Notizie e Bandi

Gennaio 5, 2021
legge-di-bilancio-2021-fondo-di-garanzia-pmi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo sostiene la liquidità delle imprese nella difficile situazione creata dall’emergenza sanitaria COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese, nonché le aziende che occupano fino a 499 dipendenti.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto operazioni finanziarie della durata non superiore a 6 anni, nonché nuovi finanziamenti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la duplice veste di una garanzia, concessa a titolo gratuito e il cui importo massimo è pari a € 5.000.000,00, e di una riassicurazione.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/06/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 23, 2020
lombardia-opeartion-di-leverage-acquisition-finance-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia finanzia tramite un plafond le operazioni di fusione e acquisizione finalizzate alla crescita per linee esterne o al cambio generazionale o al passaggio di proprietà ai dipendenti delle imprese lombarde.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese nonché le Mid Cap con sede legale o operativa in Lombardia.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto l’acquisizione di quote societarie e rami d’azienda, il rifinanziamento del debito pre-operazione o gli investimenti per lo sfruttamento delle sinergie post-operazione.

Rientrano tra gli interventi ammissibili anche quelli aventi ad oggetto l’acquisizione dell’impresa per cambio generazionale o passaggio di proprietà ai dipendenti.

Potrà essere richiesto un finanziamento a medio-lungo termine.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un finanziamento per l’acquisizione di quote societarie e rami d’azienda, il rifinanziamento del debito pre-operazione o gli investimenti per lo sfruttamento delle sinergie post-operazione ed anche per acquisizione dell’impresa per cambio generazionale o passaggio di proprietà ai dipendenti. In tali ultimi due casi si farà ricorso alla provvista BEI.

L’importo della quota di finanziamento sarà determinato caso per caso e sarà compreso tra € 1.000.000,00 e € 15.000.000,00.

A supporto del finanziamento potranno essere richieste idonee garanzie di natura contrattuale, reale o personale.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 09:00 del 28/10/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Settembre 16, 2020
sostegno-imprese-agricole-femminili-valore-consulting-1280x711.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene le imprese agricole a conduzione femminile attraverso la concessione di finanziamenti agevolati alle donne imprenditrici.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, in qualsiasi forma costituite, con sede legale e/o unità operativa nel territorio nazionale.

I beneficiari devono essere iscritti nel registro delle imprese ed esercitare esclusivamente l’attività agricola.

Le imprese devono essere amministrae e condotte da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto; nel caso di società, essere composte da donne per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto uno dei seguenti obiettivi:

  1. miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell’azienda agricola mediante una riduzione dei costi di produzione o la riconversione della produzione;
  2. miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere degli animali;
  3. realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo e alla modernizzazione dell’agricoltura.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. studi di fattibilità e analisi di mercato;
  2. opere agronomiche e di miglioramento fondiario;
  3. opere edilizie per la costruzione o il miglioramento di beni immobili;
  4. oneri per il rilascio della concessione edilizia;
  5. allacciamenti, impianti, macchinari e attrezzature;
  6. servizi di progettazione;
  7. beni pluriennali;
  8. acquisto di terreni;
  9. formazione specialistica di soci e dipendenti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un mutuo agevolato, a un tasso pari a zero, della durata minima di 5 anni e massima di 15 anni, comprensiva del periodo di preammortamento, e di importo non superiore ad € 300.000,00 e fino ad un massimo del 95% delle spese ammissibili.

Il mutuo agevolato deve essere assistito da garanzie per l’intero importo concesso, maggiorato del 20% per accessori e per il rimborso delle spese quale l’iscrizione di ipoteca di primo grado o la prestazione di fideiussione bancaria o assicurativa, sino al raggiungimento di un valore delle garanzie prestate pari al 120% del mutuo agevolato concesso.

La presente agevolazione è cumulabile con altri aiuti pubblici concessi per le medesime spese.

TERMINE

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento, poiché la misura è sempre aperta.
Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 31, 2020
cciaa-udine-pordenone-garanzia-credito-straordinario-covid-19-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La CCIAA di Pordenone e Udine sostiene le PMI danneggiate dalla crisi economica conseguente all’emergenza epidemiologica da COVID-19, nell’abbattimento delle commissioni di garanzia rilasciate da confidi o fondi pubblici di garanzia per ottenere un credito straordinario necessario ad affrontare l’emergenza.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscritte al Registro Imprese della CCIAA di Pordenone-Udine ed attive;
  • in regola con il pagamento del diritto camerale;
  • in regola con la normativa vigente in tema di sicurezza sul lavoro;
  • sede legale o operativa localizzata nelle ex province di Pordenone e Udine;
  • non destinatarie di sanzioni interdittive.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto le spese di commissione per la richiesta di garanzie rilasciate da confidi o fondi pubblici di garanzia per ottenere un credito straordinario richiesto per l’emergenza Covid-19.

Ciascun beneficiario potrà presentare una sola domanda.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per le commissioni di garanzia fatturate e pagate dal 23/02/2020.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto, in conto capitale, nella misura massima del 100% delle spese ammissibili ed il cui limite massimo è di € 1.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/10/2020.

Le domande sono esaminate mediante una procedura valutativa a sportello.


Luglio 30, 2020
sardegna-fondo-sardinia-fintech-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna accresce la competitività del sistema produttivo regionale mediante strumenti di sostegno alle imprese di finanza innovativa, in chiave sussidiaria a quella bancaria.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese, nonchè le MidCap e le persone fisiche con almeno una sede operativa nel territorio della Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di un finanziamento per il capitale circolante e per sostenere gli investimenti aziendali con una durata compresa tra i 12 ed i 36 mesi. Gli anticipi di fattura digitale avranno durata non inferiore a 30 giorni.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il Fondo supporta l’attivazione di strumenti finanziari alternativi ai tradizionali canali del credito, quali:

  • Minibond e Cambiali Finanziarie;
  • Direct Lending (prestiti digitali), Debt e Bond Crowdfunding;
  • Anticipo fatture digitali (Invoice Trading) e Credito di Filiera (Supply Chain Finance).

LINEA A – Minibond e Cambiali Finanziarie

Il Fondo sottoscrive minibond e/o cambiali finanziarie anche in forma singola. Il Fondo potrà anche effettuare la raccolta di risparmio da parte di investitori istituzionali da dedicare agli interventi della LINEA A. L’intervento non può superare il 49% dell’importo complessivo dei titoli emessi.

I titoli di credito presenteranno le seguenti caratteristiche:

  • prezzo di emissione alla pari (100%);
  • durata fino a 36 mesi;
  • modalità di rimborso attraverso bullet (pagamento del capitale a scadenza, interessi annuali o in frazione di anno) o con piano di ammortamento;
  • taglio prioritario per ciascuna operazione compreso tra € 500.000,00 ed € 5.000.000,00.

LINEA B – Strumenti di Finanza Innovativa

Tale LINEA comprende l’attivazione di strumenti quali il Direct Lending, l’Invoice Trading, il Debt Crowdfunding e il Credito di Filiera. Nell’ambito dell’Invoice Trading è prevista anche la possibilità, da parte delle imprese appaltatrici, dello sconto fatture a fronte del credito di imposta (“Ecobonus”) con l’erogazione di liquidità in percentuale massima dell’80% dell’imponibile.

L’intervento del Fondo rispetto all’esigenza finanziaria delle imprese aderenti alla LINEA B non può superare il 70% dell’importo complessivo dei finanziamenti concessi ad ogni singola impresa.

Le operazioni finanziarie hanno le seguenti caratteristiche:

  • durata fino a 36 mesi;
  • modalità di rimborso mensile, trimestrale, semestrale o bullet;
  • taglio del titolo/importo medio del finanziamento da € 10.000,00 ad € 100.000,00;
  • condizioni di finanziamento stabilite in base alle caratteristiche economico-finanziarie delle imprese richiedenti;
  • spese di istruttoria definite nella convenzione e a carico delle imprese;
  • garanzie: Fondo Centrale di Garanzia e Fondo Regionale di Garanzia oppure, nel caso di lending sociale, al Fondo per l’Innovazione e Inclusione sociale.

Il Fondo ha un carattere rotativo (revolving) e può essere associato ad altre forme di aiuto erogate con risorse comunitarie, nazionali e regionali.

TERMINE

La domanda dovrà essere presentata entro il 31/01/2023.


Luglio 27, 2020
lombardia-più-credito-liquidità-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia, mediante Finlombarda Spa, supporta il fabbisogno finanziario delle imprese mediante l’erogazione, in compartecipazione con il sistema bancario ed il sistema dei confidi, di finanziamenti chirografari a medio-lungo termine.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese aventi una sede operativa attiva in Lombardia, iscritte nel registro delle imprese e operative da almeno 2 anni.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta a Finlombarda e ad un intermediario convenzionato, di un finanziamento chirografario.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un finanziamento con le seguenti caratteristiche:

  • co-finanziamento chirografario con le seguenti quote di partecipazione: 50% Finlombarda e 50% intermediario finanziario convenzionato;
  • importo compreso tra € 1.000.000,00 ed € 15.000.000,00;
  • durata compresa tra minimo 24 mesi e massimo 72 mesi a cui si aggiunge il preammortamento tecnico necessario per allineare la scadenza delle rate alla prima scadenza utile.

Nel caso di utilizzo della garanzia del Fondo Centrale di Garanzia la durata del finanziamento, comprensiva del periodo di preammortamento e del periodo di preammortamento tecnico, non potrà superare i 72 mesi.

Il singolo finanziamento non potrà superare il 25% del fatturato risultante dall’ultimo bilancio depositato alla data di presentazione della domanda.

A garanzia di qualsiasi obbligazione pecuniaria derivante o comunque connessa al finanziamento, anche nell’interesse di Finlombarda, l’intermediario finanziario convenzionato potrà richiedere per l’intero importo:

  • garanzie personali;
  • garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia o di SACE S.p.A.;
  • garanzie di natura reale;
  • altre garanzie pubbliche.

Il finanziamento è concesso a condizioni di mercato e pertanto non costituisce aiuto.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata in qualsiasi momento, poiché la Misura è sempre aperta.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 27, 2020
lombardia-più-credito-ai-fornitori-finanziamento-chirografario-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia, mediante Finlombarda Spa, sostiene la liquidità dell’intera filiera dei fornitori e subfornitori mediante la concessione di un finanziamento.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese, di qualunque settore produttivo, le quali:

  1. abbiano almeno 50 addetti al momento dell’ultimo esercizio contabile chiuso;
  2. abbiano almeno una sede operativa o una sede legale attiva in Lombardia;
  3. siano costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese;
  4. siano operative da almeno 2 anni;
  5. abbiano una fornitura di beni e/o servizi, attiva o conclusa da non più di 120 giorni dalla presentazione della domanda verso Regione Lombardia o verso enti del Sireg.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di un finanziamento a Finlombarda per il pagamento dei propri debiti commerciali e per il rifinanziamento del proprio capitale circolante.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un finanziamento chirografario con le seguenti caratteristiche:

  • importo compreso tra € 1.000.000,00 ed € 5.000.000,00;
  • durata massima di 18 mesi meno un giorno;
  • rimborso amortizing con rata semestrale a quota capitale costante, oppure bullet;
  • tasso variabile pari al parametro base più uno spread determinato in sede di istruttoria di merito creditizio. Lo spread non potrà superare i 250 bps e potrà essere incrementato di ulteriori 100 bps in caso di mancato rispetto dei covenants di destinazione del finanziamento.

A garanzia di qualsiasi obbligazione pecuniaria derivante o connessa al finanziamento, Finlombarda potrà richiedere:

  1. garanzie personali;
  2. garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia o di SACE S.p.A;
  3. altre garanzie pubbliche.

Almeno il 50% del finanziamento deve essere destinato al pagamento, entro 30 giorni dalla data di erogazione dello stesso, di debiti commerciali (scaduti o non) verso i propri fornitori.

Il finanziamento è concesso a condizioni di mercato e pertanto non costituisce aiuto.

TERMINE

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento, poiché la Misura è sempre aperta.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 21, 2020
lombardia-al-via-fast-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia supporta nuovi investimenti da parte delle imprese al fine di facilitare la fase di superamento della crisi economica conseguente alla crisi sanitaria.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese, esercitanti la loro attività economica in uno dei seguenti settori:

  • C – Attività manifatturiere;
  • F – Costruzioni;
  • H – Trasporto e magazzinaggio;
  • J – Servizi di informazione e comunicazione;
  • M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese.

Rientrano tra i beneficiari anche PMI iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche della Regione Lombardia.

I bneficiari, inoltre, devono avere sede operativa in Lombardia o obbligarsi a istituire una entro e non oltre la data di concessione della garanzia e del contributo in conto capitale ed essere iscritti al Registro delle Imprese ed attivi da almeno 24 mesi.

INTERVENTI

Gli investimenti produttivi devono essere basati su programmi di rinnovamento o ampliamento produttivo da realizzarsi nell’ambito di generici piani di sviluppo o riconversione aziendale.

Gli interventi devono avere un valore complessivo compreso tra € 100.000,00 ed € 800.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Saranno ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  1. macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica;
  2. sistemi gestionali integrati (software & hardware);
  3. acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
  4. opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati;
  5. ulteriori tipologie di spesa quali:
  • macchinari relativi ai sistemi di misurazione e controllo della temperatura corporea a distanza, anche con sistemi di rilevazione biometrica;
  • sistemi software e sistemi IOT per il distanziamento e la sicurezza dei lavoratori connessi alle esigenze normative in ambito sanitario;
  • interventi strutturali all’impianto di aerazione della struttura finalizzate al miglioramento della sicurezza sanitaria;
  • rimodulazione e ri-progettazione del layout degli spazi di/per lavoro connessi alle esigenze normative in ambito sanitario;
  • spese di consulenza riferite ai punti precedenti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione si compone di:

  1. un finanziamento a medio-lungo termine;
  2. una garanzia regionale gratuita che assiste il finanziamento;
  3. un contributo a fondo perduto in conto capitale.

Il contributo a fondo perduto è determinato come percentuale del totale delle spese ammissibili; il finanziamento, coperto dalla relativa garanzia, è volto a finanziare fino al 100% della totalità dell’investimento ammesso.

Il finanziamento:

  • avrà un importo compreso tra un minimo di € 85.000,00 ed un massimo di € 760.000;
  • tasso di interesse: pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda e dagli intermediari convenzionati;
  • durata: compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 6 anni, incluso l’eventuale preammortamento;
  • modalità di erogazione: possibilità di anticipazione dal 20% fino al 70% del finanziamento concesso alla sottoscrizione del contratto.

La Garanzia regionale (a costo zero) coprirà a prima richiesta il 70% dell’importo di ogni singolo finanziamento. Il Fondo di garanzia opererà con una leva del 22,5% sui finanziamenti garantiti.

Il contributo a fondo perduto è pari al 15% delle spese ammissibili.

TERMINE

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

In attesa di pubblicazione del Bando da parte della Regione.


Giugno 29, 2020
emilia-romagna-fondo-mitigazione-rischio-del-credito-valore-consulting-1280x854.jpg

FINALITÀ

Il Fondo concesso dalla Regione Emilia-Romagna è finalizzato sia a garantire direttamente le imprese, sia alla concessione di garanzie anche su portafogli di finanziamenti.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole, medie e grandi imprese anche di tipo artigiano e cooperativo, con sede legale e/o unità operativa in Emilia-Romagna attive ed iscritte nel registro delle imprese istituito presso la CCIAA ed esercitanti l’attività economica in uno dei seguenti settori: B – C – D – E – F -G – H – I – J – L – M – N- P – Q – R – S.

Rientrano tra i beneficiari anche gli enti del terzo settore esercenti attività economica.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di nuovi finanziamenti chirografari a medio e lungo termine finalizzati:

  • al reintegro del capitale circolante;
  • al rafforzamento dei mezzi propri delle imprese, anche attraverso la forma di prestiti partecipativi;
  • al sostegno della liquidità aziendale;
  • alla realizzazione di progetti di ristrutturazione finanziaria;
  • a progetti di nuovi investimenti materiali e immateriali per lo sviluppo aziendale, per l’innovazione di processo e di prodotto, organizzativa, tecnologica, commerciale, per l’ammodernamento delle attrezzature, degli arredi e dei macchinari, per la riduzione dell’impatto ambientale delle produzioni, per la riduzione dei consumi di energia nella climatizzazione e illuminazione degli edifici esistenti adibiti a stabilimento produttivo e nei processi produttivi, per l’installazione di impianti di cogenerazione, trigenerazione, quadrigenerazione ad alto rendimento, per la valorizzazione delle fonti rinnovabili di energia nonché per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, riciclo dei rifiuti, interventi in campo ambientale;
  • alla garanzia sulla cessione di crediti di imposta.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di una garanzia, fornita direttamente o parte di un portafoglio oggetto di tranched cover.

La stessa è esplicita, incondizionata, irrevocabile e diretta.

La garanzia sarà prestata, a seconda della fascia di rating in cui si colloca il beneficiario, fino ad un massimo dell’80% dell’importo del finanziamento o del contratto di locazione finanziaria o della operazione di factoring sottostante.

Nell’ambito dell’importo massimo garantito, la garanzia copre fino all’80% del debito residuo del beneficiario nei confronti del soggetto finanziatore alla data dell’insolvenza.

La garanzia alle imprese fornita direttamente o che viene a fare parte della segmentazione di portafoglio coperta dal Fondo Regionale viene prestata anche tramite i fondi rischi o altre risorse messe a disposizione dai soggetti gestori.

L’importo massimo della garanzia pubblica, qualunque sia l’ammontare del finanziamento o della locazione finanziaria sottostante, non può superare € 200.000,00.

La durata della garanzia diretta o nelle operazioni che verranno a comporre il portafoglio coperto dal Fondo regionale deve avere durata minima di 18 mesi e non può eccedere i 120 mesi.

L’agevolazione è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con altre previste secondo quanto dispone la normativa comunitaria e nazionale vigente.

TERMINE

E’ già possibile presentare la domanda.

Le domande sono esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Giugno 17, 2020
fondo-di-garanzia-pmi-imprese-femminili-valore-consulting-1280x854.jpeg

FINALITÀ

Con l’istituzione di una sezione speciale all’interno del Fondo di Garanzia per le PMI, il Governo sostiene l’imprenditoria femminile e le start up realizzate da donne.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese a prevalente presenza femminile con sede operativa e/o legale ubicata nel territorio nazionale.

Nello specifico vi rientrano:

  • società cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne;
  • società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai 2/3 a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i 2/3 da donne;
  • imprese individuali gestite da donne che operano nei settori dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio, del turismo e dei servizi.

Rientrano tra i beneficiari anche le start up costituite prevalentemente da donne nonché le professioniste iscritte agli ordini professionali.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto qualsiasi operazione finanziaria, purché finalizzata all’attività di impresa.

Sono ammissibili alla Garanzia del Fondo:

  • operazioni di durata non inferiore a 36 mesi;
  • operazioni di anticipazione dei crediti verso la P.A.;
  • operazioni sul capitale di rischio;
  • operazioni di consolidamento delle passività a breve termine su stessa banca o gruppo bancario di qualsiasi durata;
  • operazioni a favore delle piccole imprese dell’indotto di imprese in amministrazione straordinaria di durata non inferiore a 5 anni;
  • altre operazioni finanziarie.

Nell’ambito delle operazioni di durata non inferiore a 36 mesi e delle altre operazioni finanziarie, sono ammissibili:

  1. operazioni di liquidità finalizzate, ad esempio, al pagamento dei fornitori e delle spese per il personale;
  2. operazioni di consolidamento delle passività a breve termine accordate da un soggetto finanziatore diverso rispetto a quello che ha erogato i prestiti oggetto di consolidamento;
  3. operazioni di rinegoziazione dei debiti a medio/lungo termine, ossia le operazioni finalizzate alla modifica dei piani di rimborso;
  4. operazioni di fideiussione connesse all’attività dell’impresa e aventi a oggetto un obbligo di pagamento del beneficiario finale;
  5. operazioni a fronte di investimento;
  6. prestiti partecipativi;
  7. finanziamenti a medio/lungo termine.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione potrà assumere la triplice forma di:

  • garanzia diretta;
  • co-garanzia;
  • controgaranzia.

La percentuale di copertura massima della garanzia è pari, nel caso di garanzia diretta, all’80% dell’ammontare di ciascun finanziamento e, nel caso di controgaranzia, all’80% dell’importo garantito da un Confidi o da altro fondo di garanzia, a condizione che la garanzia sia stata prestata in misura non superiore all’80% di ciascun finanziamento.

Le imprese femminili possono accedere direttamente alla Sezione speciale del Fondo.

TERMINE

La Misura è sempre aperta.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification