Notizie e Bandi

Regione Molise | Aiuti Imprese Commerciali | Area Crisi Complessa

Regione: Marche
Tipologia: Innovazione
molise-aiuti-imprese-commerciali-area-crisi-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Molise supporta il processo di innovazione delle imprese commerciali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese commerciali esistenti, già costituite in qualsiasi forma societaria o ditta individuale, compresi i consorzi, le società consortili, le società cooperative e le reti di impresa dotate di soggettività giuridica. Devono, inoltre, avere sede legale e/o unità operativa in uno dei Comuni facenti parte dell’Area di Crisi complessa “Venafro-Campochiaro-Bojano”, ovvero:

  • Provincia di Campobasso: Baranello, Bojano, Bonefro, Busso, Campobasso, Campochiaro, Casacalenda, Casalciprano, Castropignano, Cercemaggiore, Cercepiccola, Civitacampomarano, Colle d’Anchise, Colletorto, Guardiaregia, Lucito, Mafalda, Matrice, Mirabello Sannitico, Montefalcone nel Sannio, Pietracatella, Ripalimosani, San Giuliano del Sannio, San Massimo, San Polo, Sant’Elia a Pianisi, Santa Croce di Magliano, Sepino, Spinete, Torella del Sannio, Trivento, Tufara;
  • Provincia di Isernia: Acquaviva d’Isernia, Agnone, Bagnoli del Trigno, Cantalupo, Carpinone, Castel San Vincenzo, Castelpetroso, Castelpizzuto, Cerro al Volturno, Colli al Volturno, Filignano, Fornelli, Frosolone, Isernia, Longano, Macchia d’Isernia, Macchiagodena, Miranda, Montaquila, Montenero Val Cocchiara, Monteroduni, Pesche, Pettoranello, Pietrabbondante, Pizzone, Pozzilli, Rionero Sannitico, Rocchetta al Volturno, Sant’Agapito, Sant’Elena Sannita, Santa Maria del Molise, Sessano del Molise, Sesto Campano, Venafro, Vinchiaturo.

I beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere iscritte nel registro delle imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;
  • essere in possesso di Partita IVA;
  • essere in regola con la disciplina antiriciclaggio;
  • impegnarsi a non effettuare nei cinque anni successivi dalla data di ricevimento del saldo del contributo un trasferimento fuori dal territorio dei Comuni indicati dell’unità operativa interessata dall’investimento agevolato.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

A. Innovazioni nella vendita e nei rapporti con fornitori e clienti quali:

  • soluzioni a supporto della fatturazione elettronica;
  • self scanning;
  • sistemi di business intelligence e business analytics;
  • soluzioni per incrementare le performance di magazzino;
  • sistemi per demand and distribution planning;
  • sistemi di tracciamento dei prodotti lungo la supply chain attraverso RFId;
  • soluzioni di intelligent transportation system;
  • sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi;
  • chioschi (non impattanti, leggeri e rimovibili), light box, totem, touchpoint e vetrine intelligenti;
  • sistemi di cassa evoluti e Mobile POS;
  • electronic Shelf Labeling;
  • sviluppo di canali digitali, compreso lo sviluppo di App e mobile site, per supportare le fasi di prevendita, post-vendita o per abilitare la vendita;
  • siti per l’e-commerce;
  • sistemi ERP.

B. Innovazioni organizzative tramite l’utilizzo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione ovvero per l’adozione di nuovi metodi che hanno lo scopo di aumentare le prestazioni dell’impresa, migliorandone la produttività e/o riducendone i costi di gestione.

C. Innovazioni di marketing per l’implementazione di nuove metodologie che comportano cambiamenti nella promozione dei prodotti o nelle politiche di prezzo, e-commerce, con esclusione delle spese di pubblicità e di consulenza. Tra queste metodologie è prevista:

  • l’introduzione di nuovi canali di vendita visti non sotto il profilo della logistica ma come metodi di vendita di beni e servizi ai consumatori;
  • la fidelizzazione della clientela attraverso l’introduzione di sistemi informatizzati di gestione della medesima al fine di personalizzare la presentazione dei prodotti.

D. Innovazioni in sicurezza con investimenti volti a migliorare i livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro tramite l’installazione di sistemi per la videosorveglianza interna ed esterna.

Il Programma d’investimento deve concludersi entro 12 mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione del finanziamento.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono le seguenti:

Investimenti in beni (nuovi) strumentali materiali:

  • macchinari, attrezzature varie, sistemi hardware, impianti per la realizzazione di reti tecnologiche per intranet/internet/extranet;
  • mezzi di trasporto leggeri immatricolati nella categoria N1 (autocarri leggeri) con sottoclassificazione KO ed FO (ad eccezione di SUV, fuoristrada e station vagon) se  necessari al ciclo produttivo e se a servizio esclusivo della struttura commerciale oggetto dell’agevolazione.

Investimenti in beni strumentali immateriali:

  • programmi informatici (software);
  • siti per l’e-commerce;
  • acquisizione di certificazioni;
  • acquisizione di brevetti, licenze di sfruttamento, conoscenze tecniche brevettate e non brevettate.

Sono ammissibili le spese sostenute dal giorno successivo alla presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni assumeranno la veste di un contributo in conto capitale che potrà essere concesso in regime “de minimis” o in regime di “esenzione” (regolamento GBER).

Il contributo massimo per ogni impresa non può essere, in ogni caso, superiore ad € 25.000,00.

Relativamente al contributo concesso secondo il regolamento GBER, il beneficiario deve garantire una copertura finanziaria pari almeno al 25% dei costi ammissibili, o attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno, in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico. L’intensità dell’agevolazione è indicata nella tabella che segue.

REGIME DE MINIMIS REGOLAMENTO GBER
ART. 14 ART. 17
Imprese localizzate in zone ex art. 107, comma 3, lett. c Impresa localizzata in altre zone
Micro e Piccola Impresa Media impresa Micro e Piccola impresa Media impresa
Contributo a fondo perduto 50% Contributo a fondo perduto 30% (ESL) Contributo a fondo perduto 20% (ESL) Contributo a fondo perduto 20% (ESL) Contributo a fondo perduto 10% (ESL)

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 12/09/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello, sulla base dell’ordine cronologico di presentazione.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error