dipendente sottoscritto in data successiva alla presentazione della domanda e inquadrato con mansioni di attività di ricerca e sviluppo (è ammesso l’apprendistato di alta formazione e ricerca), senza sostituire altro personale già impiegato, fino ad un limite di 1720 ore annue per ricercatore;
  2. impiego di uno o più ricercatori assunti a tempo determinato o indeterminato, con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca sottoscritto in data successiva alla presentazione della domanda e che prevedono un tutor aziendale dedicato al progetto, senza sostituire altro personale già impiegato;
  • Costi correlati alla ricerca e sviluppo quali l’utilizzo di attrezzature tecnico-specialistiche, consulenze specialistiche e servizi esterni tecnico-scientifici, materiali e componenti imputabili alla realizzazione di un prototipo. Il costo ammissibile è da calcolarsi in modo forfettario fino ad un massimo del 5% della spesa relativa al primo punto.
  • Spese generali supplementari quali altri costi di esercizio, materiali e forniture derivanti dal progetto. Il costo riconosciuto ammissibile è da calcolarsi in misura forfettaria fino ad un massimo del 15% sul totale della voce di spesa di cui al primo punto.

Non sono ammesse spese di ordinaria amministrazione, spese contabili, amministrative o commerciali.

Sono ammesse le spese relative all’impiego di massimo 3 ricercatori di cui al primo punto dell’elenco soprastante. Nel caso di impiego di un solo ricercatore, il singolo contratto deve prevedere una durata non inferiore ai 12 mesi. Nel caso di più ricercatori, il singolo contratto deve prevedere una durata non inferiore a 6 mesi.

Le spese devono essere sostenute dalla data di avvio del progetto ovvero la data di presa di servizio in azienda del ricercatore che deve avvenire tra il giorno successivo alla data di presentazione della domanda ed entro i successivi 60 giorni dalla data di notifica del decreto di concessione del contributo ed entro i 18 mesi dalla data di pubblicazione nel BURV del decreto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assume la veste di un contributo in conto capitale.

L’intensità di aiuto per le attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale può essere aumentata, come indicato nella tabella, nel caso in cui i risultati del progetto siano ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni, banche dati di libero accesso o software open source o gratuito, in modo proporzionale alla portata del progetto.

TIPOLOGIA DI ATTIVITA’ PROGETTUALE SPESA MINIMA SPESA MASSIMA
Ricerca Industriale € 80.000,00 € 350.000,00
Sviluppo Sperimentale € 40.000,00 € 200.000,00
Innovazione di processo € 20.000,00 € 100.000,00
TIPOLOGIA DI ATTIVITA’ PROGETTUALE PICCOLA IMPRESA MEDIA IMPRESA
Ricerca Industriale 70% 60%
Sviluppo Sperimentale 45% 35%
Innovazione di processo 50% 50%
TIPOLOGIA DI ATTIVITA’ PROGETTUALE PICCOLA IMPRESA MEDIA IMPRESA
Ricerca Industriale con ampia diffusione dei risultati 75% 65%
Sviluppo Sperimentale con ampia diffusione dei risultati 50% 40%

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 15:00 del 21/06 alle ore 17:00 del 06/08/2019.

Le domande verranno esaminate in base ad una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error