Notizie e Bandi

Giugno 30, 2020
abruzzo-lazio-marche-umbria-sicurezza-immobili-imprese-sisma-valore-consulting.png

FINALITÀ

Invitalia favorisce la ripresa e lo sviluppo delle attività produttive in condizioni di sicurezza nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 24/08/2016.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese con sede legale o unità produttiva o comunque esercitanti la propria attività economica nei territori dei Comuni dell’area del cratere sismico del Centro Italia sottoelencati:

  • Abruzzo: Barete (Aq); Cagnano Amiterno (Aq); Campli (TE) Campotosto (AQ); Capitignano (AQ); Castelcastagna (Te); Castelli (TE); Civitella del Tronto (TE); Colledara (Te); Cortino (TE); Crognaleto (TE); Fano Adriano (Te); Farindola (Pe); Isola del Gran Sasso (Te); Montereale (AQ); Montorio al Vomano (TE); Pietracamela (Te) Pizzoli (Aq); Rocca Santa Maria (TE); Teramo; Torricella Sicura (TE); Tossicia (TE); Valle Castellana (TE).
  • Lazio: Accumoli (RI); Amatrice (RI); Antrodoco (RI); Borbona (RI); Borgo Velino (RI); Cantalice (RI); Castel Sant’Angelo (RI); Cittaducale (RI); Cittareale (RI); Leonessa (RI); Micigliano (RI); Poggio Bustone (RI) Posta (RI); Rieti; Rivodutri (RI);
  • Marche: Acquacanina (MC); Acquasanta Terme (AP); Amandola (FM); Apiro (MC); Appignano del Tronto (AP); Arquata del Tronto (AP); Ascoli Piceno; Belforte del Chienti (MC); Belmonte Piceno (FM); Bolognola (MC); Caldarola (MC); Camerino (MC); Camporotondo di Fiastrone (MC); Castel di Lama (AP); Castelraimondo (MC); Castelsantangelo sul Nera (MC); Castignano (AP); Castorano (AP); Cerreto D’esi (AN); Cessapalombo (MC); Cingoli (MC); Colli del Tronto (AP); Colmurano (MC); Comunanza (AP); Corridonia (MC); Cossignano (AP); Esanatoglia (MC); Fabriano (AN); Falerone (FM); Fiastra (MC); Fiordimonte (MC); Fiuminata (MC); Folignano (AP); Force (AP); Gagliole (MC); Gualdo (MC); Loro Piceno (MC); Macerata; Maltignano (AP); Massa Fermana (FM); Matelica (MC); Mogliano (MC); Monsapietro Morico (FM); Montalto delle Marche (AP); Montappone (FM); Monte Rinaldo (FM); Monte San Martino (MC); Monte Vidon Corrado (FM); Montecavallo (MC); Montedinove (AP); Montefalcone Appennino (FM); Montefortino (FM); Montegallo (AP); Montegiorgio (FM); Monteleone (FM); Montelparo (FM); Montemonaco (AP); Muccia (MC); Offida (AP); Ortezzano (FM); Palmiano (AP); Penna San Giovanni (MC); Petriolo (MC); Pieve Torina (MC); Pievebovigliana (MC); Pioraco (MC); Poggio San Vicino (MC); Pollenza (MC); Ripe San Ginesio (MC); Roccafluvione (AP); Rotella (AP); San Ginesio (MC); San Severino Marche (MC); Santa Vittoria in Matenano (FM); Sant’Angelo in Pontano (MC); Sarnano (MC); Sefro (MC); Serrapetrona (MC); Serravalle del Chienti (MC); Servigliano (FM); Smerillo (FM); Tolentino (MC); Treia (MC); Urbisaglia (MC); Ussita (MC); Venarotta(AP); Visso (MC);
  • Umbria: Arrone (TR); Cascia (PG); Cerreto di Spoleto (PG); Ferentillo (TR); Montefranco (TR); Monteleone di Spoleto (PG); Norcia (PG); Poggiodomo (PG); Polino (TR); Preci (PG); Sant’Anatolia di Narco (PG); Scheggino (PG); Sellano (PG); Spoleto (PG); Vallo di Nera (PG).

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono:

  • MISURA 1: garantire la sicurezza dei lavoratori nelle aziende che operano nei territori interessati dal sisma;
  • MISURA 2: contenere il contagio da COVID-19, nei cantieri ubicati all’interno delle aree interessate dal sisma.

Gli interventi ammissibili devono essere sostenuti tra il 24/08/2016 e il 30/06/2021.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese tecniche per la progettazione, la direzione lavori, le indagini e, ove previsto, di collaudo e ogni altra attività tecnica necessaria per la realizzazione dell’intervento nonché le spese di gestione della domanda di contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo con le seguenti percentuali:

  • MISURA 1: contributo pari all’80% della spesa ammissibile fino ad un massimo di € 100.000,00;
  • MISURA 2: contributo pari al 100% della spesa ammissibile fino ad un massimo di € 10.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 17:00 dello 01/02/2021.


Aprile 15, 2019
friuli-venezia-giulia-finanziamenti-agevolati-1280x853.jpg

FINALITÀ

La Regione Friuli Venezia Giulia ha creato due fondi, di cui uno per gli interventi anticrisi a favore delle imprese artigiane e delle attività produttive, l’altro per gli interventi anticrisi a favore delle imprese commerciali, turistiche e di servizi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese artigiane, operanti nei seguenti settori economici:

  • turismo;
  • commercio;
  • servizi;
  • edile;
  • manifatturiero.

INTERVENTI

Gli interventi sono costituiti dalla richiesta di finanziamenti a breve, medio e lungo termine, ovvero:

  1. finanziamenti agevolati per la realizzazione di iniziative d’investimento aziendale;
  2. finanziamenti agevolati per il consolidamento di debiti a breve in debiti a medio e lungo termine;
  3. esigenze di credito a breve termine.

Nello specifico, quanto al punto 1., gli interventi ammissibili dovranno servire per realizzare:

  • creazione di un nuovo stabilimento, estensione di uno stabilimento esistente, diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione del processo produttivo di uno stabilimento esistente;
  • acquisto degli attivi direttamente connessi ad uno stabilimento, nel caso in cui lo stabilimento sia stato chiuso o sarebbe stato chiuso qualora non fosse stato acquisito e gli attivi vengano acquistati da un investitore indipendente;
  • tipologie di iniziative d’investimento diverse da quelle elencate nei punti precedenti, dirette allo sviluppo e al rafforzamento aziendale.

Quanto ai punti 2. e 3., le tipologie di finanziamenti agevolati ivi previsti, sono finalizzati al sostegno, sviluppo o consolidamento dell’attività economica svolta dall’impresa beneficiaria presso unità operative situate sul territorio regionale.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili per i finanziamenti agevolati per la realizzazione di iniziative d’investimento aziendale sono:

  • acquisto della proprietà o di diritti reali di godimento di terreni;
  • acquisto della proprietà o di diritti reali di godimento, costruzione, ampliamento, ammodernamento, ristrutturazione di immobili, costi per la progettazione e la direzione dei lavori entro il limite del 10% del totale della spesa ammissibile, sistemazioni ed opere esterne, compresi i piazzali per carico e scarico merci, i parcheggi e le strutture per la nautica da diporto;
  • costi relativi a piani di caratterizzazione, alla caratterizzazione ed alla effettuazione di bonifiche ambientali;
  • acquisto di impianti e macchinari, attrezzature, stampi, arredi, dotazioni d’ufficio ed automezzi, nuovi di fabbrica;
  • acquisto di diritti di brevetto, licenze, know-how, di conoscenze tecniche non brevettate, di diritti di utilizzazione di nuove tecnologie produttive e programmi informatici;
  • realizzazione, acquisizione, ampliamento e ristrutturazione di laboratori di ricerca.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni relative ai finanziamenti sono concesse in applicazione del regolamento “de minimis”. I finanziamenti agevolati sono concessi al tasso fisso dell’1%, come di seguito:

1. Quanto ai finanziamenti agevolati per la realizzazione di iniziative d’investimento aziendale, questi devono essere compresi tra i 5 ed i 10 anni. La durata massima è stabilita in 15 anni. La copertura offerta dal presente finanziamento è pari all’80% del valore dell’intervento.

L’importo minimo del finanziamento è di € 10.000,00; l’importo massimo del finanziamento è pari ad € 1.500.000,00, per tutti i settori economici per cui sono previsti gli interventi.

2. Quanto ai finanziamenti agevolati per il consolidamento di debiti a breve in debiti a medio e lungo termine e quelli volti a sostenere le esigenze di credito a breve termine, devono essere ricompresi tra i 60 mesi ed i 10 anni. La copertura offerta dal presente finanziamento è pari al 100% del valore dell’intervento.

L’importo minimo del finanziamento è € 10.000,00; l’importo massimo del finanziamento è pari ad € 300.000,00, per tutti i settori economici per cui sono previsti gli interventi.

TERMINE

La domanda può essere proposta in qualsiasi momento, poiché il finanziamento è sempre attivo.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 11, 2019
reti-teleriscaldamento.jpg

FINALITÀ

La Provincia Autonoma di Bolzano incentiva gli investimenti in sistemi di teleriscaldamento efficienti sotto il profilo energetico.

BENEFICIARI

I beneficiari sono tutte le Piccole e Medie Imprese con sede legale e/o unità produttiva nel territorio della Provincia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • la nuova costruzione o l’ampliamento dell’impianto di produzione;
  • la nuova costruzione o l’ampliamento dell’infrastruttura di distribuzione;
  • l’ottimizzazione dell’efficienza energetica dell’impianto di teleriscaldamento.

SPESE AMMISSIBILI

Per la nuova costruzione o l’ampliamento dell’impianto di produzione sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • generatori di calore alimentati con fonti di energia rinnovabili e sostenibili;
  • impianti per l’utilizzo di calore residuo o cogenerato;
  • generatori di calore per la copertura dei picchi di consumo e di emergenza;
  • sistemi di caricamento del combustibile;
  • linea di evacuazione e depurazione dei prodotti della combustione;
  • impianto termoidraulico, inclusi accumulo termico, apparecchiature di sicurezza ed antincendio;
  • impianto elettrico, inclusa l’alimentazione di emergenza;
  • impianto di regolazione;
  • opere architettoniche relative a centrale termica e stoccaggio del combustibile;
  • spese tecniche per progettazione, direzione lavori, perizie tecniche;
  • studi di fattibilità tecnico-economica, coordinamento della sicurezza;
  • progetto antincendio e collaudo;
  • nel caso di sostituzione di generatori di calore e parti di impianto, sono incentivabili solo i costi di investimento relativi ad un aumento di potenza nominale;

I contributi di cui ai presenti criteri possono essere concessi esclusivamente per la produzione di energia termica.

Per la nuova costruzione o l’ampliamento dell’infrastruttura di distribuzione sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • rete di distribuzione;
  • linea dati per telecontrollo e regolazione;
  • sottostazioni di teleriscaldamento con allacciamento primario;
  • spese tecniche per progettazione, direzione lavori, perizie tecniche, studi di fattibilità tecnico-economica, coordinamento della sicurezza e collaudo.

Per l’ottimizzazione dell’efficienza energetica dell’impianto di teleriscaldamento sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • interventi di ottimizzazione dell’efficienza energetica del sistema di teleriscaldamento;
  • spese tecniche per progettazione, direzione lavori, perizie tecniche, studi di fattibilità tecnico-economica, coordinamento della sicurezza e collaudo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Al momento della presentazione della domanda i beneficiari dovranno scegliere tra il regime di aiuti “de minimis” o a quello fissato nel Regolamento GBER.

L’intensità dell’agevolazione è indicata nella tabella sottostante.

I contributi non sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, con contributi o agevolazioni di qualunque tipo previsti dalla normativa statale o da altre leggi a carico del bilancio provinciale.

TIPOLOGIA D’INTERVENTO REGIME D’AIUTO CLASSE IMPRESA SPESE AMMISSIBILI INTENSITA’ MASSIMA DEL CONTRIBUTO % AMMONTARE MASSIMO DEL CONTRIBUTO IMPORTO MASSIMO €
Nuova costruzione o ampliamento d’impianto di produzione GBER qualsiasi spese investimento incentivabile meno costi investimento di riferimento 40 40 % spese complessive ammissibili 15 milioni Per impresa e per progetto d’investimento
DE MINIMIS qualsiasi costi investimento incentivabile 30 30% spese complessive ammissibili investimento incentivabile 200.000,00 per Impresa in tre Esercizi finanziari
Nuova costruzione ed ampliamento dell’infrastruttura di distribuzione GBER qualsiasi costi investimento incentivabile 30 Valore più basso tra le spese ammissibili meno il risultato operativo e 30% dei costi dell’investimento incentivabile 20 milioni Per impresa e per progetto d’investimento
DE MINIMIS qualsiasi costi investimento incentivabile 30 30% costi investimento incentivabile 200.000,00 per Impresa in tre Esercizi finanziari
DE MINIMIS qualsiasi costi investimento incentivabile 30 30% Costi investimento incentivabile 200.000,00 per Impresa in tre Esercizi finanziari

TERMINE

La domanda può essere presentata fino al 30/06 dell’anno di avvio dei lavori. Il contributo sarà concesso fino ad esaurimento delle risorse e comunque fino al 30/06/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification