Notizie e Bandi

Regione Umbria | Sviluppo Imprese Extra-Agricole

Regione: Umbria
Tipologia: Investimenti
umbria-creazione-imprese-extra-agricole-commercio-artigianato-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Umbria sostiene lo sviluppo di imprese extra-agricole nei settori commerciale, artigianale, turistico, dei servizi e dell’innovazione tecnologica, per realizzare interventi volti ad una crescita inclusiva, sostenibile ed innovativa nelle zone rurali contribuendo all’accessibilità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e allo sviluppo occupazionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, nonché le persone fisiche titolari d’impresa, iscritte alla CCIAA, ancorchè non abbiano dato inizio all’attività, che operano nei seguenti settori:

  • Attività di turismo rurale e dei servizi connessi;
  • Creazione o riqualificazione di esercizi commerciali esistenti, favorendo la specializzazione per i prodotti alimentari o artigianali tipici, biologici e/o di qualità certificata;
  • Attività artigianali per il recupero delle attività e dei prodotti della tradizione rurale locale;
  • Attività di produzione e servizio nel campo dell’innovazione tecnologica con riferimento alle attività volte all’accessibilità alle tecnologie di informazione e comunicazione (TIC);
  • Attività di servizi collettivi rivolti alla popolazione rurale e che realizzano gli interventi in unità operative nei comuni interessati dall’“ITI Trasimeno”.

Inoltre i beneficiari devono avere sede legale e/o unità operativa nel territorio dei Comuni interessati dall’Investimento territoriale Trasimeno “ITI Trasimeno” ovvero: Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro e Tuoro sul Trasimeno.

I proponenti non devono avere ottenuto altre agevolazioni pubbliche per gli stessi investimenti oggetto della domanda.

E’ ammessa una sola domanda per beneficiario.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono essere “cantierabili” o basati su un progetto definitivo.

Il valore minimo dell’intervento deve essere pari ad € 25.000,00.

Gli interventi dovranno incentrarsi su:

  • risparmio energetico e riduzione di emissioni in atmosfera;
  • mimetizzazioni ed investimenti finalizzati al miglioramento paesaggistico;
  • innovazione (riduzione dei costi di produzione e/o erogazione di servizio, riduzione dei tempi di lavoro, miglioramento della sicurezza dei lavoratori, e-commerce ecc.).

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono essere sostenute dalla presentazione della domanda e fino alla data di scadenza per l’ultimazione dei lavori e presentazione della domanda di saldo, pena la non ammissibilità di tali spese.

Sono ammissibili, se sostenute nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda, solamente le spese relative alla progettazione e alle operazioni propedeutiche all’intervento (atti costitutivi d’impresa, predisposizione progetti, domande, redazione documenti relativi alla cantierabilità, piani di fattibilità, certificazioni, business plan).

Tali spese devono rientrare tra le seguenti:

  • interventi di ristrutturazione e miglioramento dei fabbricati aziendali ed aree esterne pertinenziali;
  • acquisto di beni mobili quali nuovi macchinari, mezzi, attrezzature e mobilio da destinare all’attività;
  • acquisto di hardware e/o software e realizzazione siti internet e app volti alla commercializzazione delle attività e acquisizione di brevetti, licenze e diritti d’autore;
  • spese generali (non superiori al 12% degli investimenti immobiliari e al 5% dell’importo degli investimenti mobiliari).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo in conto capitale pari al 60% della spesa ammissibile, con elevazione al 70% nel caso di:

  • zone svantaggiate (Assisi, Bettona, Bevagna, Cannara, Castel Ritardi, Citerna, Città della Pieve, Città di Castello, Collazzone, Corciano, Deruta, Foloigno, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo, Magione, Masciano, Massa Martana, Monte Castello Vibio, Monte S.M. Tiberina, Montone, Nisciano Liccone, Panciano, Panicale, Passignano Sul Trasimeno, Perugia, Piegaro, S. Giustino, Spello, Spoleto, Todi, Torgiano, Trevi, Tuoro sul Trasimeno e Umbertide);
  • imprenditori giovani e/o donne.

Il contributo massimo concedibile è pari ad € 100.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro il 30/09/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error