Notizie e Bandi

Regione Toscana | Microinnovazione Digitale

Regione: Toscana
Tipologia: Innovazione
toscana-microinnovazione-digitale-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Toscana concede una sovvenzione per la realizzazione di progetti in attività di innovazione digitale delle MPMI.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata quale ATS, ATI, Reti di imprese con e senza personalità giuridica e Consorzi, nonché professionisti, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti innovativi di trasformazione digitale dell’impresa, che prevedono una o più delle seguenti attività:

  1. acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione e canoni d’uso di piattaforme software;
  2. acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione compreso i canoni relativi a piattaforme software;
  3. acquisizione di personale altamente qualificato.

L’intervento deve avere un valore complessivo compreso tra € 7.500,00 ed € 100.000,00.

Il progetto deve prevedere l’attivazione di servizi di supporto ai processi di trasformazione digitale dell’impresa per un valore non superiore ad € 60.000,00.

I progetti dovranno concludersi entro 12 mesi dal loro avvio, ovvero entro un anno dalla data di comunicazione della concessione dell’agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Il costo giornaliero degli esperti incaricati non potrà superare i parametri indicati nei tariffari professionali e in assenza di detti tariffari i massimali di tariffa massima giornaliera di seguito fissati secondo l’esperienza nel settore specifico di consulenza:

  • A: oltre 15 anni € 600,00
  • B: 10 – 15 anni € 400,00
  • C: 5 – 10 anni € 200,00
  • D: 3-5 anni € 150,00.

L’inizio del progetto è stabilito nel primo giorno successivo alla data di comunicazione della concessione dell’agevolazione.

Sono ammissibili le spese realizzate a partire dal 01/02/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto (voucher).

Un incremento dell’intensità d’aiuto del 20% è previsto nel caso di progetti integrati che attivano una combinazione di servizi digitali con altri servizi, quali ad esempio introduzioni di innovazione organizzative e commerciali di integrazione verticale e orizzontale, che coniugano le esigenze dell’organizzazione del datore di lavoro con quella di conciliazione vita-lavoro o che riducono le occasioni di contagio e contribuiscono, al contempo a scongiurare ulteriori danni al tessuto economico e sociale del Paese quali lo smart working.

Il servizio digitale deve costituire almeno il 51% delle spese complessive ammissibili.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del Bando da parte della Regione.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Pending Certification