Notizie e Bandi

Settembre 3, 2020
veneto-fondo-rotativo-covid-19-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto ha istituito un Fondo Rotativo per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI dei settori del commercio, secondario, terziario ed artigianato per esigenze di liquidità generate dall’emergenza COVID-19.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese, con sede legale e/o unità operativa in Regione ed esercitanti la propria attività economica in uno dei seguenti settori: C, D, E, F, H, J, M72, M74.10, M74.90, M75.00, A01.61, I55, Q87, Q88, R90.03.02, R 90.03.09, R91, E38, G, H52.29, H53.20, I56, J59, J60.10, J60.20, J62, K66, L68, M69, M70, M71, M73, M74.20, M74.30, N77, N78, N79, N80, N81, N82, P85, R90.02, R92, R93, S95, S96.

Rientrano tra i beneficiari anche i professionisti.

I beneficiari devono aver subìto una crisi di liquidità a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di finanziamenti per esigenze di liquidità.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la duplice forma di un finanziamento agevolato e di un contributo a fondo perduto.

Forme tecniche Finanziamento agevolato con provvista pubblica per un importo pari al 100% dell’operazione agevolata, accompagnato da un contributo a fondo perduto finalizzato all’abbattimento dei costi del finanziamento.
Importo del finanziamento min € 5.000,00 – max € 50.000,00
Durata del finanziamento agevolato min 12 mesi – max 72 mesi
Durata del preammortamento max 24 mesi
Tasso applicato alla provvista regionale ZERO
Costo del finanziamento Max 1,20% annuo
Contributo a fondo perduto Pari al costo del finanziamento fino a max € 2.000,00
Modalità di rimborso Rata mensile/trimestrale costante posticipata per il Beneficiario con restituzione al Fondo da parte del Finanziatore con competenza trimestrale/semestrale

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.


Luglio 30, 2020
sardegna-fondo-sardinia-fintech-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna accresce la competitività del sistema produttivo regionale mediante strumenti di sostegno alle imprese di finanza innovativa, in chiave sussidiaria a quella bancaria.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole, medie e grandi imprese, nonchè le MidCap e le persone fisiche con almeno una sede operativa nel territorio della Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di un finanziamento per il capitale circolante e per sostenere gli investimenti aziendali con una durata compresa tra i 12 ed i 36 mesi. Gli anticipi di fattura digitale avranno durata non inferiore a 30 giorni.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il Fondo supporta l’attivazione di strumenti finanziari alternativi ai tradizionali canali del credito, quali:

  • Minibond e Cambiali Finanziarie;
  • Direct Lending (prestiti digitali), Debt e Bond Crowdfunding;
  • Anticipo fatture digitali (Invoice Trading) e Credito di Filiera (Supply Chain Finance).

LINEA A – Minibond e Cambiali Finanziarie

Il Fondo sottoscrive minibond e/o cambiali finanziarie anche in forma singola. Il Fondo potrà anche effettuare la raccolta di risparmio da parte di investitori istituzionali da dedicare agli interventi della LINEA A. L’intervento non può superare il 49% dell’importo complessivo dei titoli emessi.

I titoli di credito presenteranno le seguenti caratteristiche:

  • prezzo di emissione alla pari (100%);
  • durata fino a 36 mesi;
  • modalità di rimborso attraverso bullet (pagamento del capitale a scadenza, interessi annuali o in frazione di anno) o con piano di ammortamento;
  • taglio prioritario per ciascuna operazione compreso tra € 500.000,00 ed € 5.000.000,00.

LINEA B – Strumenti di Finanza Innovativa

Tale LINEA comprende l’attivazione di strumenti quali il Direct Lending, l’Invoice Trading, il Debt Crowdfunding e il Credito di Filiera. Nell’ambito dell’Invoice Trading è prevista anche la possibilità, da parte delle imprese appaltatrici, dello sconto fatture a fronte del credito di imposta (“Ecobonus”) con l’erogazione di liquidità in percentuale massima dell’80% dell’imponibile.

L’intervento del Fondo rispetto all’esigenza finanziaria delle imprese aderenti alla LINEA B non può superare il 70% dell’importo complessivo dei finanziamenti concessi ad ogni singola impresa.

Le operazioni finanziarie hanno le seguenti caratteristiche:

  • durata fino a 36 mesi;
  • modalità di rimborso mensile, trimestrale, semestrale o bullet;
  • taglio del titolo/importo medio del finanziamento da € 10.000,00 ad € 100.000,00;
  • condizioni di finanziamento stabilite in base alle caratteristiche economico-finanziarie delle imprese richiedenti;
  • spese di istruttoria definite nella convenzione e a carico delle imprese;
  • garanzie: Fondo Centrale di Garanzia e Fondo Regionale di Garanzia oppure, nel caso di lending sociale, al Fondo per l’Innovazione e Inclusione sociale.

Il Fondo ha un carattere rotativo (revolving) e può essere associato ad altre forme di aiuto erogate con risorse comunitarie, nazionali e regionali.

TERMINE

La domanda dovrà essere presentata entro il 31/01/2023.


Maggio 30, 2019
calabria-intrapresa-fondo-rotativo-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Calabria sostiene le imprese e le loro aggregazioni al fine di rilanciare le attività nei settori strategici dell’economia regionale.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i consorzi, le cooperative, le aggregazioni di imprese riconosciute, le imprese singole e/o aderenti ad una rete d’impresa appartententi ai settori strategici regionali.

Tutti i soggetti dovranno possedere i seguenti requisiti:

  • avere un’unità produttiva e/o sede operativa nel territorio della Regione Calabria;
  • aver dichiarato l’inizio attività risultante dalla certificazione camerale.

INTERVENTI

L’intervento ammissibile deve avere ad oggetto la richiesta di un finanziamento, che potrà essere utilizzato per i soli fabbisogni gestionali e sarà finalizzato a rilanciare l’impresa e/o l’aggregazione d’imprese per il consolidamento e lo sviluppo dei livelli occupazionali.

Il piano d’azione può riguardare tre tipi di progetto:

  • la riorganizzazione e la razionalizzazione delle attività aziendali su una base di maggiore efficacia, che implica l’abbandono delle attività non più redditizie;
  • la ristrutturazione delle attività che possono essere riportate a livelli competitivi;
  • la diversificazione verso nuove attività redditizie.

Il rilancio deve essere accompagnato da un consolidamento della struttura finanziaria dell’impresa o dell’aggregazione (apporto di capitali, riduzione dell’indebitamento) che preveda anche il contributo dei proponenti.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la veste di un finanziamento (mutuo chirografario) al tasso medio bancario di riferimento.

Il finanziamento potrà avere un valore pari o superiore ad € 100.000,00 non superiore al 30% del volume d’affari dell’ultimo esercizio.

Il finanziamento ha una durata minima di 12 mesi ed una massima di 8 anni ed il rimoborso avverrà mediante ratei costanti mensili posticipati.

Dovrà essere prestata idonea garanzia fidejussoria per poter ottenere l’agevolazione.

TERMINE

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento, poiché il fondo è sempre aperto.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, premendo il tasto 3, oppure scrivici a info@vconsulting.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 25, 2019
sri-lanka-hotels.jpg

FINALITÀ

La Regione del Veneto predispone finanziamenti agevolati alle Micro, Piccole e Medie Imprese, per il miglioramento e la qualificazione dell’offerta turistica.

L’obiettivo è sostenere gli investimenti nel sistema ricettivo turistico che favoriscano la diversificazione, l’innovazione e il miglioramento dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa stessa e/o della destinazione turistica in cui opera l’impresa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le MPMI aventi sede e/o unità operativa nella Regione Veneto e regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese, i quali devono gestire una delle seguenti strutture:

  • strutture ricettive alberghiere: alberghi o hotel, villaggio albergo, residenze turistico-alberghiere, albergo diffuso;
  • strutture ricettive all’aperto: villaggi turistici, campeggi, marina resort;
  • strutture ricettive complementari: alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast;
  • strutture ricettive in ambienti naturali;
  • altre strutture turistiche ammissibili: stabilimenti balneari, impianti di risalita, parchi divertimento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare i seguenti ambiti:

  • Interventi sulle strutture ricettive, volti a favorire l’innovazione e la differenziazione dell’offerta e dei prodotti turistici dell’impresa stessa e/o della destinazione turistica in cui opera la struttura ricettiva;
  • Interventi sulle altre strutture turistiche che migliorino e qualificano le attività proprie e propongono nuovi e più moderni servizi ai turisti;
  • Interventi effettuati su edifici esistenti;
  • Altri interventi come ampliamento, ristrutturazione, manutenzione, riconversione e innovazione, anche tecnologica, delle strutture esistenti.

Il progetto deve iniziare successivamente alla presentazione della domanda. Non sono ammissibili interventi di nuova costruzione su area libera per la realizzazione di nuove strutture ricettive.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  • opere edili/murarie e di impiantistica;
  • strumenti tecnologici comprese le dotazioni informatiche hardware e software;
  • progettazione, collaudo e direzioni lavori;
  • beni funzionali al progetto tra cui attrezzature, macchinari e arredi;
  • ottenimento delle certificazioni di qualità, di sicurezza, ambientali o energetica;
  • diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  • acquisto di beni ammortizzabili.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione viene concessa attraverso un finanziamento agevolato di importo pari al 100% delle spese ammissibili, sulla base di una doppia provvista:

  • una quota pubblica pari al 50% del finanziamento regolata a tasso zero;
  • una quota privata per il rimanente, regolata a tasso concordato tra il beneficiario e l’intermediario finanziario.

Il finanziamento agevolato è compreso tra un minimo di € 150.000,00, ed un massimo di € 5.000.000,00 delle spese ammissibili.

Le agevolazioni sono cumulabili con altre agevolazioni finanziarie pubbliche, in relazione agli stessi costi ammissibili.

TERMINE

Le domande devono essere presentate entro il 31/12/2022.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification