Notizie e Bandi

Regione Lombardia | Competitività Alberghi e Strutture Ricettive

Regione: Lombardia
Tipologia: Settore Ricettivo Turistico
lombardia-alberghi-strutture-ricettive-valore-consulting

FINALITÀ

Il Bando promuove progetti di realizzazione e riqualificazione delle strutture ricettive alberghiere e delle strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta aventi forma giuridica d’impresa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, ivi incluse le ditte individuali, che esercitano l’attività ricettiva alberghiera (alberghi o hotel; residenze turistico-alberghiere; alberghi diffusi; condhotel) o ricettiva non alberghiera all’aria aperta (villaggi turistici, campeggi e aree di sosta).

I beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere iscritti al registro delle imprese;
  2. presentare un progetto da realizzare sul territorio della Lombardia presso una sede operativa attiva o da attivare;
  3. dichiarare la conformità dell’intervento alla disciplina urbanistica comunale vigente laddove sia prevista tale dichiarazione;
  4. essere in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva;
  5. essere in regola con la normativa antimafia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto i seguenti macrotemi:

  • Enogastronomia & food experience;
  • Natura & green;
  • Sport & turismo attivo;
  • Terme & benessere;
  • Fashion e design;
  • Business congressi & incentive.

Non sono finanziabili eventi sportivi, culturali, turistici, promozionali, d’intrattenimento o iniziative di marketing territoriale.

Gli interventi ammissibili devono avere un valore complessivo pari o superiore ad € 80.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. arredi, macchinari e attrezzature;
  2. opere edili-murarie e impiantistiche;
  3. progettazione e direzione lavori;
  4. spese generali forfettarie.

Con riferimento alla tipologia di spese ammissibili:

  • possono presentare progetti che comprendono qualsiasi tipologia di spesa ammissibile:
  1. le imprese proprietarie delle strutture ricettive alberghiere e delle strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta oggetto di intervento;
  2. le imprese che gestiscono, in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, le strutture ricettive alberghiere e le strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta oggetto di intervento purché i proprietari degli immobili in cui è esercitata l’attività siano persone fisiche che non svolgono attività economica;
  • possono presentare progetti che prevedono le tipologie di spesa di cui ai punti 1. e 4.:
  1. le imprese che gestiscono le strutture ricettive alberghiere e le strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta oggetto di intervento e che dispongono dell’immobile in cui è esercitata l’attività in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico. Non rileva la natura giuridica del proprietario dell’immobile in cui è esercitata l’attività stessa. Tali soggetti possono presentare progetti che prevedono anche la tipologia di spesa di cui al punto 2. unicamente per i costi delle opere strettamente funzionali e necessarie all’installazione di arredi, macchinari, attrezzature, hardware e software nella misura massima del 20% dei costi ammissibili per l’acquisto dei beni installati.

L’avvio dei progetti e i relativi giustificativi di spesa e di pagamento devono essere successivi alla data di presentazione della domanda.

La durata massima dei progetti di intervento è di 18 mesi dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (BURL) della graduatoria.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, la cui intensità sarà pari al 50% delle spese ammissibili.

Il contributo massimo sarà pari ad € 200.000,00.

I progetti che avranno totalizzato il punteggio minimo previsto potranno accedere all’assegnazione delle seguenti premialità:

  • addizionalità finanziarie;
  • titolarità femminile e/o rilevanza percentuale della componente femminile nella compagine societaria;
  • titolarità giovanile e/o rilevanza percentuale della componente giovanile (suddivisa per genere) nella compagine societaria;
  • appartenenza a progetti di stabile aggregazione tra reti di imprenditori.

L’agevolazione è cumulabile con altri aiuti di Stato previsti per le medesime tipologie di spese.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 15/10/2020.

Le domande verranno esaminare sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci












Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter











Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification