Notizie e Bandi

Regione Piemonte | Ristrutturazione e Riconversione Vigneti

Regione: Piemonte
Tipologia: Investimenti produttivi
piemonte-riconversione-ristrutturazione-vigneti-valore-consulting

FINALITÀ

La Misura ha l’obbiettivo di aumentare la competitività dei produttori piemontesi, di favorire la riqualificazione di alcune produzioni e di incentivare la meccanizzazione per ridurre i costi di produzione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • imprenditori agricoli singoli;
  • cooperative agricole;
  • società di persone e di capitali, che esercitano attività agricola e conducono superfici vitate, iscritte allo schedario viticolo o detengono autorizzazioni al reimpianto.

I soggetti devono:

  • aver costituito o aggiornato il proprio fascicolo aziendale;
  • condurre le superfici inserite in domanda; nel caso in cui non siano proprietari della superficie, essere in possesso del consenso del proprietario alla misura;
  • essere in regola con le norme comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia di potenziale viticolo;
  • essere titolare di un’autorizzazione per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti; sono escluse le autorizzazioni per nuovo impianto;
  • aver presentato una richiesta di autorizzazione al reimpianto anticipato con l’impegno ad estirpare un vigneto in conduzione esistente e di pari superficie.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

A) Riconversione varietale:

  1. reimpianto sullo stesso o su un altro appezzamento, con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite, di maggior pregio enologico o commerciale;
  2. sovrainnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto e in buono stato vegetativo; l’attività non prevede l’utilizzo di cloni della stessa varietà.

B) Ristrutturazione:

  1. diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, per ragioni climatiche ed economiche;
  2. reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa ubicazione ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto di impianto;

C) Miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti attraverso la messa in opera e modifica delle strutture di sostegno. E’ esclusa l’ordinaria manutenzione.

La superficie minima oggetto della ristrutturazione e riconversione dei vigneti ammessa è fissata in 0,5 ettari. Per le aziende che hanno una SAU vitata di almeno 1 ettaro la superficie minima di intervento è fissata in 0,3 ettari. In presenza di superfici con altitudine media superiore ai 500 metri sul livello del mare o terrazzati o ciglionati o con pendenza media superiore a 30% la superficie minima di intervento è fissata in 0,1 ettari.

Il periodo entro il quale le azioni di riconversione e ristrutturazione devono essere realizzate non può superare i 3 anni dalla data di approvazione della domanda di aiuto.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese devono essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda e non oltre il termine stabilito per la realizzazione dei lavori.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione viene erogata nelle seguenti forme:

1. compensazione dei produttori per le perdite di reddito conseguenti all’esecuzione della misura;

2. contributo ai costi di ristrutturazione e riconversione dei vigneti.

La compensazione finanziaria è fissata in 3.000,00 €/ettaro in caso di reimpianto e in 1.500,00 €/ettaro in caso di sovrainnesto e modifica della forma di allevamento senza modifiche delle strutture di sostegno.

Il contributo ai costi di ristrutturazione e riconversione viene erogato sulla base dei costi effettivamente sostenuti e sulla base del prezziario regionale fino al raggiungimento di un importo massimo di 12.000,00 €/ettaro, elevato a 14.900,00 €/ettaro per sostenere le zone ad alta valenza ambientale e paesaggistica ovvero le superfici vitate che hanno altitudine media superiore ai 500 m o terrazzate o ciglionate o con pendenza media superiore a 30%. Tale contributo non può superare il 50% dei costi sostenuti.

Il pagamento del sostegno può essere effettuato anticipatamente, prima della conclusione dei lavori per un importo pari all’80% del contributo finanziato per l’intera operazione.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro lo 01/07/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error