Notizie e Bandi

Decreto Cura Italia | Credito d’Imposta | Attività per Imposte Anticipate

Regione: Italia
Tipologia: Decreto Cura Italia
decreto-cura-italia-credito-di-imposta-attività-imposte-anticipate

FINALITÀ

Il Governo dà un sostegno finanziario alle imprese della penisola colpite dalla situazione straordinaria generata dall’emergenza sanitaria COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, di qualsiasi dimensione ed in qualsiasi forma costituite, con sede legale e/o unità operativa in Italia e che esercitino la loro attività economica in uno qualunque dei settori individuati dalla codificazione Ateco 2007.

INTERVENTI

Qualora il beneficiario ceda a titolo oneroso, entro il 31/12/2020, crediti pecuniari vantati nei confronti di debitori inadempienti (per inadempimento si intende il mancato pagamento che si protrae per oltre 90 giorni dal momento del dovuto), lo stesso può trasformare in credito d’imposta le attività per imposte anticipate inerenti i seguenti componenti:

  • perdite fiscali non ancora computate in diminuzione del reddito imponibile alla data di cessione;
  • importo del rendimento nozionale eccedente il reddito complessivo netto, non ancora dedotto né fruito tramite credito d’imposta alla data della cessione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un credito d’imposta.

Tutti i componenti di natura finanziaria individuati nel precedente paragrafo possono essere considerati per un ammontare massimo non eccedente il 20% del valore nominale dei crediti ceduti, fino ad un valore nominale massimo pari ad € 2.000.000.000,00, determinato tenendo conto di tutte le cessioni effettuate entro il 31/12/2020 dalle società tra loro legate da rapporti di controllo e dalle società controllate, anche indirettamente, dallo stesso soggetto.

Le attività per imposte anticipate riferibili ai componenti sopra indicati possono essere trasformate in crediti d’imposta anche se non iscritte in bilancio. La trasformazione in crediti d’imposta avviene alla data di efficacia della cessione dei crediti.

Tale credito d’imposta non è produttivo d’interessi e può essere utilizzato in compensazione senza limiti d’importo, oppure può essere ceduto od ancora chiesto a rimborso.

Non concorre alla formazione del reddito d’impresa né della base imponibile per l’IRAP.

TERMINE

I crediti d’imposta devono essere indicati nella dichiarazione dei redditi.

finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification