Notizie e Bandi

Maggio 15, 2020
voucher-3-i-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il MISE sostiene le Startup innovative nella valorizzazione del loro continuo processo di innovazione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Start-up innovative costituite da Piccole e Medie Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare l’acquisizione di servizi di consulenza relativi alla verifica e alla brevettabilità dell’invenzione e all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive, alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, all’estensione all’estero della domanda nazionale.

Nello specifico, mediante la presente Misura sarà possibile acquisire i seguenti servizi:

  • servizi di consulenza relativi all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive e alla verifica della brevettabilità dell’invenzione;
  • servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • servizi di consulenza relativi al deposito all’estero di una domanda che rivendica la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto.

Ciascun beneficiario può richiedere la concessione del voucher 3I per i servizi sopra indicati anche disgiuntamente, fermo restando che, per la richiesta del voucher relativo ai servizi di cui al punto 3. l’impresa deve essere in possesso della domanda di brevetto nazionale.

L’impresa procede al pagamento dei servizi fruiti utilizzando il voucher 3I in suo possesso, consegnandolo al soggetto fornitore del servizio richiesto.
Ciascun beneficiario puo’ richiedere, per uno o più dei servizi sopra elencati, di ottenere il voucher 3I al massimo in relazione a 3 diversi brevetti nell’arco di 12 mesi a partire dalla prima domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono essere inerenti agli interventi che si intendono realizzare.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la veste di un voucher, il cui importo è fissato nelle seguenti misure:

  • € 2.000,00 per i servizi di consulenza relativi alla verifica della brevettabilità dell’invenzione e all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive;
  • € 4.000,00 per i servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • € 6.000,00 per i servizi di consulenza relativi al deposito all’estero della domanda nazionale di brevetto.

Non sono ricompresi nell’agevolazione gli oneri relativi a tasse e diritti di deposito.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 12:00 del 15/06/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

CLICCA QUI E PROVA SUBITO LEXPLORER

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Luglio 25, 2019
friuli-venezia-giulia-contributi-imprenditoria-giovanile-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Friuli Venezia-Giulia sostiene l’imprenditoria giovanile dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio, del turismo e dei servizi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le nuove imprese giovanili con sede legale e/o unità operativa in Friuli Venezia-Giulia.

Sono altresì beneficiarie le imprese giovanili da costituire ed iscrivere al Registro delle imprese entro 3 mesi dalla scadenza del termine per la presentazione della domanda.

I beneficiari devono inoltre possedere i seguenti requisiti:

  • iscrizione nel Registro delle imprese della CCIAA competente per territorio;
  • sede legale o unità operativa oggetto dell’investimento ubicata sul territorio regionale.

Si intende “nuova impresa” quella iscritta da meno di 36 mesi al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda; non è considerata nuova l’impresa le cui quote sono detenute in maggioranza da altre imprese, la società che risulta da trasformazione di società preesistente o da fusione o scissione di società preesistenti nonché l’impresa che è stata costituita tramite conferimento d’azienda o di ramo d’azienda da parte di impresa preesistente.

Per “impresa giovanile” s’intende quella in cui la maggioranza delle quote è nella titolarità di giovani, oppure l’impresa cooperativa in cui la maggioranza dei soci è composta da giovani, l’impresa individuale il cui titolare è un giovane, nonché, nel caso della società di persone composta da due soci (nella quale almeno uno dei soci è giovane), la società in accomandita semplice il cui socio accomandatario è un giovane e la società in nome collettivo il cui socio giovane è anche il legale rappresentante della società.

Per “giovane” si intende infine la persona fisica di età non superiore ai 35 anni.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la nascita e/o il consolidamento di un’impresa giovanile.

Gli interventi devono avere un valore pari o superiore ad € 5.000,00; nel caso di società con almeno 3 soci il valore del progetto deve essere pari o superiore ad € 10.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute dall’impresa quali:

A) Investimenti, funzionali all’esercizio dell’attività economica, relativi all’acquisto e locazione finanziaria di:

  • impianti specifici;
  • arredi;
  • macchinari, strumenti e attrezzature;
  • diritti di licenza, software, brevetti e know-how;
  • hardware;
  • automezzi;
  • sistemi di sicurezza;
  • materiali e servizi concernenti pubblicità e attività promozionali, nei limiti di spesa massima di € 10.000,00.

B) Spese per la costituzione quali:

  • spese notarili relative all’onorario;
  • spese connesse agli adempimenti obbligatori per l’avvio dell’impresa nonché business plan nel limite massimo di € 10.000,00.

C) Spese di primo impianto quali:

  • adeguamento o ristrutturazione dei locali dell’impresa, nel limite massimo di € 40.000,00;
  • realizzazione o ampliamento del sito internet, nei limiti di spesa massima di € 5.000,00,
  • locazione dei locali, per una periodo massimo di 12 mesi e una spesa massima di € 15.000,00;
  • avvio attività di franchising, limitatamente al diritto di ingresso nel limite di spesa massima di € 25.000,00.

D) Spese per microcredito:

  • premio e spese di istruttoria per l’ottenimento di garanzie, in forma di fideiussioni o di garanzie a prima richiesta, rilasciate nell’interesse dell’impresa beneficiaria da banche, istituti assicurativi e confidi, nel limite di spesa massima pari ad € 2.000,00;
  • oneri finanziari relativi all’effettuazione dell’operazione di microcredito con riguardo agli interessi passivi e alle spese di istruttoria e di perizia nel limite di spesa massima pari ad € 1.000,00.

I beni devono essere nuovi di fabbrica.

Nel caso di locazione finanziaria è ammessa la spesa per la quota capitale delle singole rate effettivamente sostenute fino alla data di rendicontazione del progetto; non sono ammesse quota interessi e spese accessorie.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la veste di un contributo a fondo perduto il cui importo è compreso tra € 2.500,00 ed € 20.000,00.

Nel caso di società con almeno tre soci tale importo è compreso tra € 5.000,00 ed € 40.000,00. L’intensità dell’agevolazione è individuata sulla base della valutazione del progetto:

  • livello di valutazione alto50% della spesa ammissibile
  • livello di valutazione medio45% della spesa ammissibile
  • livello di valutazione basso40% della spesa ammissibile.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 09:15 del 09/09 alle ore 16:30 del 21/10/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Giugno 11, 2019
emilia-romagna-startup-innovative-spin-off-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Bando sostiene l’avvio o il consolidamento di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca finalizzata a nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo.

Lo stesso contribuisce a dare attuazione alla Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente, ovvero i progetti dovranno dimostrare di avere ricaduta innovativa e di diversificazione su almeno uno degli ambiti produttivi (A, B e D) quali:

  • A.1 – Sistema agroalimentare;
  • A.2 – Sistema dell’edilizia e delle costruzioni;
  • A.3 – Meccatronica e motoristica;
  • B.1 – Industrie della salute e del benessere;
  • B.2 – Industrie culturali e creative;
  • D.1 – Innovazione nei servizi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro e Piccole Imprese, regolarmente costituite e registrate nella Sezione speciale del Registro delle Imprese presso la CCIAA, dedicata alle start-up innovative.

Le imprese devono avere l’unità locale in Emilia-Romagna ed esecitare la propria attività economica in uno degli ambiti individuati dai Codici Ateco 2007 elencati nell’appendice 3 del Bando.

Per gli interventi che rientrano nella Tipologia A le imprese proponenti devono essere costituite successivamente allo 01/01/2016.

Per quelli che rientrano nella Tipologia B le imprese devono essere state costituite successivamente all’8/07/2014, avere almeno due esercizi di bilancio, un fatturato di almeno 200.000,00 € nell’ultimo bilancio approvato e 3 dipendenti a tempo indeterminato assunti alla data del 31/12/2018.

INTERVENTI

Gli interventi ammissisibili sono di due tipologie:

  • Tipologia AProgetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto dell’attività di ricerca;
  • Tipologia BProgetti per la realizzazione di investimenti per l’espansione di startup già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l’aumento di dotazioni tecnologiche.

I progetti imprenditoriali dovranno prevedere un costo totale ammissibile non inferiore a:

  • Tipologia A – Sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici – € 80.000,00
  • Tipologia A – Applicazioni digitali avanzate nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nei servizi ad alta intensità di conoscenza – € 50.000,00
  • Tipologia B – Sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici – € 150.000,00
  • Tipologia B – Applicazioni digitali avanzate nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nei servizi ad alta intensità di conoscenza – € 80.000,00.

La durata massima dei progetti è stabilita in 12 mesi per entrambe le tipologie.

La durata dei progetti decorre dallo 01/01/2020. I progetti dovranno quindi concludersi entro il 31/12/2020.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili dovranno essere sostenute nel periodo 01/01/2020 – 31/12/2020.

Per la Tipologia A, saranno ammissibili spese sostenute prima della presentazione della domanda per un importo non superiore a € 2.000,00 riconducibili alla voce “Spese di costituzione”.

Per la Tipologia A sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi;
  2. Affitto/noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% delle spese ammissibili);
  3. Acquisto brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  4. Spese di costituzione (massimo 2.000 €);
  5. Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25.000 €);
  6. Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Per la Tipologia B sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali (massimo 50% delle spese ammissibili);
  2. Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi;
  3. Affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% delle spese ammissibili);
  4. Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  5. Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% delle spese ammissibili);
  6. Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale, corrispondente al 60% della spesa complessiva ammissibile.

Il contributo non potrà superare gli importi di seguito indicati:

  • Tipologia A – 100.000,00 €
  • Tipologia B – 250.000,00 €

E’ prevista una maggiorazione del contributo pari al 10% per i progetti che prevedono alla loro conclusione un incremento di dipendenti assunti a tempo indeterminato (con contratti a tempo pieno o a tempo parziale per almeno l’80% del tempo) rispetto a quelle in organico al momento della presentazione della domanda, pari ad almeno 2 unità per la Tipologia A e almeno 3 per la Tipologia B.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 dell’8/7 alle ore 17:00 del 11/10/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Maggio 6, 2019
cuneo-proprietà-intellettuale-marchi-e-brevetti-valore-consulting.png

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Cuneo favorisce le imprese che investono su servizi di gestione della proprietà intellettuale relativi a marchi e brevetti. Lo strumento di finanza agevolata individuato per il bando è il contributo a fondo perduto.

BENEFICIARI

Sono ammesse a presentare domanda le imprese aventi sede o unità locale in provincia di Cuneo, attive ed iscritte al Registro Imprese.

Non possono partecipare al bando le imprese beneficiarie del bando per l’innovazione della proprietà intellettuale marchi e brevetti anno 2018, né tanto meno possono parteciparvi quelle che hanno in corso la fornitura di servizi a favore della Camera di Commercio, anche a titolo gratuito, e per tutta la durata del contratto di fornitura.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili riguardano la progettazione del marchio e tutta l’attività ad esso successiva inerente la consulenza ed il deposito dello stesso.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammesse, relative all’anno 2019, e fatturate nel periodo compreso tra lo 01/01 e il 31/12/2019, riguardano:

  • progettazione del marchio;
  • ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito;
  • assistenza per la concessione in licenza del marchio;
  • assistenza per l’estensione comunitaria o internazionale del marchio nazionale/internazionale;
  • analisi sulla brevettabilità di un prodotto o di un modello o di un design;
  • consulenza e assistenza per la brevettazione;
  • assistenza per l’ottenimento di brevetti nazionali e per l’estensione internazionale di un brevetto nazionale, di un modello di utilità o di un design;
  • tasse di deposito per marchi e brevetti nazionali, internazionali e comunitari.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’iniziativa prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto, in regime de minimis, a fronte delle spese relative all’anno 2019 e fatturate nel periodo compreso tra lo 01/01 e il 31/12/2019.

Al fine dell’ammissione al contributo le spese ammissibili sostenute non dovranno essere inferiori a € 700,00 per i marchi ed € 1.500,00 per i brevetti.

Il contributo erogabile è pari al 30% delle spese complessive ammissibili e non potrà superare:

  • € 1.500,00 per i marchi;
  • € 3.000,00 per i brevetti.

Il contributo è cumulabile per un massimo di € 3.000,00 per azienda.

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro il 31/01/2020.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 19, 2019
modena-nuove-imprese-startup-valore-consulting.png

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Modena incentiva la creazione e lo sviluppo di nuove imprese con particolare riguardo per le start up giovanili.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese della Provincia di Modena, attive, con sede e/o unità locale nella stessa provincia ed iscritte al Registro Imprese della CCIAA di Modena dallo 01/01/2019.

Gli incentivi sono rivolti con priorità alle imprese composte, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da giovani tra i 18 e i 35 anni.

Sono ammissibili le neo-imprese appartenenti a tutti i settori economici.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la creazione di una nuova impresa.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • onorari notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa al netto di tasse, imposte diritti e bolli anticipati dal notaio/consulente;
  • canoni di locazione dell’immobile limitatamente a soli tre mesi, purché successivi alla data di iscrizione al Registro Imprese;
  • acquisto/noleggio o leasing di beni strumentali/macchinari/attrezzature/hardware/arredi; esclusivamente beni nuovi, durevoli e funzionali all’attività svolta;
  • acquisto/noleggio o leasing di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti all’attività dell’impresa;
  • realizzazione del sito internet nel limite massimo del 30% delle spese ammissibili;
  • registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze;
  • consulenza e servizi specialistici nelle seguenti aree: marketing, logistica, digitale, gestione del personale, economico-finanziaria e contrattualistica.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un contributo a fondo perduto, la cui intensità massima è pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un importo massimo di € 5.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere inviata dalle ore 10:00 del 03/06 alle ore 20:00 del 28/06/2019. Le domande verranno istruite secondo l’ordine cronologico di arrivo.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 16, 2019
puglia-fondo-tecnonidi-valore-consulting-1280x800.png

FINALITÀ

La Regione Puglia disciplina l’accesso alle agevolazioni e al finanziamento per la creazione o lo sviluppo di start up innovative.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole Imprese che, nel territorio della Regione Puglia, intendono sviluppare piani d’investimento a contenuto tecnologico con i seguenti requisiti:

  • non sono quotate;
  • non sono iscritte da più di cinque anni al registro delle imprese;
  • non hanno distribuito utili.

Possono beneficiare del Fondo anche le imprese costituite in forma di società di capitali, che possano rientrare in una delle seguenti categorie:

1. essere regolarmente costituite ed essere iscritte al registro delle Startup innovative;

2. aver sostenuto costi di ricerca e sviluppo che rappresentino almeno il 10% del totale dei costi di esercizio in almeno uno dei tre anni precedenti la concessione dell’aiuto;

3. disporre del riconoscimento del Seal of excellence.

Tutti i soggetti beneficiari devono avere una sede operativa in Puglia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono essere riconducibili ad una delle aree di innovazione di seguito riportate:

  • manifattura sostenibile;
  • salute dell’uomo e dell’ambiente;
  • comunità digitali, creative e inclusive;
  • micro e nanoelettronica;
  • nanotecnologie;
  • biotecnologie;
  • materiali avanzati:
  • produzione e trasformazione avanzate.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • macchinari, impianti di produzione e attrezzature varie, arredi, nonché automezzi nei casi in cui gli stessi siano di tipo commerciale;
  • opere edili e assimilate;
  • spese in attivi immateriali legate ad investimenti in software, trasferimento di tecnologie.

Le fatture devono avere un importo imponibile minimo di € 500,00 (fatta eccezione per le voci b, c, d, e successivamente indicate).

Sono ammissibili i seguenti costi di funzionamento:

a) personale dipendente;

b) spese di locazione di immobili derivanti da contratti registrati;

c) utenze di energia, acqua, riscaldamento, telefoniche e connettività;

d) premi per polizze assicurative riferiti all’esercizio dell’attività d’impresa;

e) canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati, per servizi software, servizi “cloud”, servizi informativi, housing, registrazione di domini Internet, servizi di posizionamento sui motori di ricerca, acquisto di spazi per campagne di Web Marketing, Keywords Advertising, Social, Brand Awareness e Reputation;

f) servizi di personalizzazione di siti Internet acquisiti da impresa operante nel settore della produzione di software, consulenza informatica e attività connesse;

g) servizi di consulenza in materia di innovazione (sostegno alla tutela e brevettazione); tali costi non potranno essere superiori ad € 30.000,00;

h) servizi di sostegno all’innovazione (test e certificazione dei prodotti); tali costi non potranno essere superiori ad € 30.000,00;

i) servizi di consulenza finalizzati all’adozione ex novo di un sistema di gestione ambientale, di certificazione di prodotto, di gestione della responsabilità sociale di impresa e di rendicontazione etico-sociale, rispondenti a standard internazionali; tali costi non potranno essere superiori ad € 30.000,00;

j) costi per la locazione e l’allestimento dello stand in occasione della prima partecipazione ad una fiera specializzata.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste nella concessione di prestiti rimborsabili e di sovvenzioni dirette.

TERMINE

L’istanza di accesso al Fondo deve essere preceduta da una domanda preliminare. E’ già possibile presentare domanda.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 11, 2019
emilia-romagna-start-up-innovative.jpg

FINALITÀ

La Regione Emilia-Romagna sostiene le spese di investimento per l’avvio o il consolidamento di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca finalizzata a nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo localizzate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro e Piccole Imprese, attive, regolarmente iscritte nel registro delle imprese ed operanti nelle seguenti filiere:

1. Biomedicale e altre industrie legate alla salute;

2. Meccatronica e motoristica;

3. Agroalimentare;

4. Ceramica e costruzioni;

5. ICT e produzioni multimediali;

6. Moda.

I beneficiari devono avere la sede legale e/o l’unità locale in uno dei Comuni dell’Emilia-Romagna colpiti dal sisma del 2012 ovvero: Bastiglia, Bomporto, Bondeno, Camposanto, Carpi, Cento, Concordia sulla Secchia, Crevalcore, Fabbrico, Ferrara, Finale Emilia, Galliera, Guastalla, Luzzara, Mainarda, Medolla, Mirandola, Novi di Modena, Pieve di Cento, Poggio Renatico, Ravarino, Reggiolo, Rolo, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto, San Possidonio, San Prospero, Soliera, Terre del Reno – Mirabello e Sant’Agostino – Cavezzo, Vigarano.

I beneficiari, per gli interventi di cui alla Tipologia A, devono essere costituiti successivamente allo 01/01/2016.

Invece, per gli interventi di cui alla Tipologia B, devono essere stati costituiti successivamente allo 01/01/2015, avere almeno due esercizi di bilancio, un fatturato, la voce di bilancio“ricavi delle vendite e delle prestazioni” di almeno 200.000,00 € nell’ultimo bilancio approvato e 3 dipendenti a tempo indeterminato assunti alla data del 31/12/2018.

Le imprese devono avere la forma di:

  • società di capitali;
  • società cooperative;
  • società consortili di capitali;

Infine, per essere definita innovativa, l’azienda proponente deve essere iscritta alla “Sezione speciale in qualità di Start-up Innovativa” del registro delle imprese.

INTERVENTI

Gli interventi devono rientrare in una delle seguenti categorie:

Tipologia A – Progetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca;

Tipolgia B – Progetti per la realizzazione di investimenti per l’espansione di start up già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l’aumento di dotazioni
tecnologiche.

I predetti interventi dovranno prevedere un costo totale ammissibile, non inferiore a:

Tipolgia A sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici – € 50.000,00;

Tipologia B – applicazioni digitali avanzate nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nei servizi ad alta intensità di conoscenza – € 30.000,00;

Tipologia Bsviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici€ 120.000,00;

Tipologia Bapplicazioni digitali avanzate nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nei servizi ad alta intensità di conoscenza – € 50.000,00.

La durata massima dei progetti è stabilita in:

  • 18 mesi – Tipologia A;
  • 24 mesi – Tipologia B.

La durata dei progetti decorre dalla data dello 01/01/2019. I progetti dovranno quindi concludersi entro:

  • 01/07/2020 – Tipologia A;
  • 31/12/2020 – Tipologia B.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili per la Tipologia A dovranno riguardare:

  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi;
  • affitto/noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% delle spese ammissibili);
  • acquisto di brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese di costituzione (massimo 2.000 €);
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 15.000,00 €);
  • consulenze esterne specialistiche.

Le spese ammissibili per la Tipologia B dovranno riguardare:

  • acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali (massimo 50% costo totale del progetto);
  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi;
  • affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% delle spese complessive ammissibili);
  • acquisto di brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% delle spese complessive ammissibili);
  • consulenze esterne specialistiche.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale, corrispondente al 60% della spesa ammissibile.

E’ prevista una maggiorazione del contributo pari al 10% per i progetti che prevedono almeno una delle seguenti caratteristiche:

1. alla loro conclusione un incremento di dipendenti assunti a tempo indeterminato (con contratti a tempo pieno o a tempo parziale per almeno l’80% del tempo) pari a:

  • almeno 1 unità – Tipologia A;
  • almeno 2 unità – Tipologia B.

2. qualora il progetto di start-up nasca da uno spin off universitario;

3. qualora l’impresa decida di collocarsi anche temporaneamente in una struttura a supporto dello sviluppo di rapporti di rete e di azioni di sistema.

Il contributo concedibile non potrà superare gli importi di seguito indicati:

  • 100.000,00 € – Tipologia A;
  • 200.000,00 € – Tipologia B.

TERMINE

La domanda deve essere inviata fino alle ore 17:00 del 16/09/2019.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 10, 2019
como-lecco-incubatore-impresa-1280x750.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio Industria e Artigianato di Como-Lecco promuove l’Edizione 2019 del Bando “Incubatore d’impresa”, per sostenere la creazione e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali innovative all’interno dell’Innovation Hub Sviluppo Como–ComoNExT SpA.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • aspiranti imprenditori: l’impresa dovrà essere costituita e risultare attiva entro 2 mesi dalla data di comunicazione dell’ammissione della domanda;
  • MPMI attive ed iscritte al Registro Imprese da non oltre 12 mesi.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono essere “innovativi”, ovvero:

  • prevedere lo sviluppo di prodotti e/o servizi con caratteristiche di innovatività rispetto a prodotti e servizi già presenti sul mercato e che eventualmente utilizzano nuove tecnologie (innovazione di prodotto/servizio);
  • comportare un miglioramento, in termini qualitativi e di performance, di processi produttivi o introducono nuovi processi produttivi con caratteristiche migliorative rispetto all’esistente (innovazione di processo).

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. supporto e tutoraggio alla redazione degli elementi base del business plan, o valutazione e integrazione del business plan già esistente, incluse sessioni formative specifiche. Il valore massimo spendibile per queste attività è di € 8.000,00;
  2. utilizzo della postazione riservata che verrà assegnata presso l’Incubatore (open space) valorizzato in € 3.000,00;
  3. supporto continuo attraverso consulenza, formazione e tutoring nei 12 mesi per un valore di € 7.000,00, con riferimento prioritario alle seguenti aree tematiche:
  • networking con le imprese dell’Innovation Hub ed esterne;
  • affiancamento nei seguenti ambiti: marketing, comunicazione, organizzativo, commerciale;
  • assistenza nei settori tecnologici e brevettuali;
  • analisi profilata di bandi e misure di finanziamento a supporto dello sviluppo d’impresa, supporto alla candidatura;
  • orientamento nei settori legale, amministrativo, fiscale ed indirizzo a professionisti;
  • preparazione specialistica alla presentazione ad investitori (pitching).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di voucher con valore massimo sarà pari ad € 18.000,00 da spendere nei 12 mesi di incubazione.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 24:00 del 17/05/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Aprile 9, 2019
decreto-crescita-smart-and-start-nuove-imprese-tasso-zero.jpg

Verrà predisposta una modifica della procedura che si incentrerà sull’effettività dei progetti, minori oneri amministrativi ed ampliamento delle voci dei costi ammissibili.

Nuove Imprese a Tasso Zero

Con le modifiche apportate il Governo ha voluto ampliare l’ambito di applicabilità della misura.

Viene ampliato il novero dei potenziali beneficiari della misura:

  • potranno presentare domanda anche imprese costituite da non più di 60 mesi;
  • saranno coperte il 90% delle spese complessive ammissibili nei confronti di quelle imprese costituite da più di 36 mesi ma non oltre i 60, con applicazione del regime di esenzione del regolamento GBER, e che l’importo massimo di tali spese viene aumentato fino ad € 3.000.000,00.
  • la durata del mutuo agevolato è stata aumentata fino a 10 anni.

Inoltre, tale aiuto potrà essere cumulato con altri aiuti di Stato.

Si precisa che il decreto non è stato ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Si attende il decreto attuativo da parte del Mise entro i primi giorni del mese di luglio.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 8, 2019
Global_Innovation_iStock_000023208860Small.jpg

FINALITÀ

Il Bando promuove la realizzazione di Azioni Innovative (IA) che riguardano progetti pilota, test ed attività dimostrative per:

  • creare nuovi piani ed organizzazioni dell’impresa;
  • creare nuove forme di design;
  • modificare o implementare i prodotti, i processi, gli strumenti o i servizi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Piccole, Medie e Grandi Imprese, nonché Università ed Organismi di Ricerca (ODR), con sede legale in uno degli Stati elencati:

  • Stati Membri dell’Unione Europea;
  • nelle regioni d’oltremare degli Stati membri dell’Unione Europea e nei territori collegati a quelli degli Stati Membri dell’Unione Europea, ovvero: Anguilla, Aruba, Bermuda, British Territori dell’Antartico, Territori Britannici nell’Oceano Indiano, le Isole Vergini Inglesi, isole Cayman, isole Falkland, Polinesia Francese, le regioni meridionali francesi dell’Antartico, Groenlandia, Montserrat, Antille Olandesi (Bonaire, Curaçao, Saba, Sint Eustatius, Sint Maarten), Nuova Caledonia e sue dipendenze, Pitcairn, Saint Barthélemy, Saint Helena, Saint Pierre and Miquelon, Georgia del sud ed Isole Sandwich, Isole Turks and Caicos, Isole Wallis and Futuna;
  • gli Stati associati al progetto Horizon 2020;
  • gli Stati espressamente richiamati nella presente elencazione: Afghanistan, Algeria, Samoa americana, Angola, Argentina, Azerbaijan, Bangladesh, Bielorussia, Belize, Benin, Bhutan, Bolivia, Botswana, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Cameron, Capo Verde, Repubblica Centro Africana, Ciad, Cile, Colombia, Comore, Repubblica Democratica del Congo, Congo, Costa Rica, Costa d’Avorio, Cuba, Gibuti, Korea del Sud, Dominica, Repubblica Dominicana, Ecuador, Egitto, El Salvador, Eritrea, Etiopia, Fiji, Gabon, Gambia, Ghana, Grenada, Guatemala, Guinea, Guinea-Bissau, Guyana, Haiti, Honduras, Indonesia, Iran, Iraq, Jamaica, Giordania, Kazakistan, Kenya, Kiribati, Kosovo, Repubblica del Kirghizistan, Laos, Libano, Lesotho, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Malaysia, Maldive, Mali, Isole Marshall, Mauritania, Mauritius, Micronesia, Mongolia, Marocco, Mozambico, Myanmar, Namibia, Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria, Pakistan, Palau, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Filippine, Rwanda, Samoa, Sao Tome e Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, isole Salomone, Somalia, Sud Africa, Sud Sudan, Sri Lanka, St. Kitts and Nevis, St. Lucia, St. Vincent e le Grenadine, Sudan, Suriname, Swaziland, Siria, Tajikistan, Tanzania, Tailandia, Timor-Est, Togo, Tonga, Turkmenistan, Tuvalu, Uganda, Uruguay, Uzbekistan, Vanuatu, Venezuela, Vietnam, Yemen, Zambia, Zimbabwe.

I beneficiari dovranno costituire una partnership, composta da minimo tre soggetti fino ad un massimo di 90.

Ciascun partecipante al consorzio deve avere sede legale in uno degli Stati sopra elencati diverso da quello in cui hanno sede gli altri membri. Ciascuno dei beneficiari facenti parte della partenership deve essere indipendente dagli altri componenti.

INTERVENTI

Gli interventi devono avere ad oggetto:

  • l’utilizzo di tecnologie innovative;
  • la creazione di nuove e realistiche innovazioni connesse al tessuto industriale che le ha originate;
  • lo sviluppo di un nuovo progetto o di nuovi strumenti tali da poter essere utilizzati in diversi settori industriali;
  • lo sviluppo di strutture o piattaforme per la creazione e produzione di prodotti innovativi.

L’intervento non può durare più di tre anni. Lo stesso si compone di due fasi:

1. presentazione della domanda;

2. presentazione del progetto.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • personale;
  • attrezzature;
  • subappalti;
  • spese generali (viaggio e divulgazione).

La voce “spese generali” non può superare il 50% del costo del personale.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Per questo Bando, l’UE ha fissato € 92.500.000,00 di risorse.

Il contributo massimo per ogni intervento è di € 25.000.000,00.

Ciascun partner non potrà ottenere un contributo superiore al 50% del contributo massimo previsto per ciascun progetto.

L‘intensità massima d’aiuto prevista per ciascuna tipologia di beneficiario è fissata nella seguente tabella:

TIPOLOGIA DI BENEFICIARIO INTENSITA’ MASSIMA DI AIUTO (%)
Grandi Imprese 20%
Piccole e Medie Imprese 25%
Università / ODR 35%

TERMINE

La domanda deve essere inviata entro le ore 17:00 del 07/05/2019.

Il progetto deve essere inviato entro le ore 17:00 del 18/09/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi

Vieni a trovarci a MECSPE, Sabato 30 Marzo, Ore 10.00!


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification