Notizie e Bandi

Regione Umbria | Autoimpiego e Creazione d’Impresa

Regione: Umbria
Tipologia: Nuove Imprese
umbria-autoimpiego-creazione-di-impresa-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Umbria promuove lo sviluppo economico del territorio e l’occupazione con interventi volti a favorire la creazione di nuove imprese anche tramite l’autoimpiego ed il lavoro autonomo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese aventi sede operativa nel territorio della Regione, giuridicamente costituite a partire dallo 01/01/2018 nella forma di società commerciali, società cooperative, imprese individuali, lavoratori autonomi titolari di partita IVA o società tra professionisti iscritti ad albi professionali.

Le imprese inoltre non devono avere obblighi di pagamento insoluti nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Il titolare dell’impresa e/o il lavoratore autonomo devono essere residenti in Umbria, non essere dipendenti della Pubblica Amministrazione.

In caso di società, i requisiti indicati nei due punti precedenti devono essere posseduti almeno dal 50% dei soci, intesi sia numericamente, sia in percentuale rispetto al capitale sociale.

Non sono ammissibili le domande di imprese che rappresentino la mera continuazione, da parte del proponente e/o dei soci, di attività preesistente sotto diversa o nuova forma giuridica, né che siano state costituite a seguito di fusione, cessione e affitto di azienda o ramo di azienda di società già esistente.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti imprenditoriali rientranti nella produzione di beni, fornitura di servizi, commercio anche in forma di franchising e artigianato.

Gli investimenti dovranno essere realizzati nel territorio della Regione presso la sede operativa o l’unità locale del beneficiario.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono rientrare nella seguente elencazione:

  • acquisto di beni nuovi di fabbrica e rientrare nelle seguenti categorie:
  1. macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa;
  2. mezzi di trasporto, se funzionali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale;
  3. hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa;
  4. piccole opere murarie e impianti fino al 20% della spesa complessiva per investimenti;
  • acquisto beni usati, purché forniti da rivenditori autorizzati e corredati da idonee dichiarazioni sostitutive di atto notorio attestanti che gli stessi non siano stati oggetto di precedenti agevolazioni pubbliche e che offrano idonee e comprovate garanzie di funzionalità e conformità alle norme e agli standard pertinenti. Il venditore dovrà attestare che il prezzo di ogni bene usato non è superiore al suo valore di mercato ed è inferiore al costo di materiale simile nuovo.

La quota massima del 30% di spese correnti agevolabili può comprendere, a titolo esemplificativo:

  1. locazione commerciale dell’immobile adibito a sede operativa aziendale, purché documentata da contratto di locazione commerciale;
  2. materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti inerenti il processo produttivo;
  3. pubblicità;
  4. utenze.

Tutte le spese dovranno essere sostenute interamente entro 12 mesi dalla valuta di accredito delle agevolazioni.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, consiste in:

  • un finanziamento sotto forma di anticipazione da un minimo di € 25.001,00 ad un massimo di € 50.000,00 per la copertura, fino al 75% della spesa ammissibile, compresa tra un minimo di € 33.335,00 ed un massimo di € 66.666,67. La spesa complessiva deve essere destinata per almeno il 70% ad investimenti e per un massimo del restante 30% a spese correnti. Il finanziamento può essere concesso ed erogato senza l’acquisizione di garanzie a tutela del rimborso e deve essere restituito in quote semestrali costanti senza interessi secondo un piano di ammortamento della durata massima di 7 anni oltre ad un 1 di preammortamento.
  • un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 3.500,00 denominato “Pacchetto qualificazione”, per la copertura, fino al 70% della spesa relativa alla formazione professionale del titolare o dei soci dell’impresa ovvero all’acquisizione di consulenze ad elevato contenuto specialistico ad esclusione della consulenza relativa all’elaborazione del progetto imprenditoriale. Il presente contributo potrà essere erogato solo contestualmente all’erogazione del finanziamento o successivamente, entro comunque 12 mesi dalla valuta di accredito dell’anticipazione.

TERMINE

La domanda dovrà essere inviata dalle ore 10.00 del 16/09 alle ore 12:00 del 16/12/2019.

Le domande saranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello, sulla base dell’ordine cronologico di invio delle stesse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification