Notizie e Bandi

Febbraio 21, 2019
96805615.jpg

FINALITÀ

La Regione Abruzzo intende ammodernare il patrimonio turistico-ricettivo esistente, nonché sostenere strutture ricettive certificate e qualificate in armonia con l’ambiente innescando un processo di miglioramento continuo del mercato dell’offerta turistico-ricettiva della Regione. Previsti strumenti di finanza agevolata quali contributi per il recupero degli investimenti.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, nonché Enti no profit, che hanno la loro sede legale e/o unità operativa nel territorio del Basso Sangro Trigno, ovvero nei seguenti Comuni: Borrello, Carunchio, Castelguidone, Castiglione Messer Marino, Celenza sul Trigno, Civitaluparella, Colledimacine, Colledimezzo, Gessopalena, Gamberale, Fallo, Fraine, Lama dei Peligni, Lettopalena, Montazzoli, Montenerodomo, Montebello sul Sangro, Monteferrante, Montelapiano, Palena, Pennadomo, Pietraferrazzana, Pizzoferrato, Quadri, Roccaspinalveti, Roio del Sangro, Rosello, San Giovanni Lipioni, Schiavi d’Abruzzo, Taranta Peligna, Torrebruna, Torricella Peligna, Villa Santa Maria.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti d’investimento relativi alle seguenti attività:

A) strutture ricettive alberghiere:

  • alberghi con una dotazione minima di 7 camere; servizi di ricevimento e di portineria/ informazioni (hall) e una sala per uso comune;
  • residenze turistiche alberghiere con una dotazione minima di 7 unità abitative costituite da uno o più locali forniti di servizio autonomo di cucina; servizi di ricevimento e di portineria/ informazioni (hall) e una sala per uso comune;
  • alberghi diffusi;

B) strutture ricettive all’aria aperta:

  • campeggi;
  • villaggi turistici;

C) strutture ricettive extralberghiere:

  • residenze di campagna;
  • case per ferie;
  • ostelli della gioventù;
  • rifugi montani e rifugi escursionistici;

D) affittacamere composti da minimo 3 e massimo 6 camere oltre servizi.

Sono ammissibili a finanziamento i seguenti gli interventi:

Realizzazione di nuove strutture ricettive attraverso:

  • riconversione e recupero di edifici, escluso l’acquisto dell’immobile;
  • riattivazione di strutture ricettive in disuso, escluso l’acquisto dell’immobile;
  • ampliamento, ristrutturazione, ammodernamento, straordinaria manutenzione di attività ricettiva esistente, già in esercizio.

Gli interventi possono ricomprendere anche operazioni relative a:

  • riduzione della classe di rischio sismico dei fabbricati o manufatti delle strutture ricettive;
  • riqualificazione di servizi annessi alle strutture alberghiere, ricettive all’aria aperta ed extralberghiere, funzionali allo svolgimento dell’attività;
  • migliorare la struttura accessibile per ospiti con disabilità motorie e sensoriali;
  • impianti tecnologici solo se diretti alla riduzione di consumi di acqua potabile, energia primaria e all’efficientamento energetico;
  • ottenimento o implementazione delle certificazioni di qualità ambientale e/o dell’accoglienza, secondo standard e metodologie riconosciute quali ISO 9001, ISO 14001, EMAS, ECOLABEL europeo, ECOWORLDHOTEL. Le certificazioni dovranno essere acquisite entro il termine fissato per la rendicontazione del progetto d’investimento.

L’ammontare complessivo del progetto di investimento non può essere inferiore a € 40.000,00.

Il termine di conclusione del progetto è fissato in 24 mesi dalla data di concessione del finanziamento.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono costituite dagli investimenti in beni materiali, immateriali e per servizi di consulenza.

  1. Spese beni materiali:
    • opere murarie e assimilabili;
    • impianti tecnologici mirati alla riduzione di consumi di acqua potabile, energia primaria ed all’efficientamento energetico;
    • macchinari relativi agli interventi previsti per rendere la struttura accessibile per ospiti con disabilità motorie e sensoriali.
  2. Spese beni immateriali:
    • realizzazione o aggiornamento siti web, programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa nella misura massima del 2% dell’importo totale delle spese ammissibili.
  3. Spese per servizi di consulenza:
    • progettazione, studi e direzione lavori nella misura massima del 8% dell’importo delle spese ammissibili;
    • studi, consulenze e costi dell’organismo certificatore per le certificazioni di qualità, nella misura massima del 3% dell’importo delle spese ammissibili;
    • relazione tecnica con asseverazione relativa alla riduzione del rischio sismico nella misura massima del 8% dell’importo delle spese ammissibili;
    • accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche relative agli interventi di riduzione del rischio sismico nella misura massima del 3% dell’importo delle spese ammissibili;
    • diagnosi energetica ante e post intervento, fino ad un massimo del 2% dell’importo totale delle spese ammissibili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’intensità di aiuti è stabilita nella misura massima del 60% delle spese totali ammissibili e, comunque, non superiore a € 150.000,00.

In base alla percentuale di contributo richiesto è attribuito un punteggio di premialità.

In rapporto alle spese totali ammissibili, i beneficiari potranno richiedere delle percentuali di contributo che vanno dal 40% al 60%.

Gli aiuti individuali concessi non sono cumulabili con altri aiuti ricevuti dalla stessa impresa per i medesimi costi ammissibili.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 25/05/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification