Notizie e Bandi

Gennaio 13, 2021
veneto-investimenti-attivita-extra-agricole-giovani.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto intende sostenere gli investimenti finalizzati alla diversificazione delle attività e delle funzioni svolte dall’impresa agricola in attività extra-agricole.

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono giovani agricoltori, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di titolari dell’azienda.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la realizzazione di una o più delle seguenti attività extra agricole:

  • trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli;
  • fattoria sociale;
  • fattoria didattica;
  • ospitalità agrituristica in alloggi e/ o in spazi aziendali aperti quali agri- campeggi ed esclusivamente per le malghe, la somministrazione di pasti, spuntini e bevande;
  • turismo rurale;
  • servizi ambientali svolti dall’impresa agricola per la cura e manutenzione di spazi non agricoli.

SPESE AMMISSIBILI

  • Interventi strutturali su beni immobili quali: ristrutturazione e ammodernamento di fabbricati finalizzati alla realizzazione di stanze e/o locali per lo svolgimento delle attività e/o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio;
  • ampliamenti a volume tecnico, nell’ambito di opere di ammodernamento o ristrutturazione dei fabbricati, necessari esclusivamente per gli adeguamenti tecnologici e igienico-sanitari e per l’eliminazione delle barriere architettoniche come previsto dagli atti progettuali approvati dall’autorità competente; sistemazione delle aree esterne che interessano l’attività. Non sono ammesse nuove costruzioni;
  • acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature;
  • acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali;
  • acquisto frese sgombero neve, omologate per trattrice agricola;
  • acquisto vomeri o lame sgombera neve e relative centraline di comando omologati per trattrice agricola;
  • acquisto spargi sale omologato per trattrice agricola;
  • acquisto spazzolatrici stradali aspiranti;
  • acquisto spazzolatrice a rullo omologato per trattrice agricola.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la forma di un contributo, con le seguenti intensità:
50% delle spese complessive ammissibili per la ristrutturazione ed ammodernamento dei beni immobili nelle zone montane;
40% delle spese complessive ammissibili per la ristrutturazione ed ammodernamento dei beni immobili nelle altre zone;
45% delle spese complessive ammissibili per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali nelle zone montane;
35% delle spese complessive ammissibili per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di
brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali nelle altre zone.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 08/05/2021.
Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 16, 2019
friuli-venezia-giulia-voucher-innovazione-2019-valore-consulting.png

FINALITÀ

La Regione Friuli Venezia-Giulia concede incentivi per l’acquisizione di servizi finalizzati a promuovere le attività di innovazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole e Medie Imprese del settore manifatturiero e dei servizi in possesso dei seguenti requisiti:

  • registrate presso il Registro delle Imprese;
  • attive;
  • sede legale e/o unità operativa nel territorio della Regione;
  • rispettanti le disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti che prevedono l’acquisizione di uno o più servizi per l’innovazione, ovvero:

  • studi di fattibilità per progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione, compresa la consulenza per la partecipazione ai programmi dell’UE, dello Stato e di altri Enti Pubblici;
  • servizi di audit;
  • servizi per l’innovazione di concetto;
  • servizi per l’innovazione organizzativa;
  • servizi di supporto all’innovazione strategica;
  • servizi per l’innovazione di prodotto e di processo produttivo;
  • servizi per l’efficienza energetica e la responsabilità ambientale;
  • servizi per l’innovazione commerciale;
  • servizi di progettazione per la ricerca e sviluppo;
  • servizi di sperimentazione;
  • servizi di ricerca contrattuale;
  • servizi di valorizzazione della proprietà intellettuale;
  • servizi a supporto della proprietà intellettuale;
  • servizi di supporto alla certificazione avanzata.

L’intervento deve concludersi entro 12 mesi dalla data di concessione dell’agevolazione.

Il valore dell’intervento deve essere pari o superiore ad € 5.000,00.

Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

Ottenimento, convalida e difesa di brevetti e di altri attivi immateriali:

  1. costi connessi alla presentazione e trattamento della domanda, nonché i costi per il rinnovo della domanda prima della concessione del diritto;
  2. costi di traduzione e altri costi sostenuti al fine di ottenere la concessione o il riconoscimento del diritto in altre giurisdizioni;
  3. costi sostenuti per difendere la validità del diritto nel quadro ufficiale del trattamento della domanda e di eventuali procedimenti di opposizione.

Acquisizione di servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione:

  1. servizi di consulenza in materia di innovazione: spese per la consulenza, assistenza e formazione in materia di trasferimento delle conoscenze, acquisizione, protezione e sfruttamento di attivi immateriali e di utilizzo delle norme e dei regolamenti in cui sono contemplati;
  2. servizi di sostegno all’innovazione: spese per la fornitura di ricerche di mercato, studi, laboratori, sistemi di etichettatura della qualità, test e certificazione e per l’accesso a banche dati e biblioteche, al fine di sviluppare prodotti, processi o servizi migliorati e/o nuovi.

Le spese devono essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assume la veste di un voucher la cui intensità è pari al 50% della spesa ammissibile.

Il valore massimo del voucher è di € 20.000,00.

La presente agevolazione può essere cumulata con altri incentivi pubblici, nel rispetto del regolamento GBER.

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 09:00 del 18/11 alle ore 16:30 del 18/12/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Agosto 6, 2019
bologna-nuove-imprese-femminili-giovanili-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Bologna assegna contributi a favore delle imprese di recente costituzione, con particolare riguardo per le neo-imprese femminili e giovanili, al fine di sostenere le spese necessarie nella fase di start up.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, con sede legale e/o unità locale nell’area metropolitana di Bologna, iscritte al Registro Imprese della CCIAA dallo 01/1/2019 e che abbiano avviato l’attività entro la data di presentazione della rendicontazione.

Le imprese dovranno possedere i seguenti requisiti:

  • essere in regola con la documentazione antimafia ed il DURC;
  • non essere fornitori di beni e servizi a favore della CCIAA di Bologna;
  • non essere un’impresa nata da fusione o scissione di altre imprese già esistenti;
  • non esercitare nella sede legale e/o unità locali una delle seguenti attività:
  1. agenzia scommesse e gioco d’azzardo (sale slot machine ecc.);
  2. mera gestione di immobili di proprietà.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili consistono nel consolidamento di Startup e neo-imprese femminili e giovanili.

Gli interventi devono avere un valore pari o superiore ad € 3.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le seguenti spese, sostenute tra lo 01/01/2019 e la data di invio della domanda, o che l’impresa prevede di sostenere entro il 30/6/2020:

  • onorari notarili per:
  1. costituzione di società;
  2. stipula di un contratto di affitto d’azienda o di ramo d’azienda;
  3. atto di acquisto di locali ad uso aziendale;
  • acquisto/noleggio o leasing di beni nuovi, durevoli, funzionali all’attività dell’impresa:
  1. nuovi impianti, inclusi i parziali rifacimenti o gli ampliamenti degli stessi;
  2. nuovi macchinari/attrezzature;
  3. nuovo hardware (PC, server, notebook, netbook, ultrabook, tablet, stampanti tradizionali e 3D, scanner, monitor, hard-disk esterni);
  4. arredamenti nuovi;
  5. nuovi automezzi, esclusivamente per le imprese che svolgano l’attività di Taxi o noleggio con conducente;
  • acquisto licenze d’uso/noleggio di software gestionale/professionale, escluse le spese per l’aggiornamento;
  • realizzazione di reti telematiche, compreso acquisto del materiale informatico/elettrico, fatturate da imprese specializzate.

Sono escluse spese per realizzazioni di reti “fai da te” documentate col solo acquisto del materiale informatico/elettrico;

  • acquisizione di brevetti e diritti di licenza con esclusione di qualsiasi onere per consulenza;
  • deposito di marchi e brevetti in Italia e all’estero, escluse le spese per la realizzazione grafica dei marchi e per la realizzazione della documentazione tecnica;
  • formazione del personale;
  • pubblicità limitatamente ai seguenti casi:
  1. messaggi pubblicitari su radio, tv, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, piattaforme di pubblicità on line (ad esempio Google AdWords);
  2. costi per la pubblicazione; la pubblicità può riguardare anche i prodotti/servizi dell’impresa;
  • realizzazione di materiale promozionale limitatamente a brochure, depliants, cataloghi e gadget;
  • prima progettazione e realizzazione del sito aziendale, escluse spese di restyling dei siti web già esistenti e modifiche di singole pagine;
  • canoni del contratto di affitto dell’azienda o di un ramo d’azienda, per il periodo di ammissibilità di tutte le spese;
  • affitto locali aziendali per un periodo massimo di 6 mensilità, escluso il sub affitto, le spese condominiali, di registrazione del contratto e le caparre;
  • utenze per un periodo massimo di 6 mesi, intendendo la fornitura di energia elettrica, acqua, gas, telefono fisso e internet, esclusi mobile voce/dati, incluse le spese di attivazione;
  • quote iniziali del contratto di franchising, nel limite del 30% del totale delle spese ammesse;
  • acquisizione di certificazioni (ISO,EMAS)
  • consulenza per la realizzazione di business plan.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la forma di un contributo in conto capitale, erogato in un’unica soluzione nella misura del 50% delle spese ammissibili, nel limite massimo di € 30.000,00 per ciascuna impresa.

L’agevolazione verrà assegnata prioritariamente alle imprese femminili e giovanili riconoscendo loro, ove possibile, il contributo pieno.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 09:00 del 16/09 ed entro le ore 13:00 del 15/10/2019.

Le domande saranno valutate sulla base dell’ordine cronologico di invio delle stesse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 13, 2019
lombardia-supporto-nuove-imprese-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia sostiene le nuove realtà imprenditoriali tramite due Misure:

  • Misura A – piani di avvio per attività di nuova o recente costituzione;
  • Misura B – piani di consolidamento per attività avviate da più di 2 e massimo 4 anni.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

Misura A:

  • MPMI, registrate alla CCIAA e con sede legale/operativa attiva da massimo 2 anni;
  • Liberi professionisti (singoli o associati) in possesso di Partita IVA o che abbiano avviato l’attività professionale da massimo 2 anni e con sede operativa attiva in Regione.

Misura B:

  • MPMI registrate alla CCIAA e con sede legale/operativa attiva da più di 2 anni e non oltre 4 anni;
  • Liberi professionisti (singoli o associati) in possesso di Partita IVA o che abbiano avviato l’attività professionale da più di 2 anni e non oltre 4 anni con sede operativa attiva in Regione.

Per entrambe le Misure non sono ammissibili:

  • aspiranti imprenditori, ossia persone fisiche non iscritte e attivate nel Registro delle Imprese;
  • aspiranti liberi professionisti, ossia persone fisiche non ancora in possesso di una Partita IVA riferibile all’attività professionale che intendono avviare;
  • imprese attive nel settore della fabbricazione, trasformazione e commercializzazione del tabacco e dei prodotti del tabacco;
  • soggetti che svolgano attività prevalente relativa ai codici ATECO 2007 – Sezione I – Alloggio – Classe 55;
  • imprese in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente;

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • Misura A: Progetti di sviluppo per la realizzazione dei primi investimenti (materiali e immateriali) necessari all’avvio dell’impresa/dell’attività professionale e alle fasi di prima operatività. L’intervento deve avere un valore minimo pari o superiore ad € 30.000,00.
  • Misura B: Progetti di sviluppo per la realizzazione degli investimenti (materiali e immateriali) necessari a consolidare ed espandere l’attività d’impresa/professionale. L’intervento deve avere un valore minimo pari o superiore ad € 40.000,00.

I progetti devono essere realizzati presso la sede operativa o l’unità locale ubicata in Lombardia. La durata massima dei progetti è di 15 mesi che decorrono dalla data di invio al protocollo della domanda ovvero dalla prima fattura emessa a far data dal 10 maggio 2019, con possibile proroga di 90 giorni naturali e consecutivi.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

Misura A:

  1. acquisto di nuovi impianti, attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software, escluso usato e leasing;
  2. adeguamento impianti e ristrutturazione funzionale dei locali per l’attività di impresa/professionale, escluse spese tecniche e di progettazione;
  3. locazione/noleggio per attrezzature tecnico-specialistiche e laboratori/sede operativa;
  4. spese di personale riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 20% dei restanti costi diretti;
  5. spese generali riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 7% dei restanti costi diretti;
  6. acquisto licenze software e servizi software, compreso sviluppo sito web (quest’ultimo solo se non finalizzato ai servizi di vendita diretta o indiretta);
  7. servizi di consulenza nella percentuale massima del 2% della spesa ammissibile.

Sono escluse le consulenze per la partecipazione al Bando e per lo sviluppo di siti web.

Le spese di cui ai punti 3, 4, 5 e 7 sono riconosciute per il periodo di realizzazione dell’investimento.

MISURA B:

  1. acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali all’interno del territorio regionale;
  2. acquisto di brevetti, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili;
  3. certificazione di qualità, deposito dei marchi e registrazione e difesa dei brevetti;
  4. servizi di consulenza esterna specialistica (legale, fiscale, business etc.), nella percentuale massima del 2% della spesa ammissibile;
  5. spese di personale riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 20% dei restanti costi diretti;
  6. spese generali riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 7% dei restanti costi diretti.
  7. acquisto di impianti, attrezzature, materiali, macchinari, hardware e software, escluso usato e leasing;
  8. adeguamento impianti e ristrutturazione funzionale dei locali per l’attività di impresa/professionale, escluso spese tecniche e di progettazione.

Le spese di cui ai punti 4, 5 e 6 sono riconosciute per il periodo di realizzazione dell’investimento.

Per entrambe le Misure, qualora la sede operativa non sia di proprietà del soggetto richiedente/beneficiario, le spese di adeguamento impianti e ristrutturazione funzionale dei locali per l’attività di impresa incluse spese tecniche non sono ammissibili, se non unicamente per i costi delle opere funzionali all’installazione di arredi, macchinari, attrezzature, hardware, nella misura massima del 20% dei costi ammissibili per l’acquisto dei beni installati.

Non è ammesso l’acquisto di beni usati.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regime “de minimis”, assume la veste di un contributo a fondo perduto con le seguenti intensità:

Misura A – contributo massimo pari ad € 50.000,00, nel rispetto del 40% delle spese ammissibili.

Misura B – contributo massimo pari ad € 75.000,00 nel rispetto del 50% delle spese ammissibili.

L’erogazione del contributo avverrà a saldo, dietro presentazione dalla rendicontazione finale di spesa.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 12:00 del 02/10 ed entro le ore 12:00 del 15/11/2019.

 Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 6, 2019
cuneo-proprietà-intellettuale-marchi-e-brevetti-valore-consulting.png

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Cuneo favorisce le imprese che investono su servizi di gestione della proprietà intellettuale relativi a marchi e brevetti. Lo strumento di finanza agevolata individuato per il bando è il contributo a fondo perduto.

BENEFICIARI

Sono ammesse a presentare domanda le imprese aventi sede o unità locale in provincia di Cuneo, attive ed iscritte al Registro Imprese.

Non possono partecipare al bando le imprese beneficiarie del bando per l’innovazione della proprietà intellettuale marchi e brevetti anno 2018, né tanto meno possono parteciparvi quelle che hanno in corso la fornitura di servizi a favore della Camera di Commercio, anche a titolo gratuito, e per tutta la durata del contratto di fornitura.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili riguardano la progettazione del marchio e tutta l’attività ad esso successiva inerente la consulenza ed il deposito dello stesso.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammesse, relative all’anno 2019, e fatturate nel periodo compreso tra lo 01/01 e il 31/12/2019, riguardano:

  • progettazione del marchio;
  • ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito;
  • assistenza per la concessione in licenza del marchio;
  • assistenza per l’estensione comunitaria o internazionale del marchio nazionale/internazionale;
  • analisi sulla brevettabilità di un prodotto o di un modello o di un design;
  • consulenza e assistenza per la brevettazione;
  • assistenza per l’ottenimento di brevetti nazionali e per l’estensione internazionale di un brevetto nazionale, di un modello di utilità o di un design;
  • tasse di deposito per marchi e brevetti nazionali, internazionali e comunitari.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’iniziativa prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto, in regime de minimis, a fronte delle spese relative all’anno 2019 e fatturate nel periodo compreso tra lo 01/01 e il 31/12/2019.

Al fine dell’ammissione al contributo le spese ammissibili sostenute non dovranno essere inferiori a € 700,00 per i marchi ed € 1.500,00 per i brevetti.

Il contributo erogabile è pari al 30% delle spese complessive ammissibili e non potrà superare:

  • € 1.500,00 per i marchi;
  • € 3.000,00 per i brevetti.

Il contributo è cumulabile per un massimo di € 3.000,00 per azienda.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro il 31/01/2020.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification