Notizie e Bandi

Regione Emilia-Romagna | Investimenti in Neoimprese Extra-agricole | Zone Rurali

Regione: Emilia-Romagna
Tipologia: Investimenti
emilia-romagna-investimenti-neoimprese-extra-agricole-zone-rurali-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Emilia-Romagna favorisce l’avviamento di nuove attività imprenditoriali in ambito extra-agricolo e di neoimprese al fine di aumentare le possibilità di impiego nelle “Aree rurali con problemi di sviluppo” e nelle “Aree rurali intermedie”.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  1. persone fisiche che intendono costituire Micro o Piccola Impresa Extra-agricola sotto forma di impresa individuale;
  2. imprese individuali, società (di persone, di capitale, cooperative), soggetti che esercitano la libera professione (in forma individuale) e associazioni, non partecipate da soggetti pubblici, con caratteristiche di Micro e Piccole Imprese, costituite da non più di un anno che esercitano attività extra agricola in forma esclusiva.

1. Le persone fisiche devono possedere i seguenti requisiti:

  • età pari o superiore a 18 anni;
  • non beneficiare di pensione di anzianità o vecchiaia;
  • essere in possesso della cittadinanza di uno degli Stati membri dell’UE;
  • non essere stato titolare/contitolare di impresa nei 12 mesi antecedenti la domanda;
  • presentare un Piano di Sviluppo Aziendale di durata fino a massimo 18 mesi e proporre investimenti conformi a quanto indicato nel bando;
  • risultare iscritto all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole con posizione validata e fascicolo dematerializzato e conforme;
  • prevedere la creazione di un’impresa extra-agricola in forma individuale, che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiore ad € 2.000.000,00;
  • prevedere una sede legale e/o operativa dell’impresa in area rurale con problemi di sviluppo o nelle aree rurali intermedie, all’interno dei Comuni successivamente elencati.
  • impegnarsi a proseguire l’attività intrapresa per almeno 5 anni a decorrere dal saldo del contributo.

2. Le Micro e Piccole Imprese devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere iscritte ai registri della CCIAA da non più di un anno dalla presentazione della domanda di sostegno;
  • risultare iscritte all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole con posizione aggiornata, validata e fascicolo dematerializzato e conforme;
  • presentare un Piano di Sviluppo Aziendale di durata fino a massimo 18 mesi e proporre investimenti conformi a quanto indicato nel bando;
  • avere, in caso di società, durata del contratto societario almeno pari a quella del periodo di vincolo di destinazione delle opere;
  • possedere una sede legale e/o operativa dell’impresa in area rurale con problemi di sviluppo o nelle aree rurali intermedie nei Comuni successivamente elencati.

Per “impresa extra-agricola” si intende l’impresa che non esercita le attività strettamente agricole, anche in forma secondaria.

I beneficiari devono avere la sede legale e/o l’unità operativa in uno dei seguenti Comuni: Alto Reno Terme, Borgo Tossignano, Camugnano, Casalecchio di Reno, Casalfiumanese, Castel d’Aiano, Castel del Rio, Castel di Casio, Castel San Pietro Terme, Castiglione dei Pepoli, Dozza, Fontanelice, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Loiano, Marzabotto, Monghidoro, Monte San Pietro, Monterenzio, Monzuno, Ozzano dell’Emilia, Pianoro, San Benedetto Val di Sambro, San Lazzaro di Savena, Sasso Marconi, Valsamoggia (Loc. Bazzano,
Crespellano), Valsamoggia (Loc. Castello di Serravalle, Monteveglio), Valsamoggia (Loc. Savigno), Vergato, Zola Predosa.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’avviamento di nuove attività imprenditoriali in ambito extra-agricolo e di neoimprese.

Il progetto deve avere una durata non superiore ai 18 mesi, dalla data di comunicazione dell’atto di concessione.

È ammessa la presentazione da parte di ciascun richiedente di una sola domanda.

L’intervento deve avere un valore compreso tra € 15.000,00 ed € 40.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono rientrare nella seguente elencazione:

  • costruzione/ristrutturazione immobili destinati all’attività aziendale;
  • arredi funzionali all’attività;
  • macchinari, impianti, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale;
  • impianti, attrezzature per la lavorazione/trasformazione/conservazione dei prodotti e/o servizi offerti o somministrati;
  • investimenti funzionali alla vendita;
  • veicoli funzionali alle attività oggetto del finanziamento;
  • allestimenti e dotazioni specifiche per veicoli aziendali necessari per svolgere l’attività extra agricola;
  • spese generali quali onorari di professionisti/consulenti, spese notarili e studi di fattibilità, entro il limite massimo del 10% delle stesse;
  • investimenti immateriali quali acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di licenze per uso di brevetti o software informatici, promozione e comunicazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo in conto capitale pari a:

  • 60% della spesa ammissibile – interventi nelle “Aree rurali con problemi di sviluppo”;
  • 50% della spesa ammissibile – interventi nelle “Aree rurali intermedie”.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 19/11/2019.

Le domande saranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification