Notizie e Bandi

Regione Abruzzo | Diversificazione Imprese Agricole

Regione: Abruzzo
Tipologia: Settore agricolo
abruzzo-diversificazione-imprese-agricole-valore-consulting

FINALITÀ

La Regione Abruzzo promuove lo sviluppo socio-economico delle aree rurali, favorendo i processi di diversificazione delle attività volte ad incrementare il reddito delle imprese agricole e le performance ambientali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono gli imprenditori agricoli, singoli o associati, sotto forma di micro o piccola impresa, iscritti alla CCIAA dell’Abruzzo e titolari di partita IVA.

Gli interventi sono ammissibili solo nelle aree rurali del territorio della Regione Abruzzo, ovvero nei seguenti comuni:

B. Area interna Gran sasso –Valle Subequana:

Acciano, Calascio, Castel del Monte, Castel di Ieri, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castelvecchio Calvisio, Capestrano, Navelli, Castelvecchio Subequo, Fagnano Alto, Fontecchio, Gagliano Aterno, Goriano Sicoli, Molina Aterno, Ofena, San Benedetto in Perillis, Collepietro, Prata D’Ansidonia, San Pio delle Camere, Santo Stefano di Sessanio, Secinaro, Tione degli Abruzzi, Villa Santa Lucia degli Abruzzi.

C. Area interna Val Fino-Vestina

  • Arsita, Bisenti, Brittoli, Carpineto della Nora, Castel Castagna, Castelli, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti, Cermignano, Civitella Casanova, Corvara, Elice, Farindola.

D. Area interna Valle Roveto-Valle del Giovenco

  • Balsorano, Bisegna, Civita d’Antino, Gioia dei Marsi, Lecce nei Marsi, Morino, Ortona dei Marsi, Ortucchio, Pescina, San Benedetto dei Marsi, San Vincenzo Valle Roveto, Villavallelonga.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • l’attrattività dell’area attraverso un’offerta turistica variegata e qualificata;
  • la realizzazione di punti vendita e la trasformazione e commercializzazione di prodotti;
  • favorire la conoscenza e la valorizzazione delle risorse eno-gastronomiche del territorio;
  • favorire il recupero e la valorizzazione di attività artigianali legate alla cultura e alla tradizione rurale e contadina;
  • sviluppare servizi terapeutico-riabilitativi destinati a soggetti con disabilità nella sfera psichica o motoria o persone dipendenti da alcool stupefacenti;
  • sviluppare servizi occupazionali-formativi su attività agricole, destinati a soggetti svantaggiati e in condizioni di disagio;
  • agrinido ai sensi delle vigenti leggi regionali;
  • realizzazione di altre attività connesse all’agricoltura, purché presentino chiari elementi di innovatività.

Nel caso di ristrutturazione, l’intervento edilizio deve garantire un miglioramento della prestazione energetica rispetto ai livelli di prestazione energetica minimi previsti.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • ristrutturazione e ammodernamento di beni immobili e delle aree pertinenziali;
  • costruzione di immobili;
  • acquisto di nuovi macchinari e attrezzature;
  • acquisto di hardware e software;
  • realizzazione di siti internet e applicazioni per la commercializzazione online;
  • spese generali collegate agli investimenti, comprensive di spese tecniche per onorari di tecnici incaricati e consulenti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo nelle seguenti misure:

  • 50% delle spese ammissibili, per interventi localizzati nelle Aree B e C;
  • 60% delle spese ammissibili, per interventi localizzati nell’Area D.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 11.00 del 27/10/2020 alle ore 24.00 dell’11/11/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.

siamo qui a tua disposizione

Contattaci












Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter











Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification