Notizie e Bandi

Regione Sardegna | Gruppi Operativi del PEI | Sostenibilità

Regione: Sardegna
Tipologia: Settore agricolo
sardegna-gruppi-operativi-pei-sostenibilità-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Sardegna intende far sì che vengano realizzati progetti atti a trovare soluzioni innovative a problematiche emerse dal territorio e che contribuiscono al perseguimento di obiettivi e priorità dello sviluppo rurale.

BENEFICIARI

Il beneficiario è il gruppo operativo del PEI (European Innovation Partnership).

Ciascun GO deve essere formato da almeno 3 soggetti e almeno 2 devono essere aziende agricole.

I soggetti costituenti il GO devono avere il fascicolo aziendale aggiornato e appartenere alle seguenti categorie:

  1. aziende agricole regolarmente iscritte alla CCIAA;
  2. ricercatori regolarmente iscritti alla CCIAA. Rientrano in questa categoria le entità pubbliche o private che svolgono attività di ricerca e/o attività di diffusione dei risultati;
  3. consulenti, soggetti che erogano servizi di consulenza, regolarmente iscritti alla CCIAA;
  4. aziende che lavorano nel settore agricolo, alimentare e forestale regolarmente iscritte alla CCIAA.

Il GO deve avere sede legale e operativa nella regione Sardegna.

Tale requisito non è richiesto per i ricercatori e i consulenti, che possono avere sede operativa anche al di fuori del territorio regionale, ad eccezione del caso in cui assumano il ruolo di capofila.

Il GO deve assumere la forma di raggruppamenti temporanei quali Reti-contratto senza soggettività giuridica, Associazioni Temporanee di Impresa o di Scopo.

Ciascun GO deve presentare un Piano di progetto che contenga:

  • la descrizione del problema;
  • la descrizione dello stato dell’arte rispetto alla tematica oggetto dell’intervento;
  • la declinazione degli obiettivi, dei risultati attesi e del contributo agli obiettivi del PEI;
  • la descrizione degli eventuali rischi/vincoli attuativi o realizzativi e delle misure di mitigazione adottate;
  • la descrizione del progetto innovativo;
  • la lista dei soggetti partecipanti al GO e la descrizione di ruoli, funzioni e responsabilità;
  • le tempistiche di svolgimento del Piano di progetto;
  • la descrizione del budget complessivo e sua ripartizione tra le diverse attività e tra i partner;
  • la descrizione delle attività di divulgazione dei risultati.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • il miglioramento della competitività dei produttori primari integrandoli nella filiera agroalimentare;
  • la salvaguardia, il ripristino ed il miglioramento della biodiversità;
  • la prevenzione dell’erosione dei suoli e la migliore gestione degli stessi;
  • la diversificazione e lo sviluppo di imprese nonché l’occupazione;
  • l’ingresso di agricoltori adeguatamente qualificati nel settore agricolo e il ricambio generazionale;
  • la migliore gestione delle risorse idriche, compresa la gestione dei fertilizzanti e dei pesticidi.

Può essere presentato solo un piano di progetto a valere sul Bando.

Il GO ha l’obbligo di divulgare i risultati ottenuti, sia positivi che negativi, dei progetti realizzati.

Gli interventi devono concludersi entro 24 mesi dalla concessione dell’agevolazione.

L’intervento deve avere un valore complessivo pari o superiore ad € 500.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. attività relative all’esercizio della cooperazione;
  2. attività di realizzazione del piano di progetto;
  3. attività del facilitatore (innovation brokering);
  4. attività di divulgazione dei risultati e partecipazione alla rete PEI.
  • Spese del personale a tempo indeterminato o determinato;
  • Corrispettivo economico per l’imprenditore agricolo e forestale;
  • Missioni e trasferte in Italia e all’estero;
  • Consulenze esterne e altri servizi resi da professionisti;
  • Costi di coordinamento e gestione del progetto;
  • Costi relativi al facilitatore o innovation broker;
  • Costi indiretti quali spese di cancelleria e postali, spese telematiche, consumi telefonici, elettrici;
  • Quote di ammortamento del materiale durevole nel caso di acquisto dei beni materiali e attrezzature;
  • Prototipi/Impianti pilota;
  • Costi relativi ad investimenti produttivi come attrezzature, macchine, impianti, programmi informatici, brevetti e licenze;
  • Disponibilità giuridica dei terreni.

Sono escluse spese riguardanti l’ordinaria attività di produzione o di servizio svolta dai beneficiari.

Le spese si intendono eleggibili se sostenute tra la data di presentazione della domanda di sostegno e i 24 mesi successivi alla data di notifica della concessione del sostegno.

LIVELLO DEL PERSONALE UNIVERSITA’ COSTO STANDARD UNITARIO (€/ORA)
Alto, per Professore Ordinario 73
Medio, per Professore Associato 48
Basso, per Ricercatore / Tecnico Amministrativo 31
LIVELLO DEL PERSONALE ENTI PUBBLICI DI RICERCA COSTO STANDARD UNITARIO (€/ORA)
Alto, per Dirigente di Ricerca e Tecnologo di I livello /Primo Ricercatore e Tecnologo II° livello 55
Medio, per Ricercatore e Tecnologo di III livello 33
Basso, per Ricercatore e Tecnologo di IV, V, VI e VI livello/Collaboratore Tecnico (CTER)/Collaboratore Amministrativo 29

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di contributo a fondo perduto, secondo le intensità riportate nelle sottostanti tabelle.

INVESTIMENTI MISURA 4.1 MISURA 4.2 MISURA 8.6
Materiali e Immateriali produttivi 60% 60% 40%
INVESTIMENTI INTENSITA’ AGEVOLAZIONE
Materiali non produttivi 100% sulla quota di ammortamento del materiale durevole per la durata del progetto.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/09/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci












Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter











Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification