Notizie e Bandi

Marzo 5, 2021
cciaa-modena-fondo-per-la-sicurezza-2021-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Modena istituisce un Fondo per la Sicurezza a disposizione delle imprese che intendano dotarsi di sistemi di sicurezza, per affrontare il problema della microcriminalità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole imprese con sede o unità locale in provincia di Modena.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese di acquisto e installazione dei seguenti sistemi di sicurezza:

  1. sistemi di videoallarme antirapina in grado di interagire con gli apparati in essere presso le centrali operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri;
  2. sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  3. altri sistemi passivi quali casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate, vetri antisfondamento e sistemi integrati di verifica, contabilizzazione e stoccaggio del denaro.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo nella misura del 40% della spesa ammissibile fino ad un massimo di:

  • € 2.400,00 per i sistemi di cui al punto 1. del precedente paragrafo;
  • € 960,00 per i sistemi di cui ai punti 2. e 3. del precedente paragrafo;

Nel caso di Comuni aderenti all’iniziativa (Bomporto, Campogalliano, Carpi, Castelnuovo Rangone, Castelvetro, Cavezzo,Concordia S/S, Fanano, Finale Emilia, Fiorano Modenese, Formigine, Guiglia, Maranello, Marano S/P, Medolla, Mirandola, Modena, Montese, Novi di Modena, Pavullo N/F, Ravarino, Riolunato, San Felice S/P, San Possidonio, Sassuolo, Savignano, Serramazzoni, Soliera, Spilamberto, Vignola e Zocca), il contributo complessivo aumenterà dal fino al 50% della spesa  ammissibile fino ad un massimo di:

  • € 3.000,00 per i sistemi di cui al punto 1. del precedente paragrafo;
  • € 1.200,00 per i sistemi di cui ai punti 2. e 3. del precedente paragrafo.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 10:00 dello 01/04/2021 fino al 30/04/2021.

Le domande verranno esaminate alla scadenza del termine di presentazione.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Giugno 10, 2020
alessandria-sicurezza-sanitaria-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di commercio di Alessandria, in considerazione dell’emergenza sanitaria da COVID-19, concede contributi a fondo perduto alle imprese della provincia, allo scopo di provvedere all’abbattimento dei costi per consulenza in tema di sicurezza aziendale, sanificazione degli ambienti di lavoro, acquisto di dispositivi per la protezione individuale, di divisori, di segnaletica e di altre attrezzature atte al contrasto del contagio, ad esclusione di quelli per i quali l’impresa intenda beneficiare di un credito d’imposta.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, piccole e medie imprese, con sede legale o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Alessandria ed iscritte come attive nel Registro delle imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisto di tutti i beni ed i mezzi necessari per contenere il contagio da Covid-19 in azienda.

Vi rientrano anche le consulenze richieste in materia.

Gli interventi devono essere realizzati dal 31/01/2020 al 31/12/2020.

Gli interventi devono avere un valore complessivo superiore ad € 500,00.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i costi sostenuti per il contenimento dei contagi da COVID-19 per consulenza in tema di sicurezza aziendale, sanificazione degli ambienti di lavoro, acquisto di dispositivi per la protezione individuale, di divisori, di segnaletica e di altre attrezzature atte al contrasto del contagio, ad esclusione di quelli per i quali l’impresa intenda beneficiare di un credito d’imposta.

Nello specifico:

  1. mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  2. guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  3. dispositivi per protezione oculare;
  4. indumenti di protezione, quali tute e/o camici, calzari e/o sovra-scarpe, cuffie e/o copricapi;
  5. soluzioni e gel disinfettanti/antisettici;
  6. dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  7. apprestamenti ed attrezzature per il contrasto del contagio (quali sistemi di controllo degli accessi, ecc.).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 100% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 2.000,00.

E’ riconosciuta, alle imprese in possesso del rating di legalità, una premilità pari ad € 500,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 15/01/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Maggio 5, 2020
cciaa-bologna-contributi-sicurezza-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Bologna assegna contributi finalizzati a sostenere i costi per l’acquisizione di sistemi e servizi per la sicurezza delle imprese esposte a fenomeni di criminalità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro e Piccole Imprese, nonché i consorzi di imprese, le reti d’impresa, RTI (Raggruppamenti temporanei d’impresa) e ATI (Associazioni temporanee d’impresa), tutti costituiti da micro e piccole imprese.

I beneficiari essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale e/o unità operativa nel territorio della città metropolitana di Bologna;
  • attività economica in qualsiasi settore economico eccetto agricoltura, pesca e acquacoltura;
  • in regola con il pagamento del diritto annuale camerale;
  • attivi;
  • in regola con la vigente disciplina antimafia;
  • in regola in merito alla posizione INPS ed INAIL;
  • non hanno in essere alcun genere di rapporto di fornitura con la CCIAA di Bologna,
  • non aver partecipato alla precedente edizione del Bando nell’anno 2020.

Si precisa che il contributo verrà assegnato prioritariamente alle imprese femminili e giovanili e alle imprese in possesso del rating di legalità.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisizione e la messa in opera di servizi e sistemi di sicurezza.

L’intervento deve avere un valore complessivo pari o superiore ad € 1.000,00.

Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. sistemi di videoallarme antirapina in grado di interagire con gli apparati in essere presso le centrali della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza;
  2. sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi biometrici per l’accesso a locali protetti, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  3. casseforti, blindature, sistemi antitaccheggio, inferriate, porte di sicurezza, serrande e vetri antisfondamento;
  4. sistemi di pagamento elettronici come POS e carte di credito, contactless e phone payment;
  5. dispositivi di illuminazione notturna, interni ed esterni ai locali aziendali;
  6. sistemi di rilevazione delle banconote false;
  7. sistemi di allarme e videosorveglianza che prevedano una connessione da remoto/app;
  8. contratti stipulati con istituti di vigilanza per la sorveglianza dei locali aziendali.

Sono ammissibili solo l’acquisizione e relativa installazione di impianti o sistemi di nuova fabbricazione, esclusi gli ampliamenti e gli adeguamenti dei preesistenti. Non sono ammissibili interventi di edilizia se non legati all’installazione dei predetti dispositivi per i quali è richiesto il contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale, in un’unica soluzione nella misura del 50% delle spese ammissibili, entro il limite massimo di € 3.000,00.

In caso di presentazione della richiesta di contributo da parte di consorzi, reti d’impresa, RTI e ATI il contributo massimo è elevato in misura pari alla moltiplicazione tra il contributo massimo per un’impresa singola (€ 3.000,00) ed il numero di imprese partecipanti alla struttura aggregata, e comunque non oltre l’importo complessivo di € 25.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 13:00 del 30/06/2020.


Marzo 13, 2020
modena-sistemi-di-sicurezza-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’intervento è rivolto all’istituzione, da parte della Camera di Commercio di Modena e dei Comuni aderenti, di un Fondo per la Sicurezza a disposizione delle imprese che intendano dotarsi di sistemi di sicurezza, per affrontare il problema della microcriminalità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole Imprese esercenti qualsiasi attività economica, iscritte al Registro Imprese, con sede o unità locale in provincia di Modena, che esercitino l’attività in posto fisso e che non abbiano ottenuto la liquidazione del contributo Fondo Sicurezza almeno una volta negli ultimi tre anni (2017, 2018 e 2019), in riferimento alla stessa localizzazione.

Verranno ritenute ammissibili in via prioritaria le domande pervenute da beneficiari che esercitino la loro attività economica in uno dei seguenti settori: 01.13, 01.19, 01.21, 01.24, 01.25, 01.4, 10.51.2, 10.61, 10.71.1, 10.73, 10.84, 11.02, 30.92, 32.1, dal 45.11 al 45.40, 46.48, 46.72.2, dal 47.11 al 47.79, dal 55.10 al 56.30, 74.20.2, 79.1, 82.99.4, 85.53.0, 92.00, dal 93.11 al 93.13, 93.29.1, 93.29.3, 95.25.0, 96.01.2, 96.02, 96.03, 96.04.1.

L’impresa si impegna, inoltre, a mantenere presso la sede o l’unità locale dichiarata il bene oggetto del contributo per almeno 3 anni dalla concessione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la messa in opera da parte dei beneficiari di sistemi di sicurezza per tutelarsi dalla microcriminalità.

Ogni impresa potrà presentare una sola domanda per una sola tipologia di sistema di sicurezza.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. sistemi di videoallarme antirapina, in grado di interagire direttamente con gli apparati in essere presso le sale e le centrali operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri;
  2. sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  3. altri sistemi passivi quali casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate, vetri antisfondamento e sistemi integrati di verifica, contabilizzazione e stoccaggio denaro.

Per tutte le tipologie è ammissibile solo l’acquisto di beni nuovi. Per nuovo impianto si intende un impianto dotato di tutti i suoi componenti. Rientrano pertanto nella tipologia 1. solo gli impianti che comprendono l’acquisto di videoregistratore, monitor e telecamere digitali; nel caso in cui manchi uno di questi elementi saranno considerati adeguamenti e pertanto ritenuti non ammissibili.

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda di contributo. Tuttavia, sono ritenute ammissibili le spese sostenute a partire dallo 01/10/2019.

Non sono ammissibili interventi di edilizia nè i contratti di “service”, di leasing o teleleasing ed ogni altra modalità di acquisizione del bene diversa dall’acquisto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo nella misura del 40% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di:

  • € 2.400,00 per i sistemi di cui al punto 1. del paragrafo “Spese ammissibili“;
  • € 960,00 per i sistemi di cui ai punti 2. e 3. del paragrafo “Spese ammissibili“.

Nel caso di Comuni aderenti all’iniziativa, il contributo complessivo aumenterà fino al 50% della spesa ammissibile fino ad un massimo di:

  • € 3.000,00 per i sistemi di cui al punto 1. del paragrafo “Spese ammissibili“;
  • € 1.200,00 per i sistemi di cui ai punti 2. e 3. del paragrafo “Spese ammissibili“.

Nel caso di impresa plurilocalizzata, essa potrà beneficiare di un solo contributo per la sede o per una delle unità locali di cui dispone.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 20:00 del 17/04/2020.


Febbraio 27, 2020
bologna-sistemi-di-sicurezza-2020-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Bologna assegna contributi finalizzati a sostenere i costi per l’acquisizione di sistemi e servizi per la sicurezza per le micro e piccole imprese esposte a fenomeni di criminalità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro e Piccole Imprese, nonché i Consorzi di imprese e le Reti d’impresa, il cui contratto di rete risulti depositato presso il Registro imprese, attraverso l’impresa individuata come organo comune, RTI, e ATI (Associazioni temporanee d’impresa), purché costituiti da Micro e Piccole Imprese.

I beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale e/o unità operativa ubicata nell’area metropolitana (ex provincia) di Bologna;
  • esercitare la propria attività economica in tutti i settori, ad esclusione di quello di cui alla lettera A della codificazione Ateco 2007;
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale camerale;
  • essere attive;
  • essere in regola con la disciplina antimafia;
  • essere in regola in merito alla posizione contributiva con INPS ed INAIL;
  • non avere in essere alcuna tipologia di fornitura, anche a titolo gratuito, con la CCIAA di Bologna.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisizione di sistemi e servizi per la sicurezza.

Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le seguenti spese:

  1. sistemi di videoallarme antirapina in grado di interagire direttamente con gli apparati in essere presso le sale e le centrali operative della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza, conformemente ai principi predisposti dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di videosorveglianza;
  2. sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi biometrici per l’accesso a locali protetti, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  3. casseforti, blindature, sistemi antitaccheggio, inferriate, porte di sicurezza, serrande e vetri antisfondamento;
  4. sistemi di pagamento elettronici: POS e carte di credito, contactless e phone payment (vengono ammessi i canoni del servizio riferiti all’anno in corso, purché la fatturazione ed il pagamento integrale sia avvenuto tra il 12/10/ 2019 e la data di invio della domanda);
  5. dispositivi di illuminazione notturna, interni ed esterni ai locali aziendali, installati allo scopo di consentire la vista dell’interno dei locali aziendali e quindi anche la presenza di eventuali intrusi;
  6. sistemi di rilevazione delle banconote false;
  7. sistemi di allarme e videosorveglianza acquisiti con contratto d’uso che prevedano una connessione da remoto/app, inclusi i relativi servizi (vengono ammesse le spese connesse all’attivazione del servizio ed i canoni del medesimo riferiti all’anno in corso, purché la fatturazione ed il pagamento integrale sia avvenuto tra il 12/10/2019 e la data di invio della domanda);
  8. contratti stipulati con istituti di vigilanza per la sorveglianza dei locali aziendali (vengono ammessi i canoni del servizio riferiti all’anno in corso, purché la fatturazione ed il pagamento integrale sia avvenuto tra il 12/10/2019 e la data di invio della domanda).

Sono considerati ammissibili l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza su veicoli utilizzati come beni strumentali dell’attività aziendale (ad es. taxi) dalle imprese con sede legale nell’area metropolitana di Bologna. Nel caso in cui la sede/unità locale coincida con la residenza del titolare/legale rappresentante dell’impresa, dovrà essere rilasciata specifica dichiarazione che la superficie dedicata all’attività dell’impresa deve essere almeno il 50% della superficie totale.

Sono ammissibili solo l’acquisizione e relativa installazione di impianti o sistemi di nuova fabbricazione di cui sopra, esclusi gli ampliamenti e gli adeguamenti dei preesistenti.

Non sono ammissibili interventi di edilizia se non strettamente legati all’installazione dei predetti dispositivi per i quali è richiesto il contributo.

Non sono ammesse le spese di mera installazione di impianti e sistemi di sicurezza la cui acquisizione sia stata fatturata in un periodo diverso da quello considerato dal presente regolamento.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto capitale, in un’unica soluzione nella misura del 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 3.000,00.

In caso di presentazione della richiesta di contributo da parte di consorzi, reti d’impresa, RTI e ATI il contributo massimo assegnabile è elevato in misura pari alla moltiplicazione tra il contributo massimo per un’impresa singola (€ 3.000,00) ed il numero di imprese partecipanti alla struttura aggregata richiedente, e comunque non oltre l’importo complessivo di € 25.000,00.

Il contributo verrà assegnato prioritariamente alle imprese femminili e giovanili e alle imprese in possesso del rating di legalità riconoscendo il contributo pieno a queste tipologie di imprese.

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 09:00 del 02/03/2020 alle ore 13:00 del 02/04/2020.


Dicembre 6, 2019
cciaa-roma-sicurezza-imprese-valore-consulting-1280x772.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Roma concede contributi a favore delle imprese colpite da fenomeni criminosi nell’ultimo biennio, per il ripristino della situazione aziendale antecedente e per gli investimenti sostenuti per aumentare il livello di sicurezza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese con sede e/o unità locale iscritta presso il Registro delle Imprese della Camera, in regola con l’attività dichiarata e con il pagamento del diritto annuale ed in possesso dei seguenti requisiti:

  1. hanno subito “atti criminosi rappresentati con denuncia o querela presso le competenti Autorità;
  2. attive;
  3. hanno assolto gli obblighi contributivi e sono in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro;
  4. non hanno forniture in essere con la Camera, anche a titolo gratuito.

Non sono ricompresi i reati quali il furto di denaro, valori e/o merci in vendita presso l’esercizio.

La denuncia o querela deve essere stata presentata alle competenti Autorità a partire dai due anni antecedenti e fino al 02/12/2019.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto il ripristino della situazione antecedente il fatto criminoso subito e/o la predisposizione di sistemi di sicurezza dei locali.

Ogni impresa può presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Se dal fatto è derivato un danno ai locali, al mobilio o alle attrezzature dell’impresa, sono ammissibili le spese volte al ripristino della situazione e alla ripresa della normale attività imprenditoriale esercitata, sempreché l’impresa non sia coperta da assicurazione per eventi simili a quelli di cui trattasi ovvero per la parte non coperta dalla liquidazione assicurativa.

Indipendentemente dagli eventuali danni subiti, sono ammissibili le spese rivolte all’acquisto o all’installazione di:

  1. sistemi di video-allarme antirapina in collegamento con le Forze di Pubblica Sicurezza o Istituti di Vigilanza;
  2. sistemi di video-sorveglianza a circuito chiuso e sistemi antintrusione;
  3. sistemi passivi (antitaccheggio, blindature, casseforti, inferriate, porte di sicurezza, serrande e vetri antisfondamento);
  4. dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna connessi all’impiego di protezioni esterne di sicurezza.

Le spese devono, in ogni caso, essere sostenute dal beneficiario successivamente alla data di presentazione della denuncia o querela.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la veste di un contributo pari all’80% delle spese ammissibili, entro il tetto massimo di € 10.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità viene riconosciuta un’ulteriore premialità di € 250,00.

TERMINE

La domanda può essere presentata entro le ore 14:00 del 30/06/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Novembre 7, 2019
vibo-valentia-contributi-sicurezza-beni-aziendali-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Vibo Valentia, al fine di affiancare le imprese locali nelle azioni mirate a prevenire e contrastare atti esterni dannosi per i beni aziendali, ha deliberato lo stanziamento di fondi destinati alle MPMI del proprio territorio.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, di tutti i settori economici con i seguenti requisiti:

  • sede legale o unità locali nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Vibo Valentia;
  • attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • in regola con il pagamento del diritto annuale o impegnarsi a regolarizzarlo entro i tempi richiesti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • Misura A: sistemi di sicurezza di videosorveglianza e teleallarme;
  • Misura B: installazione reti di recinzioni elettrificate anti-intrusione a protezione delle coltivazioni agricole.

I beneficiari potranno presentare una sola domanda riferita ad una sola misura.

Entrambe le tipologie di intervento devono avere un valore complessivo minimo pari o superiore ad € 500,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

Misura A

  • acquisto e installazione di sistemi di sicurezza di videosorveglianza, a colori e con memoria degli eventi, collegati e non collegati alle Forze dell’Ordine e/o Istituti di Vigilanza e di teleallarme. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda di contributo. Non sono ammissibili le spese per interventi edili, per manutenzione ordinaria e/o straordinaria degli impianti elettrici che non sia specificatamente riferita all’impianto del sistema di videosorveglianza;

Misura B

  • acquisto e installazione di reti di recinzione elettrificate anti-intrusione a protezione delle coltivazioni agricole.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni, concesse secondo il regime de minimis, assumeranno la veste di un contributo pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di:

  • Misura A – € 1.500,00;
  • Misura B – € 350,00.

Gli aiuti sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili con:

  • altri aiuti in regime de minimis nel limite del 100% delle spese sostenute;
  • aiuti in esenzione nel rispetto dei massimali previsti dal regolamento di esenzione applicabile;
  • aiuti senza costi ammissibili.

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 15:00 del 11/11/2019 e fino al 30/11/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Ottobre 7, 2019
cciaa-romagna-bando-sicurezza-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA della Romagna, Forlì, Cesena e Rimini sostiene le imprese del proprio territorio nel prevenire e fronteggiare i fenomeni di microcriminalità, attraverso la concessione di contributi finalizzati all’installazione di sistemi di sicurezza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, appartenenti a tutti i settori economici, eccetto quelli della produzione primaria dei prodotti agricoli e il settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, con i seguenti requisiti:

  • sede legale e/o unità locale operativa nella circoscrizione territoriale della CCIAA della Romagna;
  • iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA della Romagna;
  • in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • hanno assolto gli obblighi contributivi previdenziali, assistenziali e assicurativi;
  • non hanno in essere alcun rapporto di fornitura con la CCIAA della Romagna.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza ed avere un valore pari o superiore ad € 1.000,00.

E’ ammessa una sola domanda di contributo per ciascun beneficiario.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese devono essere state realizzate dallo 01/10/2019 al 15/02/2020.

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • sistemi di video allarme antirapina in grado di interagire con gli apparati in essere presso le sale e le centrali operative della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza;
  • sistemi di video allarme antirapina a circuito chiuso, sistemi biometrici per l’accesso a locali protetti, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni.

Sono ammissibili l’acquisto e relativa installazione di impianti o sistemi di nuova fabbricazione, esclusi gli ampliamenti e gli adeguamenti di impianti preesistenti.

Gli interventi di edilizia rientrano tra le spese ammissibili solo se collegati all’installazione dei dispositivi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la forma di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 2.500,00 ad impresa.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 16/12/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici un’email.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Settembre 23, 2019
padova-sistemi-di-sicurezza-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Nel quadro delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Padova ha previsto la concessione di voucher alle imprese della provincia per l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza al fine di prevenire e contrastare l’illegalità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, loro Cooperative e Consorzi, aventi sede legale e/o unità locali in provincia di Padova.

I beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere attivi e in regola con le iscrizioni al Registro delle Imprese e/o REA e agli Albi, Ruoli e Registri camerali;
  • aver assolto gli obblighi contributivi;
  • essere in regola con la normativa in materia di antiriciclaggio per l’identificazione del beneficiario;
  • essere in regola con il pagamento annuale del diritto camerale;
  • non avere in essere alcun rapporto di fornitura con la CCIAA di Padova, anche a titolo gratuito.

Non potranno partecipare al Bando le imprese beneficiarie del contributo per il progetto “Negozi sicuri” 2018.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili consistono nell’acquisto ed installazione di sistemi di sicurezza.

Gli interventi oggetto del contributo devono essere realizzati nell’anno 2019.

Ciascuna impresa può inviare una sola richiesta.

SPESE AMMISSIBILI

A seguire, sono elencate a titolo di esempio, le spese ammissibili:

  • collegamenti telefonici, telematici ed informatici finalizzati al collegamento degli impianti di sicurezza con centrali di vigilanza pubblica o privata;
  • sistemi di videosorveglianza o videoprotezione privati;
  • sistemi telematici antirapina integrati;
  • sistemi antifurto, antirapina o antintrusione;
  • sistemi di allarme con individuazione satellitare collegati con le centrali di vigilanza pubblica o privata;
  • sistemi passivi quali casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate e vetri antisfondamento.

Tali spese non devono essere riconducibili alle normali spese di funzionamento dell’impresa ed essere sostenute dallo 01/01/2019 fino alla presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la forma di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili. Il contributo minimo è di € 500,00, mentre quello massimo è di € 2.500,00.

Qualora l’impresa risulti iscritta nell’elenco del “Rating di Legalità” le verrà riconosciuta una premialità pari ad € 50,00.

L’agevolazione potrà essere cumulata, per gli stessi costi ammissibili, con altri contributi «de minimis», a condizione che non si superi il massimale previsto dai Regolamenti UE.

Gli aiuti sono cumulabili inoltre, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti di Stato.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 19:00 del 15/11/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle stesse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Luglio 18, 2019
bologna-sistemi-di-sicurezza-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Bologna sostiene i costi per l’acquisizione e l’installazione di sistemi e servizi di sicurezza per le imprese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • Micro e Piccole Imprese, tali da due anni consecutivi;
  • Consorzi d’imprese, Reti d’impresa e ATI, partecipati da Micro e Piccole Imprese.

Tutti i beneficiari devono essere attivi, iscritti alla CCIAA di Bologna ed avere sede legale e/o unità operativa nel territorio della predetta Camera di Commercio.

INTERVENTI

L’intervento ammissibile consiste nell’acquisto e posa in opera di sistemi di sicurezza e dispositivi di pagamento, installati presso la sede e/o l’unità operativa del beneficiario.

Nel caso in cui la sede/unità locale coincida con la residenza del titolare/legale rappresentante dell’impresa, dovrà essere rilasciata specifica dichiarazione che la superficie dedicata all’attività dell’impresa sia almeno il 50% della superficie totale.

Non è oggetto di contributo l’ampliamento di un sistema di sicurezza già esistente.

I sistemi di sicurezza e dispositivi di pagamento dovranno risultare installati entro il 30 giugno 2019.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. sistemi di videoallarme antirapina in grado di interagire con le centrali operative della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza;
  2. sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi biometrici per l’accesso a locali protetti, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
  3. casseforti, blindature, sistemi antitaccheggio, inferriate, porte di sicurezza, serrande e vetri antisfondamento;
  4. sistemi di pagamento elettronici quali POS e carte di credito, contactless e phone payment;
  5. dispositivi di illuminazione notturna, interni ed esterni ai locali aziendali;
  6. sistemi di rilevazione delle banconote false;
  7. sistemi di allarme e videosorveglianza acquisiti con contratto d’uso che prevedano una connessione da remoto/app;
  8. contratti stipulati con istituti di vigilanza per la sorveglianza dei locali aziendali.

Le fatture relative alle spese per cui si chiede il contributo dovranno essere emesse ed integralmente pagate tra il 1° gennaio 20 19 ed il giorno di invio della domanda.

Non saranno prese in considerazione domande di contributo relative a costi complessivi ammissibili di importo inferiore ad € 1.000,00.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo in conto capitale, in regime “de minimis”, nella misura del 50% delle spese ammissibili sostenute.

Ogni impresa può ottenere un solo contributo nel limite massimo di € 3.000,00.

Ciascuna impresa può, comunque, presentare una domanda che comprende gli interventi su più unità locali ubicate nell’area metropolitana (ex provincia) di Bologna.

In caso di presentazione della richiesta di contributo da parte di consorzi, reti d’impresa, RTI e ATI il contributo massimo assegnabile è elevato in misura pari alla moltiplicazione tra il contributo massimo per un’impresa singola, € 3.000,00, ed il numero di imprese partecipanti all’aggregazione, non oltre l’importo complessivo di € 25.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere inviata dalle ore 09:00 del 16/09 alle ore 13:00 del 11/10/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification