Notizie e Bandi

Piemonte – Progetti Transnazionali R&S – Settore Manifatturiero

Regione: Piemonte
Tipologia: ricerca e sviluppo
piemonte-ricerca-e-sviluppo-manufatturiero-valore-consulting

FINALITÀ

Il Bando supporta la costituzione di collaborazioni transnazionali tra MPMI che hanno sede negli Stati membri della Rete Manunet III (Germania, Irlanda, Lussemburgo, Romania, Confederazione Russa, Turchia), per realizzare attività di Ricerca e Sviluppo, con l’obiettivo di implementare tecnologie abilitanti.

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono:

  • le MPMI con sede e/o unità locale attiva e produttiva in Piemonte, iscritte presso la CCIAA competente per territorio da almeno due anni, con due bilanci consuntivi consecutivi approvati, senza alcuna partecipazione incrociata e/o fiduciaria tra le stesse, in regola con tutte le normative vigenti e rientranti del settore C (manifatturiero) del Codice Ateco 2007;
  • Organismi di Ricerca (ODR), sia pubblici che privati;
  • partnership: è necessario che i soggetti beneficiari si raggruppino in consorzi, associazioni temporanee d’imprese o forme contrattuali in uso nei Paesi di provenienza. In tali raggruppamenti deve essere necessariamente presente una MPMI piemontese, una MPMI appartenente alla Rete Manunet III ed un ODR piemontese;
  • collaborazioni: il progetto di ricerca industriale e/o di sviluppo industriale deve essere necessariamente sviluppato in collaborazione tra i partner.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili di R&S devono avere i seguenti requisiti:

  • livello di maturità tecnologica: progetti di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale devono essere riferibili ad un grado di maturità tecnologica ricompreso tra “tecnologia convalidata in laboratorio” (punto 4 TRL) e “dimostrazione in un ambiente operativo” (punto 7 TRL);
  • dimensione del progetto: la MPMI piemontese dovrà sostenere una quota del progetto che non potrà essere inferiore, nel minimo, al 20% e superiore al 70%; comunque, il valore del progetto non potra essere inferiore a € 200.000,00.
  • i progetti finanziati dovranno essere realizzati entro 24 mesi dalla concessione del contributo, termine prorogabile fino ad un massimo di 30 mesi. I risultati della ricerca e le eventuali ricadute devono concretizzarsi entro 24-36 mesi dalla completa realizzazione del progetto e potranno essere oggetto di monitoraggio.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • spese di personale;
  • spese per apporti in natura, ovvero prestazioni rese da soci, titolari, amministratori per cui non è possibile esibire documentazione dei costi sostenuti;
  • spese generali supplementari imputabili al progetto di ricerca (costi gestionali, spese di assunzione del personale, costi per contabilità, personale di pulizia, bollette delle utenze, spese per fidejussione, costi polizze assicurative); spese per strumenti ed attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca;
  • spese per i servizi di consulenza;
  • spese di viaggio ed altre spese legate alla partecipazione al progetto congiunto;
  • spese materiali, forniture e prodotti analoghi, imputabili all’attività di ricerca nel limite massimo del 20% dei costi ammissibili del singolo beneficiario;
  • solo per le MPMI: spese per diritti di proprietà intellettuale per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e marchi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo alla spesa calcolato sulle spese ammissibili e avrà le seguenti intensità massime:

  • Micro e Piccole Imprese – fino al 60%;
  • Micro e Piccole Imprese, nel caso in cui l’azienda presenti la voce di spesa per diritti di proprietà intellettuale – fino al 50%;
  • Medie Imprese – fino al 50%;
  • ODR – fino al 60%.

Il contributo alla spesa non potrà superare i 300.000,00 €.

Non è possibile cumulare l’agevolazione con altre forme di agevolazioni concesse a valere su altri fondi UE nell’ambito di un altro programma, relativamente alle stesse voci di spesa.

Al contrario, l’agevolazione consente di accedere ad altre forme di agevolazioni concesse dai fondi UE, purché queste ultime riguardino voci di spesa diverse da quelle individuate dal Bando.

Inoltre è possibile effettuare il cumulo tra l’agevolazione e norme nazionali di agevolazione di natura fiscale con gli aiuti “de minimis” ed anche con “aiuti di Stato” ed aiuti “de minimis” concessi per costi ammissibili non individuabili.

TERMINE

La domanda preliminare deve essere presentata entro le ore 12:00 del 21/03/2019.

Successivamente all’approvazione di tale domanda si potrà procedere ad inviare la domanda definitiva, entro le ore 12:00 del 11/07/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification