Notizie e Bandi

Regione Emilia-Romagna | Investimenti Settore Commercio al Dettaglio

Regione: Emilia-Romagna
Tipologia: Investimenti
emilia-romagna-investimenti-commercio-al-dettaglio-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Emilia Romagna supporta le imprese commerciali e i piccoli esercizi di vicinato, nei processi di cambiamento ed innovazione digitale e tecnologica necessari ad affrontare la trasformazione dei mercati nonché le nuove tendenze nei comportamenti dei consumatori.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese nella forma di:

  • imprese individuali;
  • società (di persone, di capitali, cooperative);
  • consorzi e/o società consortili tra le imprese di cui ai primi due punti.

I beneficiari devono presentare le seguenti caratteristiche:

  1. operare in uno dei settori di attività economica appartenenti alla Sezione G, Divisione 47 (esclusi i gruppi: 47.11.1 “Ipermercati”; 47.11.2 “Supermercati”; 47.3 “Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione”; 47.8 “Commercio al dettaglio ambulante”; 47.9 “Commercio al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati”);
  2. esercitare un’attività commerciale al dettaglio in sede fissa avente i requisiti di esercizio di vicinato;
  3. essere regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono prevedere la realizzazione di interventi per l’innovazione gestionale, dei sistemi di vendita e di servizio con l’utilizzo delle nuove e più moderne tecnologie digitali, quali a titolo di esempio e non esaustivo:

  • acquisto di soluzioni e sistemi digitali per l’organizzazione del back-end (soluzioni a supporto della fatturazione elettronica, self scanning, sistemi di business intelligence e business analytics, soluzioni per incrementare le performance di magazzino, come il voice picking, sistemi per il monitoraggio dei clienti in negozio attraverso telecamere e sensori, sistemi per demand and distribution planning, sistemi di tracciamento dei prodotti lungo la supply chain attraverso RFId, soluzioni di intelligent transportation system);
  • sviluppo di servizi di front-end e customer experience nel punto vendita (sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi, sistemi per l’accettazione di couponing e loyalty, chioschi, totem e touchpoint, sistemi di cassa evoluti e Mobile POS, Electronic Shelf Labeling, digital signage, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di sales force automation, sistemi di in store mobility, sistemi CRM, proximity marketing, sistemi di self-scanning);
  • sviluppo sistemi di video-collegamenti; omnicanalità con integrazione con la dimensione del retail on line (sviluppo di canali digitali, di app e mobile site per supportare le fasi di prevendita, vendita post-vendita; siti informativi/e commerce e app/mobile site);
  • promozione del punto vendita attraverso canali web.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono le seguenti:

a) acquisto di dotazioni informatiche ed attrezzature tecnologicamente innovative;

b) acquisto di servizi di cloud computing e di licenze;

c) acquisto di arredi e l’allestimento dei locali, comprese le opere murarie, edili ed impiantistiche (nella misura massima del 20% della somma delle spese di cui alle lettere a+b);

d) spese promozionali su canali web (nella misura massima del 10% delle spese di cui alle lettere a+b+c)

e) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza (nella misura massima del 10% della somma delle spese di cui alle lettere a+b+c).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime “de minimis”, assumerà la veste di un contributo a fondo perduto nella misura pari al 40% delle spese complessive ammissibili.

La misura del contributo è incrementata del 5% in uno dei casi di seguito indicati:

  • qualora i progetti presentati dimostrino di avere ricadute positive in termini di incremento occupazionale a tempo indeterminato e stabile;
  • qualora l’attività di impresa del richiedente sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile;
  • nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti, che abbiano un fatturato annuo pari o maggiore ad € 2.000.000,00, siano in possesso del rating di legalità;
  • nel caso in cui i soggetti proponenti operino in uno dei settori di attività economica Ateco 2007 individuati dalla Strategia di specializzazione Intelligente della Regione Emilia-Romagna (S3).

La misura del contributo è incrementata di un ulteriore 5% in uno dei casi di seguito indicati:

  • nel caso in cui le imprese proponenti siano localizzate nelle aree montane;
  • nel caso in cui le imprese proponenti siano localizzate nelle aree dell’Emilia-Romagna comprese nella carta nazionale degli aiuti di stato a finalità regionale, ovvero: Albareto, Alto Reno Terme, Bagno di Romagna, Baiso, Bardi, Bedonia,Berceto, Bettola, Bore, Borghi, Borgo Tossignano, Borgo Val di Taro, Brisighella, Calestano, Camugnano, Canossa, Carpineti, Casalfiumanese, Casina, Casola Castel d’Aiano, Castel del Rio, Castel di Casio, Casteldelci, Castelnovo ne’ Monti, Castiglione dei Pepoli, Cerignale, Civitella di Romagna, Coli, Compiano, Corniglio, Corte Brugnatella, Dovadola, Fanano, Farini, Ferriere, Fiumalbo, Fontanelice, Fornovo di Taro, Frassinoro, Galeata, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Gropparello, Lama Mocogno, Langhirano, Lesignano de’ Bagni, Lizzano in Belvedere, Loiano, Maiolo, Marano sul Panaro, Marzabotto, , Monghidoro, Monzuno, Meldola, Modigliana, Mercato Saraceno, Monchio delle Corti, Monte San Pietro, Montecreto, Montefiorino, Monterenzio, Pianoro, Montese, Morfasso, Neviano degli Arduini, Novafeltria, Ottone, Palagano, Palanzano, Pavullo nel Frignano, Pecorara, Pellegrino Parmense, Pennabilli, Pievepelago, Polinago, Piozzano, Poggio Torriana, Portico e San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Prignano sulla Secchia, Riolo Terme, Riolunato, Serramazzoni, Rocca San Casciano, Roncofreddo, San Benedetto Val di Sambro, San Leo, Santa Sofia, Sant’Agata Feltria, Sarsina, Sasso Marconi, Sestola, Guiglia, Sogliano al Rubicone, Solignano, Valmozzola, Talamello, Terenzo, Tizzano, Toano, Tornolo, Travo, Tredozio, Val Parma, Valsamoggia, Valsenio, Varano de’ Melegari,  Varsi, Ventasso, Vergato, Verghereto, Vernasca, Verucchio, Vetto, Viano, Villa Minozzo, Zerba, Zocca.

Il contributo concedibile, anche in presenza dei requisiti per ottenere l’applicazione delle premialità sopra indicate, non potrà comunque superare l’importo massimo di € 50.000,00.

Nella tabella sono indicate le misure percentuali di contributo concedibili a seconda dei casi:

TIPOLOGIA INVESTIMENTO PERCENTUALE CONTRIBUTO SULLA SPESA AMMISSIBILE
Progetti d’investimento senza alcuna premialità 40%
Progetti di investimento con ricadute positive in termini di incremento occupazionale a tempo indeterminato e stabile e/o proposti da imprese caratterizzate dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile e/o con rating di legalità e/o operanti nell’ambito della S3 45%
Progetti imprese di investimento proponenti localizzate nelle aree montane e/o nelle aree comprese nella carta nazionale degli aiuti di Stato 45%
Progetti d’investimento con ricadute positive in termini di incremento occupazionale a tempo indeterminato e stabile e/o proposti da imprese caratterizzate dalla rilevante presenza femminile e/o giovanile e/o dal rating di legalità e/o operanti nell’ambito della S3 e proposti da imprese localizzate in zone montane e/o nelle aree comprese nella carta nazionale degli aiuti di Stato 50%

TERMINE

La domanda deve essere inviata dalle ore 10:00 del 20/05 alle ore 13:00 del 11/07/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error