Notizie e Bandi

Regione Toscana | Sostegno all’Occupazione

Regione: Toscana
Tipologia: Occupazione
toscana-sostegno-occupazione-valore-consulting

FINALITÀ

L’avviso mette a disposizione contributi per i datori di lavoro privati al fine di favorire l’occupazione di donne disoccupate over 30, giovani laureati/dottori di ricerca, lavoratori licenziati a partire dallo 01/01/2008, lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali, soggetti disoccupati over 55, persone con disabilità e soggetti svantaggiati.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i datori di lavoro privati (imprese, enti, associazioni, liberi professionisti e tutti i datori di lavoro privati con esclusione delle persone fisiche).

Le imprese e le società tra professionisti dovranno essere iscritte presso il registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente mentre i liberi professionisti dovranno risultare iscritti al relativo albo, elenco, ordine o collegio professionale, ove obbligatorio per legge.

Le richieste di contributo possono essere presentate da datori di lavoro privati che hanno la sede legale o unità operative destinatarie delle assunzioni localizzate:

  • per “Donne disoccupate over 30”, “Persone con disabilità” e “Lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali”, in qualsiasi Comune del territorio toscano.
  • per “Lavoratori licenziati a partire dal 01/01/2008”, “Soggetti disoccupati over 55”, “Soggetti svantaggiati” e “Giovani laureati/dottori di ricerca”, nelle aree di crisi complessa e non complessa regionale e nelle aree interne.

I destinatari del presente avviso, che vengono assunti a partire dallo 01/01/2020 sono:

  1. donne assunte a tempo indeterminato, che abbiano compiuto il 30° anno di età;
  2. persone con disabilità assunte a tempo indeterminato o determinato con un contratto della durata di almeno 12 mesi, iscritte negli appositi elenchi del collocamento mirato;
  3. lavoratori licenziati dallo 01/01/2008 (ad eccezione dei licenziati per giusta causa);
  4. lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali di particolare rilevanza;
  5. soggetti assunti a tempo indeterminato che al momento dell’assunzione abbiano compiuto il 55° anno di età;
  6. soggetti svantaggiati assunti a tempo indeterminato;
  7. giovani laureati/dottori di ricerca, di età non superiore ai 35 anni (40 anni per gli appartenenti alle categorie di disabili) assunti con mansioni di elevata complessità.

INTERVENTI

Il rapporto di lavoro per il quale il beneficiario richiede il contributo deve:

  • essere instaurato dallo 01/01/2020 al 31/12/2020;
  • non essere instaurato in adempimento di un obbligo preesistente stabilito da norme di legge o della contrattazione collettiva, con esclusione delle assunzioni relative alle “Persone con disabilità”;
  • rispettare il diritto di precedenza, stabilito dalla normativa di riferimento, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine;
  • non riguardare lavoratori per i quali il datore di lavoro richiedente abbia già beneficiato di contributi a sostegno dell’occupazione;
  • non riguardare lavoratori per i quali l’impresa richiedente beneficia del mantenimento dell’incentivo occupazionale, in virtù della possibilità di sostituzione del lavoratore a seguito della cessazione anticipata del rapporto di lavoro incentivato;
  • essere riferito ad un contratto di lavoro full time, come stabilito dal C.C.N.L. della categoria di riferimento, o part time;
  • non essere costituito nella forma del contratto di apprendistato o di lavoro domestico;
  • riguardare lavoratori per i quali non si sia verificata nei 6 mesi precedenti la cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato da uno dei seguenti eventi:
  1. dalla stessa impresa/datore di lavoro che richiede il contributo;
  2. da un datore di lavoro che presenta assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assumi;
  3. da imprese comunque riconducibili, in rapporto al datore di lavoro che richiede il contributo, alla fattispecie di impresa unica;
  4. da società controllate o collegate con il datore di lavoro richiedente il contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo la cui intensità è distinta secondo la categoria di persona assunta e la tipologia contrattuale, fino ad un massimo di 10.000,00 euro.

I contributi possono essere cumulati con eventuali ulteriori misure di livello nazionale, regionale o di altre Amministrazioni pubbliche, purché tali misure non lo escludano espressamente.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 15/01/2021.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci












Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter











Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification