Notizie e Bandi

Horizon 2020 | Fonti Rinnovabili e Flessibilità Sistema Energetico

Regione: Italia
Tipologia: Efficientamento energetico
ue-horizon-2020-fonti-rinnovabili-sistema-energetico

FINALITÀ

L’UE sostiene il bilanciamento della rete elettrica e aumenta la flessibilità del sistema energetico mediante il potenziamento delle fonti di energia rinnovabili, come ad esempio la bioenergia e l’energia idroelettrica. La sfida della Call è aumentare il potenziale e le prestazioni delle tecnologie per dare una maggiore flessibilità al sistema energetico.

BENEFICIARI

I beneficiari devono essere persone giuridiche ed avere la propria sede legale:

  • in uno degli Stati Membri dell’UE e/o le loro regioni;
  • nei territori d’oltremare degli Stati membri dell’UE;
  • in uno degli Stati associati al progetto Horizon 2020: Islanda, Norvegia, Albania, Bosnia Erzegovina, Nord Macedonia, Montenegro, Serbia, Tirchia, Israele, Moldavia, Svizzera, Isole Faroe, Ucraina, Tunisia, Georgia e Armenia;
  • in uno dei seguenti Stati: Afghanistan, Algeria, Samoa americana, Angola, Argentina, Azerbaigian, Bangladesh, Bielorussia, Belize, Benin, Bhutan, Bolivia, Botswana, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Camerun, Capo Verde, Repubblica Centro Africana, Ciad, Cile, Colombia, Comore, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica del Congo, Costa Rica, Costa d’avorio, Cuba, Gibuti, Repubblica Democratica di Corea, Dominica, Repubblica Dominicana, Ecuador, Egitto, El Salvador, Eritrea, Etiopia, Fiji, Gabon, Gambia, Ghana, Grenada, Guatemala, Guinea, Guinea-Bissau, Guyana, Haiti, Honduras, Indonesia, Iran, Iraq, Jamaica, Giordania, Kazakistan, Kenya, Kiribati, Kosovo, Repubblica del Kirghizistan, Laos, Libano, Lesotho, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Malaysia, Maldives, Mali, Isole Marshall, Mauritania, Mauritius, Micronesia, Mongolia, Marocco, Mozambico, Myanmar, Namibia, Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria,
    Pakistan, Palau, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Filippine, Rwanda, Samoa, Sao Tome and Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Isole Salomone, Somalia, Sud Africa, Sud Sudan, Sri Lanka, St. Kitts and Nevis, St. Lucia, St. Vincent and the Grenadines, Sudan, Suriname, Swaziland, Repubblica Araba della Siria, Tagikistan, Tanzania, Thailandia, Timor-Est, Togo, Tonga, Turkmenistan, Tuvalu, Uganda, Uruguay, Uzbekistan, Vanuatu, Venezuela, Vietnam, Yemen, Zambia, Zimbabwe.

I beneficiari devono essere almeno 3, avere sede in differenti Stati ed essere giuridicamente indipendenti l’uno dall’altro. I partecipanti devono infine costituire una partenership.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • Vettori bioenergetici: sviluppo di vettori bioenergetici intermedi da residui biogenici, rifiuti e colture energetiche da terre marginali per l’energia ed il trasporto. Tutto questo deve avvenire attraverso l’utilizzo di tecnologie flessibili, materie prime il cui costo di conversione è ridotto di almeno il 25% con una maggiore densità energetica, con specifiche caratteristiche di stoccaggio e commercio e, ove possibile, una diminuzione delle emissione di gas serra. Esclusa la produzione di alimenti o mangimi.
  • Energia idroelettrica: sviluppo di apparecchiature a bassa e ultra bassa prevalenza e resistenti all’acqua di mare (come ad esempio le turbine a bulbo-pompa) che garantiscono almeno il 70% di efficienza; realizzazione di depositi di acqua di mare a bassa prevalenza e altre applicazioni con la medesima tecnologia in luoghi inesplorati (ad esempio dighe costiere e isole), riducendo al minimo gli impatti potenziali sul pesce.
  • Virtual Power Plant: aumentare le prestazioni di un portafoglio integrato di fonti di energia rinnovabili (vale a dire una combinazione di produzione variabile e di fonti rinnovabili) per operare insieme come una centrale elettrica virtuale, in grado di fornire flessibilità e servizi ausiliari al sistema energetico. La soluzione deve essere competitiva rispetto a quelle che combinano fonti rinnovabili variabili con lo stoccaggio elettrochimico.

Gli interventi devono innalzare il livello tecnologico fino a 4-5 TRL.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un finanziamento a fondo perduto pari al 100% delle spese complessive ammissibili.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro le ore 17:00 del 27/08/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error