Notizie e Bandi

Regione Marche | Impresa e Lavoro 4.0 | Investimenti Produttivi

Regione: Marche
Tipologia: Investimenti produttivi
marchecontributi industria 4.0 agevolazioni impresa 4.0 consulenza aziendale finanza agevolata

FINALITÀ

La Regione Marche promuove i processi di innovazione tecnologica e digitale in un’ottica di Impresa 4.0 delle MPMI manifatturiere, sostenendo i nuovi investimenti materiali e immateriali, in grado di produrre un impatto sulla loro catena di valore, rafforzandone la produttività e la competitività.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese marchigiane, in forma singola e di qualsiasi natura giuridica, iscritte nel Registro delle Imprese presso la CCIAA competente per territorio, in regola con tutti gli obblighi di legge vigenti, che si impegnano ad attivare, in data in data antecedente a quella dell’erogazione della prima agevolazione e, comunque, entro 6 mesi dalla data di inizio dell’attività, almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo.

Le imprese, al momento della presentazione della domanda devono avere l’unità produttiva, sede dell’investimento, sul territorio regionale, e l’attività economica principale deve rientrare in una delle seguenti attività economiche:

  • B – Estrazione di minerali da cave e miniere, con esclusione dei codici: 05.10.0, 05.20.0, 08.92.0;
  • C – Attività manifatturiere;
  • D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria condizionata;
  • E – Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;
  • F – Costruzioni;
  • J – Limitatamente al codice 61; Telecomunicazioni al codice 62; produzione di software, consulenza informatica ed attività connesse;
  • M – Limitatamente al codice 71 (attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche) e al codice 72, ricerca scientifica e sviluppo;
  • N – Limitatamente ai codici 78; attività di ricerca, selezione e fornitura di personale 82; attività di supporto per le funzioni d’ufficio ed altri servizio di supporto alle imprese.

Tutti i requisiti dovranno essere posseduti anche nel caso in cui i beneficiari intendano attivare, in data antecedente a quella dell’erogazione della prima agevolazione e comunque entro 6 mesi dalla data di inizio dell’attività, almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo.

INTERVENTI

Gli investimenti devono poter essere ricondotti ad una o più delle seguenti aree, in linea con il “Piano Nazionale Industria 4.0”.

  • Automazione industriale (automazione dei magazzini, manipolazione automatizzata, assemblaggio automatizzato, integrazione della visione artificiale nelle celle di produzione, automazione dello smaltimento rifiuti, tecnologie avanzate per il controllo qualità dei processi e dei prodotti);
  • Smart and Digital Factories ( IoT, linee di produzione intelligenti con automonitoraggio e correzione, riduzione impatto ambientale, riduzione utilizzo risorse come acqua ed energia);
  • Produzione rapida (sistemi e servizi per realizzare, mediante tecnologia additiva, la produzione definitiva, nel materiale finale direttamente dal modello matematico, realizzato al CAD
    tridimensionale, senza l’impiego di utensili ed attrezzature; es. stampa 3D, prototipazione rapida, produzione rapida di componenti in metallo, sistemi di reverse engineering);
  • Progettazione e sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili (metodologie e strumenti che supportino la razionalizzazione del processo di progettazione e che permettano di realizzare/configurare prodotti; acquisizione di metodologie e strumenti innovativi per la modularizzazione di prodotti che possano garantire una migliore qualità fornita al cliente, ad es. abbigliamento su misura; acquisizione di metodologie e strumenti di simulazione/progettazione, es. sistemi CAD 3D avanzati);
  • Progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative di modellazione e simulazione del prodotto e del sistema di produzione (strumenti avanzati e specifici che inglobino all’interno di un’unico strumento le tecnologie informatiche con l’esperienza degli operatori esperti di settore per arrivare a rendere reale e concreto “l’artigiano tecnologico”);
  • Progettazione integrata (progettazione simultanea prodotto-processo, ovvero l’adozione di strumenti e metodi di supporto alla progettazione orientati alla valutazione, in fase di progettazione, di tutte le variabili delle fasi successive del ciclo di vita, ad es. la producibilità, l’assemblabilità, la riciclabilità, lo smontaggio, il costo di produzione);
  • Realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto (metodologie e strumenti che consentano di conoscere ogni singola fase di lavorazione a tutela del consumatore e ad indentificazione della provenienza, tenendo conto della sicurezza ecologica, ambientale e della tutela della salute, dall’acquisto della materia prima al confezionamento);
  • Sviluppo di prodotti-servizi, di servizi post-vendita e manutenzione del prodotto (es. IoT, pay-per-use, pay-per-availability, pay-per-performance).

Inoltre, sono oggetto delle agevolazioni anche gli interventi in favore dei lavoratori, ovvero:

  • aiuto all’assunzione per la trasformazione del tirocinio in contratto di lavoro subordinato o per l’assunzione di personale aggiuntivo;
  • voucher formativi finalizzata a diffondere la cultura dell’innovazione e ad aumentare le competenze professionali nelle nuove tecnologie ICT e nelle tecnologie del manifatturiero avanzato di lavoratori, manager ed imprenditori.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili alle agevolazioni le seguenti voci di spesa:

  • acquisto di beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale, comprese le relative spese di installazione;
  • acquisto di beni immateriali-software, sistemi e/o system integration, piattaforme ed applicazioni, comprese le relative spese di installazione;
  • acquisizione di know-how e di servizi di sostegno dell’innovazione, nella misura massima del 30% del totale delle spese ammissibili;
  • spese per il personale attivato mediante tirocinio, nella misura massima del 60% del totale delle spese ammissibili;
  • perizia tecnica giurata o attestato di conformità, nella misura massima di € 2.000,00;
  • costo della fidejussione, in caso di richiesta di anticipo, nella misura massima di € 2.000,00.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il costo totale ammissibile del programma di investimento non deve essere inferiore ad € 25.000,00.

Il contributo massimo concedibile sarà pari ad € 200.000,00.

Per le imprese che decideranno di adottare il regime “de minimis”, la data di avvio dell’investimento ed i termini di ammissibilità della spesa inizieranno a decorrere dal 16/02/2018.

Per le imprese che decideranno di adottare il regime di cui al Regolamento n. 651/2014, i termini di ammissibilità delle spese decorreranno dalla data di presentazione della domanda.

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale a fondo perduto sulla base delle modalità indicate nella tabella sotto riportata.

Il programma di investimento dovrà essere concluso entro 15 mesi dall’emissione del decreto di concessione del finanziamento.

Ai beneficiari potrà essere riconosciuto un ulteriore contributo a fondo perduto nel caso di trasformazione di un tirocinio in contratto di lavoro subordinato o di assunzione di lavoratori che risultino aggiuntivi, rispetto all’organico risultante al momento della presentazione della domanda, pari a:

  • € 10.000,00 per assunzioni a tempo indeterminato;
  • € 5.000,00 per assunzioni a tempo determinato di almeno 24 mesi.

Il presente contributo è cumulabile con agevolazioni non qualificabili come aiuti di Stato.

TIPOLOGIA DELLE SPESE INTENSITA’ AIUTO – MICRO E PICCOLE IMPRESE INTENSITA’ AIUTO MEDIE IMPRESE
Spese per beni strumentali (de minimis) 35% beni strumentali / 50% beni immateriali 35% beni strumentali / 50% beni immateriali
Spese per beni strumentali (Reg. 651/2014) 20% 10%
Spese per beni strumentali (territori specifici – Reg. 651/2014) 30% 20%
Spese per servizi e sostegno all’innovazione (de

minimis)

50% 50%
Spese per personale attivato mediante

tirocinio (de minimis)

60% (al lordo di eventuali oneri di carattere fiscale) 60% (al lordo di eventuali oneri di carattere fiscale)
Costo della fidejussione (de minimis) 100% (fino ad un massimo di € 2.000,00) 100% (fino ad un massimo di € 2.000,00)
Perizia tecnica giurata o attestato di conformità (de minimis) 100% (fino ad un massimo di € 2.000,00) 100% (fino ad un massimo di € 2.000,00)

 

TERMINE

La domanda può essere presentata fino al 3 aprile 2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification