Notizie e Bandi

Luglio 16, 2020
toscana-internazionalizzazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Toscana agevola la realizzazione di progetti di investimento finalizzati all’internazionalizzazione in Paesi esterni all’Unione Europea delle MPMI.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, le reti di imprese con personalità giuridica, i Consorzi e le società consortili, costituiti o costituendi.

Rientrano tra i beneficiari anche i liberi professionisti esercitanti attività economica volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi.

Tutti i beneficiari devono avere sede legale e/o unità operativa in Toscana, essere iscritti alla CCIAA territorialmente competente ed esercitare un’attività economica rientrante in uno dei seguenti settori: B (ad esclusione dei seguenti codici: 05.1, 05.2, 08.92), C (ad esclusione dei seguenti codici: 19.1), D, E, F, H (ad esclusione dei seguenti codici: 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2), I 55.1, I 55.2, I 55.3, I 55.9, J (ad esclusione dei seguenti codici: 60, 61.9 e 63.9), M, N (ad esclusione dei seguenti codici: 82.3; compreso il codice: 79), R 90.03.02, R 93.29.20, S 96.01.1.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti di internazionalizzazione rivolti esclusivamente a Paesi esterni all’Unione Europea.

Il progetto deve prevedere investimenti consistenti nell’acquisizione di servizi qualificati per l’internazionalizzazione ed illustrare le modalità realizzative, finanziarie e gestionali.

TIPOLOGIA BENEFICIARIO INVESTIMENTO MINIMO INVESTIMENTO MASSIMO
Micro impresa € 10.000,00 € 150.000,00
Piccola impresa € 12.500,00 € 150.000,00
Media impresa € 20.000,00 € 150.000,00
Consorzio/Società consortile/Reti soggetto € 35.000,00 € 400.000,00
RTI/ATI, ATS, Reti contratto Somma degli importi minimi previsti per la singola impresa partner (es. 30.000 se le imprese sono tre, di microdimensione, 40.000 se le imprese sono quattro ecc..). Somma dei massimali previsti per la singola impresa. (es. 450.000 se le imprese sono tre, 600.000 se le imprese sono 4, ecc..). In ogni caso, l’investimento massimo attivabile non può essere superiore a 1.000.000 €

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili per l’acquisizione di servizi all’internazionalizzazione sono riconducibili alle seguenti tipologie:

  1. Partecipazione a fiere e saloni internazionali;
  2. Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di sale espositive all’estero;
  3. Servizi promozionali (es. vetrine digitali in lingua estera, “virtual matchmaking”);
  4. Supporto specialistico all’internazionalizzazione (es. digital export manager);
  5. Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la duplice veste di una sovvenzione e di un voucher.

Le agevolazioni sono cumulabili con altre come aiuti di Stato, contributi a titolo di de minimis e Fondi UE a gestione diretta.

ATTIVITA’ AMMISSIBILI INTENSITA’ AIUTO E MASSIMALI DI SPESA
Micro Piccole Medie
1 Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale 50%  € 30.000,00 50%  € 40.000,00 40%  € 40.000,00
2 Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero 50%  € 80.000,00 50%  € 100.000,00 40%  € 120.000,00
3 Servizi promozionali 50%  € 20.000,00 50%  € 30.000,00 40%  € 40.000,00
4 Supporto specialistico all’internazionalizzazione 50%  € 20.000,00 50%  € 30.000,00 30%  € 40.000,00
5 Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati 50%  € 20.000,00 50%  € 30.000,00 30%  € 40.000,00

TERMINE

La misura è stata chiusa in data 22/07/2020.


Luglio 9, 2020
umbria-voucher-servizi-consulenziali-2020-1280x766.jpg

FINALITÀ

La Regione Umbria favorisce l’attivazione di servizi consulenziali a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese che si presentano in forma singola sui mercati internazionali, con l’obiettivo di rafforzarne l’export.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese compresi i consorzi, le società consortili, le società cooperative e i contratti di rete soggetto, esportatrici e non, aventi la sede legale o l’unità locale iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA dell’Umbria.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto i servizi di consulenza orientati a supportare le imprese nel percorso d’internazionalizzazione in Paesi dell’UE ed extra UE.

Nello specifico sono ammissibili i seguenti servizi di consulenza:

  • affiancamento specialistico all’internazionalizzazione: rafforzamento delle funzioni aziendali per l’internazionalizzazione, tramite la disponibilità di un Temporary Export Manager (TEM) o di un Digital Export Manager (DEM);
  • servizi specialistici per l’internazionalizzazione:
    • assistenza legale inerente alla contrattualistica internazionale, la gestione delle controversie e recupero dei crediti con riferimento a mercati esteri;
    • consulenza fiscale su aspetti inerenti la fiscalità societaria e commerciale in contesti internazionali;
    • consulenza doganale su aspetti tecnici, legislativi e procedurali connessi all’import/export;
  • promozione digitale sui mercati esteri:
    • progettazione di show-room e vetrine virtuali, di piattaforme AR/VR Business commerce per l’export e piattaforme e-commerce B2C o B2B esistenti;
    • progettazione di sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobili) finalizzati all’internazionalizzazione;
    • progettazione e sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati;
    • adeguamento e potenziamento del sito web, portali e altri ambienti web-based in inglese o nella lingua dei paesi target;
    • ideazione e realizzazione di design e brand per la penetrazione nei mercati esteri;
  • servizi per l’adeguamento tecnico ai mercati internazionali:
    • per ottenere certificazioni estere di prodotto;
    • per la registrazione dei diritti di privativa industriale (marchi, brevetti) all’estero;
    • per ottenere certificazioni di qualità conformi alle pertinenti norme europee e che agevolano la penetrazione sui mercati esteri.

Gli interventi ammissibili devono avere un valore complessivo come di seguito riportato:

TIPOLOGIA SERVIZIO IMPORTO MAX AMMISSIBILE (3 < DIPENDENTI A TEMPO IND < 10) IMPORTO MAX AMMISSIBILE (DIPENDENTI A TEMPO INDETERMINATO ≥ 10)
Affiancamento specialistico all’internazionalizzazione € 14.000,00 € 20.000,00
Servizi specialistici per l’internazionalizzazione € 7.000,00 € 10.000,00
Promozione digitale sui mercati esteri € 7.000,00 € 10.000,00
Servizi per l’adeguamento tecnico ai mercati internazionali € 7.000,00 € 10.000,00

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nelle seguenti misure:

  • 50% delle spese ammissibili, per tutte le tipologie di beneficiari;
  • 60% delle spese ammissibili, per le imprese già esportatrici al 2019, con una percentuale di fatturato export sul fatturato totale (al 2019) compresa tra il 10 e il 40%;
  • 70% delle spese ammissibili, per le imprese neo-esportatrici al 31/12/2019 e che dichiarano un fatturato export sul fatturato totale (al 2019) minore o pari al 10%.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 02/10/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Aprile 7, 2020
veneto-internazionalizzazione-pmi-valore-consulting-1280x853.jpeg

FINALITÀ

La Regione Veneto sostiene il tessuto imprenditoriale delle MPMI venete nello sviluppo di processi e di percorsi di internazionalizzazione che prevedono l’accesso o il consolidamento nei mercati esteri.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, compresi i Consorzi, le Società consortili e le Società cooperative, nonché i contratti di rete denominati “rete soggetto”.

Ciascun soggetto deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente costituito, iscritto nel registro delle imprese e attivo presso la CCIAA competente per territorio;
  • avere un’unità operativa attiva in Veneto;
  • svolgere un’attività economica rientrante in uno dei seguenti settori: C “Attività manifatturiere”, F “Costruzioni”, I “Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione”, J “Servizi di informazione e comunicazione” (tale requisito non è richiesto per i consorzi, le società consortili, le società cooperative ed i contratti di rete-soggetto);
  • essere autonomo, ai sensi al Regolamento GBER.
  • presentare una situazione di regolarità contributiva previdenziale e assistenziale;
  • non presentare le caratteristiche di impresa “in difficoltà”;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  • rispettare il criterio generale per la concessione di sovvenzioni, contributi, vantaggi economici;
  • avere la capacità amministrativa, operativa e finanziaria.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione, rientranti in una delle seguenti categorie:

  • A – Promozionale;
  • B – Strategica;
  • C – Organizzativa.

L’ammontare massimo del valore complessivo dell’intervento non potrà essere superiore ad € 50.000,00 per le MPMI, mentre per consorzi, società consortili o cooperative e contratti di “rete soggetto” potrà arrivare ad € 80.000,00.

A – AREA PROMOZIONALE

A1. Pianificazione Promozionale.

Servizi di consulenza/assistenza finalizzati:

  • ad azioni promozionali, di comunicazione e di advertising sui mercati internazionali, identificati quali mercati target;
  • all’attività di ricerca operatori/partner esteri per l’organizzazione di incontri promozionali.

L’intervento deve avere un valore compreso tra € 10.000,00 ed € 20.000,00.

Per i consorzi, le società consortili, le cooperative ed i contratti di rete soggetto l’intervento deve avere un valore compreso tra € 10.000,00 ed € 30.000,00.

B – AREA STRATEGICA

B1. Pianificazione strategica.

Servizi di consulenza/assistenza finalizzati a:

  • all’elaborazione di piani per l’internazionalizzazione, di piani di marketing e di penetrazione commerciale nei mercati esteri;
  • all’ideazione, elaborazione e realizzazione di brand specifici per i mercati identificati come target;
  • alla realizzazione di studi di fattibilità e analisi per lo sviluppo di reti commerciali, distributive o di assistenza post vendita all’estero,
  • all’attività di ricerca operatori/partner esteri ed assistenza per l’inserimento dell’impresa o l’ampliamento della presenza della stessa sui mercati esteri, incluse le consulenze per il supporto decisionale in tema di alleanze, fusioni o acquisizioni di imprese estere.

L’intervento deve avere un valore compreso tra € 10.000,00 ed € 30.000,00.

Per i consorzi, le società consortili, le cooperative ed i contratti di rete soggetto l’intervento deve avere un valore compreso tra € 10.000,00 ed € 40.000,00.

B2. Supporto normativo e contrattuale.

Servizi di consulenza/assistenza finalizzati.

  • al supporto nello studio e nella redazione di contrattualistica internazionale;
  • all’analisi degli aspetti legati alla fiscalità, aspetti tecnici doganali, aspetti legislativi, giuridici e procedurali connessi all’import/export del/i paese/i target;
  • all’implementazione e all’estensione dei diritti industriali all’estero (es. marchi e brevetti) e dell’ottenimento di certificazioni estere di prodotto;
  • all’analisi del contesto tecnico e giuridico per estendere in ambito internazionale un brevetto o un altro diritto internazionale e per difendere la validità dello stesso in procedimenti di opposizione.

L’intervento deve avere un valore compreso tra € 7.000,00 ed € 15.000,00.

Per i consorzi, le società consortili, le cooperative ed i contratti di rete soggetto l’intervento deve avere un valore compreso tra € 7.000,00 ed € 25.000,00.

C. AREA ORGANIZZATIVA

C1. Affiancamento specialistico. Temporary Export Manager.

Servizi di consulenza/assistenza che prevedono:

  • l’inserimento/coinvolgimento, in via temporanea, da un periodo minimo di 6 mesi fino alla durata massima del progetto di un Temporary Export Manager (TEM) impegnato nel processo di internazionalizzazione dell’impresa, che assicuri la gestione ed il coordinamento del progetto d’internazionalizzazione.

L’intervento deve avere un valore compreso tra € 12.000,00 ed € 30.000,00.

Per i consorzi, le società consortili, le cooperative ed i contratti di rete soggetto l’intervento deve avere un valore compreso tra € 12.000,00 ed € 40.000,00.

La natura dei servizi specialistici per l’internazionalizzazione:

  • non deve essere né continuativa né periodica ed essi devono esulare dagli ordinari costi di gestione dell’impresa quali la consulenza fiscale, legale e la pubblicità o per conseguire standard imposti dalla legge o da provvedimenti equivalenti;
  • non deve essere connessa ad attività avente ad oggetto la vendita diretta;
  • non deve essere connessa a programmi di investimento che prevedano interventi di delocalizzazione.

Il progetto dovrà essere concluso e operativo entro 12 mesi dalla data di pubblicazione sul BUR del Veneto del decreto di concessione del sostegno.

Ciascuna beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese devono essere sostenute e pagate entro 12 mesi dalla data di pubblicazione sul BUR del Veneto del decreto di concessione del sostegno.

Per le tipologie di servizi specialistici riferiti alle aree di servizio “A – Promozionale” e “B – Strategica” sono ammesse esclusivamente le spese sostenute verso fornitori iscritti nella sezione ordinaria del registro delle imprese e censiti con codice ATECO idoneo alla prestazione del servizio di consulenza/assistenza, ovvero verso organismi di diritto pubblico o università pubbliche.

Per la tipologia di servizi specialistici “B.2 – Supporto normativo e contrattuale” sono altresì ammesse le spese sostenute verso fornitori non iscritti nella sezione ordinaria del registro delle imprese, purché si tratti di liberi professionisti iscritti all’ordine degli Avvocati, o all’ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale, o al Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali (CNSD).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo in conto capitale, calcolato sull’ammontare della spesa ammissibile.

L’intensità è differenziata in relazione alle diverse tipologie di servizi specialistici e alla natura del soggetto richiedente, come riportato nella sottostante tabella.

TIPOLOGIA DI SERVIZI SPECIALISTICI INTENSITA’ DEL SOSTEGNO
A.1 Pianificazione promozionale 40%
B.1 Pianificazione strategica 40%
B.2 Supporto normativo e contrattuale 30%
C.1 Affiancamento specialistico (Temporary Export Manager – TEM) 50%
Per le domande presentate da consorzi/società consortili/cooperative e contratti di rete soggetto, l’intensità del sostegno per tutte le tipologie di servizi specialistici è la stessa. 50%

TERMINE

La domanda potrà essere presentata entro uno dei seguenti termini:

Sportello n. 2:

  • la domanda potrà essere compilata dalle ore 10.00 del 12/05 alle ore 17:00 del 02/07/2020;
  • la domanda potrà essere inviata dalle ore 10:00 del 07/07 alle ore 17.00 del 09/07/2020.

Sportello n. 3:

  • la domanda potrà essere compilata dalle ore 10.00 del 10/12/2020 alle ore 17.00 del 18/02/2021;
  • la domanda potrà essere inviata dalle ore 10:00 del 23/02/2021 alle ore 17.00 del 25/02/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Giugno 3, 2019
simest-internazionalizzazione-imprese-valore-consulting-1280x852.jpg

FINALITÀ

Il Decreto implementa gli interventi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese italiane e sostiene queste ultime nell’utilizzo dei sistemi della digital economy (market place ed e-commerce) e della figura del Temporary Export Manager (TEM).

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, aventi sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali, in forma singola o di rete soggetto, attive ed iscritte nel registro delle imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l’utilizzo di market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria;
  2. inserimento temporaneo in azienda di TEM (temporary export manager) per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione.

Quanto all’intervento di cui al punto 1., questo deve avere le seguenti caratteristiche:

  • la piattaforma informatica propria o il market place prescelto devono avere un dominio di primo livello nazionale registrato in un paese extra UE;
  • riguardare beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Quanto all’intervento di cui al punto 2, questo deve essere finalizzato all’erogazione di servizi volti a sostenere i processi di internazionalizzazione d’impresa in paesi extra-UE attraverso la sottoscrizione di un apposito contratto di prestazioni consulenziali.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili, quanto allo sviluppo delle soluzioni di market place le seguenti voci di spesa:

  • creazione e sviluppo della piattaforma;
  • gestione/funzionamento della piattaforma/market place;
  • attività promozionali e di formazione.

Sono ammissibili, quanto all’attività del TEM, le seguenti voci di spesa:

  • servizio di affiancamento temporaneo all’internazionalizzazione erogato da una società di servizi per il tramite della figura professionale del TEM;
  • attività promozionali e di supporto connesse alla realizzazione del progetto di internazionalizzazione eleborato con l’assistenza del TEM;
  • certificazione di prodotti e/o servizi, deposito di marchi o altre forme di tutela del Made in Italy, quando oggetto di una strategia di internazionalizzazione elaborata con il TEM.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la veste di un finanziamento agevolato.

Intervento 1 – fino al 100% delle spese ammissibili, da un minimo di € 25.000,00 ad un massimo di € 300.000,00. Il tasso d’interesse del finanziamento è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa europea. La sua durata massima è di 4 anni.

Intervento 2 – fino al 100% delle spese ammissibili, da un minimo di € 25.000,00 ad un massimo di € 150.000,00. Il tasso d’interesse del finanziamento è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa europea. La sua durata massima è di 4 anni.

TERMINE

In attesa della pubblicazione delle circolari attuative da parte di Simest.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification