Notizie e Bandi

Regione Toscana | Concessione Prestiti | Miglioramento Condizioni Lavoratori

Regione: Toscana
Tipologia: Sicurezza
toscana-concessione-prestiti-salute-sicurezza-condizioni-lavoratori-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Toscana aumenta il livello di salute e sicurezza dei lavoratori oltre il livello minimo previsto dalle normative, con specifico riguardo alle imprese che svolgono la propria attività nei cantieri edili e navali nel territorio toscano.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, ivi comprese le Società Consortili, nonché i Liberi Professionisti, che svolgono attività nei cantieri edili e navali ed aventi sede o unità locale nel territorio regionale.

Per liberi professionisti si intendono i lavoratori autonomi in possesso di Partita IVA ed esercitanti attività economica volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata prevalentemente mediante lavoro intellettuale.

Sono ammissibili le imprese e/o i liberi professionisti in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti con personalità giuridica (Rete-Soggetto), solo se costituite da almeno 3 imprese/liberi professionisti (di micro, piccola o media dimensione).

Le imprese e i professsionisti devono essere costituiti da almeno 2 anni precedenti la presentazione della domanda, ed esercitare un’attività economica identificata dai codici Ateco sottoelencati:

C – Attività manifatturiere, quali:

  • 30.11.0 – Cantieri navali per costruzioni metalliche e non metalliche
  • 30.12.0 – Costruzione di imbarcazioni da diporto e sportive
  • 33.15.0 – Riparazione e manutenzione di navi commerciali e imbarcazioni da diporto (esclusi i motori)
  • 33.20 – Installazione di macchine ed apparecchiature industriali

F – Costruzioni

E – Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento:

  • 38.31.2 – Cantieri di demolizione navali

N – Noleggio, Agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese:

  • 77.32 – noleggio di macchine e attrezzature per lavori edili e di genio civile

I beneficiari devono inoltre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente iscritti alla CCIAA territorialmente competente;
  • per i liberi professionisti essere regolarmente iscritti al relativo albo/elenco/ordine professionale ed in possesso di Partita IVA;
  • avere sede legale nel territorio regionale;
  • essere in regola con il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori o con la certificazione che attesti la sussistenza e l’importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti di pubbliche amministrazioni e verificabile attraverso il DURC;
  • essere attivi.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto programmi innovativi di investimento in attivi materiali quali macchinari ed impianti e/o beni intangibili (attivi immateriali) finalizzati alle seguenti tipologie:

  • ampliamento di uno stabilimento esistente;
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;
  • trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente.

Gli interventi devono riferirsi agli ambiti tecnologici della Strategia di specializzazione intelligente per la Toscana (RIS3) con le seguenti priorità tecnologiche, ovvero:

  • ICT e Fotonica;
  • Fabbrica Intelligente;
  • Chimica e Nanotecnologie.

Inoltre devono trattarsi di progetti di investimento per il rinnovamento delle attrezzature di lavoro tali da influire positivamente sui livelli di salute e sicurezza dei lavoratori con particolare riferimento ai rischi di caduta dall’alto, di caduta materiali dall’alto e/o ai rischi legati alle attività in ambienti confinati.

Gli investimenti, infine possono riferirsi alle strategie nazionali e regionali di Industria 4.0. Tali beni devono essere interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o rete di fornitura.

Con riferimento agli investimenti Industria 4.0, i beneficiari dovranno produrre una dichiarazione resa dal legale rappresentante, oppure una perizia tecnica giurata di un ingegnere o perito industriale iscritti negli albi o da un ente di certificazione accreditato, attestante che il bene possiede le caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi relativi all’Industria 4.0.

Gli investimenti devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda.

La proposta d’investimento deve illustrare nel dettaglio:

1. il progetto con evidenza delle modalità con cui lo stesso è in grado di aumentare il livello di salute e sicurezza dei lavoratori o a diminuire i rischi di caduta dall’alto o di caduta materiali dall’alto. Tale descrizione deve fare riferimento a evidenze che attestino i miglioramenti rispetto a:

  • Piano Operativo di sicurezza redatto prima della domanda;
  • Piano di sicurezza e coordinamento redatto e accettato prima della domanda.

2. l’indicazione delle priorità tecnologiche della RIS3, le sottocategorie delle priorità e le roadmap di innovazione, nonché gli investimenti materiali e immateriali di Impresa 4.0;

3. le modalità di realizzazione, finanziarie e gestionali dell’investimento.

Il valore totale del progetto di investimento non può essere inferiore a € 40.000,00 e non può essere superiore a € 200.000,00.

La decorrenza del progetto è stabilita nel primo giorno successivo alla data della comunicazione della concessione dell’agevolazione.

Il progetto di investimento dovrà concludersi entro 12 mesi.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse le spese sostenute dal giorno successivo alla presentazione della domanda, quali:

  • Attivi materiali nuovi: impianti, macchinari e attrezzature, nonché opere murarie solo se correlate agli investimenti e nel limite del 20% del costo del progetto;
  • Attivi immateriali: diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale.

Gli attivi immateriali devono:

  • essere utilizzati esclusivamente nell’unità locale destinataria dell’aiuto;
  • essere considerati ammortizzabili;
  • essere acquistati a condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente;
  • figurare nell’attivo di bilancio dell’impresa per almeno tre anni.

Gli investimenti devono essere collegati all’attività economica dei beneficiari e regolarmente iscritti in bilancio.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assume la forma di un prestito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, con le seguenti percentuali di copertura degli investimenti:

  • 70% del costo ammissibile sugli investimenti in RIS3;
  • 70% del costo ammissibile sugli investimenti in beni strumentali immateriali qualora gli investimenti di cui al piano Industria 4.0 si riferiscano a sistemi di produzione esistenti;
  • 80% del costo ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi così come individuati dal piano Industria 4.0.

Il finanziamento relativo al costo delle opere murarie è comunque pari al 50%.

La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.

Il rimborso avviene in rate semestrali posticipate costanti.

L’agevolazione può essere cumulata:

  • con altri aiuti di stato purché le misure riguardino diversi costi ammissibili individuabili;
  • con altri aiuti di stato in relazione agli stessi costi ammissibili unicamente se tale cumulo non porta al superamento delle intensità di aiuto o dell’importo di aiuto più elevati applicabili all’aiuto in questione in base al regolamento GBER.

Gli aiuti non possono essere cumulati con aiuti “de minimis” relativamente agli stessi costi ammissibili.

TERMINE

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento.

Il bando rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse e le domande saranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification