Notizie e Bandi

Giugno 14, 2019
basilicata-ricerca-sviluppo-ambiente-energia-valore-consulting-1280x720.jpg

FINALITÀ

Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica sostiene la Regione Basilicata sia nel raggiungimento degli obiettivi della Strategia di Specializzazione Regionale (S3) che nella tutela ambientale e nella produzione di energia da fonti rinnovabili.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, le università, gli organismi ed enti pubblici di ricerca e gli enti pubblici.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono rientrare in uno dei seguenti ambiti:

  • Asse 1 – Ricerca, Sviluppo tecnologico e Innovazione
  • Asse 2 – Agenda digitale
  • Asse 3 – Competitività
  • Asse 4 – Energia e mobilità
  • Asse 5 – Tutela dell’ambiente ed uso efficiente delle risorse
  • Asse 6 – Sistemi di trasporto ed infrastrutture di rete
  • Asse 7 – Inclusione sociale
  • Asse 8 – Potenziamento del sistema di istruzione
  • Asse 9 – Assistenza tecnica

Asse 1

  • L’Azione 1 è aperta a organismi di ricerca (enti pubblici di ricerca, università), centri di ricerca privati qualificati, imprese e partenariati pubblico-privati, ed è finalizzata alla realizzazione, all’aggiornamento tecnologico e al potenziamento di infrastrutture di ricerca;
  • L’Azione 2 supporta progetti complessi di ricerca e sviluppo coerenti con le aree di specializzazione della S3 regionale e proposti da imprese, organismi di ricerca, enti pubblici, PPP e cluster tecnologici.

Asse 2

  • L’Azione 1 prevede la realizzazione di interventi di infrastrutturazione pubblica volti alla riduzione dei divari digitali al fine di garantire la piena attuazione del progetto strategico Agenda Digitale per la Banda Ultra Larga;
  • L’Azione 2 si concentra sulla realizzazione di servizi innovativi di e-Governament destinati ai cittadini e alle imprese.

Asse 3

  • L’Azione 1 supporta la nascita di nuove imprese attraverso incentivi diretti, servizi e interventi di micro-finanza;
  • L’Azione 2 sostiene le attività imprenditoriali nelle aree di crisi;
  • L’Azione 3 è dedicata al riposizionamento competitivo, all’adattamento al mercato e all’attrazione di investitori;
  • L’Azione 4 favorisce processi di aggregazione tra imprese per la costruzione di un prodotto integrato nelle destinazioni turistiche;
  • L’Azione 5 incentiva l’acquisizione di servizi a supporto dell’internazionalizzazione delle PMI;
  • L’Azione 6 mira ad internazionalizzare il sistema produttivo favorendo incontri tra imprenditori italiani ed esteri per attrarre investimenti e promuovere accordi commerciali;
  • L’Azione 7 sostiene gli investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili per promuovere lo sviluppo tecnologico, migliorare processi e prodotti, aumentarne il livello di efficienza e di adattabilità al mercato;
  • L’Azione 8 sostiene le attività imprenditoriali del Terzo settore che producono effetti socialmente desiderabili e beni pubblici;
  • L’Azione 9 rende fruibili per attività imprenditoriali ad interesse sociale, strutture e siti pubblici già ristrutturati ovvero da riqualificare con il contributo delle imprese del Terzo settore.

Asse 4

  • L’Azione 1 concede incentivi per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni anche tramite l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • L’Azione 2 mira a conseguire il maggior potenziale di risparmio energetico negli investimenti destinati all’eco-efficienza del patrimonio immobiliare pubblico;
  • L’Azione 3 favorisce soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica;
  • L’Azione 4 promuove sistemi di trasporto intelligenti e interoperabili;
  • L’Azione 5 sostiene l’efficientamento energetico tramite teleriscaldamento e teleraffrescamento e l’installazione di impianti di cogenerazione e trigenerazione.

Asse 5

  • L’Azione 1 rafforza le dotazioni impiantistiche per il trattamento e recupero dei rifiuti;
  • L’Azione 2 potenzia le infrastrutture di captazione, adduzione, distribuzione delle acque;
  • L’Azione 3 sostiene l’introduzione di misure innovative in materia di risparmio idrico;
  • L’Azione 4 rafforza i sistemi di monitoraggio della risorsa idrica;
  • L’Azione 5 tutela e valorizza aree di attrazione naturale di rilevanza strategica;
  • L’Azione 6 sostiene la diffusione della conoscenza e la fruizione del patrimonio naturale attraverso servizi e sistemi innovativi e l’utilizzo di tecnologie avanzate;
  • L’Azione 7 promuove la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale nelle aree di attrazione di rilevanza strategica per favorire processi di sviluppo;
  • L’Azione 8 accresce il potenziale attrattivo dei beni culturali di pregio;
  • L’Azione 9 sostiene la fruizione integrata di risorse culturali e naturali e la promozione delle destinazioni turistiche;
  • L’Azione 10 porta avanti il Prioritized Action Framework (PAF) e i Piani di gestione della rete Natura 2000;
  • L’Azione 11 riduce la frammentazione degli habitat e mantiene il collegamento ecologico e funzionale;
  • L’Azione 12 prevede la bonifica di aree inquinate e la realizzazione di infrastrutture per l’insediamento di imprese da collegare a progetti di sviluppo e occupazione.

Asse 6

  • L’azione 1 rafforza le connessioni dei nodi secondari e terziari delle aree interne o dei distretti di produzione agricola e agroindustriale con i principali assi viari e ferroviari della rete TEN-T;
  • L’azione 2 potenzia i servizi di trasporto pubblico locale regionale ed interregionale.

Asse 7

  • L’Azione 1 finanzia piani di investimento dei Comuni per realizzazione nuove infrastrutture o recuperarne di esistenti da destinare a servizi per i minori;
  • L‘Azione 2 finanzia piani di investimento dei Comuni sostenere gli investimenti privati nelle strutture per anziani e persone con limitazioni dell’autonomia;
  • L’Azione 3 finanzia investimenti per il potenziamento dei servizi sociosanitari, di assistenza primaria e sanitari non ospedalieri;
  • L’Azione 4 finanzia il potenziamento e il recupero del patrimonio pubblico per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili.

Asse 8

E’ dedicato alla riqualificazione degli edifici scolastici, anche per facilitare l’accessibilità delle persone con disabilità.

Asse 9

Garantisce l’efficacia del Programma attraverso le attività di assistenza tecnica.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione verrà erogata dal Fondo di Rotazione per il 70% e per il restante 30% dalla Regione Basilicata.

TERMINE

Il bando è al momento in attesa di pubblicazione.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 21, 2019
logo-pomarittimo-1280x424.png

FINALITÀ

Il programma di cooperazione Italia-Francia Marittimo 2014- 2020, ha ad oggetto la promozione della competitività delle imprese nelle filiere prioritarie transfrontaliere, nonché il miglioramento della connessione dei territori e della sostenibilità delle attività portuali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono costituiti da:

  • organismi pubblici;
  • organismi di diritto pubblico;
  • soggetti privati dotati di personalità giuridica, con e senza scopo di lucro;
  • organismi internazionali.

Tutti i soggetti dovranno avere sede legale e/o unità operativa nell’Area di programma, ovvero:

  • Sardegna;
  • Liguria;
  • Toscana;
  • Corsica;
  • Provence-Alpes-Cote d’Azur.

Potranno partecipare anche soggetti che abbiano sede legale e/o unità operativa allocata in Francia o in Italia, purché la loro presenza ed attività siano a beneficio dell’Area di programma e l’importo totale dell’attività fuori area non superi il 20% delle risorse dedicate al progetto.

I beneficiari dovranno dare vita ad un partenariato, composto da minimo 2 e massimo 8 enti, appartenenti ad entrambi gli Stati che partecipano al Programma.

Il partenariato è escluso nel caso in cui l’intervento sia realizzato da un GECT, ovvero un Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili dovranno avere ad oggetto:

  • Progetti semplici – mono-azione – Asse I – Lotto I: aiuti alle nuove imprese per l’acquisizione di servizi di supporto al business nelle filiere prioritarie transfrontaliere, legate alla crescita blu e verde. Tali interventi possono essere realizzati da tutti i beneficiari; quanto ai privati potranno prendervi parte le “nuove imprese” e le “imprese innovative”. La durata non potrà essere superiore ai 24 mesi e la dimensione finanziaria dell’intervento non può superare € 600.000,00.
  • Progetti semplici – mono-azione – Asse I – Lotto II: aiuti alle imprese esistenti per l’acquisizione di servizi di consolidamento ed espansione del business nelle filiere prioritarie transfrontaliere, legate alla crescita blu e verde. Tali interventi possono essere realizzati da tutti i beneficiari; quanto ai privati potranno prendervi parte le “imprese”; la durata non potrà essere superiore ai 24 mesi e la dimensione finanziaria dell’intervento non può superare € 500.000,00.
  • Progetti semplici – pluri-azione – Asse III – Lotto I: studi congiunti per la realizzazione di sistemi di trasporto multimodale; possono partecipare tutti i beneficiari. La durata non può superare i 36 mesi e la dimensione finanziaria dell’intervento non può superare € 2.000.000,00.
  • Progetti semplici – pluri-azione – Asse III – Lotto II: studi congiunti per la riduzione del livello di zolfo nei porti commerciali; possono essere realizzati da tutti i beneficiari. La durata non può essere superiore ai 36 mesi e la dimensione finanziaria dell’intervento non può superare € 2.000.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono costituite da:

  • costi del personale (fino al 40% delle spese ammissibili, se calcolati sulla base del costo effettivo; fino al 20% delle spese ammissibili, se calcolati su base forfettaria);
  • spese d’ufficio ed amministrative (canoni di locazione, assicurazioni, utenze, forniture, contabilità, archivi, manutenzione, sicurezza, sistemi informatici, comunicazioni, servizi bancari, oneri transazioni internazionali; nella misura del 7% delle spese ammissibili, oppure, nella misura forfettaria del 15% delle spese ammissibili per il personale);
  • spese di viaggio e di soggiorno;
  • costi per consulenze e servizi esterni;
  • spese per attrezzature;
  • infrastrutture;
  • spese di preparazione (nella misura dello 0,5% delle spese ammissibili ed entro la somma di € 100.000,00).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Asse I – Lotto I e Lotto II: il beneficiario potrà decidere se aderire al regime “de minimis” o a quello fissato nel Regolamento GBER. Qualora decidesse per quest’ultimo:

  • per le PMI l’intensità massima dell’agevolazione è pari al 50% delle spese complessive ammissibili;
  • per i progetti di Ricerca e Sviluppo, l’agevolazione è del 100% delle spese complessive ammissibili per la ricerca fondamentale; del 50% per la ricerca industriale; del 25% per lo sviluppo sperimentale; del 50% per gli studi di fattibilità;
  • per gli studi di fattibilità per le Medie Imprese l’intensità massima di aiuto è pari al 60% delle spese complessive ammissibili;
  • per gli studi di fattibilità per le Piccole Imprese l’intensità massima di aiuto è pari al 70% delle spese complessive ammissibili;
  • per gli investimenti nelle infrastrutture, l’intensità massima dell’agevolazione è pari al 50% delle spese complessive ammissibili;
  • per l’innovazione a favore delle PMI, l’intensità dell’agevolazione è del 50% delle spese ammissibili, elevabile al 100% in caso di servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione, purché l’importo totale di tali servizi non superi € 200.000,00 per beneficiario in tre anni;
  • per la formazione l’intensità massima dell’agevolazione è pari al 50% delle spese complessive ammissibili.

Asse III – Lotto I e Lotto II: il beneficiario potrà decidere se aderire al regime “de minimis” o a quello fissato nel Regolamento GBER. Qualora decidesse per quest’ultimo:

  • per le PMI l’intensità massima dell’agevolazione è pari al 50% delle spese complessive ammissibili;
  • per i progetti di Ricerca e Sviluppo, l’agevolazione è del 100% delle spese complessive ammissibili per la ricerca fondamentale; del 50% per la ricerca industriale; del 25% per lo sviluppo sperimentale; del 50% per gli studi di fattibilità;
  • per gli studi di fattibilità per le Medie Imprese l’intensità massima di aiuto è pari al 60% delle spese complessive ammissibili;
  • per gli studi di fattibilità per le Piccole Imprese l’intensità massima di aiuto è pari al 70% delle spese complessive ammissibili;
  • per gli investimenti nelle infrastrutture locali, l’intensità dell’agevolazione non può superare la differenza tra le spese ammissibili ed il risultato operativo dell’investimento;
  • per l’innovazione a favore delle PMI, l’intensità dell’agevolazione è del 50% delle spese ammissibili, elevabile al 100% in caso di servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione, purché l’importo totale di tali servizi non superi € 200.000,00 per beneficiario in tre anni;
  • per i porti marittimi l’intensità massima dell’agevolazione è del 100% se gli interventi non superano: € 20.000.000,00 nel caso di costruzione, sostituzione e ammodernamento delle infrastrutture portuali; € 130.000.000,00 nel caso di costruzione, sostituzione e ammodernamento delle infrastrutture di accesso e per il drenaggio.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro l’11/06/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification