Notizie e Bandi

Marzo 30, 2020
ue-tecnologie-spaziali-coronavirus-valore-consulting.jpeg

FINALITÀ

L’Agenzia Spaziale Europea con il presente Annuncio di opportunità invita le aziende italiane a proporre progetti dimostrativi dedicati alla realizzazione di servizi pre-operativi, affrontando i temi della sanità o dell’istruzione.

Gli obiettivi principali sono:

  • aiutare i cittadini e i professionisti italiani del settore sanitario ed educativo ad affrontare le sfide dell’epidemia di coronavirus;
  • supportare lo sviluppo e l’adozione di servizi nel campo della salute e dell’educazione per sostenere la comunità italiana nella reazione allo scoppio del coronavirus;
  • dimostrare il vantaggio offerto dall’utilizzo di risorse spaziali integrate con altre nuove tecnologie in queste circostanze straordinarie;
  • offrire agli operatori economici l’opportunità di distribuire e dimostrare soluzioni applicative basate sullo spazio a vantaggio di cittadini, autorità locali e imprese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, di qualsiasi dimensione ed in qualunque modo costituite, che abbiano sede legale in uno dei Paesi membri dell’Unione europea, ovvero: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

I beneficiari devono dare vita ad un’aggregazione di imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti dimostrativi che affrontino i temi della sanità o dell’istruzione.

A titolo esemplificativo, per la sanità, le aree di applicazione dei progetti possono essere:

  • diagnosi remota;
  • monitoraggio digitale remoto;
  • diagnostica, trattamento iniziale e follow-up attraverso la condivisione di file di dati di grandi dimensioni contenenti informazioni sui pazienti tra medici ed ospedali;
  • supporto (in tempo reale) o formazione al personale medico che utilizza sistemi di videoconferenza o di telepresenza;
  • pianificazione delle risorse mediche;
  • follow-up dei pazienti affetti da altre malattie;
  • risanamento di aree infette.

A titolo esemplificativo per l’istruzione, le aree di applicazione dei progetti possono essere:

  • e-learning;
  • fornitura a distanza di formazione e istruzione per insegnanti e discenti;
  • interazione sociale “virtuale” per coinvolgere gli alunni;
  • formazione elettronica e conferenza elettronica per imprenditori;

È obbligatorio sviluppare soluzioni basate su almeno una risorsa spaziale, ovvero:

1. la navigazione satellitare (SatNav), che può:

  • monitorare i movimenti dei pazienti che non sono ricoverati in ospedale;
  • dati di georeferenziazione dei pazienti da condividere tra medici e ospedali;
  • tracciare e “guidare” veicoli di emergenza/ambulanze;
  • consentire il posizionamento e la guida precisi dell’utente e di qualsiasi tipo di oggetto nell’ambiente VR / AR;
  • convalidare l’accesso ai contenuti di formazione/apprendimento in base alla posizione degli alunni e al momento in cui l’accesso viene effettuato;

2. le comunicazioni via satellite (SatCom), che possono:

  • fornire connettività laddove le comunicazioni terrestri sono insufficienti;
  • abilitare il monitoraggio remoto attraverso la trasmissione dei dati del sensore;
  • assumere la veste di un backup per i sistemi terrestri;

3. satellite earth observation (SatEO), che può:

  • fornire dati contestuali sulla consapevolezza situazionale per la mappatura epidemiologica,
  • fornire la raccolta di dati per la produzione di immagini e mappe, ad es. per fornire parametri rilevanti nell’ambiente VR / AR utilizzato percorsi specifici (ad es. mappe geografiche, siti storici)

Se pertinenti, i progetti possono integrare nella soluzione end-toend altre tecnologie come la realtà aumentata/ virtuale, l’intelligenza artificiale/l’apprendimento automatico.

I servizi proposti saranno distribuiti in Italia e potranno, inoltre, essere dimostrati in altre aree geografiche e Paesi, a beneficio delle comunità di utenti che si trovano ad affrontare sfide eccezionali simili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo fino al 50% delle spese ammissibili, fino ad un ammontare massimo di € 1.000.000,00.

Nella misura in cui gli interventi ammissibili sono realizzati da micro, piccole e medie imprese, tali attività potranno ricevere un contributo fino all’80% delle spese ammissibili.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 13:00 del 20/04/2020.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification