Notizie e Bandi

Febbraio 2, 2021
unione-europea-eliit-seconda-call-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’Unione Europea sostiene le imprese dei settori tessile, abbigliamento, pelletteria e calzaturiero al fine di rafforzarne la competitività aiutandole ad integrare nuove tecnologie in prodotti, processi o servizi innovativi e ad elevato valore aggiunto.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa nell’UE o in un Paese associato a COSME, nonché i fornitori o proprietari di tecnologia (ad es. centri di ricerca, università, centri di innovazione, centri di competenza).

I beneficiari devono dare vita ad un partenariato composto da una PMI e da un fornitore di tecnologia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti di trasferimento tecnologico tra i soggetti che compongono il partenariato. Tali progetti devono dare luogo a soluzioni tecnologiche innovative e dirompenti che possano abilitare nuove ed avanzate capacità tecniche per le prestazioni delle imprese.

I progetti devono avere un grado di TRL pari o superiore a 7 e devono mirare a migliorare la produttività, l’integrazione della catena di valore, l’efficienza delle risorse per creare nuovi prodotti e servizi ad alto valore aggiunto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo pari ad € 70.000,00 per ciascun partenariato.

La partnership di beneficiari otterrà anche:

  • coaching su misura e consigli per migliorare la rilevanza del progetto;
  • attività di networking e partecipazione a workshop/conferenze ed eventi per aiutare il posizionamento sul mercato;
  • indicazioni per la tutela della proprietà intellettuale.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 17:00 del 14/04/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Dicembre 2, 2020
veneto-innovazione-tecnologica-organizzativa-commerciale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto sostiene le attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze presso le imprese, favorendo i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative, incentivando la brevettazione e il trasferimento dei risultati della ricerca.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA competente.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

Innovazione tecnologica: interventi di innovazione di prodotto e di servizio dalla fase di generazione delle idee alla progettazione, sperimentazione e prototipazione.

Sono compresi:

  • A1. Innovazione nella fase di concetto: generazione di nuove idee di prodotto e servizio, esplorazione delle alternative tecnologiche e di design, previsione di migliorare il prodotto esistente;
  • A2. Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione: servizi orientati alla progettazione dettagliata di prodotti e di processi produttivi o alle fasi successive nelle;
  • A3. Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale finalizzata:
    • all’ottenimento o all’estensione di brevetti a livello europeo o internazionale, alla loro convalida e difesa;
    • all’ottenimento e al deposito di altri attivi immateriali quali marchi, licenze, know-how esclusivi, disegni e modelli di utilità.

Innovazione strategica: interventi di miglioramento del posizionamento competitivo dell’impresa attraverso una migliore offerta di valore al cliente o una maggiore efficienza nella gestione degli investimenti.

Sono compresi:

  • B1. Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi: servizi finalizzati alla riduzione del rischio derivante dall’introduzione di nuovi prodotti/servizi, al fine di accrescere le probabilità di successo sul mercato;
  • B2. Innovazione del modello di business: servizi finalizzati alla riprogettazione dell’offerta per massimizzare il valore delle risorse e delle competenze limitando gli investimenti.

Innovazione organizzativa: predisposizione di un nuovo metodo organizzativo che preveda l’adozione di nuove procedure gestionali o il cambiamento delle strutture organizzative.

Sono compresi:

  • C1. Up-Grading organizzativo: servizi di consulenza e affiancamento volti ad orientare le imprese nel cambiamento organizzativo;
  • C2. Efficientamento produttivo: servizi di misurazione dell’efficienza operativa aziendale in riferimento all’attività manifatturiera, logistica o terziaria;
  • C3. Processi di innovazione aziendale: servizi propedeutici all’implementazione dei sistemi di gestione aziendali con l’obiettivo di ottenerne la certificazione;
  • C4. Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa: servizi strategici di gestione completa e temporanea di un’azienda finalizzatii ad affrontare situazioni di criticità o di sviluppo e a garantire l’accrescimento delle competenze manageriali in azienda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione coerenti con l’intervento ammissibile.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale nelle misure riportate in tabella.

TIPOLOGIA DI SERVIZIO SPECIALISTICO % DI SOSTEGNO
A1. Innovazione nella fase di concetto 40%
A2. Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione 40%
A3. Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale 40%
B1. Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi 40%
B2. Innovazione del modello di business 40%
C1. Up-Grading organizzativo 30%
C2. Efficientamento produttivo 30%
C3. Processi di innovazione aziendale 30%
C4. Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa 30%

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 del 16/02/2021 alle ore 17:00 del 23/02/2021.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Novembre 6, 2019
bi-rex-big-data-innovation-research-excellence-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

BI-REX – Big Data Innovation & Research Excellence è il consorzio con attività esterna dedicato alle collaborazioni tra ricerca e impresa in ambito Industria 4.0.

Tra gli obiettivi di BI-REX rientrano la promozione e la realizzazione di progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione su tecnologie avanzate, nel quadro degli interventi connessi al piano nazionale Industria 4.0.

Il bando supporta quindi programmi di Ricerca, Sviluppo e Innovazione orientati alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni tecnologiche e organizzative basate sulle tecnologie abilitanti di Industria 4.0, mediante l’utilizzo dei Big Data, con particolare riferimento a:

  • big data per la sostenibilità;
  • big data per il manufacturing;
  • ICT per macchine e linee di produzione;
  • sistemi avanzati per la gestione dei processi di produzione;
  • security e blockchain;
  • additive & advanced manufacturing;
  • robotica collaborativa, warehousing e Automated Guided Vehicle (AGV).

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese e le aggregazioni di imprese, con stabile organizzazione in Italia ed in possesso dei seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite e iscritte al Registro delle Imprese;
  • non rientrano tra le imprese che hanno ricevuto non rimborsato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
  • in regola con l’eventuale restituzione di somme dovute in relazione a provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal MISE;
  • non si trovano in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà;
  • hanno assolto gli obblighi contributivi e sono in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Nel caso di aggregazioni di imprese, i proponenti dovranno impegnarsi a sottoscrivere, entro 2 mesi dall’eventuale assegnazione del finanziamento, un “accordo di partenariato” che ne regolamenti i rapporti durante la realizzazione del progetto.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto proposte progettuali di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale che perseguano almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • miglioramento e innovazione dei processi produttivi;
  • miglioramento e innovazione di prodotto;
  • miglioramento e innovazione dei modelli di business e organizzativi a favore della competitività aziendale.

L’oggetto della proposta progettuale dovrà raggiungere un TRL, Technology Readiness Level, non inferiore a 7.

I progetti presentati devono prevedere una durata complessiva non superiore a 18 mesi con possibilità di una proroga motivata di ulteriori 6 mesi.

I progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono contenere:

  • un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi operativi e tempi;
  • una stima dei benefici economici in termini di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti;
  • un piano finanziario per la copertura dei costi del progetto;
  • un livello di maturità tecnologica compreso in un intervallo tra TRL 5 e 8, che raggiunga, al termine delle attività, un livello almeno pari a TRL 7.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • personale quale: ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario, nella misura in cui vengano impiegati nel progetto;
  • strumentazione e attrezzature, relativi consumabili e costi dei materiali, nella misura e per il periodo in cui vengano utilizzati per il progetto;
  • collaborazioni e consulenze per ricerca, sviluppo e innovazione con soggetti pubblici e privati;
  • acquisto di brevetti o licenze acquisiti a normali condizioni di mercato;
  • servizi di consulenza ed equivalenti utilizzati ai fini del progetto;
  • spese generali.

L’ammissibilità delle spese decorre dalla data di inizio lavori comunicata entro 60 giorni dal momento in cui il beneficiario ha ricevuto la comunicazione di accettazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assume la forma di un contributo fino al 50% delle spese ammissibili, con un massimo di € 200.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà attribuita una precedenza in graduatoria al momento dell’approvazione della graduatoria stessa.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 14:00 del 23/12/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Settembre 4, 2019
enea-proof-of-concept-ricerca-partner-industriali-valore-consulting.png

FINALITÀ

L’ENEA ha costituito un fondo di finanziamento per la “Proof of Concept”, destinato allo sviluppo di tecnologie messe a punto nei propri laboratori con un basso grado di maturità tecnologica (Technology Readiness Level – TRL).

In particolare, i finanziamenti a breve termine sono finalizzati alla realizzazione di progetti di sviluppo in grado di dimostrare la fattibilità di una tecnologia o del concept di un prodotto in modo da favorirne il trasferimento tecnologico verso l’industria.

BENEFICIARI

I soggetti che potranno presentare la manifestazione di interesse sono imprese o investitori istituzionali (quali i Fondi di Venture Capital) regolarmente costituiti con personalità giuridica.

Le imprese dovranno soddisfare inoltre i requisiti di affidabilità economico-finanziaria.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili potranno comprendere attività destinate:

  • alla costruzione o miglioramento di un prototipo per prepararne la commercializzazione;
  • alla fattibilità commerciale o test per lo scale up;
  • a dimostrare la mitigazione del rischio per un potenziale investitore/industria o licenziatario, nel caso esista un brevetto;
  • ad affrontare e superare uno specifico gap identificato dall’industria e che ne ostacola l’attrattività per gli investitori.

Il programma è distinto in due Fasi:

Fase I: supporta progetti finalizzati a verificare la fattibilità di inserimento di una tecnologia in un determinato contesto di mercato.

Le tecnologie interessate a questa Fase hanno un tasso di maturazione tecnologica tendenzialmente compreso fra 2 e 4.

Fase II: è mirata allo scaling-up di tecnologie che sono già state validate in laboratorio o provengono dalla Fase I. Le tecnologie ammesse a questa fase hanno un tasso di maturazione tecnologica tendenzialmente compreso fra 4 e 6.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

I progetti in Fase I avranno una durata massima di 12 mesi e saranno finanziati dal Programma per un importo massimo di € 50.000,00.

La compartecipazione del partner industriale alla Fase I avverrà esclusivamente in-kind, ovvero in qualsiasi altra forma diversa dal denaro.

I progetti in Fase II avranno una durata di 12 mesi, eventualmente rinnovabile per ulteriori 12 mesi, e saranno finanziati al massimo per il 50% dei costi sostenuti e per un importo non superiore ad € 100.000,00.

La compartecipazione del partner industriale dovrà avvenire anche in termini finanziari, per un importo almeno pari a quello investito dall’ENEA.

TERMINE

La manifestazione d’interesse deve essere presentata entro le ore 12:00 del 20/09/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Luglio 19, 2019
frosinone-apportare-innovazione-in-azienda-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Frosinone sostiene i programmi di innovazione tecnologica di prodotto e di processo produttivo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono Micro e Piccole Imprese con i seguenti requisiti:

  • iscritte al Registro delle imprese della CCIAA di Frosinone in tutti i settori di attività economici, con esclusione dei codici A, G, K, L, O, P, T, U.
  • sede legale e/o unità operativa in provincia di Frosinone;
  • hanno assolto gli obblighi contributivi previdenziali e assistenziali (DURC regolare);
  • non hanno beneficiato di altri aiuti pubblici a valere sui medesimi interventi agevolati;
  • non sono aziende pubbliche, né imprese il cui capitale sociale sia detenuto per più del 25% da enti o aziende pubbliche;
  • non hanno in corso contratti di fornitura di beni/servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Frosinone.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • ricerca applicata;
  • trasferimento di conoscenze ed innovazioni tecnologiche;
  • acquisizione o registrazione di brevetti;
  • ricorso a tecnologie digitali coerenti con il Piano nazionale Impresa 4.0.

Gli interventi sono divisi in due Misure:

  • Misura A: destinata a Micro e Piccole Imprese iscritte al Registro Imprese da non oltre 24 mesi;
  • Misura B: destinata a tutte le altre Micro e Piccole Imprese regolarmente iscritte.

Il termine massimo per il completamento dei programmi è pari a 12 mesi dalla comunicazione di ammissione ai benefici.

Sono considerati ammissibili solo i progetti la cui esecuzione non sia iniziata alla data di presentazione della richiesta di ammissione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili, devono essere sostenute in data successiva a quella di presentazione della domanda e consistono in:

  • personale dipendente o assunto con forme contrattuali equivalenti (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario), entro il limite del 20% dell’importo del progetto;
  • prestazioni di servizi non rivendibili, fatturati alla società beneficiaria da società e/o professionisti specializzati;
  • acquisto di materie prime, semilavorati, prodotti finiti e materiale di consumo per la realizzazione di prototipi e modelli entro il limite del 25% dell’importo del progetto;
  • investimenti materiali in macchinari ed attrezzature nuovi di fabbrica per la quota di ammortamento relativa al periodo di durata del programma;
  • investimenti immateriali (brevetti, licenze d’uso) per la quota di ammortamento relativa al periodo di durata del programma.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 27/09/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 15, 2019
riviere-di-liguria-savona-la-spezia-imperia-voucher-digitali.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio Riviere di Liguria, Imperia, La Spezia, Savona si prefigge l’obiettivo di:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I 4.0, attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico e produttivo;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0;
  • stimolare la domanda di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I 4.0.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio Riviere di Liguria, Imperia, La Spezia, Savona, attive ed in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese; le imprese non devono aver già ottenuto la concessione di agevolazioni per il “Bando Voucher Digitali i4.0 – anno 2018”.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare progetti presentati da singole imprese ricomprendenti i seguenti ambiti tecnologici di innovazione digitale i4.0, ovvero:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • big data e analytics;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa,
    impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali, ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

I soggetti beneficiari possono richiedere un voucher per l’acquisto di beni e servizi strumentali e per consulenza e/o formazione focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia Impresa 4.0.

Gli interventi ammissibili devono avere un importo minimo di investimento di € 5.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese per:

  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;
  2. acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti. A titolo esemplificativo vi rientrano:
  • Acquisto di connettività dedicata;
  • Acquisto di licenze software;
  • Acquisto di servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS (compreso le spese di canone, per la durata massima di 24 mesi dalla data di assegnazione del contributo);
  • Acquisto di servizi di system integration applicativa;
  • Acquisto di servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali;
  • Acquisto di dispositivi e servizi per la creazione e l’uso di ambienti tridimensionali;
  • Acquisti di tecnologie digitali (macchinari 3d) sistemi e tecnologie per la produzione e la prototipazione in ambito industriale;
  • Acquisto di dispositivi e servizi infrastrutturali (hardware, networking, digitalizzazione, storage, potenza di calcolo, ecc.).

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dallo 01/01/2019 fino al 120° giorno successivo alla data di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher, che avranno un importo unitario massimo di € 10.000,00.

L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese complessive ammissibili.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro le ore 21:00 del 15/07/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 18, 2019
padova-bando-voucher-digitali-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Padova propone due misure che rispondono ad obiettivi specifici tra loro complementari:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I 4.0, attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico e produttivo;
  • promuovere l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.
  • stimolare la domanda di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I 4.0.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese attive iscritte nel registro delle imprese della Camera di Commercio di Padova ed aventi sede legale e/o unità locali nel territorio della stessa CCIAA. Non devono inoltre avere nessun tipo di rapporto di fornitura con la Camera di Commercio.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili si suddividono in due misure di innovazione tecnologica:

  • Misura A – Progetti condivisi da più imprese;
  • Misura B – Progetti presentati da singole imprese.

Gli ambiti di innovazione digitale i4.0 in cui devono incentrarsi gli interventi sono:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • big data e analytics;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc);
  • tecnologie per l’in-store customer experience; RFID, barcode, sistemi di tracking; system integration applicata all’automazione dei processi.

Misura A – Gli interventi ammissibili devono riguardare progetti che coinvolgano da 3 a 20 imprese, le quali condividono gli obiettivi del progetto come la tipologia di tecnologie I 4.0 impiegate, le modalità di erogazione ed accesso ai servizi di consulenza previsti dal progetto, la creazione di servizi innovativi o di sistemi o strumenti comuni, l’efficienza e l’integrazione di filiere produttive o di servizio in tutti i settori economici, ulteriori finalità individuate dalle imprese relative all’impiego delle tecnologie.

Misura B – Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisto di beni e servizi strumentali e per consulenza e/o formazione focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia Impresa 4.0.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo alternativa tra la Misura A e la Misura B.

SPESE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste;
  • acquisto di beni strumentali e servizi funazionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di voucher, con importo unitario massimo pari a € 10.000,00. L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese complessive ammissibili.L’importo minimo d’investimento è pari ad € 3.000,00.

Per entrambe le misure è riconosciuta una premialità di € 250,00, se il beneficiario è in possesso di almeno il punteggio base (una “stelletta”) così come previsto dal rating di legalità.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 15/07/2019.

Le domande inerenti la Misura A saranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria, secondo il punteggio assegnato al progetto;

Le domande inerenti la Misura B saranno esaminate secondo una procedura valutativa a sportello, sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 17, 2019
varese-voucher-digitali-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Varese promuove l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali e stimola la domanda di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche, per la realizzazione di innovazioni tecnologiche e l’implementazione modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I 4.0.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, attive, iscritte nel registro delle imprese della CCIAA di Varese e nel Registro Alternanza Scuola Lavoro (RASL), con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della stessa Camera di Commercio. Inoltre le imprese non devono avere in essere alcun rapporto di fornitura con la CCIAA di Varese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare progetti di innovazione tecnologica I 4.0 finalizzati all’introduzione delle tecnologie di seguito elencate:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • big data e analytics;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di
  • integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali, ERP, MES, PLM, SCM, CRM, e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

Ogni impresa può presentare una sola domanda di voucher.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese complessive ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese complessive ammissibili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher, che avranno un importo unitario massimo di € 10.000,00. L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% delle spese complessive ammissibili. L’investimento minimo è pari ad € 5.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250,00.

Non possono presentare domanda le imprese a cui sia già stato concesso un contributo sui bandi “Voucher digitali I4.0 – Misura B: Sviluppo competenze e tecnologie digitali – anno 2018” prima e seconda edizione.

TERMINE

La domanda deve essere inviata dal 06/05 al 15/07/2019.

E’ prevista una procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Ultimo aggiornamento: il bando è stato chiuso per esaurimento fondi.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 25, 2019
ue-eni-cbc-med-call.jpg

FINALITÀ

Il programma di cooperazione transfrontaliera nell’area del vicinato mediterraneo (da cui l’acronimo ENI CBC MED: European Neighbourhood Instrument – Cross Border Cooperation – Mediterranean) è strutturato in due obiettivi generali e in quattro obiettivi tematici. Lo strumento di finanza agevolata individuato dal programma è il contributo europeo a fondo perduto.

Gli obiettivi generali sono:

  • promuovere lo sviluppo economico e sociale
  • affrontare le sfide comuni sul fronte ambientale

I quattro temi fondamentali riguardano:

  • business e sviluppo delle PMI
  • supporto ad educazione, ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione
  • promozione dell’inclusione sociale e lotta alla povertà
  • protezione ambientale e adattamento al cambiamento climatico

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese con sede e/o unità operativa in una delle seguenti Regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Molise, Abruzzo, Marche, Umbria, Emilia-Romagna e Piemonte.

Gli altri beneficiari ovvero enti/organismi privati che partecipano devono avere la loro sede e/o unità operativa in una di queste Nazioni: Algeria, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Giordania, Libano, Libia, Malta, Marocco, Palestina, Portogallo, Spagna, Siria, Tunisia, Turchia e Regno Unito.

I beneficiari devono costituire un partenariato composto da 4 enti, di cui due appartenenti alla sponda nord del Mediterraneo (UE) e due alla sponda Sud (extra UE).

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono rientrare all’interno di uno di questi assi:

A 1Imprese e sviluppo delle PMI

  • A.1.1. – Supporto alle start-up innovative e alle imprese di recente costituzione;
  • A.1.2. – Rafforzamento e supporto delle reti, dei distretti, dei consorzi e delle catene di valore;
  • A.1.3. – Promozione di azioni ed iniziative per il turismo sostenibile.

A 2 – Sostegno all’istruzione, alla ricerca, allo sviluppo tecnologico e all’innovazione

  • A.2.1 – Supporto del trasferimento di tecnologia e della commercializzazione dei risultati della ricerca;
  • A.2.2 – Supporto alle PMI nell’accesso alla ricerca e all’innovazione.

A 3 – Promozione dell’inclusione sociale e lotta contro la povertà

  • A.3.1 – Fornire ai giovani, in particolare alle categorie “NEETS” e donne, capacità utili alla loro partecipazione al mercato del lavoro;
  • A.3.2 – Supporto agli attori economici attivi nel campo del sociale e della solidarietà.

B 4 – Tutela dell’ambiente, adattamento e mitigazione del cambiamento climatico

  • B.4.1. – Supporto per soluzioni innovative e tecnologiche per il miglioramento dell’efficienza nell’utilizzo dell’acqua e per l’utilizzo di risorse idriche non convenzionali;
  • B.4.2. – Riduzione della generazione di rifiuti urbani e promozione della raccolta differenziata “alla fonte”, nonché dell’utilizzo ottimale dei rifiuti organici;
  • B.4.3. – Supporto alla riabilitazione energetica innovativa e a basso costo, in linea con le tipologie di edificio e le zone climatiche, con attenzione per gli edifici di pubblico utilizzo;
  • B.4.4. – Incorporare la gestione basata sugli ecosistemi nella gestione integrata delle zone costiere e nella pianificazione dello sviluppo locale.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono rientrare nelle seguenti voci:

  • costi relativi a servizi e lavori;
  • costi di fornitura, consegna ed installazione di beni;
  • spese di sottoscrizione contratti;
  • impegni di spesa per forniture, all’interno del periodo in cui si svolge la fornitura e successivi;
  • spese per relazioni finali, audit e valutazione finale dell’intervento.

Le procedure di aggiudicazione degli appalti possono essere avviate e i contratti possono essere conclusi dai beneficiari anche prima dell’inizio dell’attuazione del progetto.

I costi sostenuti prima della presentazione della domanda sono ammissibili se soddisfano le seguenti condizioni:

1. sono stati sostenuti dopo la pubblicazione dell’invito a presentare le proposte;

2. sono limitati ai costi di viaggio e di soggiorno del personale impiegato dai beneficiari;

3. non eccedono l’importo di € 10.000,00.

Sono ammissibili i seguenti costi diretti:

  • personale;
  • viaggio e soggiorno del personale;
  • acquisto o noleggio di attrezzature;
  • materiali di consumo;
  • contratti aggiudicati dai beneficiari ai fini dell’intervento;
  • obblighi imposti dal contratto di sovvenzione e dall’intervento stesso.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un finanziamento a fondo perduto per il 90% delle spese ammissibili; il restante 10% è coperto dagli stessi beneficiari o da fondi pubblici stanziati dai singoli Paesi partecipanti al progetto.

Il contributo minimo dell’UE è di € 2.500.000,00 per progetto, mentre quello massimo è pari a € 3.500.000,00.

I costi totali ammissibili per ciascun progetto, comprensivo del cofinanziamento, sono pari a € 4.000.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro le ore 13:00 del 03/07/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

Vieni a trovarci a MECSPE, Sabato 30 Marzo, Ore 10.00!


Febbraio 18, 2019
partner-lazio-innova.png

FINALITÀ

La Regione Lazio, tramite Lazio Innova, lancia un’iniziativa innovativa con l’obiettivo di fornire un trasferimento di tecnologia e conoscenze di alta qualità alle PMI e Start-up del Lazio, rilevanti per risolvere le attuali sfide in diversi ambiti di mercato, mettendo insieme componenti diverse quali creatività, design e Intelligenza Artificiale al fine di costruire l’ambiente più adatto per l’innovazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese e le Start-up, attive e con sede legale nella Regione. Tali soggetti devono essere associati allo Spazio Attivo di Lazio Innova.

INTERVENTI

L’intervento è costituito dall’individuazione di una soluzione innovativa basata sull’Intelligenza Artificiale, che consenta di rendere lo specifico prodotto o servizio maggiormente appetibile e scalabile sul mercato.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il contributo è pari ad € 7.500,00 per ciascuna PMI, che si incrementa ad € 8.500,00 solo per le due Start-up con i progetti più meritevoli.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro le ore 12:00 del 04/03/2019

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

Pending Certification