Notizie e Bandi

CCIAA Milano, Monza Brianza, Lodi | Riqualificazione MPMI Filiera Turistica

Regione: Lombardia
Tipologia: Settore Ricettivo Turistico
milano-monza-brianza-lodi-riqualificazione-turismo-accessibile

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi sostiene il progetto per la Promozione del turismo e attrattività. L’obiettivo è quello di sviluppare il mercato del sistema turistico territoriale, la competitività delle imprese turistiche in ambito nazionale e internazionale, nonché migliorare il posizionamento di Milano, Monza Brianza e Lodi come destinazione turistica, anche attraverso l’Ecosistema Digitale Turismo.

Il bando sostiene inoltre la realizzazione di progetti in chiave di accessibilità per rispondere ai bisogni di persone con disabilità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole o Medie Imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  1. sede legale e/o operativa iscritta nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi;
  2. attive e in regola con il pagamento del diritto camerale;
  3. non hanno in essere alcun rapporto di fornitura con la CCIAA di Milano, Monza Brianza, Lodi;
  4. svolgono un’attività che rientri in uno dei seguenti codici ATECO:
  • H 49.3 – Altri trasporti terrestri di passeggeri;
  • H 50.3 – Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne;
  • H 51.1 – Trasporto aereo di passeggeri;
  • I 55 – Alloggio;
  • I 56 – Attività dei servizi di ristorazione;
  • N 79 – Attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator, servizi di prenotazione e attività connesse;
  • R 90 – Attività creative, artistiche e di intrattenimento;
  • R 91 – Attività di biblioteche, archivi, musei e altre attività culturali;
  • R 93 – Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili dovranno rivolgersi ad uno dei seguenti ambiti:

  1. Mobilità;
  2. Comunicazione e informazione;
  3. Comfort;
  4. Sicurezza;
  5. Accoglienza;
  6. Design e arredi;
  7. Accessibilità e fruibilità di spazi ed eventi.

I progetti dovranno essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di accesso ai servizi e all’offerta turistica da parte delle seguenti categorie:

  • Persone con limitazioni temporanee: persone con infortuni temporanei che utilizzano carrozzine, deambulatori, stampelle, tutori; persone con deficit uditivi o visivi temporanei;
  • Persone di lingua italiana o straniera, con deficit comunicativi o difficoltà a leggere/scrivere/parlare;
  • Persone obese, di bassa/alta statura;
  • Famiglie con bambini piccoli e in particolar modo bambini in passeggino;
  • Donne in gravidanza;
  • Persone anziane;
  • Persone con allergie ambientali;
  • Persone con problemi alimentari (intolleranze, diabete, ecc.).

Gli interventi ammissibili possono essere di tipo: infrastrutturale, tecnologico, impiantistico, di servizi, dotazioni e ausili per l’accessibilità.

Sono pertanto inclusi gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione in chiave infrastrutturale e tecnologica tramite progettazione, acquisto e installazione di attrezzature e/o ausili e/o di tecnologie atte al miglioramento del servizio offerto nonché a migliorie da apportare a impianti e stabili grazie all’ampliamento e ristrutturazione degli stessi, purché tali interventi comportino un chiaro e oggettivo miglioramento dell’accessibilità e fruibilità per i clienti con disabilità e con esigenze specifiche. A titolo puramente esemplificativo:

  • modifiche strutturali per migliorare l’accessibilità alle persone con disabilità di spazi e locali, rendendole più desiderabili grazie al design e alle soluzioni funzionali e tecnologiche;
  • utilizzo di smart materials, smart technologies, sistemi wi-fi, sensori wireless, Industrial Internet e IOT, finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti purché aumentino la fruibilità per il cliente con disabilità o esigenze specifiche;
  • sistemi/ausili/supporti/dotazioni per favorire la comunicazione e la sicurezza dei turisti con disabilità uditiva, visiva o intellettiva: sistemi ad induzione magnetica per favorire le persone con apparecchi acustici (per reception, auditorium, ecc.); sistemi per connettersi a distanza con interprete in Lingua dei Segni (per reception e desk informativi); avvisatori per commutare segnali uditivi in segnali visivi o vibratili (avvisatori antincendio, ecc.);
  • ausili per favorire la mobilità delle persone con difficoltà di deambulazione (carrozzine, elettroscooter, ecc.);
  • ausili per favorire le persone con disabilità motoria nella fruizione di spazi e servizi (sollevatori mobili/fissi per strutture ricettive, per piscine, ecc.);
  • sviluppo di App/software per favorire la comunicazione, l’informazione o la sicurezza dell’ospite e del turista;
  • implementazione del sito internet in chiave di Accessibilità per rispettare le Linee guida (WCAG) 2.0 e per definire una sezione che illustri i servizi offerti al turista con disabilità;
  • ausili per favorire la lettura da parte delle persone ipovedenti (video ingranditori fissi o portatili, software, sintesi vocale per persone non vedenti, ecc.);
  • implementazione o rifacimento del sistema della segnaletica orientativa/informativa/di sicurezza per le persone con disabilità visiva o intellettiva (mappe visuotattili, ecc.);
  • sistemi di realtà aumentata, domotica e building automation, sia nella gestione della struttura che per la fruizione del turista, purché aumentino la fruibilità per il cliente;
  • realizzazione di aree complementari, quali piscine, campi da tennis, aree a verde, parcheggi, ricoveri biciclette, zone fitness, area quiete, purché accessibili a clienti con disabilità;
  • dotazioni anallergiche per clienti con allergie ambientali (ad esempio camere anallergiche in hotel).

L’investimento minimo è pari ad € 5.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. arredi, impianti, macchinari e attrezzature, accessori e ausili;
  2. acquisto di hardware;
  3. acquisto di tecnologie abilitanti, come connettività dedicata, licenze software, servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS (comprese le spese di canone, per massimo 24 mesi dall’assegnazione del contributo), servizi di system integration applicativa, servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali (intelligenza artificiale, blockchain), dispositivi e servizi infrastrutturali (hardware, networking, digitalizzazione, storage, ecc.);
  4. progettazione e direzione lavori e opere edili-murarie e impiantistiche;
  5. acquisizione di servizi specializzati di progettazione e di consulenza da parte di società/associazioni/figure professionali per la realizzazione degli interventi diversi da quelli di cui al precedente punto 4.

Le spese devono essere sostenute a far data dal 09/05/2019 e fino alla data di rendicontazione delle stesse.

Le spese presentate nella domanda di partecipazione a questo bando non possono rientrare tra quelle indicate nella richiesta di partecipazione al “Bando voucher digitali i4.0 2019”.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 20.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 del 23/05 alle ore 12:00 del 16/07/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

siamo qui a tua disposizione

Contattaci









Accettazione privacy (GDPR 2016/679)
Iscriviti alla Nostra Newsletter








Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

Pending Certification

error