Notizie e Bandi

Regione Puglia | Aiuti Settore Turistico-Alberghiero | Covid-19

Regione: Puglia
Tipologia: Settore Ricettivo Turistico
puglia-aiuti-settore-turistico-alberghiero-covid-19-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Puglia sostiene le imprese garantendo la continuità dell’operatività aziendale e la salvaguardia dell’occupazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale e/o unità locale iscritte al Registro delle Imprese delle CCIAA della Puglia;
  • attività economica in uno dei seguenti settori: 52.22.09, 55.10.00, 55.20.10, 55.20.20, 55.20.30, 55.20.40, 55.20.51, 55.30.00, 77.21.01, 77.21.02, 77.21.09, 77.39.94, 79.11.00, 79.12.00, 79.90.11, 79.90.19, 79.90.20, 82.30.00, 90.01.01, 90.01.09, 90.02.01, 90.02.02, 90.02.09, 90.03.01, 90.03.02, 90.03.09, 90.04.00, 91.01.00, 91.02.00, 91.03.00, 91.04.00, 93.11.10, 93.11.20, 93.11.30, 93.11.90, 93.21.00, 93.29.10, 93.29.20, 96.04.20;
  • durata residua, alla data di presentazione della domanda, almeno pari al periodo previsto dalla normativa per il vincolo di destinazione dei beni agevolati (almeno 5 anni).

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. ammodernamento e ristrutturazione delle strutture turistico alberghiere, ivi comprese le strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell’attività (bar, palestre, piscine, centri benessere, ecc.) nonché gli interventi finalizzati al superamento delle barriere architettoniche, all’aggiornamento tecnologico e al miglioramento dell’impatto ambientale;
  2. realizzazione o ammodernamento degli stabilimenti balneari, ivi compresi gli spazi destinati alla ristorazione, ai parcheggi ed ai punti di ormeggio;
  3. realizzazione e/o gestione di approdi turistici;
  4. realizzazione di strutture turistico/alberghiere attraverso il restauro di immobili che presentano interesse artistico e architettonico;
  5. restauro e risanamento conservativo di edifici rurali, masserie, trulli, torri, fortificazioni al fine della trasformazione dell’immobile in strutture turistico/alberghiere;
  6. primo impianto e/o sistemazione di area a verde di almeno 10 ettari;
  7. nuove attività turistico/alberghiere, attraverso il recupero fisico e/o funzionale di strutture non ultimate;
  8. recupero di aree urbane degradate e/o inquinate da destinare alla realizzazione di strutture ricettive, congressuali, sportive, culturali e/o ricreative.

Le strutture turistico/alberghiere possono essere realizzate anche nella forma della ricettività diffusa.

Gli interventi devono tendere alla promozione del risparmio energetico, della gestione sostenibile dei rifiuti e il recupero degli stessi, del risparmio e della tutela delle risorse idriche e alla riduzione di emissioni di CO2, di sostanze acidificanti e di emissioni odorifere e sonore da parte delle imprese beneficiarie.

L’intervento ammissibile deve avere un valore complessivo pari o maggiore ad € 30.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. acquisto di suolo aziendale e sue sistemazioni;
  2. opere murarie e assimilabili relative a interventi di ampliamento o di riqualificazione di immobili esistenti nonché quelle relative a nuova costruzione;
  3. macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, nonché i mezzi mobili necessari al ciclo di produzione;
  4. investimenti finalizzati al miglioramento delle misure di prevenzione dei rischi, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto impianti nelle seguenti misure:

  • pari o minore al 35% per le medie imprese, fino ad un massimo di € 4.000.000,00;
  • pari o minore al 45% per le micro e piccole imprese, fino ad un massimo di € 2.000.000,00.

Ai beneficiari può essere erogato un contributo aggiuntivo in conto impianti che non può essere superiore al 20% dell’investimento e all’importo massimo di € 800.000,00 per le medie imprese ed € 400.000,00 per le piccole imprese.

Per le imprese che hanno conseguito il rating di legalità, l’importo massimo del contributo è elevato rispettivamente fino a € 900.000,00 e a € 500.000,00.

Il contributo ha una durata massima di:

  • 12 mesi per i finanziamenti destinati all’acquisto di macchinari, attrezzature e licenze;
  • 24 mesiper i finanziamentidestinati all’ampliamento e/o all’ammodernamento della struttura.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2020.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci












Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter











Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification