Notizie e Bandi

Maggio 30, 2019
conai-contributo-imballaggi-valore-consulting-1280x609.jpg

FINALITÀ

Il Bando CONAI valorizza le soluzioni di imballaggi a ridotto impatto ambientale immesse sul mercato, facendone emergere il contenuto di innovazione rivolta all’ambiente.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, in qualsiasi forma costituite, produttrici o utilizzatrici di imballaggi, consorziate a CONAI e in regola con la dichiarazione e il versamento del Contributo Ambientale CONAI.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • sostituzione dell’imballaggio: deve pertanto esistere una versione dell’imballaggio “precedente” non più in produzione (per i produttori) o non più utilizzata (per gli utilizzatori) perché sostituita da una versione “successiva”;
  • imballaggio nuovo per l’azienda (che non abbia una versione “precedente”) che risulti avere un minore impatto ambientale rispetto agli imballaggi più frequentemente utilizzati per la medesima applicazione sul mercato italiano.

Inoltre, i casi presentati dovranno rispettare i seguenti requisiti:

  • il passaggio dalla versione “precedente” alla versione “successiva” o l’immissione al consumo in caso di imballaggio nuovo dovrà essere avvenuto nel biennio 2017/2018;
  • riguardare un formato diverso, nel caso in cui lo stesso intervento abbia coinvolto più prodotti o referenze aventi lo stesso imballaggio;
  • riguardare almeno uno dei seguenti criteri di prevenzione raccomandati e promossi da CONAI:
  1. Riutilizzo – Progettazione dell’imballaggio per poter compiere, durante il suo ciclo di vita, un numero minimo di spostamenti e per un uso identico a quello per il quale è stato concepito;
  2. Facilitazione delle attività di riciclo – Semplificazione delle fasi di recupero e riciclo del packaging, come la separabilità dei componenti (es. etichette, chiusure, erogatori).
  3. Utilizzo di materiale riciclato/recuperato – Sostituzione di una quota o della totalità di materia prima vergine con materia riciclata/recuperata;
  4. Risparmio di materia prima – Contenimento del consumo di materie prime nella realizzazione dell’imballaggio e conseguente riduzione del peso;
  5. Ottimizzazione dei processi produttivi – Implementazione di processi di produzione innovativi in grado di ridurre i consumi energetici e gli scarti di produzione;
  6. Ottimizzazione della logistica – Miglioramento delle operazioni di immagazzinamento ed esposizione, ottimizzazione dei carichi sui pallet e sui mezzi di trasporto;
  7. Semplificazione del sistema imballo – Integrazione di più funzioni in una sola componente dell’imballo, eliminando un elemento e semplificando il sistema.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni assumeranno le seguenti vesti:

  • 410.000,00 € – Premio A, da suddividersi proporzionalmente al punteggio ottenuto tra tutti i casi ammessi. Ciascun Consorziato potrà ricevere un incentivo massimo pari al 5% del Premio A.
  • € 60.000,00 – Super Premi per materiale, da suddividersi in 6 premi da € 10.000,00 destinati al miglior caso, relativamente al materiale di prevalenza (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro);
  • € 30.000,00 – Super Premi per innovazione circolare, da suddividersi in 3 premi da € 10.000,00, eventualmente assegnati ai casi distintisi per la spinta innovativa e progettuale nell’ambito dell’attivazione delle seguenti leve di prevenzione: riutilizzo, facilitazione attività di riciclo, utilizzo di materia prima seconda.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro il 30/06/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 3, 2019
piemonte-diagnosi-energetica-sistemi-di-gestione.jpg

FINALITÀ

La Regione Piemonte propone degli incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive, compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza.

Vengono concesse sovvenzioni per la realizzazione di diagnosi energetiche finalizzate alla valutazione del consumo di energia e al risparmio energetico conseguibile in una o più sedi operative o l’ottenimento di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite da almeno due anni sotto forma di società;
  • iscritte nel Registro delle imprese;
  • in regime di contabilità ordinaria;
  • aventi unità locali attive dall’1 gennaio 2015 e site in Piemonte.

INTERVENTI

Sono ammissibili le seguenti tipologie di interventi:

  • Linea 1 – esecuzione di diagnosi energetiche finalizzate alla valutazione del consumo di energia e al risparmio energetico conseguibile;
  • Linea 2 – attuazione del sistema di gestione dell’energia (SGE) e rilascio della certificazione di conformità alla norma ISO 50001 (corredata di diagnosi energetica). La certificazione dovrà essere rilasciata da organismi terzi, indipendenti e accreditati.

Si precisa inoltre che:

  1. Ciascuna sede interessata potrà beneficiare del contributo o per l’esecuzione della diagnosi energetica (Linea 1) o per l’attuazione del sistema di gestione (SGE) e rilascio della certificazione di conformità alla norma ISO 50001 (Linea 2);
  2. Le PMI dovranno realizzare entro 24 mesi dalla data di concessione almeno uno degli interventi previsti da ciascuna diagnosi con tempo di ritorno economico inferiore o uguale a quattro anni, riconducibili alle tipologie di intervento di seguito riportate:
  • installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento;
  • interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi;
  • interventi diretti a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria;
  • interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale;
  • sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;
  • installazione di impianti a fonti rinnovabili a condizione che l’energia prodotta sia destinata al soddisfacimento del fabbisogno di energia dell’unità locale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa a far data dal 29 dicembre 2015:

  1. servizi per la redazione delle diagnosi energetiche finalizzate alla valutazione del consumo di energia ed al risparmio energetico conseguibile. Dal 19/07/2016 la prestazione deve essere eseguita da uno di questi soggetti: Società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici, certificati da organismi accreditati;
  2. servizi finalizzati all’attuazione del sistema di gestione e il rilascio della certificazione di conformità alla norma ISO 50001. Gli interventi di efficientamento energetico proposti potranno essere oggetto di sovvenzione/agevolazione ai sensi di altre misure di incentivazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà le vesti di:

  • Linea 1: contributo in conto capitale per ciascuna diagnosi pari al 50% delle spese complessive ammissibili e per un investimento massimo di € 10.000,00.
  • Linea 2: contributo in conto capitale per ciascun SGE e certificazione pari al 50% delle spese complessive ammissibili per un investimento massimo di € 20.000,00 per ogni adozione di un sistema di gestione.

Il presente contributo è cumulabile con altre agevolazioni pubbliche.

TERMINE

La misura è sempre attiva.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 13, 2019
auto-elettriche-batterie.jpg

FINALITÀ

L’Unione Europea, in linea con le convenzioni sui cambiamenti climatici per cui è necessario ridurre le emissioni di CO2 e di gas serra, incentiva la progettazione di nuove tipologie di batterie elettriche.

Queste ultime sono considerate importanti stimoli tecnologici per guidare la transizione verso una società decarbonizzata, mediante l’integrazione di fonti energetiche rinnovabili e pulite.

BENEFICIARI

I beneficiari sono tutte le persone, sia fisiche che giuridiche, pubbliche o private, in qualsiasi forma costituite, residenti e/o aventi sede legale in uno degli Stati dell’UE, nonchè in uno degli Stati associati al progetto Horizon 2020.

INTERVENTI

La presente Call contiene sei distinte tipologie di interventi per il 2019, tutte focalizzate sulla ricerca e sviluppo di nuove tecnologie per le batterie elettriche:

  • LC-BAT-1-2019: Batterie a stato solido fortemente migliorate, altamente performanti e sicure per veicoli elettrici (RIA)
  • LC-BAT-2-2019: Rafforzare le tecnologie dei materiali dell’UE per lo stoccaggio di batterie non automobilistiche (RIA)
  • LC-BAT-3-2019: Modellazione e simulazione per lo sviluppo della batteria Redox Flow (RIA)
  • LC-BAT-4-2019: Batterie Advanced Redox Flow per la conservazione dell’energia stazionaria (RIA)
  • LC-BAT-5-2019: Ricerca e innovazione per le cellule avanzate agli ioni di litio (generazione 3b) (RIA)
  • LC-BAT-6-2019: Materiali cellulari a ioni di litio e modellazione di trasporto (RIA)
  • LC-BAT-7-2019: Rete di linee pilota di celle agli ioni di litio (CSA)

I primi 6 interventi sono focalizzati sulla ricerca e sviluppo, mentre l’ultimo si incentra sulla messa in rete di progetti, programmi e politiche di ricerca ed innovazione (CSA), sempre inerenti queste nuove forme di energia.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il finanziamento complessivo previsto ammonta ad € 114.000.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro le ore 17:00 del 25/04/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

Vieni a trovarci a MECSPE, Sabato 30 Marzo, Ore 10.00!


Febbraio 14, 2019
710310green-economy.jpg

FINALITÀ

La Regione Liguria sostiene le Micro, Piccole e Medie Imprese che realizzano interventi di efficientamento energetico sugli impianti e sulle strutture produttive, ed impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l’autoconsumo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono costituiti dalle MPMI del settore privato aventi sede e/o unità operativa nel territorio della Regione ed in regola con la normativa vigente.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili, ancora da avviare o già avviati a dal 19/07/2018 e non conclusi, sono i seguenti:

  • interventi di efficienza energetica:
    1. installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza;
    2. sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;
    3. interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, diretta a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia utile espressa in Kw/h;
    4. interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici dell’unità operativa;
    5. installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento;
  • interventi di installazione di impianti a fonte rinnovabile la cui energia sia destinata all’autoconsumo nell’unità operativa.

I progetti non devono prevedere interventi obbligatori (prescrizioni derivanti da leggi in materia ambientale, da provvedimenti di autorizzazione etc.) e necessari a conformarsi a norme dell’Unione già in vigore.

Gli interventi devono concludersi entro 12 mesi dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione.

Nella domanda possono essere contemplati uno o più interventi, per un investimento complessivo ammissibile non inferiore ad € 25.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • acquisto di attrezzature, impianti e macchinari e relativa messa in opera;
  • acquisto di software dedicato alla gestione, controllo e programmazione del processo produttivo;
  • spese edili strettamente necessarie alla realizzazione degli interventi;
  • spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo, sicurezza cantieri, attestato di prestazione energetica (intesi come costi delle prestazioni professionali) in misura non superiore al 10% delle spese ammissibili di cui alle voci precedenti.

Rientrano tra le spese ammissibili quelle sostenute dal 19 luglio 2018 ad eccezione delle spese per la diagnosi energetica, che possono essere state sostenute anche in data precedente, purché successiva al 1° gennaio 2018.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il Bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari ad € 8.000.000,00 così suddivisa:

  • 4.000.000,00 € per i contributi a fondo perduto;
  • 4.000.000,00 € per lo strumento finanziario (prestito rimborsabile e abbattimento costo garanzia).

Sulla dotazione complessiva viene riconosciuta una riserva del 40% a favore delle Micro Imprese.

L’agevolazione concedibile tra prestito e contributo a fondo perduto non può superare l’importo di € 400.000,00.

L’incentivazione può coprire fino all’80% delle spese ammissibili e risulta secondo la tabella sotto riportata.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo.

Dimensione Impresa Finanziamento a tasso agevolato rispetto alle spese ammissibili Contributo a fondo perduto rispetto alle spese ammissibili
Micro – Piccola – Media 40% con un massimale fino a 200.000 € Fino al 40%

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 08:30 dello 01/03 alle ore 17:30 dell’11/03/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Gennaio 23, 2019
incentivi-impianti-gpl-metano-quanto-spetta-requisiti.jpg

FINALITÀ

Il Consiglio Comunale di Milano ha individuato una serie di azioni volte a ridurre l’inquinamento atmosferico, a contenere le emissioni dei veicoli e/o a sostituire i veicoli maggiormente inquinanti con veicoli a minore impatto ambientale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le MPMI, aventi sede legale/unità locale a Milano e/o licenza per l’esercizio dell’attività di vendita su aree pubbliche rilasciata dal Comune di Milano, in regola con tutti gli obblighi previsti dalla normativa vigente e proprietarie di un autoveicolo di categoria N1 o N2 (di massa <= A 7,5 t.), registrato ad uso proprio, da destinare alla rottamazione, appartenente ad una delle seguenti categorie ambientali:

  • autoveicolo di classe pre-euro ed Euro 0 – diesel;
  • autoveicolo di classe Euro 1 – diesel;
  • autoveicolo di classe Euro 2 – diesel;
  • autoveicolo di classe Euro 3 – diesel;
  • autoveicolo di classe Euro 4 – diesel.

Sono esclusi:

  • enti e istituzioni senza fini di lucro;
  • amministrazioni pubbliche;
  • imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura e nella produzione primaria dei prodotti agricoli facenti parte della sezione A, classificazione ATECO 2007.
  • trasportatori conto terzi, iscritti al relativo albo.

INTERVENTI

Gli investimenti ammissibili riguardano la sostituzione di massimo due veicoli, con un autoveicolo di nuova immatricolazione o km 0 usato di categoria N1 o N2 (di massa <= A 7,5 t.) ad alimentazione:

  • Elettrica;
  • Ibrida (Benzina/Elettrica);
  • Metano;
  • Benzina/Metano;
  • GPL;
  • Benzina/GPL;
  • Benzina Euro 6.

Oppure con un autoveicolo usato di categoria N1 o N2 (di massa <= A 7,5 t.) ad alimentazione:

  • Elettrica;
  • Ibrida (Benzina/Elettrica);
  • Metano;
  • Benzina/Metano;
  • GPL;
  • Benzina/GPL;
  • Benzina Euro 5 o 6.

La vettura può essere acquistata anche nella forma del leasing finanziario. Non è ammissibile l’acquisto tramite noleggio.

L’autoveicolo acquistato deve essere intestato all’impresa richiedente il contributo e la proprietà dovrà essere mantenuta almeno per 5 anni dall’acquisto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il contributo è concesso in conto capitale e varia in base al peso e alla massa del veicolo acquistato, come indicato nella tabella sottostante.

L’importo degli aiuti concessi ai sensi del regime “de minimis” a ciascuna impresa non può superare l’importo massimo di € 200.000,00 nell’arco di tempo di tre esercizi finanziari.

ACQUISTO VEICOLO NUOVO N1 N2
1-     1,49 t

 

1,5 – 2,49 t 2,50 – 3,49 t 3,5 – 7.5 t
Elettrico 6.000,00 € 7.000,00 € 8.000,00 € 9.000,00 €
Ibrido (elettrico/benzina) 4.500,00 € 5.500,00 € 6.500,00 € 7.500,00 €
Metano, benzina/metano 4.000,00 € 5.000,00 € 6.000,00 € 7.000,00 €
GPL, benzina/GPL 3.000,00 € 4.000,00 € 5.000,00 € 6.000,00 €
Benzina euro 6 2.000,00 € 3.000,00 € 4.000,00 € 5.000,00 €
ACQUISTO VEICOLO KM 0
Elettrico 4.800,00 € 5.600,00 € 6.400,00 € 7.200,00 €
Ibrido (elettrico/benzina) 3.600,00 € 4.400,00 € 5.200,00 € 6.000,00 €
Metano, benzina/metano 3.200,00 € 4.000,00 € 4.800,00 € 5.600,00 €
GPL, benzina/GPL 2.400,00 € 3.200,00 € 4.000,00 € 4.800,00 €
Benzina euro 6 1.600,00 € 2.400,00 € 3.200,00 € 4.000,00 €
ACQUISTO VEICOLO USATO
Elettrico 3.000,00 € 3.500,00 € 4.000,00 € 4.500,00 €
Ibrido (elettrico/benzina) 2.250,00 € 2.750,00 € 3.250,00 € 3.750,00 €
Metano, benzina/metano 2.000,00 € 2.500,00 € 3.000,00 € 3.500,00 €
GPL, benzina/GPL 1.500,00 € 2.000,00 € 2.500,00 € 3.000,00 €
Benzina euro 6 1.000,00 € 1.500,00 € 2.000,00 € 2.500,00 €

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2019, fino ad esaurimento fondi.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Gennaio 22, 2019
mobilita-elettrica-sardegna.jpg

FINALITÀ

Il Bando supporta l’acquisto di veicoli elettrici da parte delle piccole e medie imprese della Sardegna, promuovendo nel settore trasporti lo sviluppo della mobilità elettrica.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le PMI aventi sede operativa nella Regione Sardegna, operative da almeno 5 anni nei settori: “trasporto dell’ultimo miglio”, servizio taxi, car sharing, trasporto collettivo di persone e trasporto per finalità turistiche.

INTERVENTI

L’intervento consiste nella sostituzione di un veicolo a motore di proprietà dell’impresa richiedente (da almeno 12 mesi prima del 03/01/2019) con un veicolo elettrico (full electric), nuovo di fabbrica, della stessa tipologia di quello dismesso e giustificato dalla specifica attività svolta.

La sostituzione deve avvenire successivamente alla presentazione della domanda e il veicolo elettrico deve essere utilizzato al servizio di una sede operativa ubicata nel territorio della Sardegna.

Il valore della proposta deve comportare una spesa minima pari a € 15.000, iva esclusa.

SPESE AMMISSIBILI

L’ammissibilità della spesa dell’acquisto del veicolo elettrico è subordinata alla dismissione di veicoli a motore della stessa tipologia (autovettura, furgone, pulmino), in possesso dell’impresa proponente da almeno 12 mesi prima del 03/01/2019.

Sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto del veicolo totalmente elettrico e le spese per la messa su strada.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’importo complessivo degli aiuti concessi ad un’impresa non può superare 200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

L’intensità massima dell’aiuto è pari al 75% del costo sostenuto per l’acquisto del veicolo, al netto dell’IVA. L’aiuto è erogato nella forma di sovvenzione fino all’intensità massima prevista per ciascuna tipologia di veicolo elettrico.

Nel caso l’impresa abbia ricevuto altri incentivi per l’acquisto del veicolo elettrico, la somma degli stessi con il contributo del Bando non potrà superare il 100% del valore dell’imponibile del bene acquistato.

TIPOLOGIA VEICOLO ELETTRICO INTENSITA’ MASSIMA AIUTO SPESA MASSIMA AMMISSIBILE IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE
autovettura 20.000,00 € Fino a 15.000,00 €
furgone 75% del costo sostenuto per l’acquisto del veicolo elettrico (iva esclusa) 26.666,67 € Fino a 20.000,00 €
pulmino 33.333,34 € Fino a 25.000,00 €

 

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 9:00 del 26/02 alle ore 14:00 del 25/10/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

Pending Certification