Notizie e Bandi

Regione Friuli Venezia-Giulia | Industrializzazione Risultati di R&S

Regione: Friuli Venezia Giulia
Tipologia: Investimenti
friuli-venezia-giulia-industrializzazione-risultati-di-ricerca-e-sviluppo-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Friuli Venezia Giulia concede contributi a fondo perduto alle imprese per l’industrializzazione dei risultati dei progetti di ricerca e sviluppo sperimentale e innovazione, al fine di rafforzare la competitività del sistema economico regionale sviluppandone le specializzazioni produttive.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole, Medie e Grandi Imprese, che abbiano in corso o concluso progetti di ricerca, sviluppo sperimentale e innovazione finanziati nell’ambito del Programma operativo POR FESR 2014-2020 “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”.

Tutti i beneficiari devono avere sede legale e/o unità operativa attiva nel territorio regionale, ed essere regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti di industrializzazione dei risultati della ricerca, dello sviluppo sperimentale e dell’innovazione, volti ad accompagnare i risultati dei progetti di ricerca e innovazione quanto più possibile vicino al mercato e alla commercializzazione dei nuovi prodotti, al fine di capitalizzare al meglio la produzione di conoscenza, coerenti con la Strategia per la specializzazione intelligente ed attinenti alle relative traiettorie di sviluppo.

I progetti devono essere finalizzati all’acquisizione di investimenti materiali e/o immateriali specificatamente diretti allo sviluppo ed alla diversificazione della produzione e dei servizi di uno stabilimento, mediante prodotti e processi nuovi e aggiuntivi o a una trasformazione radicale del processo produttivo di uno stabilimento esistente.

Per le grandi imprese sono ammissibili solo progetti di investimento relativi alla sperimentazione dell’industrializzazione, con esclusione dello sfruttamento industriale dei prodotti standardizzati e dell’uso di tecnologie esistenti.

Gli interventi ammissibili devono avere un valore complessivo minimo pari o superiore a:

  • € 30.000,00 per la piccola impresa;
  • € 100.000,00 per la media impresa;
  • € 300.000,00 per la grande impresa.

Il progetto deve essere concluso entro 18 mesi dalla data di avvio del medesimo. Le imprese devono avviare il progetto in data successiva a quella di presentazione della domanda e comunque entro 60 giorni dalla data di comunicazione dell’assegnazione del contributo.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • impianti specifici, consistenti nei beni materiali strumentali all’attività di impresa, comprensive delle eventuali attività di progettazione;
  • macchinari e attrezzature, comprensive delle eventuali attività di progettazione;
  • mezzi mobili necessari al ciclo produttivo, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’impianto oggetto delle agevolazioni;
  • hardware e software;
  • brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, know-how o altre forme di proprietà intellettuale, diritti di licenza di sfruttamento o di conoscenze tecniche anche non brevettate attinenti al programma di industrializzazione;
  • opere edili e di impiantistica generale destinate alla realizzazione dell’attività di industrializzazione;
  • progettazione e direzione lavori, spese di collaudo ed altre spese tecniche.

Per le grandi imprese sono finanziabili solo attrezzature e impianti che pur destinati da ultimo alla produzione, per la complessità delle tecnologie nuove per le imprese, necessitano di specifiche implementazioni e di preventiva sperimentazione per l’applicazione degli esiti dell’attività di ricerca/innovazione ai fini dell’effettiva produzione.

Tutti i beni devono essere acquistati nuovi di fabbrica e devono essere correlati al progetto di industrializzazione; sono ammessi anche i relativi oneri accessori quali spese di trasporto e di installazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà le seguenti forme:

  • per le PMI, nel caso in cui l’impresa opti per il contributo a fondo perduto erogato secondo il Regolamento GBER:
  1. 10% dei costi ammissibili totali per le medie imprese fino ad un massimo di € 500.000,00;
  2. 20% dei costi ammissibili totali per le piccole imprese fino ad un massimo di € 500.000,00.
  • 35% per le grandi imprese o le PMI, qualora queste ultime optino per il contributo a fondo perduto in regime “de minimis”, fino ad un massimo di € 200.000,00 (per le imprese che operano nel settore dei trasporti, fino ad un massimo di € 100.000,00).

Nel caso in cui il beneficiario opti per il regime individuato dal Regolamento GBER, le intensità di aiuto previste, sono aumentate del 10% per le imprese localizzate nel territorio dei seguenti Comuni:

  • Provincia di Pordenone: Prata di Pordenone, Brugnera, Fontanafredda, Pasiano di Pordenone, Pravisdomini, Porcia;
  • Provincia di Udine: Aiello del Friuli, Bagnaria Arsa, Buttrio, Chiopris-Viscone, Corno di Rosazzo, Manzano, Pavia di Udine, San Giorgio di Nogaro, San Giovanni al Natisone, San Vito al Torre, Torviscosa;
  • Provincia di Gorizia: Cormons.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 16:00 del 30/06/2020.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification