Notizie e Bandi

Gennaio 29, 2021
sardegna-contributi-ambiente-area-crisi-portovesme.jpg

FINALITÀ

Il MISE intende rilanciare le attività imprenditoriali, la salvaguardia dei livelli occupazionali, il sostegno dei programmi di investimento e lo sviluppo imprenditoriale nel territorio dei Comuni appartenenti all’Area di Crisi Industriale Complessa di Portovesme.

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono imprese piccole, medie o grandi già costituite in forma di società di capitali. Rientrano tra i beneficiari le società cooperative e le società consortili, nonché le reti di imprese, costituite da un minimo di 3 ed un massimo di 6 imprese.
I beneficiari possono esercitare la loro attività economica in tutti i settori ed avere sede legale e/ o unità operativa nel territorio di uno dei Comuni che rientrano nell’Area di Crisi Industriale Complessa di Portovesme, oltre che essere in regola con il Registro delle Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto programmi di investimento produttivo e programmi di investimento per la tutela ambientale.
A completamento dei predetti programmi sono ritenuti ammissibili i progetti per l’innovazione dell’organizzazione (per un ammontare non superiore al 20% delle spese
complessive) e progetti per la formazione del personale (per un ammontare non superiore al 10% delle spese complessive).
Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda.
Ciascuna domanda di agevolazione deve essere correlata a un solo programma di investimento e non può essere suddiviso in più domande di agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Programmi di investimento produttivo:

  • suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie;
  • programmi informatici dedicati esclusivamente all’utilizzo dei beni di cui al punto 3.,
    commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • immobilizzazioni immateriali;
  • beni strumentali, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa secondo il modello “Impresa 4.0”, ivi compresi i beni che utilizzano le tecnologie di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet of Things.

Programmi di investimento per la tutela ambientale:

  • costi per innalzare il livello di tutela ambientale risultante dalle attività dell’impresa;
  • costi per consentire l’adeguamento anticipato a nuove norme dell’Unione europea che innalzano il livello di tutela ambientale e non sono ancora in vigore;
  • costi per ottenere una maggiore efficienza energetica;
  • costi per favorire la cogenerazione ad alto rendimento, produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • costi per risanare i siti contaminati;
  • costi per riciclare e riutilizzare i rifiuti.

Progetti complementari per l’innovazione dell’organizzazione:

  • spese per personale dipendente limitatamente a tecnici, ricercatori e altro personale ausiliario;
  • spese per strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione;
  • spese per ricerca contrattuale, quali conoscenze e brevetti, nonché servizi di consulenza e altri servizi;
  • spese generali;
  • spese per materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

Progetti complementari per la formazione del personale

  • spese di personale interno relative ai formatori;
  • spese di personale interno relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il Regolamento GBER, assumerà la triplice veste di:

  • un contributo in conto impianti;
  • un eventuale contributo diretto alla spesa;
  • un finanziamento agevolato.

Il finanziamento agevolato è compreso tra il 30% ed il 50% delle spese complessive ammissibili.
La somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e della eventuale partecipazione al capitale, non può essere superiore al 75% degli investimenti e delle spese ammissibili.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 12:00 del 25/02/2021 alle ore 12:00 del 26/04/2021.
Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Agosto 19, 2020
cciaa-milano-monza-brianza-lodi-innovazioni-economia-di-prossimità-valore-consulting-1280x854.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi diffonde soluzioni innovative per le imprese impegnate nella riorganizzazione post-Covid e nel processo di trasformazione digitale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto lo sviluppo di innovazioni finalizzate a rispondere alle esigenze post-epidemia, migliorando aspetti quali il marketing, la logistica e la gestione degli spazi commerciali.

Gli interventi ammissibili dovranno proporre soluzioni innovative applicabili in almeno uno dei seguenti ambiti:

MISURA 1 – Gestione del cliente in presenza:

Interventi che ottimizzano i tempi di presenza e accesso dei clienti in negozio e tutelano la salute di clienti e lavoratori.

Gli interventi devono dimostrare la capacità di garantire la sicurezza sanitaria di merci e persone e di soddisfare allo stesso tempo le esigenze di marketing e vendita.

A titolo esemplificativo:

  • prenotare l’accesso all’attività commerciale;
  • prenotare prodotti con ritiro in negozio e pagamento in loco oppure on line;
  • offrire strumenti di sanificazione ai clienti;
  • offrire il servizio di consegna a domicilio per la prova dei prodotti a casa;
  • offrire sistemi di condivisione delle reti wifi aperte ai clienti.

MISURA 2 – Logistica e consegne

Interventi che migliorano la logistica di ultimo miglio per le imprese commerciali e i loro clienti.

Gli interventi devono dimostrare la capacità di offrire un servizio di consegna a domicilio caratterizzato da qualità e sostenibilità.

Le proposte possono riguardare interventi finalizzati a:

  • favorire un sistema di consegna degli acquisti a domicilio;
  • attivare progetti di commercio on-line territoriali, che eventualmente condividano i sistemi di consegna degli acquisti.

L’intervento ammissibile deve avere un valore complessivo pari o superiore a € 12.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  1. beni e servizi strumentali alla realizzazione dell’intervento, tra cui investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici;
  2. servizi di ricerca e sviluppo, servizi analitici, accesso a laboratori di enti di ricerca;
  3. servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi all’intervento;
  4. tutela della proprietà industriale;
  5. personale dell’azienda, se dedicato all’intervento;
  6. servizi di consulenza necessari allo sviluppo dell’intervento.

Sono ammissibili le spese sostenute dal 20/07/2020 al 01/06/2021.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura del 60% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 40.000,00.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro le ore 12:00 del 17/09/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura di valutazione amministrativa e tecnica.


Gennaio 9, 2020
veneto-servizi-innovazione-pmi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione sostiene le attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze presso le imprese, favorendo i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative, anche incentivando la brevettazione, il trasferimento dei risultati della ricerca e gli interventi volti ad una maggiore tutela degli asset immateriali, e i processi di integrazione e di innovazione delle strategie organizzative e di business tra imprese, università, centri di ricerca e centri di trasferimento tecnologico e di conoscenza in grado di garantire ricadute positive sul territorio.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente iscritte e attive nel registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio;
  • avere un’unità operativa attiva in Veneto;
  • svolgere un’attività non rientrante nei codici di classificazione ATECO 2007, Sezioni A e B;
  • essere autonome rispetto ad ogni fornitore individuato per la realizzazione delle attività di progetto;
  • non essere sia richiedenti che fornitrici del medesimo servizio specialistico nell’ambito del presente bando;
  • presentare una situazione di regolarità contributiva previdenziale e assistenziale;
  • non presentare le caratteristiche di impresa “in difficoltà”;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposta a procedura concorsuale in corso o avviata antecedentemente la data di presentazione della domanda (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale);
  • possedere la capacità amministrativa, finanziaria e operativa;
  • essere in regola con la normativa in materia di aiuti di stato.

INTERVENTI

Sono ammissibili gli interventi coerenti con gli ambiti e le traiettorie di sviluppo e tecnologiche individuati dalla RIS3 Veneto e con il Piano Strategico Regionale per la Ricerca Scientifica e lo Sviluppo Tecnologico e l’Innovazione e che prevedono l’acquisizione di servizi specialistici per l’innovazione tecnologica, l’innovazione strategica o l’innovazione organizzativa di seguito indicati:

A. Innovazione tecnologica

Si esplica attraverso processi di innovazione di prodotto e di servizio. Può intervenire a partire dalla fase di generazione delle idee fino alla progettazione, sperimentazione e prototipazione.

A1. Innovazione nella fase di Concetto

Servizi finalizzati alla generazione di nuove idee di prodotto e servizio, all’esplorazione delle alternative tecnologiche e di design, alla previsione di migliorare il prodotto esistente mediante l’aggiunta di servizi innovativi e/o a maggior valore aggiunto. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 40.000,00;

A2. Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione

Servizi orientati alla progettazione dettagliata di prodotti e di processi produttivi e/o alle fasi successive alla progettazione dettagliata, nelle quali i prodotti assumono configurazione materiale. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 40.000,00;

A3. Assitenza alla gestione della proprietà intellettuale

Servizi di consulenza/assistenza finalizzati:

  • all’ottenimento o all’estensione di brevetti a livello europeo o internazionale, alla loro convalida e difesa;
  • all’ottenimento e al deposito di altri attivi immateriali, quali ad esempio marchi, licenze, know-how esclusivi, disegni e modelli di utilità.

B. Innovazione strategica

Si realizza con il miglioramento del posizionamento competitivo dell’impresa attraverso una migliore offerta di valore al cliente o una maggiore efficienza nella gestione degli investimenti. Si basa sulla scelta ponderata del segmento di clientela o di mercato, sulla ridefinizione delle caratteristiche del prodotto/servizio offerto attraverso l’aumento del valore non monetario per il cliente e sulla ridefinizione dei processi di distribuzione e comunicazione con cui si propone il prodotto o il servizio.

B1. Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi

Servizi finalizzati alla riduzione del rischio derivante dall’introduzione di nuovi prodotti/servizi, al fine di accrescere le probabilità di successo sul mercato, e le cui risultanze siano propedeutiche per orientare le scelte future dell’impresa in relazione alle strategie da essa perseguite. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 40.000,00;

B2. Innovazione del modello di business

Servizi finalizzati all‘analisi, definizione, riprogettazione e validazione dell’offerta per massimizzare il valore delle risorse e delle competenze disponibili limitando al contempo gli investimenti. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 40.000,00.

C. Innovazione organizzativa

Si realizza con l’implementazione presso l’azienda di un nuovo metodo organizzativo che preveda l’adozione di nuove procedure gestionali e/o il cambiamento delle strutture organizzative. Si tratta di processi innovativi interni alle imprese finalizzati ad aumentare la loro capacità di collaborare e competere, che si traducono nella creazione di un contesto favorevole all’introduzione di cambiamenti e migliorie nelle modalità conduttive dell’azienda, nel luogo di lavoro, nell’organizzazione o nelle relazioni interne ed esterne.

C1. Up-grading organizzativo

Servizi di analisi, consulenza e affiancamento volti ad orientare e supportare le imprese nel cambiamento organizzativo con impatto sulle strutture organizzative, come pure su procedure e ruoli aziendali. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 50.000,00;

C2. Efficientamento produttivo

Servizi di misurazione dell’efficienza operativa aziendale, in riferimento all’attività manifatturiera, logistica o terziaria e finalizzati alla formulazione di specifici piani di miglioramento. Riguardano lo sviluppo di progetti aziendali atti all’implementazione di appropriate metodologie di miglioramento caratteristiche delle applicazioni Lean a livello di sistema produttivo. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 50.000,00;

C3. Processi di innovazione aziendale

Servizi propedeutici e di supporto all’implementazione dei sistemi di gestione aziendali con l’obiettivo di ottenerne la certificazione secondo gli standard relativi alle certificazioni ambientali, alla responsabilità sociale, alla Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro e di servizi finalizzati all’integrazione dei sistemi di gestione esistenti o previsti in un unico sistema di gestione integrato. Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 50.000,00;

C4. Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa

Servizi strategici di gestione completa e temporanea di un’azienda finalizzati:

  • ad affrontare situazioni di criticità (riposizionamento di mercato, economico, strategico e finanziario) e/o di sviluppo situazione di forte crescita (penetrazione in nuove aree di mercato, espansione commerciale, sviluppo di nuovi business);
  • a gestire specifiche iniziative e/o progetti di carattere strategico per l’impresa;
  • a garantire l’accrescimento delle competenze manageriali in azienda.

Il progetto deve avere un valore compreso tra € 8.000,00 ed € 50.000,00.

L’intervento ammissibile dovrà riguardare un solo servizio specialistico tra quelli elencati.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese relative alle consulenze specialistiche e ai servizi esterni di sostegno all’innovazione, che devono essere sostenute a decorre dalla data di avvio del progetto e pagate entro i successivi 12 mesi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assumerà la veste di un contributo in conto capitale, secondo le intensità indicate nella sottostante tabella.

A. INNOVAZIONE TECNOLOGICA
Tipologia di servizio specialistico Spesa Minima Spesa Massima Percentuale di sostegno
A1. Innovazione nella fase di concetto € 8.000,00 € 40.000,00 40%
A2. Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione € 8.000,00 € 40.000,00 40%
A3. Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale € 8.000,00 € 40.000,00 40%
B. INNOVAZIONE STRATEGICA
Tipologia di servizio specialistico Spesa Minima Spesa Massima Percentuale di sostegno
B1. innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi € 8.000,00 € 40.000,00 40%
B2. Innovazione del modello di business € 8.000,00 € 40.000,00 40%
C. INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA
Tipologia di servizio specialistico Spesa minima Spesa massima Percentuale di sostegno
C1. Up-grading organizzativo € 8.000,00 € 50.000,00 30%
C2. Efficientamento produttivo € 8.000,00 € 50.000,00 30%
C3. Processi di innovazione aziendale € 8.000,00 € 50.000,00 30%
C4. Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea d’impresa

(Tm – Temporary Management)

€ 8.000,00 € 50.000,00 30%

TERMINE

La domanda potrà essere presentata nei periodi di seguito indicati:

2° Sportello:

  • dalle ore 10:00 del 05/05 alle ore 10:00 del 25/06/2020 potrà essere compilata la domanda;
  • dalle ore 10:00 del 30/06 alle ore 17:00 del 07/07/2020 potrà essere inviata la domanda.

3° Sportello:

  • dalle ore 10:00 del 01/12/2020 alle ore 10.00 del 11/02/2021 potrà essere compilata la domanda;
  • dalle ore 10:00 del 16/02/2021 alle ore 17.00 del 23/02/2021 potrà essere inviata la domanda.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Novembre 6, 2019
bi-rex-big-data-innovation-research-excellence-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

BI-REX – Big Data Innovation & Research Excellence è il consorzio con attività esterna dedicato alle collaborazioni tra ricerca e impresa in ambito Industria 4.0.

Tra gli obiettivi di BI-REX rientrano la promozione e la realizzazione di progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione su tecnologie avanzate, nel quadro degli interventi connessi al piano nazionale Industria 4.0.

Il bando supporta quindi programmi di Ricerca, Sviluppo e Innovazione orientati alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni tecnologiche e organizzative basate sulle tecnologie abilitanti di Industria 4.0, mediante l’utilizzo dei Big Data, con particolare riferimento a:

  • big data per la sostenibilità;
  • big data per il manufacturing;
  • ICT per macchine e linee di produzione;
  • sistemi avanzati per la gestione dei processi di produzione;
  • security e blockchain;
  • additive & advanced manufacturing;
  • robotica collaborativa, warehousing e Automated Guided Vehicle (AGV).

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese e le aggregazioni di imprese, con stabile organizzazione in Italia ed in possesso dei seguenti requisiti:

  • regolarmente costituite e iscritte al Registro delle Imprese;
  • non rientrano tra le imprese che hanno ricevuto non rimborsato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
  • in regola con l’eventuale restituzione di somme dovute in relazione a provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal MISE;
  • non si trovano in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà;
  • hanno assolto gli obblighi contributivi e sono in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Nel caso di aggregazioni di imprese, i proponenti dovranno impegnarsi a sottoscrivere, entro 2 mesi dall’eventuale assegnazione del finanziamento, un “accordo di partenariato” che ne regolamenti i rapporti durante la realizzazione del progetto.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto proposte progettuali di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale che perseguano almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • miglioramento e innovazione dei processi produttivi;
  • miglioramento e innovazione di prodotto;
  • miglioramento e innovazione dei modelli di business e organizzativi a favore della competitività aziendale.

L’oggetto della proposta progettuale dovrà raggiungere un TRL, Technology Readiness Level, non inferiore a 7.

I progetti presentati devono prevedere una durata complessiva non superiore a 18 mesi con possibilità di una proroga motivata di ulteriori 6 mesi.

I progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono contenere:

  • un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi operativi e tempi;
  • una stima dei benefici economici in termini di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti;
  • un piano finanziario per la copertura dei costi del progetto;
  • un livello di maturità tecnologica compreso in un intervallo tra TRL 5 e 8, che raggiunga, al termine delle attività, un livello almeno pari a TRL 7.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • personale quale: ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario, nella misura in cui vengano impiegati nel progetto;
  • strumentazione e attrezzature, relativi consumabili e costi dei materiali, nella misura e per il periodo in cui vengano utilizzati per il progetto;
  • collaborazioni e consulenze per ricerca, sviluppo e innovazione con soggetti pubblici e privati;
  • acquisto di brevetti o licenze acquisiti a normali condizioni di mercato;
  • servizi di consulenza ed equivalenti utilizzati ai fini del progetto;
  • spese generali.

L’ammissibilità delle spese decorre dalla data di inizio lavori comunicata entro 60 giorni dal momento in cui il beneficiario ha ricevuto la comunicazione di accettazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il regolamento GBER, assume la forma di un contributo fino al 50% delle spese ammissibili, con un massimo di € 200.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà attribuita una precedenza in graduatoria al momento dell’approvazione della graduatoria stessa.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 14:00 del 23/12/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Settembre 4, 2019
enea-proof-of-concept-ricerca-partner-industriali-valore-consulting.png

FINALITÀ

L’ENEA ha costituito un fondo di finanziamento per la “Proof of Concept”, destinato allo sviluppo di tecnologie messe a punto nei propri laboratori con un basso grado di maturità tecnologica (Technology Readiness Level – TRL).

In particolare, i finanziamenti a breve termine sono finalizzati alla realizzazione di progetti di sviluppo in grado di dimostrare la fattibilità di una tecnologia o del concept di un prodotto in modo da favorirne il trasferimento tecnologico verso l’industria.

BENEFICIARI

I soggetti che potranno presentare la manifestazione di interesse sono imprese o investitori istituzionali (quali i Fondi di Venture Capital) regolarmente costituiti con personalità giuridica.

Le imprese dovranno soddisfare inoltre i requisiti di affidabilità economico-finanziaria.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili potranno comprendere attività destinate:

  • alla costruzione o miglioramento di un prototipo per prepararne la commercializzazione;
  • alla fattibilità commerciale o test per lo scale up;
  • a dimostrare la mitigazione del rischio per un potenziale investitore/industria o licenziatario, nel caso esista un brevetto;
  • ad affrontare e superare uno specifico gap identificato dall’industria e che ne ostacola l’attrattività per gli investitori.

Il programma è distinto in due Fasi:

Fase I: supporta progetti finalizzati a verificare la fattibilità di inserimento di una tecnologia in un determinato contesto di mercato.

Le tecnologie interessate a questa Fase hanno un tasso di maturazione tecnologica tendenzialmente compreso fra 2 e 4.

Fase II: è mirata allo scaling-up di tecnologie che sono già state validate in laboratorio o provengono dalla Fase I. Le tecnologie ammesse a questa fase hanno un tasso di maturazione tecnologica tendenzialmente compreso fra 4 e 6.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

I progetti in Fase I avranno una durata massima di 12 mesi e saranno finanziati dal Programma per un importo massimo di € 50.000,00.

La compartecipazione del partner industriale alla Fase I avverrà esclusivamente in-kind, ovvero in qualsiasi altra forma diversa dal denaro.

I progetti in Fase II avranno una durata di 12 mesi, eventualmente rinnovabile per ulteriori 12 mesi, e saranno finanziati al massimo per il 50% dei costi sostenuti e per un importo non superiore ad € 100.000,00.

La compartecipazione del partner industriale dovrà avvenire anche in termini finanziari, per un importo almeno pari a quello investito dall’ENEA.

TERMINE

La manifestazione d’interesse deve essere presentata entro le ore 12:00 del 20/09/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 28, 2019
invitalia-ricerca-sviluppo-innovazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Fondo sostiene la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • Piccole, Medie e Grandi Imprese;
  • Midcap,
  • Università;
  • Centri di Ricerca;
  • altri enti pubblici o istituzioni private che si occupano di R&S ed innovazione tecnologica.

I beneficiari devono avere sede legale e/o unità operativa in Italia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili consistono nella realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo ed innovazione, ovvero a titolo meramente esemplificativo:

  • industrializzazione di un progetto di ricerca, innovazione e sviluppo finalizzati alla realizzazione di un nuovo prodotto o al miglioramento di un prodotto esistente (es. caratteristiche tecniche, componenti, materiali, software incorporati, o altre caratteristiche funzionali);
  • programmi organici d’investimento volti ad innovare l’organizzazione, la struttura ed i prodotti dell’impresa, da realizzare acquistando innovazione sul mercato;
  • innovazione dei sistemi informativi aziendali;
  • innovazione perseguita tramite affidamento a Università, a Istituti del CNR, ENEA, di commesse per studi, sviluppi e trasferimento di tecnologie innovative;
  • finalità legate agli investimenti di Industria 4.0 dedicati alla creazione di processi produttivi quasi interamente basati sull’utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse e collegate ad internet;
  • altre finalità collegate a ricerca e innovazione.

L’intervento deve avere una durata d’esecuzione di minimo 12 mesi e massimo 30 mesi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un finanziamento a medio/lungo termine.

L’importo richiedibile può essere pari o superiore ad € 500.000,00.

La durata dell’agevolazione va da un minimo di 2 anni ad un massimo di 5 anni.

Nel caso in cui venga richiesto un’importo superiore al mezzo milione di euro, il finanziamento può avere una durata massima fino a 7 anni.

I beneficiari possono scegliere se avere il finanziamento a tasso fisso o a tasso variabile.

Oltre alla garanzia che potrà essere prestata dal Fondo di Garanzia per le PMI, è necessario rilasciare idonea fidejussione.

Il finanziamento può essere rimborsato con ratei mensili, trimestrali o semestrali, a scelta del beneficiario.

TERMINE

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento, poiché il fondo è sempre aperto.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 19, 2019
sardegna-incentivi-innovazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna accresce l’innovazione del sistema delle MPMI operanti in Regione sostenendone l’accesso a servizi avanzati di consulenza e di sostegno all’innovazione per generare crescita e occupazione.

Il Bando sostiene quindi i progetti finalizzati all’introduzione nelle imprese di innovazioni di prodotto o di processo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, attive, iscritte nel registro delle imprese, con sede operativa principale in Sardegna.

Inoltre, non devono essere beneficiarie, per la stessa iniziativa di altri contributi pubblici per le spese oggetto dell’agevolazione e non avere già beneficiato in precedenza di aiuti del bando “Microincentivi per l’innovazione” avviato da Sardegna Ricerche nell’ambito della Programmazione Unitaria del POR Sardegna 2014-2020.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare l’acquisizione di servizi di consulenza esterna per la realizzazione di nuovi prodotti o processi produttivi, oppure per il significativo miglioramento delle caratteristiche e funzioni di prodotti o processi già esistenti.

I servizi di consulenza possono comprendere, in tutto o in parte, il ciclo di attività necessario alla messa a punto di un nuovo prodotto o processo, partendo dalla progettazione, alla realizzazione fisica, sino all’attività di caratterizzazione e test.

I progetti devono prevedere comunque un’attività di progettazione e sviluppo originale e i prodotti/processi risultanti devono avere un verificabile valore aggiunto rispetto alle tecnologie di riferimento. I servizi attivabili sono i seguenti:

  1. Servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto all’innovazione;
  2. Servizi tecnici di progettazione e implementazione di innovazione di prodotto o di processo produttivo;
  3. Servizi tecnici di sperimentazione;
  4. Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà Intellettuale.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili riguardano i servizi di sostegno all’innovazione.

Tutte le spese devono essere sostenute nel periodo compreso tra la data di concessione provvisoria dell’aiuto e la data di conclusione del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è concessa sotto forma di sovvenzione a fondo perduto e l’intensità di aiuto è pari al 80% delle spese complessive ammissibili.

Il valore massimo dell’aiuto è di € 15.000,00 per ciascuna domanda di incentivo e non sono previste anticipazioni.

L’agevolazione non può essere richiesta per la realizzazione di servizi di innovazione organizzativa, commerciale e gestionale (anche sotto forma di software).

TERMINE

La domanda deve essere inviata dalle ore 12:00 del 13/05 alle ore 12:00 del 31/12/2019.

La selezione delle domande è effettuata tramite una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 12, 2019
refinery-3127588_1920-1020x600.jpg

FINALITÀ

Il Bando sostiene il rilancio delle attività imprenditoriali, la salvaguardia dei livelli occupazionali, e lo sviluppo dei programmi di investimento nel territorio del Comune di Brindisi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le società di capitali, le società cooperative e le società consortili che svolgono la loro attività nei seguenti settori: A, C, F, G, H, I (ad esclusione del 55.90.10), J, K, L, M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V.

Sono considerati prioritari i seguenti settori:

  • 20 – Fabbricazione di prodotti chimici;
  • 21 – Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici;
  • 22 – Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche;
  • 30.3 – Fabbricazione di aeromobili, di veicoli spaziali e dei relativi dispositivi;
  • 55.10 – Alberghi e strutture simili;
  • 55.20.1 – Villaggi turistici;
  • 55.20.51 – Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed breakfast, residence.

INTERVENTI

Le spese ammissibili devono essere di importo non inferiore ad € 1.500.000,00.

Gli interventi devono prevedere la realizzazione di:

  • programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione;
  • programmi occupazionali finalizzati ad incrementare il numero degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato.

Il finanziamento agevolato concedibile è pari al 50% delle spese ammissibili.

Il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono complessivamente di importo non inferiore all’8% della spesa ammissibile.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 12:00 del 29/03 alle ore 12:00 del 28/05/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

Vieni a trovarci a MECSPE, Sabato 30 Marzo, Ore 10.00!


Novembre 19, 2018
wordle_3.png

FINALITÀ

Il bando prevede l’incremento dell’attività di innovazione delle imprese e la promozione di investimenti strategici in attività di:

  • collaborazione tra imprese ed organismi di ricerca attraverso l’attivazione di contratti di ricerca per dottorati industriali, ricercatori a tempo determinato e assegni di ricerca;
  • utilizzo di laboratori di prove/test e di dimostratori tecnologici presenti nel territorio regionale;
  • incubazione nelle strutture riconosciute a livello regionale;
  • accompagnamento e consolidamento di particolari categorie di imprese o di componenti di produzione o di ambiti tecnologici.

Verranno finanziati progetti di innovazione legati alle seguenti priorità tecnologiche:

  • ICT e Fotonica;
  • Fabbrica Intelligente;
  • Chimica e Nanotecnologia;
  • Investimenti nell’ambito della RIS3 inerenti la Strategia Regionale su Industria 4.0.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda:

  • Micro, Piccole Medie Imprese, compresi i liberi professionisti, in forma singola o associata (ATI, Rete­-Contratto); le ATI e le Reti­-Contratto sono ammissibili solo se costituite da almeno tre MPMI;
  • Reti di Imprese con personalità giuridica (Rete­-Soggetto), Consorzi, Società consortili. Le Reti­-Soggetto sono ammissibili se in possesso dei requisiti previsti e se costituite da almeno tre MPMI con sede legale o unità locale all’interno del territorio regionale.

I soggetti sopra citati sono ammissibili se esercitanti un’attività economica identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007:

  • ­B ­ 
  • C ­ 
  • D ­ 
  • E ­ 
  • F ­ 
  • G (ad eccezione delle attività identificate dai codici 45.11.02, 45.19.02, 45.31.02, 45.40.12, 45.40.22, e di tutte le attività rientranti nel codice 46.1) ­
  • H ­
  • I ­ 
  • M ­ 
  • N ­ 
  • P (solo ed esclusivamente per le attività rientranti nel codice 85.52 ovvero 85.52.0, 85.52.01 e 85.52.09)
    ­
  • (ad eccezione delle attività identificate dal codice 86.1) ­
  • R ­ 
  • (ad eccezione delle attività rientranti nel codice 54)

Ciascuna impresa/libero professionista può partecipare solo ad una ATI, Rete-­Contratto richiedente l’agevolazione.

L’investimento deve essere realizzato in Toscana e le spese sostenute devono essere relative alla sede o unità locale destinataria dell’intervento.

INTERVENTI

progetti di investimento devono prevedere l’acquisizione di servizi qualificati quali:

A. Servizi qualificati di accompagnamento – primo sostegno per l’innovazione

  • Servizi di audit e assessment del potenziale e dell’impatto sociale;
  • Studi di fattibilità;

B. Servizi qualificati specializzati di consulenza e sostegno all’innovazione

  • Servizi qualificati di supporto alla ricerca e sviluppo e all’innovazione di prodotto e/o processo;
  • Servizi qualificati di supporto all’innovazione organizzativa e alla conseguente introduzione di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e alla sperimentazione di pratiche di innovazione sociale;
  • Servizi qualificati di supporto all’innovazione commerciale per il presidio strategico dei mercati;
  • Servizi qualificati specifici;
  • Servizi qualificati di consulenza per l’innovazione finanziaria.

I richiedenti possono presentare ulteriori progetti successivi al primo, a condizione che sussistano i seguenti requisiti:

  • alla data di presentazione, il progetto presentato precedentemente non risulti in fase istruttoria;
  • alla data di presentazione, il progetto precedentemente presentato risulti non ammesso in precedente graduatoria oppure risulti ammesso e sia già stata presentata richiesta di erogazione a saldo dell’aiuto concesso per il precedente progetto;
  • il contenuto dei progetti e la tipologia di servizi sia diverso.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione sarà erogata sotto forma di voucher a fondo perduto.

Il costo totale del progetto non deve essere inferiore a € 15.000,00.

Il progetto può prevedere la combinazione di due o più tipologie di servizi, ma la spesa massima ammissibile non può essere superiore a € 100.000,00.

L’intensità d’aiuto varia in relazione alla dimensione dell’impresa e alla tipologia di attività innovativa. 

Per i servizi qualificati di accompagnamento all’innovazione si va da un minimo del 35% ad un massimo del 70%. Per i servizi per l’innovazione si va da un minimo del 30% ad un massimo del 75%.

Sono previste le seguenti casistiche di incremento dell’intensità d’aiuto per alcune tipologie di servizi delle sezioni A e B:

  • se a seguito della realizzazione di attività relative all’Area A­ – “Servizi qualificati di accompagnamento”, vengono attuate mediante successivo progetto, attività relative all’Area B – “Servizi qualificati specializzati di consulenza e sostegno all’innovazione”, l’impresa può richiedere un’integrazione dell’intensità d’aiuto sul progetto di tipologia A nella misura massima del 100% delle spese rendicontate su tale servizio;
  • un incremento dell’intensità d’aiuto del 30% dell’investimento ammesso laddove i servizi qualificati di accompagnamento tipologia A 2 “Studi di fattibilità” vengono attivati per la partecipazione ad iniziative europee per la ricerca e l’innovazione, quali ad esempio Horizon 2020;
  • un incremento dell’intensità d’aiuto del 20% nel caso dell’attivazione, nell’ambito dei servizi di certificazione avanzata, di Sistemi di Gestione Integrati;
  • un incremento dell’intensità d’aiuto del 10% per le imprese localizzate nel territorio interessato dal progetto regionale di Parco Agricolo della Piana;
  • un incremento dell’intensità d’aiuto del 10% per l’acquisizione di servizi per processi di digitalizzazione o per l’acquisizione di tecnologie chiavi abilitanti;
  • un incremento dell’intensità d’aiuto del 20% nel caso di acquisizione di servizi di:
  1. “Ricerca contrattuale” e “Laboratori per prove e test” presso O.R. aderenti al “progetto laboratori” inseriti nel repertorio regionale;
  2. “Incubazione” se il fornitore risulta accreditato nel sistema d’incubazione regionale.

I beneficiari possono richiedere un anticipo, subordinato alla presentazione di una garanzia fideiussoria, pari al 40% del contributo totale del progetto.

L’intervento è cumulabile con altre agevolazioni concesse come Aiuti di Stato, con contributi a titolo di “de minimis” o con Fondi UE a gestione diretta.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 9:00 del 17/12/2018 fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification