Notizie e Bandi

Credito d’Imposta | Zone Economiche Speciali

Regione: AbruzzoBasilicataCalabriaCampaniaMolisePugliaSardegnaSicilia
Tipologia: credito d'imposta
credito-di-imposta-investimenti-zone-economiche-speciali-valore-consulting

FINALITÀ

Lo Stato sostiene le imprese che avviano un programma di attività economiche imprenditoriali o di investimenti di natura incrementale nella ZES, ovvero zone economiche speciali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese di qualsiasi dimensione ed in qualsiasi forma costituite già esistenti o nuove che abbiano sede legale in una zona economica speciale, realizzata in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Nello specifico si fa riferimento alle seguenti zone territoriali:

  • Napoli-Salerno-Castellamare di Stabia;
  • Abruzzo-Molise;
  • Bari-Brindisi;
  • Ionica interregionale-Taranto-Basilicata;
  • Gioia Tauro;
  • Cagliari;
  • ZES della Sicilia Occidentale: Aragona-Favara, Caltanissetta, Carini, Palermo-Brancaccio, Termini Imprese e Trapani e ancora il Porto di Palermo, il Porto e il retroporto di Termini Imprese, la Stazione Sampolo con il mercato ortofrutticolo di Palermo, la zona Palermo-Partanna Mondello, il porto di Trapani, l’aeroporto di Trapani Birgi, i porti di Mazara del Vallo, Licata e Porto Empedocle con il suo retroporto e i retroporti di Mazara, Marsala;
  • ZES della Sicilia Orientale: Gela, Paternò, Belpasso, Messina-Larderia, Villafranca Tirrena, Augusta-Melilli, Priolo Gargallo, Siracusa, Milazzo-Giammoro ed Enna e ancora il porto di Catania con il retroporto, l’Asi, l’interporto e Mas, Tremestieri, il retroporto di Milazzo, porto di Augusta, aeroporto di Comiso, l’interporto di Melilli, il porto di Pozzallo con il suo retroporto e infine il porto di Messina e la zona della fiera.

Si precisa che per adesso la Misura ha efficacia solo ed esclusivamente per i territori indicati in grassetto.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese che operano nei settori economici dell’industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, nonché ai settori creditizio, finanziario e assicurativo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’avviamento di un programma di attività economiche imprenditoriali o di investimenti di natura incrementale rispetto ad un’azienda già esistente.

Si precisa che i beneficiari devono mantenere la loro attività nell’area ZES per almeno 7 anni.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assume la forma di un credito d’imposta, il quale risulta commisurato alla quota del costo complessivo dei beni acquisiti entro il 31/12/2020 nel limite massimo, per ciascun progetto di investimento, di € 50.000.000,00.

L’intensità massima dell’incentivo è così fissata:

  • Piccole Imprese – 20%;
  • Medie Imprese – 15%;
  • Grandi Imprese – 10%.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2020.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci











Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter










Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification