Notizie e Bandi

Regione Lombardia | Riconversione e Ristrutturazione Vigneti

Regione: Lombardia
Tipologia: Investimenti produttivi
lombardia-riconversione-ristrutturazione-vigneti-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Lombardia, con il sostegno dell’Unione Europea, sostiene la ristrutturazione e riconversione dei vigneti, per aumentare la competitività dei produttori di vino.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

A. Impresa individuale:

  • titolare di partita IVA;
  • iscritta al Registro delle Imprese della Camera di Commercio;
  • in possesso del requisito di imprenditore agricolo;

B. Società agricola:

  • titolare di partita IVA;
  • iscritta al Registro delle Imprese della Camera di Commercio;
  • in possesso del requisito di imprenditore agricolo;

C. Società cooperativa:

  • titolare di partita IVA;
  • iscritta all’albo delle società cooperative di lavoro agricolo, di trasformazione di prodotti agricoli propri o conferiti dai soci;
  • in possesso del requisito di imprenditore agricolo;

D. Impresa associata: le imprese agricole, costituite nelle forme indicate alle lettere A, B e C, possono associarsi tra loro per realizzare un investimento in comune.

L’impresa associata deve essere:

  • legalmente costituita;
  • titolare di partita IVA;
  • iscritta al Registro delle Imprese della Camera di Commercio nella sezione speciale “Imprese agricole” o sezione “coltivatori diretti” oppure all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo e/o di conferimento di prodotti agricoli.

L’impresa associata deve conservare la propria identità giuridico-fiscale ed ha l’obbligo di mantenere il vincolo associativo sino al completo adempimento degli impegni. I richiedenti devono essere iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio e devono avere i seguenti requisiti:

  • avere aperto un fascicolo aziendale (asset aziendale) presso il Sistema informativo agricolo della Lombardia (SISCO);
  • essere conduttori di superficie vitata oppure detenere autorizzazioni al reimpianto o diritto di impianto da convertire in autorizzazioni e superfici idonee all’impianto. I vigneti oggetto della richiesta di aiuto devono essere regolarmente iscritti nello schedario regionale delle superfici vitate presso il Sistema informativo agricolo della Lombardia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare le seguenti attività:

A. riconversione varietale: reimpianto sullo stesso o su un altro appezzamento, con o senza modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite di maggior pregio enologico oppure di maggior valore commerciale. Le attività sono:

  1. estirpazione e reimpianto di un vigneto nell’ambito della stessa azienda;
  2. reimpianto con autorizzazione/diritto di reimpianto da convertire in autorizzazione;
  3. sovrainnesto che si applica in vigneti di età inferiore o uguale a 15 anni con un numero di ceppi/ettaro uguale o superiore a 4.000.

B. ristrutturazione: diversa collocazione di un vigneto attraverso il reimpianto del vigneto stesso in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l’esposizione che per ragioni climatiche ed economiche oppure nell’impianto del vigneto sulla stessa particella ma con modifiche al sistema di coltivazione della vite. Le attività sono:

  1. estirpazione e reimpianto di un vigneto nell’ambito della stessa azienda;
  2. reimpianto con autorizzazione/diritto di reimpianto da convertire in autorizzazione;
  3. sovrainnesto che si applica in vigneti di età inferiore o uguale a 15 anni con un numero di ceppi/ettaro uguale o superiore a 4.000.

C. Miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti, anche attraverso operazioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno e delle forme di allevamento. È esclusa l’ordinaria manutenzione. Le attività sono:

  1. modifica delle strutture di sostegno della vite;
  2. incremento della densità di impianto di almeno il 20%;
  3. incremento della densità di impianto e contestuale modifica delle strutture di sostegno.

Tutte le attività di cui alla lett. C sono autorizzate solo per i vigneti con valenza paesaggistico/ambientale caratterizzati da terrazzi sostenuti da muretti in sasso o situati ad un’altitudine superiore a 500 mt, o con una pendenza media della superficie richiesta superiore al 30%.

Tutte le attività finanziate devono essere concluse entro l’anno successivo alla presentazione delle domande, al fine di procedere ai pagamenti degli aiuti entro il 15/10/2020.

Le superfici impiantate che beneficiano dei contributi non possono cambiare destinazione produttiva per 5 anni dal pagamento finale. Non è ammesso il cambio beneficiario fino al pagamento del saldo.

La superficie minima oggetto degli interventi di ristrutturazione e di riconversione vigneti è stabilita in:

  • 0,50 ettari per domande presentate da soggetti (persone fisiche o giuridiche) in forma singola;
  • 0,30 ettari qualora i medesimi richiedenti conducano una superficie agricola utilizzata a vigneto inferiore o uguale a tre ettari.
  • 0,10 ettari per i vigneti con valenza paesaggistico/ambientale.

Sono ammessi alla presente misura anche gli interventi di reimpianto per motivi fitosanitari, a cui i produttori accedono a seguito di un provvedimento di estirpazione obbligatoria emanato dall’autorità competente per una superficie minima di 0,1 ettari.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle sostenute nel periodo successivo alla presentazione della domanda e non oltre il termine stabilito per la realizzazione degli interventi

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti può essere erogato nelle seguenti forme:

  • compensazione ai produttori per le perdite di reddito conseguenti all’esecuzione della misura che può ammontare fino al 100% fino all’importo massimo di € 3.000,00 per ettaro erogata per una sola annualità;
  • contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione nel limite del 50% delle spese ammissibili, fino a un importo massimo di € 16.000,00 per ettaro;
  • per i vigneti con valenza paesaggistico/ambientale localizzati nella zona di produzione dei vini DOP e IGP delle province di Bergamo, Brescia, Pavia, Sondrio e nella zona IGT Terre Lariane, il contributo medio ammissibile non può superare i € 22.000,00 per ettaro.

TERMINE

I termini per la presentazione delle domande saranno fissati a breve.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error