Notizie e Bandi

Ottobre 29, 2020
provincia-autonoma-di-trento-sostegno-aggregazioni-aziendali-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Provincia Autonoma di Trento sostiene le imprese che costituiscono reti e consorzi o procedono, attraverso operazioni di fusione, scissione o acquisto d’azienda di imprese in difficoltà aventi sede operativa nel territorio provinciale e che si impegnano per un periodo di 5 anni a garantire i livelli occupazionali e a permanere sul territorio.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese quali:

  1. soggetti, in forma individuale o collettiva, che esercitano attività di impresa commerciale;
  2. consorzi, società consortili e reti di impresa iscritte al Registro delle Imprese dotate di soggettività giuridica, che risultano da operazioni di aggregazione aziendale.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto operazioni di aggregazione aziendale realizzate attraverso i seguenti istituti:

  1. fusione, scissione, acquisto d’azienda o di ramo d’azienda e acquisto o scambio di partecipazioni di controllo;
  2. costituzione di reti di imprese dotate di soggettività giuridica;
  3. costituzione di consorzi e società consortili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo, il cui ammontare complessivo non può eccedere € 120.000,00.

Il contributo è pari:

  • nel caso di operazioni di fusione, scissione, conferimento d’azienda o di ramo d’azienda, acquisto o scambio di partecipazioni di controllo:
  1. nel caso di aziende che al momento del perfezionamento dell’operazione di aggregazione hanno 4 ULA o più sul territorio provinciale: € 5.000,00 per ogni ULA già operativa nel territorio provinciale nel 2019 che viene mantenuta per almeno 5 anni sul territorio provinciale dalla data di presentazione della domanda; € 6.000,00 per ogni unità lavorativa equivalente aggiuntiva rispetto al numero di ULA già operative;
  2. nel caso di aziende che al momento del perfezionamento dell’operazione di aggregazione hanno meno di 4 ULA sul territorio provinciale, € 10.000,00, incrementato di € 6.000,00 per ogni unità lavorativa equivalente aggiuntiva;
  • nel caso di costituzione di reti di impresa € 10.000,00 per ogni rete costituita;
  • nel caso di costituzione di consorzi e società consortili € 15.000,00 per ogni consorzio costituito.

L’agevolazione è cumulabile con altri incentivi nel rispetto delle disposizioni in materia di cumulo previste dalle pertinenti normative dell’Unione europea.

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 12:00 del 16/11/2020 alle ore 12:00 del 30/06/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Settembre 17, 2020
cciaa-bergamo-voucher-sostegno-occupazione-valore-consulting-1280x616.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Bergamo sostiene le imprese nella ricerca di risorse umane, di collegamento scuola-lavoro e università-lavoro, oltre che di formazione e certificazione delle competenze, incentivando lo sviluppo occupazionale e la ripartenza dell’economia locale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale o almeno un’unità locale nella provincia di Bergamo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’inserimento in azienda di figure professionali a seguito della sottoscrizione di contratti di:

  • Linea 1: tirocinio extracurriculare, della durata di almeno 3 mesi;
  • Linea 2: assunzione a tempo determinato, della durata di almeno 6 mesi;
  • Linea 3: apprendistato;
  • Linea 4: assunzione a tempo indeterminato e trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato.

Sono ammissibili i contratti che prevedono l’attivazione dell’attività lavorativa dallo 01/09/2020 al 31/12/2020.

Sono esclusi i contratti di lavoro intermittente (c.d. a chiamata) e di somministrazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo a fondo perduto (voucher), con importo massimo di:

  • Linea 1€ 1.000,00;
  • Linea 2€ 2.000,00;
  • Linea 3€ 2.500,00;
  • Linea 4€ 4.000,00.

Ai beneficiari in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250,00.

In relazione alle Linee 2 e 4, in caso di assunzione o di trasformazione di un lavoratore di età inferiore ai 30 anni verrà riconosciuta una premialità di € 1.000,00.

Gli aiuti sono cumulabili con altri aiuti in regime de minimis e con aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali previsti.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Agosto 26, 2020
cciaa-sud-est-sicilia-voucher-formazione-lavoro-2020-valore-consulting-1280x648.jpg

FINALITÀ

La CCIAA del Sud Est Sicilia promuove l‘orientamento al lavoro, anche attraverso il collegamento scuola-lavoro e università-lavoro, oltre che al sostegno della formazione e della certificazione delle competenze.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale e/o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA del Sud Est Sicilia.

Quanto ai destinatari finali della Misura, ovvero i lavoratori, questi non devono essere stati o venire riassunti dallo stesso datore di lavoro nei 6 mesi successivi al licenziamento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l‘inserimento in azienda di risorse umane funzionali al rilancio produttivo, nei seguenti ambiti:

A. Progetti per l’inserimento di figure professionali nei settori in emergenza di rilievo territoriale colpiti in modo particolare dall’emergenza Covid-19:

  • contributi per tirocini extracurriculari della durata di almeno 3 mesi;
  • contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato/indeterminato volti a sostenere le imprese e i lavoratori maggiormente colpiti dall’emergenza.

B. Progetti per l’inserimento di figure professionali con l’obiettivo di innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro:

  • contributi per tirocini extracurriculari della durata di almeno 3 mesi;
  • contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato/indeterminato con l’obiettivo di innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali attraverso l’inserimento di nuove competenze e nuove figure per l’innovazione (es. export manager, digital manager).

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • tirocini extracurriculari;
  • contratti di apprendistato;
  • assunzioni a tempo determinato o indeterminato.

Sono ammissibili le spese sostenute dal 31/01/2020 e fino al 120° giorno successivo alla data della comunicazione all’impresa del provvedimento di concessione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di:

  • € 5.000,00, per l’inserimento di figure professionali con contratti a tempo indeterminato o con contratti di apprendistato di 2° livello;
  • € 3.000,00, per l’inserimento di figure professionali con contratti a tempo determinato o con contratti di apprendistato di 1° e 3° livello;
  • € 1.500,00, per tirocini extracurriculari della durata di almeno 3 mesi.

La domanda di contributo potrà riguardare fino ad un massimo di 3 unità.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minims, aiuti in esenzione e aiuti concessi ai sensi del Quadro temporaneo.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 21:00 del 31/10/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 29, 2020
veneto-occupabilità-contratti-di-lavoro-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto concede bonus occupazionali mirati a sostenere l’occupazione dei giovani, incentivando le assunzioni e le trasformazioni dei rapporti di lavoro delle donne al fine di ridurre il divario di genere in tema di partecipazione attiva al mercato del lavoro.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, di qualsiasi settore di attività, con sede legale e almeno un’unità produttiva in Veneto nonchè i lavoratori autonomi, iscritti all’Albo professionale, la cui unità produttiva è localizzata in Veneto.

I beneficiari devono aver proceduto all’assunzione o alla trasformazione di rapporti di lavoro riguardanti i lavoratori, dal 01/02/2020 al 31/10/2020, presso unità produttive ubicate in Veneto, in qualità di dipendenti, o in qualità di soci lavoratori dipendenti di cooperative o loro consorzi.

I destinatari sono i giovani, residenti o domiciliati nel territorio del Veneto, che al momento della stipula del contratto abbiano età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto rapporti di lavoro stipulati tra l’1 febbraio ed il 31 ottobre 2020, quali:

  • nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato e determinato della durata minima di 12 mesi, full time, anche di somministrazione e di apprendistato professionalizzante;
  • contratti di lavoro oggetto di trasformazione a tempo indeterminato full time.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo, il cui valore complessivo non potrà essere superiore ad € 30.000,00.

Il bonus è distinto a seconda della tipologia di contratto stipulato e del destinatario, come riportato nella tabella.

L’agevolazione può essere combinata con altre misure di sostegno all’occupazione, purché il sostegno combinato non comporti una sovra compensazione dei costi salariali del personale interessato. Il contributo può essere combinato con i differimenti delle imposte e i differimenti dei pagamenti dei contributi previdenziali previsti dalla normativa. In ogni caso, gli aiuti richiesti non possono superare i massimali previsti dal Quadro Temporaneo.

TIPOLOGIA DI DESTINATARIO TIPOLOGIA DI RAPPORTO DI LAVORO STIPULATO IMPORTO
Donne subordinato a tempo indeterminato full time oppure trasformazione contrattuale a tempo indeterminato full time € 6.000,00
subordinato a tempo determinato full time di durata pari a almeno 12 mesi € 4.000,00
Uomini subordinato a tempo indeterminato full time oppure trasformazione contrattuale a tempo indeterminato full time € 5.000,00
subordinato a tempo determinato full time di durata pari a almeno 12 mesi € 3.000,00

TERMINE

La domanda potrà essere presentata entro una delle seguenti finestre:

  • Entro le ore 13.00 del 10/08/2020
  • Dal 01/09/2020 alle ore 13:00 del 30/09/2020
  • Dal 01/10/2020 alle ore 13:00 del 31/10/2020

Luglio 1, 2020
friuli-venezia-giulia-incentivi-assunzioni-disoccupati-valore-consulting-1280x880.jpg

FINALITÀ

L’Avviso sostiene le assunzioni di disoccupati nelle fasi di ripresa conseguente all’emergenza da CODIV-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, i lavoratori autonomi, le cooperative e loro consorzi con sede legale e/o unità locale nel territorio della Regione Friuli Venezia-Giulia.

I destinatari degli interventi sono cittadini italiani, comunitari, extracomunitari disoccupati e residenti in Friuli Venezia Giulia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’assunzione di disoccupati con uno dei seguenti contratti di lavoro full time o part time non inferiore al 50%:

  1. contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  2. contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, di durata non inferiore a 3 mesi e non superiore a 12 mesi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo di natura forfettaria così distinto:

  • da un minimo di € 7.000,00 ad un massimo di € 18.000,00 per contratti a tempo indeterminato, per l’inserimento in cooperative, per l’assunzione con contratto di lavoro a tempo determinato a sostegno delle situazioni di difficoltà conseguenti all’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • da un minimo di € 3.500,00 ad un massimo di € 9.000,00 per i contratti a tempo determinato.

L’agevolazione è cumulabile con altri aiuti previsti dal Quadro Temporaneo, con aiuti de minimis e con aiuti esentanti ai sensi del Regolamento GBER.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 15/12/2020.

Le domande vengono valutate mensilmente con riferimento a quelle presentate tra il primo e l’ultimo giorno dello sportello mensile, entro 20 giorni dall’ultimo giorno del mese di riferimento.


Giugno 24, 2020
liguria-bonus-assunzioni-settore-turistico-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Liguria fronteggia la crisi economica dovuta all’emergenza epidemiologica da COVID-19, mediante l’erogazione di Bonus Assunzionali in favore delle imprese del territorio nel settore turistico.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le ditte individuali, le micro, piccole, medie e grandi imprese, anche sotto forma di cooperative o consorzi, in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede legale e/o unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA della Liguria;
  • attività economica in uno dei seguenti settori: 55.10.00, 55.20.00, 55.20.10, 55.20.20, 55.20.30, 55.20.40, 55.20.51, 55.20.52, 55.30.00, 55.90.10, 55.90.20, 56.10.11, 56.10.12, 56.10.30, 56.30.00, 93.29.20;
  • non hanno fatto ricorso ad ammortizzatori sociali o a procedure di licenziamento collettivo nei sei mesi precedenti la presentazione della domanda, con esclusione della cassa integrazione in deroga o di altre forme di integrazione salariale.

I destinatari sono:

  1. persone in stato di disoccupazione;
  2. lavoratori, il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde ad € 8.145,00 in caso di lavoro subordinato e parasubordinato ed € 4.800,00 in caso di lavoro autonomo.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’assunzione presso un’unità operativa ubicata in Liguria di:

  • lavoratori in qualità di dipendenti;
  • soci lavoratori dipendenti di cooperative e loro consorzi.

Le tipologie contrattuali ammesse sono quelle stipulate dal 17/04/2020, quali:

  • contratto di lavoro a tempo indeterminato, che preveda un impegno orario di almeno 24 ore settimanali;
  • contratto di lavoro a tempo determinato, di durata pari o maggiore ai 4 mesi e che preveda un impegno orario di almeno 24 ore settimanali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nelle seguenti misure:

  • € 3.000,00 per Socio Lavoratore Dipendente o Dipendente assunto con contratto a tempo determinato o somministrazione di durata pari o maggiore a 4 mesi;
  • € 4.000,00 per Socio Lavoratore Dipendente o Dipendente assunto con contratto a tempo determinato o somministrazione di durata compresa tra 5 e 12 mesi;
  • € 6.000,00 per Socio Lavoratore Dipendente o Dipendente assunto con contratto a tempo indeterminato.

Sono previste le seguenti premialità, alternative e non cumulabili tra loro:

  • l’agevolazione è incrementata del 10%, qualora il beneficiario risulti iscritto al Registro dei Datori di Lavoro socialmente responsabili, o risulti autorizzato ad avvalersi di marchi di origine e qualità disciplinati e approvati dalla Regione Liguria;
  • l’agevolazione è incrementata del 30%, nel caso in cui il beneficiario abbia stipulato, dal 01/01/2020, accordi aziendali o territoriali o ancora, qualora nelle imprese non siano presenti le rappresentanze sindacali unitarie o aziendali, con le organizzazioni sindacali aderenti alle associazioni nazionali comparativamente più rappresentative;
  • l’agevolazione è incrementata del 25%, qualora il singolo lavoratore assunto sia persona disabile e assunta oltre l’obbligo previsto;
  • l’agevolazione è incrementata del 10%, qualora il singolo lavoratore assunto sia componente di un nucleo famigliare percettore di RdC.

In caso di proroga o di trasformazione a tempo indeterminato di contratti a tempo determinato, già oggetto di agevolazione del presente Bando, per gli stessi può essere riconosciuta una maggiorazione come di seguito:

TIPO DI CONTRATTO DURATA INIZIALE DEL CONTRATTO INCENTIVO GIA’ RICONOSCIUTO PROROGA/TRASFORMAZIONE DEL CONTRATTO MAGGIORAZIONE ALL’INCENTIVO GIA’ RICONOSCIUTO
Contratto a tempo determinato ≥ 4 mesi e <5 mesi € 3.000,00 ≥ 5mesi € 1.000,00
Contratto a tempo determinato ≥ 4 mesi e <5 mesi € 3.000,00 A tempo indeterminato € 3.000,00
Contratto a tempo determinato ≥ 5 mesi e ≤ 12 mesi € 4.000,00 A tempo indeterminato € 2.000,00

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 17:00 del 31/12/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Giugno 16, 2020
toscana-sostegno-occupazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’avviso mette a disposizione contributi per i datori di lavoro privati al fine di favorire l’occupazione di donne disoccupate over 30, giovani laureati/dottori di ricerca, lavoratori licenziati a partire dallo 01/01/2008, lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali, soggetti disoccupati over 55, persone con disabilità e soggetti svantaggiati.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i datori di lavoro privati (imprese, enti, associazioni, liberi professionisti e tutti i datori di lavoro privati con esclusione delle persone fisiche).

Le imprese e le società tra professionisti dovranno essere iscritte presso il registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente mentre i liberi professionisti dovranno risultare iscritti al relativo albo, elenco, ordine o collegio professionale, ove obbligatorio per legge.

Le richieste di contributo possono essere presentate da datori di lavoro privati che hanno la sede legale o unità operative destinatarie delle assunzioni localizzate:

  • per “Donne disoccupate over 30”, “Persone con disabilità” e “Lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali”, in qualsiasi Comune del territorio toscano.
  • per “Lavoratori licenziati a partire dal 01/01/2008”, “Soggetti disoccupati over 55”, “Soggetti svantaggiati” e “Giovani laureati/dottori di ricerca”, nelle aree di crisi complessa e non complessa regionale e nelle aree interne.

I destinatari del presente avviso, che vengono assunti a partire dallo 01/01/2020 sono:

  1. donne assunte a tempo indeterminato, che abbiano compiuto il 30° anno di età;
  2. persone con disabilità assunte a tempo indeterminato o determinato con un contratto della durata di almeno 12 mesi, iscritte negli appositi elenchi del collocamento mirato;
  3. lavoratori licenziati dallo 01/01/2008 (ad eccezione dei licenziati per giusta causa);
  4. lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali di particolare rilevanza;
  5. soggetti assunti a tempo indeterminato che al momento dell’assunzione abbiano compiuto il 55° anno di età;
  6. soggetti svantaggiati assunti a tempo indeterminato;
  7. giovani laureati/dottori di ricerca, di età non superiore ai 35 anni (40 anni per gli appartenenti alle categorie di disabili) assunti con mansioni di elevata complessità.

INTERVENTI

Il rapporto di lavoro per il quale il beneficiario richiede il contributo deve:

  • essere instaurato dallo 01/01/2020 al 31/12/2020;
  • non essere instaurato in adempimento di un obbligo preesistente stabilito da norme di legge o della contrattazione collettiva, con esclusione delle assunzioni relative alle “Persone con disabilità”;
  • rispettare il diritto di precedenza, stabilito dalla normativa di riferimento, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine;
  • non riguardare lavoratori per i quali il datore di lavoro richiedente abbia già beneficiato di contributi a sostegno dell’occupazione;
  • non riguardare lavoratori per i quali l’impresa richiedente beneficia del mantenimento dell’incentivo occupazionale, in virtù della possibilità di sostituzione del lavoratore a seguito della cessazione anticipata del rapporto di lavoro incentivato;
  • essere riferito ad un contratto di lavoro full time, come stabilito dal C.C.N.L. della categoria di riferimento, o part time;
  • non essere costituito nella forma del contratto di apprendistato o di lavoro domestico;
  • riguardare lavoratori per i quali non si sia verificata nei 6 mesi precedenti la cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato da uno dei seguenti eventi:
  1. dalla stessa impresa/datore di lavoro che richiede il contributo;
  2. da un datore di lavoro che presenta assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assumi;
  3. da imprese comunque riconducibili, in rapporto al datore di lavoro che richiede il contributo, alla fattispecie di impresa unica;
  4. da società controllate o collegate con il datore di lavoro richiedente il contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo la cui intensità è distinta secondo la categoria di persona assunta e la tipologia contrattuale, fino ad un massimo di 10.000,00 euro.

I contributi possono essere cumulati con eventuali ulteriori misure di livello nazionale, regionale o di altre Amministrazioni pubbliche, purché tali misure non lo escludano espressamente.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 15/01/2021.


Maggio 20, 2020
sardegna-microincentivi-innovazione-2020-valore-consulting-1280x644.jpg

FINALITÀ

L’intervento incrementa la capacità innovativa e la competitività delle imprese operanti in Sardegna per generare crescita e occupazione mediante il sostegno a progetti rivolti all’introduzione di innovazioni di prodotto o di processo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, aventi la sede operativa principale in Sardegna ed iscritti nel registro delle imprese, nei casi previsti dalla legge, ovvero in albi, collegi, registri ed elenchi pubblici tenuti da altri enti e/o soggetti della pubblica amministrazione.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese che operano nei seguenti settori: pesca, acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti che prevedono lo sviluppo di nuovi prodotti o processi produttivi, o il significativo miglioramento di prodotti o processi esistenti.

I progetti devono prevedere ricadute economiche nel territorio della Sardegna ed essere riferibili ad una delle traiettorie tecnologiche della Strategia di Specializzazione intelligente regionale (S3).

Nell’ambito della Misura sono state individuate due tematiche per le quali è prevista l’attribuzione di un maggiore beneficio:

  • valorizzazione di titoli di proprietà industriale (brevetti, design e marchi);
  • interventi rivolti ad affrontare e gestire i rischi connessi all’infezione da Coronavirus.

I beneficiari potranno usufruire inoltre dei seguenti servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto all’innovazione;

  • A.1 Servizi tecnici di progettazione e implementazione di innovazione di prodotto o di processo produttivo;
  • A.2 Servizi tecnici di sperimentazione;
  • A.3 Certificazione di prodotto (rilasciate da Organismi accreditati Accredia);
  • A.4 Servizi per l’individuazione e l’adeguamento dei prodotti a normative tecniche estere;
  • A.5 Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà intellettuale.

La durata del progetto è di 8 mesi a partire dalla data di comunicazione del provvedimento di concessione provvisoria dell’agevolazione.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SIGLA PROGETTO PROGETTO DESCRIZIONE TOPILOGIA DEI SERVIZI COSTO MASSIMO TOTALE DEL PROGETTO INTENSITA’ DELL’AGEVOLAZIONE
PS Standard Sviluppo di nuovi prodotti/processi nei vari settori di interesse delle imprese operanti in Sardegna A1, A2, A3, A4 € 18.750,00 80%
IC Interventi Covid-19 Sviluppo di soluzioni e tecnologie in grado di rispondere alle nuove esigenze, individuali e collettive, derivate dall’emergenza epidemiologica. A1, A2, A3, A4 € 15.000,00 100%
PI PI-1 Valorizzazione di titoli di prorpeità industriale Sviluppo o miglioramento di prodotti/processi innovativi, basati su un’invenzione brevettata, o su design o marchio registrato, A1, A2, A3, A4 € 15.000,00 100%
PI-2 Servizi di assistenza ed informazione in tema di proprietà intellettuale Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà intellettuale. A5 Importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (costi amministrativi inclusi) 100% (costi di consulenza)
Costi amministrativi relativi ai servizi di cui sopra (tasse di deposito e d’esame) A5 Importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (costi amministrativi inclusi) 50% (costi amministrativi)

SPESE AMMISSIBILI

Le spese devono essere sostenute tra la data di concessione provvisoria dell’agevolazione e la data di conclusione del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, il cui valore massimo è pari ad € 15.000,00.

L’ intensità massima è pari al 100%, a condizione che l’importo totale degli aiuti per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione non superi il limite di € 200.000,00 nei tre anni.

Le intensità ed i massimali sono indicati nella sottostante tabella.

SIGLA PROGETTO PROGETTO COSTO MASSIMO TOTALE DEL PROGETTO INTENSITA’ DELL’AIUTO
PS Standard € 18.750,00 80%
IC Interventi Covid 19 € 15.000,00 100%
PI PI -1 Valorizzazione di titoli PI € 15.000,00 100%
PI -2 Assistenza ed informazione PI Importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (Costi amministravi inclusi) 100% (costi di consulenza)
50% (costi amministrativi)

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino al 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Febbraio 25, 2020
io-lavoro-incentivo-assunzione-giovani-disoccupati-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo Italiano sostiene l’assunzione di giovani disoccupati mediante un incentivo alle imprese.

BENEFICIARI

I beneficiari sono imprese, di qualsiasi dimensione ed in qualunque modo costituite, che assumano, tra lo 01/01/2020 ed il 31/12/2020, giovani disoccupati.

Le imprese possono avere la loro sede di lavoro in una di queste regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto.

I giovani disoccupati devono essere in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • essere lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 24 anni;
  • essere lavoratori con 25 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

I predetti soggetti non devono aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi sei mesi con il medesimo datore di lavoro.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’assunzione di giovani disoccupati attraverso queste due tipologie contrattuali:

  1. contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  2. contratto di apprendistato professionalizzante.

Rientra tra gli interventi ammissibili anche il lavoro a tempo parziale o di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a tempo determinato; per tale ultimo caso non è richiesto il requisito di disoccupazione. Inoltre, è ricompreso nell’ambito di applicazione dell’incentivo anche il socio lavoratore di cooperativa, se assunto con contratto di lavoro subordinato.

Non rientrano tra gli interventi ammissibili le assunzioni con contratto di lavoro domestico, occasionale o intermittente.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di € 8.060,00 all’anno, per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile.

L’incentivo è cumulabile con il reddito di cittadinanza, nonché con altri incentivi di natura economica introdotti e attuati dalle Regioni in favore dei datori di lavoro che abbiano sede nel territorio di tali Regioni.

TERMINE

E’ gia possibile presentare domanda.


Settembre 18, 2019
teramo-nuove-imprese-giovanili-femminili-valore-consulting-1280x719.png

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Teramo sostiene la diffusione della cultura imprenditoriale giovanile e femminile, la creazione di nuove imprese e combatte la disoccupazione favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro, concedendo contributi a fondo perduto per l’avvio di nuove attività imprenditoriali.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le nuove imprese giovanili e le imprese femminili.

Le nuove imprese giovanili devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere registrate ed attive dallo 01/01/2019 ed avere sede legale e/o operativa nella Provincia di Teramo;
  • il titolare, uomo o donna, deve avere una età compresa tra i 18 ed i 35 anni, ovvero nel caso di società, la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni.

Le imprese femminili devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere registrate ed attive, nonché aventi sede legale e/o operativa nella Provincia di Teramo;
  • essere società cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne;
  • essere società di capitali partecipate in misura non inferiore ai due terzi da donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
  • essere imprese individuali con titolare donna.

Inoltre i beneficiari devono avere anche i seguenti requisiti:

  • essere attivi;
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale camerale;
  • essere in regola con gli obblighi contributivi e assicurativi dei dipendenti e nel pieno rispetto del CCNL del comparto;
  • non avere in essere alcun genere di rapporto di fornitura con la CCIAA di Teramo, anche a titolo gratuito.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la creazione di una nuova impresa o l’implementazione di una già esistente, mediante l’acquisto di beni strumentali, sia materiali che
immateriali.

Gli interventi devono avere un valore pari o superiore ad € 2.500,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa, sostenute a partire dallo 02/01/2019:

  • onorari notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa al netto di tasse, imposte diritti e bolli anticipati dal notaio/consulente;
  • acquisto di beni strumentali materiali e immateriali ovvero i beni di investimento e ammortizzabili destinati ad essere utilizzati durevolmente nell’attività d’impresa;
  • investimenti finalizzati alla adozione di metodi per il risparmio energetico e l’efficientamento energetico;
  • realizzazione di siti internet e-commerce, funzionanti alla presentazione dell’istanza e prevedere il perfezionamento della transazione con pagamento on line;
  • realizzazione di cataloghi e monografie aziendali;
  • certificazioni volontarie di prodotto o di processo. Conseguimento o mantenimento di certificazioni mediante l’intervento di un Organismo Notificato, abilitato per decreto dai Ministeri di competenza o accreditato da Accredia o da altro ente di accreditamento firmatario degli accordi EA, di mutuo riconoscimento nello schema specifico. Sono ammissibili anche le spese per attività di consulenza necessarie al superamento dell’audit di conformità, sino ad un massimo di € 1.500,00.

I beni devono essere nuovi di fabbrica.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regime de minimis, assumerà la veste di un contributo in conto capitale a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimale
contributivo pari a € 2.000,00.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro lo 08/11/2019 e saranno esaminate sulla base dell’ordine di presentazione.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification