Notizie e Bandi

Novembre 2, 2020
lombardia-ocm-vino-investimenti-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Misura “Investimenti”, attivata da Regione Lombardia, finanzia investimenti materiali e immateriali diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste di mercato, nonché ad aumentarne la competitività.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e  medie imprese, nonché le imprese intermedie con sede legale o unità produttive nel territorio della Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento, in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino.

Gli interventi devono migliorare il rendimento globale dell’impresa, in termini di adeguamento della domanda al mercato ed aumentare la competitività oltre che il miglioramento in termini di risparmi energetici, efficienza globale e trattamenti sostenibili.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese si intendono sostenute nel periodo di eleggibilità quando sono state realizzate e sostenute successivamente all’avvio del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo:

  • pari al 40% delle spese ammissibili per le micro, piccole e medie imprese;
  • pari al 20% delle spese ammissibili per le imprese intermedie.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 16/11/2020.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 22, 2020
basilicata-sostegno-ripresa-pmi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Basilicata sostiene il tessuto imprenditoriale promuovendone lo sviluppo, migliorandone i processi ed i prodotti ed aumentando il livello di efficienza e di adattabilità al mercato ed accrescerne la competitività.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, compresi i liberi professionisti, con sede legale o unità locale in Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto una delle seguenti attività:

  • interventi su impianti e macchinari volti ad aumentare o migliorare la capacità produttiva aziendale;
  • investimenti in attivi materiali ed immateriali finalizzati ad accrescere il livello quali-quantitativo dei prodotti e dei processi;
  • introduzione di adattamenti e modifiche del processo produttivo finalizzati allo sviluppo di nuovi prodotti o servizi;
  • interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro;
  • interventi legati ai processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente al 05/10/2020 e relative a:

  • investimenti in beni strumentali materiali quali:
  1. macchinari, impianti, attrezzature varie, arredi e hardware;
  2. mezzi di trasporto immatricolati come autocarri cassonati o furgonati;
  3. spese di ristrutturazione e spese per impianti;
  • investimenti in beni strumentali immateriali:
  1. programmi informatici, licenze e Know-How;
  2. acquisizione di certificazioni nonché le consulenze necessarie al conseguimento delle stesse;
  3. acquisizione di consulenze informatiche e specialistiche;
  • spese per la redazione della domanda, l’assistenza alla realizzazione del progetto e la perizia giurata.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo in conto impianti nella misura massima del 50% delle spese ammissibili. Il contributo concedibile non potrà superare i € 100.000,00.

L’agevolazione può essere cumulata con altri aiuti de minimis, concessi a norma di altri regolamenti de minimis a condizione che non superino il massimale pertinente.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 18:00 del 22/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 21, 2020
mutui-agevolati-imprese-agricole-aree-sisma-2016-2017-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene le imprese agricole dei territori che hanno subito gli eventi sismici negli anni 2016 e 2017 mediante la concessione di mutui agevolati per lo sviluppo ed il consolidamento aziendale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese attive nella produzione agricola primaria, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, nel settore forestale e nelle attività connesse all’agricoltura, in qualsiasi forma costituite, con sede legale o unità operativa nel territorio dei Comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016 e del 2017, ricadenti nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere una durata massima di 36 mesi e devono perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  1. miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell’azienda agricola mediante una riduzione dei costi di produzione o un miglioramento e riconversione della produzione;
  2. miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere degli animali;
  3. realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all’adeguamento e alla modernizzazione dell’agricoltura.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • studi di fattibilità;
  • opere agronomiche e di miglioramento fondiario;
  • opere edilizie per la costruzione o il miglioramento di beni immobili;
  • oneri per il rilascio della concessione edilizia;
  • allacciamenti, impianti, macchinari e attrezzature;
  • servizi di progettazione;
  • beni pluriennali;
  • acquisto di terreni.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un mutuo agevolato, della durata massima di 10 anni, comprensiva del periodo di preammortamento, di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile.

In alternativa, potrà essere concesso un contributo a fondo perduto fino al 35% della spesa ammissibile nonché mutui agevolati, di importo non superiore al 60% della spesa ammissibile.

Le agevolazioni avranno una durata massima di 15 anni, comprensiva del periodo di preammortamento.

Le agevolazioni sono cumulabili con altri aiuti pubblici in relazione agli stessi costi ammissibili e con altri aiuti di Stato, aiuti de minimis e con i pagamenti ai sensi del FEASR.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del provvedimento attuativo da parte di ISMEA.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 14, 2020
cciaa-arezzo-siena-voucher-digitali-provincia-di-siena-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Arezzo e Siena promuove l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese aventi la sede legale o l’unità locale nella provincia di Siena.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto almeno una tecnologia dell’Elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività;
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution;
  • programmi di digital marketing.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • servizi di consulenza o formazione relativi a una o più tecnologie;
  • acquisto di beni e servizi strumentali inclusi dispositivi funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
  • spese per l’abbattimento degli oneri, quali spese di istruttoria, relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti agli ambiti tecnologici di cui al paragrafo Interventi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto (Voucher) nella misura massima del 70% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 3.500,00.

Viene riconosciuta una premialità di € 250,00 alle imprese in possesso del rating di legalità.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con aiuti in regime de minimis e aiuti in esenzione o autorizzati dalla Commissione nel rispetto dei massimali previsti.

TERMINE

Il bando ha chiuso per esaurimento risorse.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Settembre 21, 2020
nazionale-sport-e-periferie-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato finanzia progetti di “diffusione sportiva” al fine di ridurre fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché di miglioramento della qualità urbana e di riqualificazione del tessuto sociale, anche attraverso la promozione di attività sportiva.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Regioni, le Province/Città Metropolitane, i Comuni, nonché le federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, associazioni e società sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, enti religiosi civilmente riconosciuti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto una delle seguenti tipologie di progetto:

  1. realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi finalizzati all’attività agonistica, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane;
  2. intervento volto alla diffusione di attrezzature sportive con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti;
  3. completamento e adeguamento di impianti sportivi esistenti da destinare all’attività agonistica nazionale e internazionale.

Le discipline sportive praticabili nell’impianto devono essere tra quelle riconosciute dal CONI e dal CIP.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo il cui importo massimo non può superare € 700.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 10:00 del 30/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Settembre 16, 2020
veneto-efficientamento-energetico-mpmi-valore-consulting-1280x720.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto incentiva le imprese alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti tramite il monitoraggio continuo dei flussi energetici e l’elaborazione delle buone prassi aziendali, l’installazione di impianti ad alta efficienza, di sistemi e componenti in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, in possesso dei seguenti requisiti:

  1. iscritte come “attiva” al Registro delle Imprese da almeno 12 mesi;
  2. esercitanti un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 nei settori indicati nell’Allegato B al presente Bando;
  3. avernti l’unità operativa in Veneto;
  4. nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  5. non sono imprese in difficoltà;
  6. osservano le norme dell’ordinamento giuridico italiano in materia previdenziale, assistenziale e assicurativa (nei confronti di INPS, INAIL);
  7. possiedono la capacità amministrativa, finanziaria e operativa necessaria per la realizzazione dei progetti sostenuti dal presente Bando;
  8. in possesso dei requisiti di onorabilità.

L’unità operativa dovrà rimanere nella disponibilità dell’impresa proponente per un periodo di almeno 3 anni decorrenti dalla data di erogazione del contributo.

Ai fini dell’ammissibilità al contributo, l’impresa, al momento della presentazione della domanda, deve aver completato la Fase 1 finalizzata a:

  • quantificare i consumi energetici e le emissioni di gas climalteranti;
  • individuare opportunità di risparmio energetico e di diminuzione delle emissioni di gas climalteranti sino al 2023;
  • quantificare il risparmio energetico e la diminuzione delle emissioni di gas climalteranti;
  • quantificare i consumi energetici e le emissioni di gas climalteranti raggiungibili alla conclusione del progetto.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto progetti coerenti con il Piano Energetico Regionale finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili secondo le opportunità di risparmio energetico individuate e quantificate dalla diagnosi energetica.

Sono ammissibili i progetti che si articolano nelle seguenti tre fasi:

Fase 1: valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo dell’unità operativa oggetto del progetto e individuazione delle opportunità di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di gas climalteranti attraverso diagnosi energetica.

Fase 2: elaborazione e sviluppo del progetto di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti tramite i seguenti interventi che devono essere compresi tra quelli suggeriti dalla diagnosi di cui alla Fase 1 e avviati successivamente alla data della diagnosi stessa:

  1. sostituzione di macchinari o componenti che comportino una riduzione dimostrata dei consumi elettrici/termici;
  2. sostituzione di cicli produttivi con cicli che comportino una riduzione dimostrata dei consumi elettrici/termici;
  3. installazione di sistemi e componenti in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi;
  4. installazione di dispositivi per il riutilizzo dell’energia/calore recuperata/o dai cicli produttivi;
  5. interventi di tipo “soft” (impianti di sensoristica e per il monitoraggio dei consumi energetici) e di tipo “hard” (sostituzione di macchinari, inserimento di nuovi filtri/motori);
  6. interventi diretti all’efficientamento energetico negli edifici delle unità operative (infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni);
  7. sostituzione degli apparecchi illuminanti con tecnologie LED e dispositivi per il controllo dell’accensione, della regolazione e dello spegnimento dei corpi illuminanti;
  8. installazione di impianti di cogenerazione e di produzione di energia da fonte rinnovabile finalizzati all’autoconsumo.

Fase 3: valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto nonché di risparmio energetico e di riduzione di emissioni di gas climalteranti attraverso:

  1. relazione tecnica asseverata che illustri gli obiettivi in termini di risparmio energetico e di riduzione di emissioni conseguiti e la loro coerenza con la diagnosi energetica ante intervento;
  2. diagnosi energetica realizzata in conformità ai criteri espressi dalla specifica normativa in vigore.

Le diagnosi energetiche nonché la relazione tecnica sono eseguite da società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici certificati da organismi accreditati.

Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda di partecipazione, anche qualora un intervento riguardi più unità produttive.

Gli interventi ammissibili devono avere un valore complessivo compreso tra € 80.000,00 ed € 500.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • costi relativi all’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, sistemi, componenti, nonché le relative spese di montaggio e allacciamento; le spese relative al software di base, indispensabile al funzionamento di una macchina, di un impianto o di una attrezzatura, concorrono alla spesa relativa alla macchina governata dal software medesimo;
  • costi relativi a lavori edilizi e impiantistici, anche per la produzione di energia da fonte rinnovabile, connessi e dimensionati rispetto al programma di investimenti. Le spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, incluse nei costi di cui alla presente lettera b), sono ammissibili nel limite massimo di € 10.000,00;
  • spese tecniche per le diagnosi energetiche;
  • spese per il rilascio, da parte di organismi accreditati da ACCREDIA o da corrispondenti organismi esteri per la specifica norma da certificare, delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001;
  • premi versati per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, purché relativi alla fideiussione richiesta dal Bando.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione verrà concessa secondo il Regolamento GBER o secondo il regime de minimis sulla base della scelta operata dal beneficiario al momento della presentazione della domanda.

Nel caso di scelta del regime de minimis, l’agevolazione assumerà la veste di un contribuito a fondo perduto subordinato al rispetto dei massimali previsti dal citato regolamento europeo, ovvero non può superare l’importo di € 200.000,00 nell’arco di tre esercizi finanziari. Il valore minimo del contributo è pari ad € 24.000,00.

Nel caso di scelta del Regolamento GBER, l’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammissibile. L’agevolazione è concessa:

  • nel limite massimo di € 150.000,00, corrispondenti a una spesa ammissibile pari o superiore ad € 500.000,00;
  • nel limite minimo di € 24.000,00, corrispondenti a una spesa ammissibile ad € 80.000,00.

Le agevolazioni sono cumulabili con aiuti di Stato concessi per gli stessi costi ammissibili o con aiuti di Stato relativi alla stessa misura di finanziamento se tale cumulo non comporta il superamento dell’intensità di aiuto o dell’importo di aiuto più elevato fissati, per le specifiche circostanze di ogni caso, in un regolamento d’esenzione per categoria o in una decisione adottata dalla Commissione.

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 17:00 del 15/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Agosto 26, 2020
sardegna-gal-nuorese-baronia-creazione-nuove-imprese-2020-valore-consulting-1280x720.jpg

FINALITÀ

Il GAL Nuorese Baronia sostiene la nascita di nuove imprese che dovranno operare nel settore dei servizi al turismo, caratterizzandosi per un contenuto innovativo rispetto al contesto locale, per il rispetto dei valori identitari, per la eco-compatibilità del business o del processo produttivo.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le persone fisiche (singole o associate) che intendono avviare una nuova micro o piccola impresa nel settore dei servizi turistici.

I beneficiari devono avere la sede legale e/o unità operativa nel territorio dei Comuni del Gal, ovvero: Bitti, Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orune, Osidda, Posada e Torpè;

Prima del provvedimento di concessione, i beneficiari dovranno essere iscritti alla CCIAA di Nuoro in una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, associazione tra professionisti, società semplice, studio associato e società di professionisti o aziende coniugali.

Rientrano tra i beneficiari anche i liberi professionisti iscritti alla CCIAA di Nuoro.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la nascita di nuove attività che riescono a coniugare l’identità culturale locale e l’innovazione, per creare un sistema ospitale capace di attrarre turisti di fascia culturale e reddituale medio-alta.

A titolo di esempio sarà incentivato l’avvio di nuovi servizi turistici quali transfer, intrattenimento, visite guidate ed escursioni.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti categorie di spesa:

  • realizzazione del progetto ovvero ristrutturazione di immobili e acquisto di arredi, attrezzature e mezzi di trasporto;
  • spese generali quali progettazione, consulenze, garanzie fideiussorie;
  • investimenti immateriali quali sito web, software gestionali, brevetti e licenze.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione  assume la forma di un contributo in conto capitale, la cui intensità massima è pari al 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di € 50.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 20/11/2020.

Le domande verranno esaminate mediante una procedura valutativa a graduatoria.


Agosto 20, 2020
emilia-romagna-qualificazione-innovazione-stabilimenti-balneari-valore-consulting-1280x640.jpg

FINALITÀ

La Regione Emilia-Romagna rilancia l’offerta turistica e il turismo balneare sostenendo interventi di riqualificazione e innovazione degli stabilimenti e delle strutture balneari marittime anche in termini di sostenibilità e in relazione ai nuovi scenari determinatisi a seguito dell’emergenza da Covid-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, che esercitano in Emilia-Romagna l’attività di gestione degli stabilimenti e delle strutture balneari marittime, iscritte nel registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. la riqualificazione, la ristrutturazione, l’ammodernamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività;
  2. la riqualificazione dell’attività finalizzata all’introduzione di nuovi servizi da offrire alla clientela anche tramite l’introduzione di tecnologie informatiche e digitali;
  3. la riqualificazione dell’attività e dei servizi in termini di sostenibilità ambientale, con particolare riferimento a:
  • riduzione del consumo di plastiche e imballaggi;
  • riduzione dei consumi energetici e delle emissioni in atmosfera anche tramite l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia;
  • efficace gestione della risorsa idrica;
  • promozione della mobilità sostenibile da parte della clientela;
  • riqualificazione delle strutture e dell’attività tramite l’utilizzo di materiali eco-sostenibil;
  • contenimento del rumore e riduzione dell’inquinamento acustico;
  • accessibilità ai servizi offerti da parte della clientela con disabilità;
  • implementazione di attività sportive a zero impatto ambientale.

I progetti devono avere un valore complessivo pari o superiore ad € 30.000,00.

I progetti dovranno essere avviati a partire dallo 01/01/2020 ed essere conclusi entro e non oltre 6 mesi dalla data di adozione del provvedimento di concessione del contributo.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • opere edili, murarie e impiantistiche;
  • attrezzature, impianti, finiture, arredi, dotazioni informatiche;
  • servizi di consulenza connessi alla realizzazione dei progetti.

Le spese devono essere realizzate tra lo 01/01/2020 e i 2 mesi successivi alla scadenza del termine per la conclusione del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto nella misura pari al 40% delle spese ammissibili ed il cui ammontare massimo non potrà superare l’importo di € 15.000,00.

Il contributo è incrementato del 5%:

  • qualora l’attività di impresa sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile;
  • qualora i progetti presentati contengano gli interventi diretti a caratterizzare in maniera sostenibile l’attività e i servizi offerti in termini di sostenibilità ambientale.

I contributi sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 10:00 del 29/09/2020 alle ore 13:00 del 15/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 15, 2020
campania-startup-2020-valore-consulting-1280x720.png

FINALITÀ

La Regione Campania sostiene il consolidamento di startup innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza, per aumentare la competitività del sistema produttivo regionale attraverso lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi innovativi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro e piccole imprese già costituite e i promotori d’impresa che intendano costituirne una.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto lo sviluppo di soluzioni tecnologiche relative a una o più Traiettorie Tecnologiche Prioritarie e ad una Area di Specializzazione – così come individuate dal Documento RIS3 Campania -, in grado di generare impatti rispetto ai mercati emergenti (Blue-economy, Bio-economy, Manifattura 4.0, Industrie creative) e/o ai mercati tradizionali da diversificare (sistema moda, agroalimentare), o la capacità di migliorare la gestione della PA delle emergenze sociali.

Sono ammissibili gli interventi che hanno ottenuto un “Seal of Excellence” sullo SME INSTRUMENT, a condizione che il proponente abbia sede produttiva nella regione Campania.

L’intervento ammissibile deve avere un valore pari o superiore a € 50.000,00.

Gli interventi devono essere realizzati presso unità produttive localizzate nel territorio della Regione Campania.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono:

Spese connesse all’investimento materiale e immateriale:

  • impianti specifici, macchinari, attrezzature ed arredi;
  • acquisto proprietà intellettuale, costi dei brevetti;
  • acquisto programmi informatici e spese di realizzazione di siti web.

Consulenze funzionali all’avvio e/o allo sviluppo del progetto:

  • brevetti;
  • studi di fattibilità;
  • servizi di consulenza in materia di innovazione, compresi i servizi di incubazione ed accelerazione di impresa;
  • servizi di sostegno all’innovazione;
  • servizi di sostegno alla penetrazione del mercato;
  • servizi di sostegno alla digitalizzazione del business.

Spese di personale:

  • ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario, contrattualizzati a tempo determinato o indeterminato;

Spese generali:

  • calcolate nella misura forfettaria del 15% del delle spese ammissibili del personale;

Altri costi di esercizio:

  • garanzia finalizzati all’erogazione del contributo in anticipazione;
  • promozione e commercializzazione;
  • canoni di affitto dei locali della sede operativa;
  • licenze software e servizi in cloud;

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo pari al:

  • 70% delle spese ammissibili, nel caso in cui le spese siano pari o superiori a € 90.000,00;
  • 85% delle spese ammissibili, nel caso in cui le spese siano minori a € 90.000,00, ma comunque pari o superiori a € 50.000,00.

In entrambi i casi il contributo concesso avrà un valore compreso tra € 50.000,00 e € 300.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 dell’11/09/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a graduatoria.


Luglio 2, 2020
toscana-ricerca-e-sviluppo-mpmi-bando-2-valore-consulting-1280x640.jpg

FINALITÀ

La Regione Toscana agevola la realizzazione di progetti d’investimento in ricerca industriale e sviluppo sperimentale da parte delle imprese del territorio.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, con sede legale e/o unità operativa in Regione, sia in forma singola che in cooperazione tra loro (in un numero minimo di 3) con la partecipazione o meno di Organismi di Ricerca (OdR). Rientrano, altresì, in tale categoria i liberi professionisti.

I beneficiari devono essere attivi e regolarmente iscritti alla CCIAA territorialmente competente.

Nel caso in cui i beneficiari intendano prendere parte al Bando in forma aggregata, questi ultimi dovranno dare vita ad un raggruppamento temporaneo d’imprese (RTI), sotto forma di rete-contratto, rete-soggetto, consorzio, società consortile.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili dovranno essere in linea con la S3 regionale, legati alle seguenti priorità ICT, fotonica, fabbrica intelligente, chimica e nanotecnologie e da applicare nei seguenti ambiti cultura e beni culturali, energia e green economy, impresa 4.0, salute e scienze della vita, smart-agrifood.

L’intervento deve avere un valore complessivo compreso tra € 150.000,00 ed € 1.500.000,00.

L’intervento può essere realizzato dal 19/03/2020 e deve concludersi entro i successivi 18 mesi ed in ogni caso entro il 31/12/2022.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda a valere o sul Bando 1 o sul Bando 2.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. personale quale ricercatori, tecnici ed altro personale ausiliario;
  2. strumenti e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca;
  3. fabbricati e terreni;
  4. ricerca contrattuale, competenze tecniche e brevetti e servizi di consulenza;
  5. spese generali supplementari;
  6. altri costi di esercizio, inclusi i costi dei materiali, forniture e prodotti analoghi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà le intensità indicate nella tabella.

L’agevolazione è cumulabile con altre concesse come aiuti di Stato, con contributi a titolo de minimis, con Fondi UE a gestione diretta, che non costituiscono aiuti di Stato.

INTENSITA’ AIUTO R&S
Micro e Piccola impresa 30%
Micro e Piccola impresa in collaborazione con altre imprese 40%
Media impresa 25%
Media impresa in collaborazione con altre imprese 35%
Organismo di ricerca (in cooperazione con imprese) 40%

TERMINE

La domanda può essere presentata fino alle ore 17:00 del 20/07/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification