Notizie e Bandi

Regione Emilia-Romagna | Fondo Starter

Regione: Emilia-Romagna
Tipologia: Investimenti
emilia-romagna-fondo-starter-valore-consulting

FINALITÀ

Starter è un fondo rotativo a compartecipazione privata, finalizzato al sostegno della nuova imprenditorialità.

Il fondo concede finanziamenti agevolati a sostegno di progetti imprenditoriali intrapresi da Piccole Imprese attive da meno di 5 anni.

BENEFICIARI

Beneficiari dell’intervento sono le Piccole Imprese che abbiano localizzazione produttiva in Emilia-Romagna e appartengano ad una delle seguenti attività economiche (ATECO 2007):

  • Sezione B – “Estrazione di minerali da cave e torbiere”;
  • Sezione C – “Attività manifatturiere”;
  • Sezione D – “Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
  • Sezione E – “Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento”;
  • Sezione F – “Costruzioni”;
  • Sezione G – “Commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli”;
  • Sezione H – “Trasporto e magazzinaggio”;
  • Sezione I – “Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione”;
  • Sezione J – “Servizi di informazione e comunicazione”;
  • Sezione L – “Attività immobiliari”;
  • Sezione M – “Attività professionali, scientifiche e tecniche”;
  • Sezione N – “Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese”;
  • Sezione P – “Istruzione”;
  • Sezione Q – “Sanità e assistenza sociale”;
  • Sezione R – “Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento”;
  • Sezione S – “Altre attività di servizi”.

I beneficiari devono essere attivi da non più di 5 anni.

INTERVENTI

Potranno essere finanziate le seguenti tipologie di interventi:

  • investimenti in innovazione produttiva e di servizio;
  • sviluppo organizzativo, messa a punto dei prodotti e servizi da parte di piccole imprese che presentino potenzialità concrete di sviluppo e creazione di nuova occupazione sulla base di piani industriali, prioritariamente negli ambiti della S3, anche attraverso percorsi di rete;
  • introduzione di strumenti ICT nelle forme di servizi e soluzioni avanzate con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:

1. interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;

2. acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali;

3. acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;

4. spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;

5. consulenze tecniche e/o specialistiche;

6. spese del personale adibito al progetto;

7. materiale e scorte;

8. spese locazione dei locali adibito ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale);

9. spese per la produzione di documentazione tecnica per la presentazione della domanda (es. redazione di business plan).

Le spese inserite nel progetto devono essere compatibili con le finalità del Fondo e sostenute successivamente alla presentazione della domanda di finanziamento, ad eccezione di quelli relativi alla predisposizione delle documentazione tecnica, che potranno avere data antecedente, nel limite massimo di sei mesi dalla data di presentazione della domanda.

Nella composizione del progetto d’investimento, le voci di spesa relative a consulenze, personale, materiali e scorte, spese di locazione e spese per la produzione di documentazione tecnica per la presentazione della domanda (numeri “5,6,7,8,9” in elenco) non potranno superare complessivamente il 50% del finanziamento richiesto ed ammesso.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione concede un finanziamento a tasso zero per il 70% e ad un tasso convenzionato per il restante 30%.

Il fondo concede finanziamenti aventi un importo minimo di € 20.000,00 ad un massimo di € 300.000,00.

Gli stessi potranno avere la durata compresa tra 36 e 96 mesi (incluso un preammortamento massimo di 12 mesi) e devono sostenere il 100% del progetto presentato.

Il Fondo Starter concede un contributo a fondo perduto a tutte le imprese aventi sede o unità locale in uno dei comuni ove avviene l’estrazione di idrocarburi: Fornovo di Taro, Castelfranco Emilia, Novi di Modena, Medicina, San Possidonio, Spilamberto e Ravenna. L’importo non può superare il 30% delle spese ammissibili e prevede un massimale di €
15.000,00.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 15/10 alle ore 16:00 del 28/11/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification