Notizie e Bandi

Regione Piemonte | Poli di Innovazione | Bando Pass

Regione: Piemonte
Tipologia: ricerca e sviluppo
piemonte-poli-di-innovazione-bando-pass-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Piemonte promuove gli investimenti delle imprese in R&I per lo sviluppo di prodotti e servizi, il trasferimento di tecnologie e l’innovazione sociale.

BENEFICIARI

I benenficiari sono:

  • Micro, Piccole e Medie ImpreseLinee 1, 2 e 3 degli interventi ammissibili;
  • Grandi ImpreseLinee 1 e 2 degli interventi ammissibili a condizione che collaborino con almeno una MPMI;
  • Organismi di Ricerca in qualità di fornitori di consulenza.

Tutti i beneficiari devono avere la sede legale e/o l’unità operativa posta in Regione.

Rientrano tra i beneficiari anche le imprese con sede legale e/o unità operativa nel territorio della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

I beneficiari devono essere iscritti al Registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio da almeno 2 anni e possedere almeno 2 bilanci chiusi ed approvati. Limitatamente alla Linea 3 sono ammissibili anche imprese in possesso di un solo bilancio chiuso e approvato.

Inoltre, l’associazione a uno dei Poli di Innovazione deve avvenire prima della concessione dell’agevolazione.

Nel caso di studi di fattibilità o progetti svolti in partenariato, i beneficiari devono aggregarsi in associazioni temporanee di imprese o di scopo o in altre forme contrattuali.

Le imprese devono esercitare la propria attività economica in uno dei seguenti settori:

  • C – attività manifatturiere;
  • D – fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria condizionata;
  • E – fornitura di acqua;
  • F – costruzioni, ad eccezione del codice 41.10;
  • H – trasporti e magazzinaggio, solo i codici 52.21.4, 52.29.22;
  • J – servizi di informazione e comunicazione;
  • M – attività professionali scientifiche e tecniche, solo i codici 71, 72;
  • Q – sanità ed assistenza sociale;
  • S – altre attività di servizi, solo il codice 96.10.

INTERVENTI

Gli interventi devono ricadere tutti nei settori di strategia di specializzazione intelligente (S3) individuati dalla Regione, ovvero:

  • energy and clean technology;
  • ICT;
  • tessile;
  • green chemistry and advanced materials;
  • agrifood;
  • life sciences;
  • smart products and manifacturing.

La misura prevede tre diverse linee d’intervento:

  • Linea 1 – progetti di ricerca industriale o sviluppo sperimentale;
  • Linea 2 – studi di fattibilità preliminari ad attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale;
  • Linea 3 – servizi qualificati a sostegno di ricerca e innovazione.

Linea 1

Sono ammissibili i progetti di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale, con un livello di maturità tecnologica pari almeno a 4 e che raggiunga, al termine delle attività, un livello pari almeno a 7; i progetti non devono giungere alla fase di produzione e devono essere caratterizzati da un elevato livello di innovatività.

Ogni impresa deve sostenere un ammontare di costi pari almeno al 15% del costo totale di progetto. Nel caso in cui nel raggruppamento fossero presenti delle Grandi Imprese, queste non potranno sostenere più del 70% dei costi totali ammissibili del progetto. I progetti dovranno avere un investimento minimo di € 100.000,00 e massimo di € 270.000,00. I predetti interventi dovranno essere realizzati entro 18 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni, prorogabili fino a un massimo di 24 mesi.

Linea 2

Sono considerati ammissibili gli studi di fattibilità tecnica con un TRL compreso tra 2 e 4. Ogni impresa deve sostenere un ammontare di costi pari almeno al 15% del costo totale di progetto. Le Grandi Imprese, se presenti, non potranno sostenere più del 70% dei costi totali del progetto. Gli studi dovranno avere un investimento minimo di € 50.000,00 e massimo di € 200.000,00. Gli studi di fattibilità dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla concessione delle agevolazioni, prorogabili fino ad un massimo di 18 mesi.

Linea 3

Sono ammissibili i servizi qualificati di innovazione che rientrino in una delle seguenti categorie:

  • servizi qualificati di sostegno all’innovazioneprimo sostegno per l’innovazione (servizi di audit e assesment del potenziale e dell’impatto sociale);
  • servizi qualificati di supporto alla ricerca e sviluppo e all’innovazione di prodotto e/o processo (supporto alla ricerca e sviluppo e all’innovazione di prodotto e/o processo nella fase di concetto, supporto all’introduzione di nuovi prodotti, gestione e valorizzazione della proprietà intellettuale, supporto all’innovazione dell’offerta);
  • servizi qualificati di supporto all’innovazione organizzativa e all’introduzione di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e alla sperimentazione di pratiche d’innovazione sociale (supporto al cambiamento organizzativo, inclusa l’innovazione organizzativa mediante la gestione temporanea di impresa).

Il servizio qualificato dovrà avere un investimento minimo di € 20.000,00 ed essere realizzato entro 6 mesi dalla concessione delle agevolazioni, prorogabili fino a massimo 9 mesi.

I soggetti che intendono accedere alle agevolazioni devono presentare la relativa domanda prima dell’avvio delle attività di ricerca, sviluppo e innovazione.

I beneficiari possono presentare al massimo 3 domande. La domanda sulla Linea 1 può essere presentata solo da imprese che non abbiano partecipato al bando PRISM-E.

Per le imprese valdostane ciascun soggetto potrà presentare non più di 1 domanda a valere sulla Linea 1.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese realizzate successivamente alla presentazione della domanda.

Linea 1:

  • personale;
  • apporti in natura;
  • generali (nella misura del 15% dei costi diretti del personale);
  • materiali;
  • strumenti ed attrezzature;
  • servizi di consulenza ed equivalenti (nella misura del 40% delle spese ammissibili).

Linea 2:

  • personale;
  • apporti in natura;
  • generali (nella misura del 15% dei costi diretti del personale);
  • servizi di consulenza ed equivalenti (nella misura del 40% delle spese ammissibili).

Linea 3: attività di consulenza (nella misura del 40% delle spese ammissibili).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni, concesse secondo il regolamento GBER, assumono la veste di un contributo a fondo perduto, i cui massimali ed intensità sono individuati nella sottostante tabella.

IMPRESE BASE AIUTO MAGGIORAZIONE DIMENSIONE IMPRESA PREMIALITA’ PROGETTI IN COLLABORAZIONE INTENSITA’ MASSIMA
Linea 1 

Imprese piemontesi

PI 25% + 20% + 10% 55%
MI 25% + 10% + 10% 45%
GI 25% / + 10% 35%
Linea 1

Imprese valdostane

PI 25% + 20% + 15% 60%
MI 25% + 10% + 15% 50%
GI 25% / + 15% 40%
IMPRESE INTENSITA’ MASSIMA IMPORTO MASSIMO
Linea 2 PMI 50% € 50.000 per singolo beneficiario ed € 100.000 per l’intera compagine
GI 50%
IMPRESE INTENSITA’ MASSIMA IMPORTO MASSIMO
Linea 3 PMI 59% € 20.000 per singolo beneficiario

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 9.00 del 03/09 alle ore 12.00 del 13/12/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error