Notizie e Bandi

Regione Emilia-Romagna | Commercializzazione Turistica

Regione: Emilia-Romagna
Tipologia: Settore Ricettivo Turistico
emilia-romagna-commercializzazione-turistica-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Emilia-Romagna sostiene lo sviluppo delle attività turistiche attraverso l’attuazione di progetti di promo-commercializzazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, in forma singola o associata, con i seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio ed in possesso di almeno un Codice Ateco relativo ad attività turistiche;
  • aventi almeno una sede operativa nel territorio regionale;
  • hanno espresso la volontà di partecipare alle azioni del Programma di promo-commercializzazione turistica della destinazione stessa;
  • in regola con la disponibilità di camere e posti letto;
  • attive.

Rientrano tra i beneficiari anche consorzi e società consortili, cooperative turistiche, associazioni temporanee di imprese ed altri raggruppamenti di imprese turistiche costituiti in forma di impresa, tra cui anche le reti d’imprese c.d. “Soggetto” dotate di soggettività giuridica autonoma.

Al momento della presentazione della domanda di contributo le ATI devono:

  • essere già costituite e regolarmente registrate all’Agenzia delle Entrate;
  • essere costituite da un minimo di 3 imprese fra loro indipendenti (non associate o collegate);
  • essere costituite da imprese in possesso di tutti i requisiti sopra richiamati; per la disponibilità di camere e posti letto, si dovranno sommare le disponibilità delle singole imprese.

Tutte le tipologie di beneficiari devono dichiarare con apposita autocertificazione, di trovarsi nelle condizioni di commercializzare non meno di 400 camere nel caso di strutture alberghiere e non meno di 700 posti letto nel caso di strutture extra alberghiere.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono incentrarsi sui seguenti obiettivi:

  • migliorare e qualificare i prodotti turistici esistenti;
  • innovare le tematiche di prodotto, rispondendo alle esigenze di ospiti, che subiscono continue mutazioni in quanto a desideri, percezioni, motivazioni di scelta;
  • sperimentare prodotti di ingerenza integrata sugli ambiti;
  • utilizzare i brand riconosciuti per penetrare su specifici mercati;
  • accrescere il livello di competitività del territorio regionale, diversificando la molteplicità di opzioni di soggiorno;
  • aumentare arrivi e presenze, permanenza media e MOL aziendale;
  • incrementare la quota di internazionalizzazione, aumentando i flussi provenienti dall’estero;
  • introdurre strumenti, linguaggi e concept di comunicazione innovativi;
  • ampliare il raggio d’azione sia sui mercati sia sui target;
  • aumentare la leadership sul web del marchio “Emilia-Romagna”;
  • realizzare l’integrazione della filiera turistica con gli altri comparti economici, come i trasporti, l’agricoltura e la cultura.

Gli interventi ammissibili non possono avere un valore unitario inferiore ad € 50.000,00 e non superiore ad € 200.000,00.

I beneficiari possono presentare una sola domanda di contributo.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • promo-commercializzazione turistica;
  • promoter;
  • trasferta di personale (inclusi i costi di viaggio, vitto e alloggio per i quali sia chiara l’identificazione) per la partecipazione a incontri d’affari, eventi, seminari, workshop, educational tour ed altri momenti di lavoro assimilabili con stakeholder e rappresentanti della domanda turistica nazionale e internazionale, nei territori dell’offerta e della domanda;
  • prestazioni occasionali nel caso in cui si configurino quali prestazioni di servizi per la realizzazione di parti del progetto;
  • organizzazione di eventi nella misura massima del 10% della somma delle spese per comunicazione, fiere, sostegno alla commercializzazione, internet e spese di progettazione;
  • gadget per un importo totale non superiore ad € 3.000,00;
  • personale dipendente nella misura massima del 10% della somma delle spese per comunicazione, fiere, sostegno alla commercializzazione, internet e spese di progettazione;
  • consulenza e assistenza tecnico-specialistica per la progettazione, sviluppo e verifica dei risultati del progetto, nella misura massima di € 5.000,00;
  • spese forfettarie di carattere generale fino al 10% della somma delle spese per comunicazione, fiere, sostegno alla commercializzazione, internet e spese di progettazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento de minimis, assume la forma di un contributo a fondo perduto, concesso sulla base di un punteggio attribuito come di seguito:

  • Progetti con punteggio da 100 a 80 – classe valutazione “Alto” – fino al 35% della spesa ammissibile;
  • Progetti con punteggio da 79 a 60 – classe di valutazione “Medio” – fino al 25% della spesa ammissibile;
  • Progetti con punteggio da 59 a 40 – classe di valutazione “Basso” – fino al 20% della spesa ammissibile.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro il 31/10/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification