Notizie e Bandi

Regione Toscana | Internazionalizzazione MPMI

Regione: Toscana
Tipologia: Internazionalizzazione
toscana-internazionalizzazione-mpmi-paesi-extra-ue-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Toscana agevola la realizzazione di progetti di investimento finalizzati all’internazionalizzazione delle MPMI in Paesi esterni all’UE.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda:

  • Micro, Piccole e Medie Imprese, in forma singola o associata quali RTI, ATI, ATS, Rete-Contratto, ammissibili se costituite da almeno 3 MPMI;
  • Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, società consortili, costituiti o costituendi se costituite da almeno 3 MPMI con sede legale o unità locale all’interno del territorio regionale.

Sono ammissibili anche i Consorzi e le Reti Soggetto che non sono in possesso di un codice Ateco rientrante tra quelli richiesti dal Bando, purchè tale caratteristica sia posseduta dalle imprese che le costituiscono e che partecipano al progetto o purchè siano costituiti da imprese esercitanti un’attivita identificata come primaria rientrante nelle suddette sezioni.

Possono presentare domanda anche i liberi professionisti, aventi sede legale o unità locale destinatarie dell’intervento, nel territorio regionale, ovvero i lavoratori autonomi in possesso di Partita IVA ed esercitanti attività economica volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata prevalentemente mediante lavoro intellettuale.

I beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

  1. avere sede legale e/o unità operativa nel territorio della Regione;
  2. essere in regola con la normativa antimafia;
  3. possedere la capacità economico-finanziaria per la realizzazione del progetto;
  4. essere regolarmente iscritte alla CCIAA territorialmente competente ed esercitare un’attività economica rientrante nelle sezioni Ateco Istat 2007 seguenti:
  • Sezione B – Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92;
  • Sezione C – Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1;
  • Sezione D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
  • Sezione E – Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;
  • Sezione F – Costruzioni;
  • Sezione H – Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2;
  • Sezione I – Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9;
  • Sezione J – Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9 e 63.9;
  • Sezione M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • Sezione N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente ai codici 79 e 82.3;
  • Sezione R – Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente ai gruppi 90.03.02 e 93.29.20;
  • Sezione S – Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1.

INTERVENTI

La proposta progettuale consiste in un progetto di internazionalizzazione, ovvero nella redazione di una relazione tecnica che descriva le varie fasi, compresa quella di realizzazione del risultato finale da conseguire. Il progetto deve prevedere investimenti consistenti nell’acquisizione di servizi qualificati.

E’ esclusa l’ammissibilità di progetti di internazionalizzazione che possano configurarsi quali aiuti all’esportazione.

I progetti inoltre non devono prevedere interventi di delocalizzazione.

Il valore dell’intervento è rispettivamente pari a:

  • Micro Impresetra € 10.000,00 ed € 150.000,00.
  • Piccole Impresetra € 12.500,00 ed € 150.000,00.
  • Medie Impresetra € 20.000,00 ed € 150.000,00.
  • Consorzi, Società consortili e Reti Soggettotra € 35.000,00 ed € 400.000,00.
  • RTI, ATI, ATS e Reti Contrattovalore minimo uguale alla somma degli importi minimi per ciascun partner; valore massimo non superiore ad € 1.000.000,00.

Gli interventi devono concludersi entro 8 mesi dalla data di comunicazione della concessione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono riconducibili alle seguenti tipologie:

  1. Partecipazione a fiere e saloni internazionali;
  2. Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di ufficio sale espositive all’estero;
  3. Servizi promozionale;
  4. Supporto specialistico all’internazionalizzazione;
  5. Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.

Il 50% delle spese deve essere sostenuto successivamente alla presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la veste di un contributo in conto capitale, anche nella forma di voucher, limitatamente alla spese sostenute con i fornitori nazionali.

Il contributo a fondo perduto viene attribuito sulla base della dimensione dell’impresa, secondo le percentuali riportate nella tabella.

L’agevolazione è cumulabile con altre agevolazioni come aiuti di Stato, contibuti in de minimis e Fondi UE a gestione diretta che non costituiscono aiuti di Stato, a condizione che riguardino costi ammissibili diversi e chiaramente individuabili.

ATTIVITA’ AMMISSIBILI INTENSITA’ AIUTO E MASSIMALI DI SPESA    
  Micro Impresa Piccola Impresa Media Impresa
1 50% – € 30.000,00 50% – € 40.000,00 40% – € 40.000,00
2 50% – € 80.000,00 50% – € 100.000,00 40% – € 120.000,00
3 50% – € 20.000,00 50% – € 30.000,00 40% – € 40.000,00
4 50% – € 20.000,00 40% – € 30.000,00 30% – € 40.000,00
5 50% – € 20.000,00 40% – € 30.000,00 30% – € 40.000,00

TERMINE

La domanda può essere presentata in via continuativa fino ad esaurimento delle risorse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error