Notizie e Bandi

Regione Umbria | StartUp Innovative e Spin-Off della Ricerca

Regione: Umbria
Tipologia: Start Up
umbria-start-up-innovative-spin-off-della-ricerca-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Umbria sostiene la creazione di start up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e le iniziative di Spin-off della ricerca ai fini della valorizzazione economica dei risultati della ricerca e/o dello sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi ad alto contenuto innovativo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese costituite sotto forma di società di capitali (comprese le srl unipersonali, le srl semplificate e le imprese cooperative e quelle con mutualità prevalente) e le società di capitali tra professionisti.

Tali soggetti possono configurarsi in una delle seguenti tipologie:

  • Start-up ad alto contenuto tecnologico;
  • Spin-off aziendali;
  • Spin-off accademici ad elevate competenze scientifiche;
  • PMI innovative.

Tutti i soggetti devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere costituite da non più di 48 mesi. Per le PMI innovative la costituzione potrà essere antecedente purché il riconoscimento e quindi l’iscrizione al registro presso la CCIAA come PMI innovativa risulti effettuata da non più di 48 mesi dalla data di presentazione della richiesta di agevolazione;
  • essere iscritte nel Registro delle Imprese presso la CCIAA territorialmente competente con Codice Ateco ricompreso tra quelli elencati all’Allegato 4 al presente Bando;
  • le società tra professionisti devono essere iscritte anche nell’albo/registro tenuto presso l’ordine/collegio di appartenenza dei soci professionisti;
  • essere operative e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  • non aver presentato richiesta di concordato “in bianco”;
  • essere attive;

Non rientrano tra i beneficiari le imprese che sono state costituite a seguito di fusione, cessione/affitto azienda o ramo di azienda di società già esistente, nonché le imprese che hanno beneficiato degli aiuti concessi con i precedenti bandi emanati a sostegno delle nuove PMI innovative a partire dal 2013.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono incentrarsi sugli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente della Regione (RIS3), ovvero:

  • Made in Italy, design e creatività;
  • fabbrica intelligente (aerospazio);
  • energia ed ambiente;
  • chimica verde;
  • agrifood;
  • salute;
  • smart, secure and inclusive communities.

Gli stessi progetti, però, dovranno anche possedere i seguenti requisiti:

  • innovatività;
  • validità tecnico-economica;
  • equilibrio finanziario.

Gli interventi dovranno concludersi entro il termine di 12 mesi decorrenti dalla data di adozione dell’atto di concessione del contributo.

Gli interventi devono avere un valore compreso tra € 30.000,00 ed € 500.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese poste in essere successivamente alla presentazione della domanda e rientranti nella seguente elencazione:

  • locazione dei laboratori e della sede operativa dell’impresa in cui viene effettuato l’investimento per un importo massimo di € 12.000,00 annui e solo per un massimo di 12 mesi a partire dal mese di presentazione della domanda;
  • macchinari, attrezzature, impianti hardware e software;
  • acquisizione e locazione finanziaria di attrezzature scientifiche e di laboratorio;
  • acquisto di brevetti già registrati, diversi da quelli presentati per la dimostrazione del requisito dell’innovatività;
  • partecipazione a fiere, eventi, prima campagna pubblicitaria e realizzazione del logo aziendale (max € 10.000,00). Per le fiere le spese ammissibili riguardano solo il costo di affitto dello stand e del suo allestimento;
  • consulenze esterne specialistiche rese da strutture specializzate organizzate in forma d’impresa, comprese le consulenze per la redazione del piano aziendale ai fini della richiesta di accesso ai fondi di garanzia. Le prestazioni di consulenza dovranno essere giustificate in termini di giornate/uomo.
  • sviluppo sperimentale di un brevetto/prototipo/servizio, sostenute tramite una struttura esterna all’azienda;
  • personale dipendente e spese per materiali sostenute dall’azienda per lo sviluppo sperimentale di un brevetto/prototipo/servizio;

Il costo totale delle immobilizzazioni materiali e immateriali non può eccedere il 60% delle spese complessive ammissibili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regime de minimis, assume la forma di un contributo a fondo perduto, in conto impianti e/o in conto esercizio, pari al 40% della spesa ammissibile.

L’agevolazione non è cumulabile con altre provvidenze comunitarie, nazionali, regionali o comunali richieste per lo stesso progetto, a eccezione del caso di agevolazioni fiscali aventi carattere di generalità e uniformità su tutto il territorio nazionale.

TERMINE

La domanda deve essere inviata dalle ore 10:00 del 10/09/2019 alle ore 12:00 del 28/11/2019.

Le domande saranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error