Notizie e Bandi

Aprile 16, 2021
lombardia-linea-internazionalizzazione-plus-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Lombardia supporta la realizzazione di progetti di internazionalizzazione complessi da parte di PMI tramite la realizzazione di programmi integrati atti a sviluppare o consolidare la presenza e la capacità di azione nei mercati esteri.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese iscritte al Registro delle Imprese da almeno 2 anni ed aventi una sede operativa in Lombardia.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese con codice ATECO 2007 primario di cui alle sezioni A, L e K.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto programmi integrati di sviluppo internazionale per la promozione dell’export in Paesi esteri attraverso lo sviluppo e il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle PMI.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a collegati quali workshop, eventi B2B e seminari, nonché le spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching;
  2. istituzione temporanea all’estero per un massimo di 6 mesi di showroom o spazi espositivi per la promozione dei prodotti e brand sui mercati esteri. Sono inoltre ammissibili le spese per vetrine ed esposizioni virtuali;
  3. azioni di comunicazione e advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri;
  4. spese relative allo sviluppo o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border (B2B e B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri;
  5. consulenze in relazione al progetto e al programma di internazionalizzazione;
  6. spese per il conseguimento di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei Paesi target;
  7. commissioni per eventuali garanzie fideiussorie;
  8. spese per il personale dipendente impiegato nel progetto di internazionalizzazione;
  9. spese generali.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, a copertura fino al 100% delle spese ammissibili, assumerà la duplice veste di:

  • un finanziamento a tasso agevolato, per l’80% delle spese ammissibili, compreso tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi;
  • un contributo a fondo perduto, per il 20% delle spese ammissibili.

L’agevolazione andrà da un minimo di € 40.000,00 ad un massimo di € 500.000,00 ed è cumulabile con altre agevolazioni concesse per le medesime spese, qualificabili come aiuti di Stato.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dalle ore 12:00 del 20/04/2021 al 31/12/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Marzo 24, 2021
regione-emilia-romagna-fondo-starter-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Starter è un fondo rotativo a compartecipazione privata, finalizzato al sostegno della nuova imprenditorialità.

BENEFICIARI

Beneficiari dell’intervento sono le Piccole Imprese con localizzazione produttiva in Emilia-Romagna, iscritte al Registro delle Imprese da meno di 5 anni e appartenenti ad una delle seguenti attività economiche (ATECO 2007): B, C, D, E, F, G, H, I, J, L, M, N, P, Q, R, S.

INTERVENTI

Potranno essere finanziate le seguenti tipologie di interventi:

  • investimenti in innovazione produttiva e di servizio, sviluppo organizzativo, messa a punto dei prodotti e servizi;
  • introduzione e uso efficace di strumenti ICT nelle forme di servizi e soluzioni avanzate.

SPESE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
  • acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi;
  • acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
  • spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
  • consulenze tecniche o specialistiche;
  • spese del personale;
  • materiale e scorte;
  • spese locazione dei locali adibito ad attività;
  • spese per la produzione di documentazione tecnica per la presentazione della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione concede un finanziamento a tasso zero per il 70% e ad un tasso convenzionato per il restante 30%.

Il fondo concede finanziamenti aventi un importo minimo di € 20.000,00 ad un massimo di € 300.000,00.

Gli stessi potranno avere la durata compresa tra 36 e 96 mesi (incluso un preammortamento massimo di 12 mesi) e devono sostenere il 100% del progetto presentato.

Il Fondo Starter concede un contributo a fondo perduto a tutte le imprese aventi sede o unità locale in uno dei comuni ove avviene l’estrazione di idrocarburi: Fornovo di Taro, Castelfranco Emilia, Novi di Modena, Medicina, San Possidonio, Spilamberto e Ravenna. L’importo non può superare il 30% delle spese ammissibili e prevede un massimale di € 15.000,00.

TERMINE

Le domande possono essere presentate fino alle ore 16:00 dell’11/05/2021.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


Marzo 8, 2021
regione-veneto-fondo-rotativo-covid-19-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto ha istituito un Fondo Rotativo per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole e medie imprese, con sede legale e/o unità operativa in Regione ed esercitanti la propria attività economica in uno dei seguenti settori: C, D, E, F, H, J, M72, M74.10, M74.90, M75.00, A01.61, I55, Q87, Q88, R90.03.02, R 90.03.09, R91, E38, G, H52.29, H53.20, I56, J59, J60.10, J60.20, J62, K66, L68, M69, M70, M71, M73, M74.20, M74.30, N77, N78, N79, N80, N81, N82, P85, R90.02, R92, R93, S95, S96.

Rientrano tra i beneficiari anche i professionisti.

I beneficiari devono aver subìto una crisi di liquidità a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta di finanziamenti per esigenze di liquidità.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la duplice forma di un finanziamento agevolato e di un contributo a fondo perduto.

Forme tecniche Finanziamento agevolato con provvista pubblica per un importo pari al 100% dell’operazione agevolata, accompagnato da un contributo a fondo perduto finalizzato all’abbattimento dei costi del finanziamento.
Importo del finanziamento min € 5.000,00 – max € 50.000,00
Durata del finanziamento agevolato min 12 mesi – max 72 mesi
Durata del preammortamento max 24 mesi
Tasso applicato alla provvista regionale ZERO
Costo del finanziamento Max 1,20% annuo
Contributo a fondo perduto Pari al costo del finanziamento fino a max € 2.000,00
Modalità di rimborso Rata mensile/trimestrale costante posticipata per il Beneficiario con restituzione al Fondo da parte del Finanziatore con competenza trimestrale/semestrale

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 31/12/2021.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Gennaio 29, 2021
sardegna-contributi-ambiente-area-crisi-portovesme.jpg

FINALITÀ

Il MISE intende rilanciare le attività imprenditoriali, la salvaguardia dei livelli occupazionali, il sostegno dei programmi di investimento e lo sviluppo imprenditoriale nel territorio dei Comuni appartenenti all’Area di Crisi Industriale Complessa di Portovesme.

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono imprese piccole, medie o grandi già costituite in forma di società di capitali. Rientrano tra i beneficiari le società cooperative e le società consortili, nonché le reti di imprese, costituite da un minimo di 3 ed un massimo di 6 imprese.
I beneficiari possono esercitare la loro attività economica in tutti i settori ed avere sede legale e/ o unità operativa nel territorio di uno dei Comuni che rientrano nell’Area di Crisi Industriale Complessa di Portovesme, oltre che essere in regola con il Registro delle Imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto programmi di investimento produttivo e programmi di investimento per la tutela ambientale.
A completamento dei predetti programmi sono ritenuti ammissibili i progetti per l’innovazione dell’organizzazione (per un ammontare non superiore al 20% delle spese
complessive) e progetti per la formazione del personale (per un ammontare non superiore al 10% delle spese complessive).
Ciascun beneficiario può presentare una sola domanda.
Ciascuna domanda di agevolazione deve essere correlata a un solo programma di investimento e non può essere suddiviso in più domande di agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Programmi di investimento produttivo:

  • suolo aziendale e sue sistemazioni;
  • opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali;
  • macchinari, impianti ed attrezzature varie;
  • programmi informatici dedicati esclusivamente all’utilizzo dei beni di cui al punto 3.,
    commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • immobilizzazioni immateriali;
  • beni strumentali, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa secondo il modello “Impresa 4.0”, ivi compresi i beni che utilizzano le tecnologie di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet of Things.

Programmi di investimento per la tutela ambientale:

  • costi per innalzare il livello di tutela ambientale risultante dalle attività dell’impresa;
  • costi per consentire l’adeguamento anticipato a nuove norme dell’Unione europea che innalzano il livello di tutela ambientale e non sono ancora in vigore;
  • costi per ottenere una maggiore efficienza energetica;
  • costi per favorire la cogenerazione ad alto rendimento, produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • costi per risanare i siti contaminati;
  • costi per riciclare e riutilizzare i rifiuti.

Progetti complementari per l’innovazione dell’organizzazione:

  • spese per personale dipendente limitatamente a tecnici, ricercatori e altro personale ausiliario;
  • spese per strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione;
  • spese per ricerca contrattuale, quali conoscenze e brevetti, nonché servizi di consulenza e altri servizi;
  • spese generali;
  • spese per materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

Progetti complementari per la formazione del personale

  • spese di personale interno relative ai formatori;
  • spese di personale interno relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali).

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa secondo il Regolamento GBER, assumerà la triplice veste di:

  • un contributo in conto impianti;
  • un eventuale contributo diretto alla spesa;
  • un finanziamento agevolato.

Il finanziamento agevolato è compreso tra il 30% ed il 50% delle spese complessive ammissibili.
La somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e della eventuale partecipazione al capitale, non può essere superiore al 75% degli investimenti e delle spese ammissibili.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata a partire dalle ore 12:00 del 25/02/2021 alle ore 12:00 del 26/04/2021.
Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Gennaio 28, 2021
nazionale-nuovo-selfemployment.jpg

FINALITÀ

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali finanzia l’avvio di nuove piccole iniziative imprenditoriali, erogando prestiti a tasso zero.

BENEFICIARI

I beneficiari sono NEET, donne inattive e disoccupati di lunga durata, i cui requisiti sono distinti in base alle linee di finanziamento di cui sotto.

Risorse PON IOG

Per le iniziative presentate in forma di impresa individuale, è necessario essere NEET, residente in Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia, Campania, Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo, Prov. Autonoma di Trento e porre la sede della futura attività in una qualsiasi delle Regioni Italiane e Province Autonome.

Per le iniziative presentate in forma societaria/associative, è necessario essere NEET, residente in Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia, Campania, Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo, Prov. Autonoma di Trento e avere la sede della futura attività in una qualsiasi delle Regioni Italiane e Province Autonome.

Risorse PON SPAO

Per le iniziative presentate in forma di impresa individuale, è necessario essere NEET, donne inattive o disoccupati di lunga durata, residenti in tutto il territorio nazionale, esclusa la Provincia Autonoma di Bolzano e avere la sede della futura attività in una qualsiasi delle Regioni Italiane e Province Autonome.

Per le iniziative presentate in forma societaria/associative, è necessario essere NEET, donne inattive o disoccupati di lunga durata, residenti in tutto il territorio nazionale, esclusa la Provincia Autonoma di Bolzano e avere la sede della futura attività in una qualsiasi delle Regioni Italiane e Province Autonome.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili riguardano tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di “franchising”, quali ad esempio:

  • turismo e servizi culturali e ricreativi;
  • servizi alla persona;
  • servizi per l’ambiente;
  • servizi ICT;
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • servizi alle imprese;
  • manifatturiere e artigiane;
  • imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono quelle per:

  • beni mobili;
  • hardware e software;
  • opere murarie;
  • locazione di beni immobili e canoni di leasing;
  • utenze;
  • servizi informatici, di comunicazione e di promozione;
  • premi assicurativi;
  • materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti;
  • salari e stipendi.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di finanziamento agevolato senza interessi e non assistito da nessuna forma di garanzia reale o di firma, dalla durata di 7 anni e pari al 100% delle spese ammissibili.

I finanziamenti previsti sono:

MICROCREDITO MICROCREDITO ESTESO PICCOLI PRESTITI
dai 5.000 € ai 25.000 € dai 25.001 € ai 35.000 € dai 35.001 € ai 50.000 €
Non cumulabile con altre agevolazioni riferite alle stesse spese ammissibili, fatta eccezione per la garanzia rilasciata dal Fondo di Garanzia per le PMI

TERMINE

La domanda può essere presentata dalle ore 12.00 del 22/02/2021 fino ad esaurimento delle risorse.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Gennaio 25, 2021
piemonte-riparti-contributi-fondo-perduto-pmi-autonomi-finanziamenti-liquidita.jpg

FINALITÀ

Con la presente Misura la Regione Piemonte intende favorire e sostenere l’accesso al credito delle MPMI, comprese quelle di autoimpiego di artigiani e commercianti senza dipendenti, e dei
lavoratori autonomi piemontesi mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto. Tali contributi sono finalizzati a far fronte agli oneri connessi alla liquidità e al credito.

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, nonché i lavoratori autonomi, con sede legale e/ o unità operativa in Regione, che dimostrino un calo del fatturato, nel bimestre marzo/aprile 2020, pari o superiore al 30% rispetto allo stesso bimestre del 2019.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la richiesta  di finanziamenti, nel periodo compreso tra il 17/03/2020 ed il 31/12/2020, per far fronte esigenze di liquidità connesse all’esercizio della propria attività economica.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione, concessa in regime de minimis, assumerà la forma di un contributo a fondo perduto entro i seguenti importi massimi:

  • € 2.500,00 a fronte di finanziamenti di importo inferiore ad € 50.000,00;
  • € 5.000,00 a fronte di finanziamenti di importo compreso tra € 50.000,00 e € 100.000,00;
  • € 7.500,00 a fronte di finanziamenti di importo superiore ad € 100.000,00 e fino ad € 500.000,00.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata fino alle ore 17:00 del 31/03/2021, per le PMI la Misura chiuderà alle ore 12:00 del 27/01/2021.
Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Gennaio 14, 2021
milano-monza-brianza-lodi-agevolacredito-2021.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, intende promuovere e sostenere l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese attraverso i
seguenti interventi:

  • programmi di investimenti produttivi;
  • operazioni di patrimonializzazione aziendale;
  • contributi per l’abbattimento del costo della garanzia prestata da Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi;
  • contributi per l’abbattimento dei tassi di interessi sui finanziamenti erogati direttamente dai Consorzi fidi.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, appartenenti a tutti i settori economici ed aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Milano, Monza Brianza, Lodi.
Le imprese devono risultare attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la stipula di un contratto di finanziamento bancario o di leasing, garantito da uno dei Consorzi fidi che aderiscono al presente Bando.

  • INTERVENTO 1:
    piani di investimento rivolti a avvio o acquisizione di attività, innovazione tecnologica, ammodernamento e ampliamento di processi e strutture operative, sicurezza, sorveglianza, digitalizzazione.
  • INTERVENTO 2:
    operazioni di patrimonializzazione relative a aumento di capitale sociale, versamento in conto capitale, finanziamento soci.
  • INTERVENTO 3:
    abbattimento del costo della garanzia sostenuto dalle imprese che effettuano un’operazione di investimenti o patrimonializzazione.
  • INTERVENTO 4:
    abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti erogati dai Consorzi fidi.

SPESE AMMISSIBILI

  • acquisto/ ristrutturazione di immobili (esclusi i terreni) e/ o fabbricati ;
  • acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature industriali e commerciali;
  • acquisto di sistemi informatici di gestione (hardware e software);
  • spese per la realizzazione di siti e sistemi web propri dell’azienda, e-commerce;
  • acquisizioni di marchi e brevetti e fee d’ingresso per franchising;
  • acquisizioni di aziende o di rami d’azienda ;
  • acquisti di automezzi;
  • acquisto di scorte;
  • spese per consulenze specialistiche riferite ai programmi di investimenti oggetto dell’agevolazione nel limite del 30%;
  • installazione impianti di allarme antintrusione, sorveglianza, ecc.;
  • acquisto di nuove strutture, impianti e attrezzature per la riduzione dell’impatto ambientale;
  • spese per consulenze specialistiche riferite al passaggio da ditta individuale/ società di persone a società di capitali;
  • spese notarili riferite al passaggio da ditta individuale/società di persone, a società di capitali;
  • spese relative alla prototipazione;
  • spese relative a pubblicità, promozione e partecipazioni a eventi fieristici.
  • investimenti digitali
    • acquisti di software di sistema e software applicativo e licenze software;
    • acquisti di infrastrutture abilitanti: hardware, PC, server, macchine virtuali, stampanti 3D;
    • acquisti interfacce digitali funzionali all’analisi dei dati;
    • spese per servizi: system integration, personalizzazione del software, consulenza di processo;
    • spese/canone per servizi di accesso al cloud;
    • acquisti di infrastrutture, apparecchiature e servizi per protezione dati;
    • acquisti di apparecchiature e apparati di rilevamento dati per i dispositivi della rete elettrica;
    • investimenti in implementazione di strutture sensoristiche per sviluppare l’IoT sia nel settore della manifattura che in quello dei servizi: es. linea di produzione, retail digitale (vetrine digitali, scaffali virtuali, digital mirror) etc;
    • acquisto di dispositivi di realtà aumentata e virtual reality;
    • realizzazione di APP funzionali ad altre infrastrutture funzionali al BtoB.
  • spese sostenute per l’ottenimento del servizio di garanzia dei Confidi accreditati al presente Bando

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

La presente agevolazione, concessa in regime de minimis, quanto agli Interventi 1., 2. e 4., assume la veste di un contributo in abbattimento del tasso di interesse e a fondo perduto sull’importo
dell’investimento.
Quanto all’ Intervento 3., l’agevolazione, concessa in regime de minimis, assume la veste di un contributo a fondo perduto che ha ad oggetto l’abbattimento del costo della garanzia, pari al 50% del costo della stessa fino ad un massimo di € 3.000,00.
Ogni impresa può beneficiare di un contributo massimo complessivo, per gli Interventi 1., 2., 3. e 4., dato dalla somma del contributo in abbattimento del tasso di interesse, e del contributo a fondo perduto in riduzione del costo della garanzia, pari ad € 10.000,00.

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento, poiché la Misura è sempre aperta.
Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Dicembre 18, 2020
citta-metropolitana-di-venezia-area-crisi-industriale-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il MISE rilancia le attività industriali e sostiene i programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale nel territorio del Comune di Venezia appartenente all’Area di Crisi Industriale Complessa.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le piccole, medie e grandi imprese già costituite in forma di società di capitali, nonché le società consortili, le società cooperative e le reti di imprese, costituite da un numero minimo di 3 e un massimo di 6 imprese, mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la realizzazione di:

  1. programmi di investimento produttivo o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione e da progetti per la formazione del personale;
  2. programmi occupazionali finalizzati ad incrementare o a mantenere il numero degli addetti dell’unità produttiva.

I programmi di investimento produttivo devono essere diretti a:

  • realizzazione di nuove unità produttive tramite l’adozione di soluzioni tecniche, organizzative e/o produttive innovative;
  • ampliamento o riqualificazione di unità produttive esistenti tramite diversificazione della produzione in nuovi prodotti aggiuntivi o cambiamento del processo produttivo;
  • realizzazione di nuove unità produttive o ampliamento di unità produttive esistenti;
  • acquisizione di attivi di uno stabilimento.

I programmi di investimento per la tutela ambientale devono essere diretti a:

  • innalzare il livello di tutela ambientale risultante dalle attività dell’impresa;
  • consentire l’adeguamento anticipato a nuove norme dell’Unione europea che innalzano il livello di tutela ambientale;
  • ottenere una maggiore efficienza energetica;
  • favorire la cogenerazione ad alto rendimento;
  • promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • risanare i siti contaminati;
  • riciclare e riutilizzare i rifiuti.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le voci di spesa relative a:

  1. suolo aziendale e sue sistemazioni;
  2. opere murarie e infrastrutture specifiche aziendali ;
  3. macchinari, impianti ed attrezzature;
  4. programmi informatici;
  5. immobilizzazioni immateriali;
  6. beni strumentali, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni assumeranno la forma di un contributo in conto impianti, un contributo diretto alla spesa e un finanziamento agevolato.

Il finanziamento agevolato concedibile è pari ad una percentuale compresa tra il 30% e il 50% degli investimenti ammissibili.

Il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono determinati, in relazione all’ammontare del finanziamento agevolato; la somma delle tre tipologie di agevolazione non può essere superiore al 75% delle spese ammissibili.

TERMINE

Le domande possono essere presentate dalle ore 12:00 del 18/01/2021 e verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Dicembre 3, 2020
simest-patrimonializzazione-enti-fieristici-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’intervento supporta i processi di internazionalizzazione degli enti fieristici italiani, costituiti in forma di società di capitali e delle imprese per accrescere la loro competitività sui mercati esteri.

BENEFICIARI

I beneficiari devono:

  • essere un ente fieristico o una società che organizza eventi fieristici di rilievo internazionale;
  • essere costituiti in forma di società di capitali;
  • avere organizzato o ospitato, nei 4 anni precedenti la presentazione della domanda, almeno un evento/fiera di respiro internazionale, presente nel calendario AEFI.

INTERVENTI

L’intervento si articola in due fasi:

  • prima fase: dalla data di erogazione del finanziamento alla fine del secondo esercizio intero del beneficiario;
  • seconda fase:
  1. i beneficiari che al termine della prima fase non mantengono il livello di solidità patrimoniale di ingresso o non incrementano, almeno in un anno del periodo di preammortamento, il numero di eventi/fiere di respiro internazionale rispetto all’anno precedente alla presentazione della domanda, rimborsano il finanziamento ottenuto in un periodo massimo di 4 anni al tasso di riferimento. In tal caso è necessaria la proroga della garanzia acquisita o l’acquisizione di idonea garanzia per l’intera durata del finanziamento;
  2. i beneficiari che al termine della prima fase dell’intervento mantengono o migliorano il livello di solidità patrimoniale di ingresso e incrementano, almeno in un anno del periodo di preammortamento, il numero di eventi/fiere di respiro internazionale rispetto all’anno precedente alla presentazione della domanda, rimborsano il finanziamento ottenuto in un periodo massimo di 4 anni al tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa europea vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un finanziamento agevolato il cui importo massimo è pari a € 10.000.000,00, garantito da:

  • garanzia autonoma rilasciata da una banca, da una compagnia di assicurazioni o da un intermediario finanziario affidato da SIMEST;
  • pegno su saldo di conto corrente;
  • altre tipologie di garanzie deliberate da SIMEST.

Fino al 31/12/2020 il beneficiario potrà richiedere il finanziamento senza dover presentare alcuna garanzia.

TERMINE

La domanda potrà essere presentata dal 09/12/2020 fino ad esaurimento risorse.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Novembre 20, 2020
decreto-rilancio-rafforzamento-ecosistema-start-up-innovative-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Governo rafforza sul territorio nazionale gli interventi in favore delle Start-up innovative.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Start-up nonché le Piccole e Medie Imprese innovative.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. azioni volte a facilitare l’incontro tra le start-up e gli ecosistemi per l’innovazione, attraverso l’acquisizione di servizi prestati da parte di incubatori, acceleratori, innovation hub, business angels e altri soggetti pubblici o privati operanti per lo sviluppo di imprese innovative;
  2. investimenti nelle startup ed imprese innovative.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

Relativamente al punto 1. del precedente paragrafo, l’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto.

Relativamente al punto 2. del precedente paragrafo, l’agevolazione assumerà la veste di investimenti nel capitale, anche tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, nonché mediante l’erogazione di finanziamenti agevolati, la sottoscrizione di obbligazioni convertibili, o altri strumenti finanziari di debito che prevedano la possibilità del rimborso dell’apporto effettuato.

La misura massima dei finanziamenti agevolati, che ciascun beneficiario potrà ottenere, non potrà superare l’importo di € 1.000.000,00.

TERMINE

La domanda relativa al finanziamento può essere presentata in qualsiasi momento poiché la Misura è sempre aperta.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

Pending Certification