Notizie e Bandi

Regione Emilia-Romagna | Ricerca Industriale | Comuni Sisma 2012

Regione: Emilia-Romagna
Tipologia: ricerca e sviluppo
emilia-romagna-ricerca-industriale-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione sostiene l’attività di ricerca industriale delle imprese delle principali filiere produttive dei territori colpiti dal sisma al fine di favorirne il rilancio competitivo attraverso:

  • l’avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese;
  • la diversificazione produttiva, anche verso l’ampliamento dei confini delle filiere stesse e la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni;
  • la riqualificazione sostenibile in termini di sfruttamento efficiente e razionale delle risorse energetiche e dei materiali, di sicurezza degli ambienti di lavoro, rispetto del territorio e salute dei consumatori.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese attive, iscritte presso il Registro delle imprese di una delle CCIAA della Regione e costituite in forma di società di capitali (s.n.c., s.r.l., s.p.a.), con unità locale nel territorio dei Comuni colpiti dal sisma del 2012 quali: Bastiglia, Bomporto, Bondeno, Camposanto, Carpi, Cento, Concordia sulla Secchia, Crevalcore, Fabbrico, Ferrara, Finale Emilia, Galliera, Guastalla, Luzzara, Mainarda, Medolla, Mirandola, Novi di Modena, Pieve di Cento, Poggio Renatico, Ravarino, Reggiolo, Rolo, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto, San Possidonio, San Prospero, Soliera, Terre del Reno – Mirabello e Sant’Agostino – Cavezzo, Vigarano.

Tali soggetti devono appartenere ad una delle seguenti filiere produttive:

  • Biomedicale e altre industrie legate alla salute
  • Meccatronica e motoristica
  • Agroalimentare
  • Ceramica e costruzioni
  • ICT e produzioni multimediali
  • Moda

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare:

  • attività di ricerca industriale: ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti. Comprende la creazione di componenti di sistemi complessi per la ricerca industriale e per la validazione di tecnologie generiche, ad esclusione dei prototipi;
  • attività di sviluppo sperimentale: acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati; può trattarsi anche di altre attività destinate alla definizione concettuale, alla pianificazione e alla documentazione concernenti nuovi prodotti, processi e servizi; tali attività possono comprendere l’elaborazione di progetti, disegni, piani e altra documentazione, purché non siano destinati a uso commerciale; rientra nello sviluppo sperimentale la realizzazione di prototipi utilizzabili per scopi commerciali e di progetti pilota destinati a esperimenti tecnologici e/o commerciali, quando il prototipo è il prodotto commerciale finale e il costo di fabbricazione è troppo elevato per usarlo solo a fini di dimostrazione.

Sono inoltre ammissibili interventi di aiuto alla produzione e al collaudo di prodotti, processi e servizi, a condizione che non siano impiegati o trasformati in vista di applicazioni industriali o per finalità commerciali.

I progetti dovranno prevedere un costo totale ammissibile non inferiore ad € 100.000,00 e non superiore ad € 500.000,00.

I progetti di ricerca dovranno risultare non avviati alla data di presentazione della domanda e ricomprendere sia attività di ricerca industriale che di sviluppo sperimentale.

Gli stessi dovranno infine svolgersi nel periodo 01/01/2020 – 30/06/2021.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono le seguenti:

  1. Spese per nuovo personale laureato adibito ad attività di ricerca, progettazione, sperimentazione (ricercatore);
  2. Spese per personale adibito ad attività di ricerca, progettazione, sperimentazione ed in possesso di adeguata qualificazione, nella misura massima del 30% delle spese di cui ai punti 1., 4., 5., e 6. Non sono ammissibili le spese per il personale adibito a funzioni di tipo amministrativo, commerciale, di magazzino e di segreteria. Sono ammissibili esclusivamente i costi per il personale dipendente;
  3. Spese per il personale adibito a funzioni di produzione, incluso il personale ausiliario, nella misura massima del 25% delle spese di cui al punto 2. Sono ammissibili esclusivamente i costi per il personale dipendente;
  4. Spese per l’acquisto o locazione di strumentazione scientifica ed impianti industriali, nella misura massima del 30% delle altre voci di costo da 1 a 6. Sono ammissibili unicamente attrezzature e impianti il cui costo unitario sia superiore a 500,00 €;
  5. Spese per l’acquisizione di servizi ad alto contenuto di ricerca scientifica e tecnologica, le competenze tecniche ed i brevetti, utilizzati per l’attività del progetto, inclusa l’acquisizione dei risultati di ricerca, brevetti e know-how, diritti di licenza, le spese per l’utilizzo di laboratori di ricerca o di prova;
  6. Spese sostenute per la costruzione di macchinari prototipali fisicamente riscontrabili (impianti pilota, macchinari, robot, linee produttive sperimentali) nella misura massima del 20% delle voci da 1 a 5. Sono inclusi componenti, semilavorati, materiali commerciali e loro lavorazioni riferiti alla costruzione di tali prototipi e/o impianti pilota. Tali spese si riferiscono unicamente ad attività di sviluppo sperimentale. Sono esclusi i costi dei materiali minuti necessari per la funzionalità operativa il cui costo unitario sia inferiore a 100,00 €;
  7. Spese generali, calcolate nella misura forfetaria del 5% del totale delle spese da 1 a 6.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto capitale secondo le seguenti intensità massime:

  • 50% delle spese ammissibili relative ad attività di ricerca industriale;
  • 25% delle spese ammissibili relative ad attività di sviluppo sperimentale.

Tali intensità massime potranno essere elevate al:

  • 60% per le attività di ricerca industriale;
  • 35% per le attività di sviluppo sperimentale;

Nel caso in cui il beneficiario assuma a tempo indeterminato almeno:

  • 1 ricercatore, nel caso di Micro o Piccola Impresa;
  • 2 ricercatori, nel caso di Media Impresa.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 17:00 del 12/06/2019.

Le domande verranno valutate sulla base di una procedura a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification