Notizie e Bandi

Novembre 11, 2020
toscana-ocm-vino-2021-promozione-mercati-paesi-terzi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Toscana sostiene la promozione sui mercati dei Paesi Terzi delle produzioni vinicole toscane.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  1. organizzazioni professionali che abbiano come scopo la promozione di prodotti agricoli;
  2. organizzazioni di produttori di vino;
  3. associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. organizzazioni inter-professionali;
  5. consorzi di tutela riconosciuti e loro associazioni e federazioni;
  6. produttori di vino;
  7. soggetti pubblici con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  8. ATI costituite o costituende;
  9. consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative;
  10. reti d’impresa.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • relazioni pubbliche, promozione e pubblicità che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  • partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  • campagna d’informazione delle indicazioni geografiche DOP e IGP e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  • studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e di promozione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’importo del contributo a fondo perduto può arrivare fino al 60% delle spese ammissibili.

Nello specifico il contributo massimo richiedibile è pari al:

  • 5% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bilancio, nel caso di medie e grandi imprese;
  • 10% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bilancio, nel caso di micro e piccole imprese.

Il contributo minimo ammissibile, per ciascun intervento, non può essere inferiore a € 60.000,00, qualora l’intervento sia destinato ad un solo Paese terzo o mercato del Paese terzo, ed a € 30.000,00 per Paese terzo o per mercato del Paese terzo, qualora l’intervento sia destinato a due o più Paesi terzi o a due o più mercati di Paesi terzi.

In ogni caso il contributo massimo ammissibile non può superare € 800.000,00.

La durata del contributo per ciascun intervento di promozione non può superare i 3 anni.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 13:00 del 30/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Novembre 2, 2020
lombardia-ocm-vino-investimenti-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Misura “Investimenti”, attivata da Regione Lombardia, finanzia investimenti materiali e immateriali diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e il suo adeguamento alle richieste di mercato, nonché ad aumentarne la competitività.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e  medie imprese, nonché le imprese intermedie con sede legale o unità produttive nel territorio della Regione.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento, in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino.

Gli interventi devono migliorare il rendimento globale dell’impresa, in termini di adeguamento della domanda al mercato ed aumentare la competitività oltre che il miglioramento in termini di risparmi energetici, efficienza globale e trattamenti sostenibili.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese si intendono sostenute nel periodo di eleggibilità quando sono state realizzate e sostenute successivamente all’avvio del progetto.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la veste di un contributo:

  • pari al 40% delle spese ammissibili per le micro, piccole e medie imprese;
  • pari al 20% delle spese ammissibili per le imprese intermedie.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 16/11/2020.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 29, 2020
puglia-ocm-vino-2020-2021-promozione-mercati-paesi-terzi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Puglia migliora la competitività del settore vitivinicolo, favorendo la penetrazione dei prodotti nazionali, sia nei Paesi terzi tradizionali acquirenti, sia all’interno di nuovi mercati.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  1. le organizzazioni professionali che abbiano come scopo la promozione di prodotti agricoli;
  2. le organizzazioni di produttori di vino;
  3. le associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. le organizzazioni inter-professionali;
  5. i consorzi di tutela riconosciuti e le loro associazioni e federazioni;
  6. i produttori di vino;
  7. i soggetti pubblici con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  8. le ATI costituite o costituende dai soggetti sopra menzionati;
  9. i consorzi, le associazioni, le federazioni e le società cooperative;
  10. le reti d’impresa.

INTERVENTI

Gli interventi possono essere:

  • Progetti regionali: la domanda di contributo è presentata alla Regione in cui il beneficiario ha la sede operativa;
  • Progetti multiregionali: la domanda di contributo è presentata da beneficiari che hanno sede operativa in Puglia ed almeno in un’altra Regione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’importo del contributo a fondo perduto può arrivare fino al 60% delle spese ammissibili e fino a un massimo di € 1.000.000,00.

Il contributo massimo richiedibile è pari a:

  • 5% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bilancio, nel caso di medie e grandi imprese;
  • 10% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bilancio, nel caso di micro e piccole imprese.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 15:00 del 23/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 29, 2020
emilia-romagna-ocm-vino-promozione-mercati-paesi-terzi-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Emilia-Romagna sostiene la promozione sui mercati dei Paesi Terzi delle produzioni vinicole della regione.

BENEFICIARI

I beneficiari sono micro, piccole, medie e grandi imprese con sede legale o unità operativa in Emilia-Romagna quali:

  1. le organizzazioni professionali che abbiano come scopo la promozione di prodotti agricoli;
  2. le organizzazioni di produttori di vino;
  3. le associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. le organizzazioni inter-professionali;
  5. i consorzi di tutela riconosciuti e le loro associazioni e federazioni;
  6. i produttori di vino;
  7. i soggetti pubblici con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  8. le ATI costituite o costituende dai soggetti sopra menzionati;
  9. i consorzi, le associazioni, le federazioni e le società cooperative;
  10. le reti d’impresa.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. relazioni pubbliche, promozione e pubblicità che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  2. partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  3. campagna d’informazione delle indicazioni geografiche (DOP e IGP) e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  4. studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e di promozione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono rientrare nella seguente elencazione:

  1. consulenza di marketing;
  2. organizzazione di degustazioni promozionali;
  3. materiale promozionale;
  4. incontri con operatori B2B e incoming;
  5. media advertising;
  6. partecipazione a fiere;
  7. degustazioni guidate e partecipazioni ad eventi di degustazione organizzati da terzi;
  8. materiale promozionale da distribuire ad eventi;
  9. incontri operatori B2B in ambito fieristico;
  10. gala dinner;
  11. wine tasting;
  12. promozione presso punti vendita, GDO, HO.RE.CA;
  13. comunicazione e promozione svolte attraverso la rete internet o di digital marketing.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo a fondo perduto fino al 60% delle spese ammissibili, il cui importo non potrà essere inferiore ad € 50.000,00 per Paese terzo o mercato del Paese terzo oppure ad € 100.000,00 qualora l’intervento sia destinato ad un solo Paese terzo.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 15:00 del 30/11/2020.

Le domande verranno esaminate sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Ottobre 19, 2020
veneto-ocm-vino-promozione-2020-2021-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Veneto concede contributi per lo svolgimento di azioni di promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi (extra UE).

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  1. organizzazioni professionali, purché abbiano tra i loro scopi la promozione dei prodotti agricoli;
  2. organizzazioni di produttori di vino;
  3. associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. organizzazioni interprofessionali;
  5. consorzi di tutela e loro associazioni e federazioni;
  6. produttori di vino;
  7. soggetti pubblici, con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  8. associazioni temporanee di impresa e di scopo;
  9. consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative;
  10. reti d’impresa.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  1. relazioni pubbliche, promozione e pubblicità che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  2. partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  3. campagna d’informazione delle indicazioni geografiche DOP e IGP e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  4. studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e di promozione.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo nelle misure riportate in tabella:

Contributo minimo per progetto (regionale o multiregionale) € 50.000,00
Contributo minimo per paese € 25.000,00
Contributo minimo per ogni singolo beneficiario e per paese € 5.000,00
Contributo massimo per progetti regionali per progetto € 650.000,00
Contributo massimo per progetti regionali per singolo beneficiario € 325.000,00
Contributo massimo per progetti regionali per i consorzi di tutela riconosciuti che sostengono almeno il 25% della spesa € 650.000,00
Contributo massimo per progetti multiregionali per progetto € 400.000,00
Contributo massimo per progetti multiregionali per progetto, se tra i beneficiari rientra un consorzio di tutela che sostiene almeno il 25% della spesa ammessa del progetto € 1.000.000,00

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro le ore 12:00 del 25/11/2020.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.


Luglio 30, 2020
sardegna-riconversione-e-ristrutturazione-vigneti-2021-valore-consulting-1280x853.jpg

FINALITÀ

La Regione Sardegna aumenta la competitività dei produttori vitivinicoli attraverso il finanziamento di interventi per il rinnovamento degli impianti viticoli.

BENEFICIARI

I beneficiari sono:

  • imprenditori agricoli singoli o associati;
  • organizzazioni di produttori del settore viticolo;
  • lsocietà di persone e di capitali esercitanti attività agricola;
  • consorzi di tutela e valorizzazione dei vini DOP e IGP autorizzati.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto una delle seguenti attività:

A) Riconversione varietale

  • estirpazione e reimpianto di vigneti sullo stesso o su un altro appezzamento;
  • reimpianto con l’impiego di varietà diverse ritenute di maggiore pregio enologico o commerciale;
  • sovrainnesto.

B) Ristrutturazione

  • estirpazione e reimpianto del vigneto in una diversa posizione più favorevole dal punto di vista agronomico;
  • reimpianto mantenendo la stessa varietà con modifiche al sistema di coltivazione della vite;
  • reimpianto anticipato di vigneto impiantando in una diversa particella mantenendo la stessa varietà di vite.

C) Miglioramento delle tecniche di gestione dell’impianto viticolo esistente attraverso operazioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno e delle forme di allevamento:

  • allestimento e miglioramento dell’impianto idrico di soccorso a servizio del vigneto;
  • allestimento impianto di irrigazione e allestimento o modifiche strutture di sostegno.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda, riportate di seguito:

AZIONE A RICONVERSIONE VARIETALE
INTERVENTO
A1 ESTIRPAZIONE E REIMPIANTO
Estirpazione di vigneti esistenti
Lavorazioni preliminari
Lavorazioni preparatorie
Acquisto e messa a dimora barbatelle
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti.
Realizzazione impianto d’irrigazione
Realizzazione di terrazzamenti
A2 REIMPIANTO CON AUTORIZZAZIONE
Lavorazioni preliminari
Lavorazioni preparatorie
Acquisto e messa a dimora barbatelle
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti.
Realizzazione impianto d’irrigazione
Realizzazione di terrazzamenti
A3 REIMPIANTO ANTICIPATO
Lavorazioni preliminari
Lavorazioni preparatorie
Acquisto e messa a dimora barbatelle
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti
Realizzazione impianto d’irrigazione
Realizzazione di terrazzamenti
A4 SOVRAINNESTO
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti.
AZIONE B RISTRUTTURAZIONE (mai cambio di varietà)
INTERVENTO
B1 ESTIRPAZIONE E REIMPIANTO
Estirpazione di vigneti esistenti
Lavorazioni preliminari
Lavorazioni preparatorie
Acquisto e messa a dimora barbatelle
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti
Realizzazione impianto d’irrigazione
Realizzazione di terrazzamenti
B2 REIMPIANTO CON AUTORIZZAZIONE
Lavorazioni preliminari
Lavorazioni preparatorie
Acquisto e messa a dimora barbatelle
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti.
Realizzazione impianto d’irrigazione
Realizzazione di terrazzamenti
B3 REIMPIANTO ANTICIPATO
Lavorazioni preliminari
Lavorazioni preparatorie
Acquisto e messa a dimora barbatelle
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti.
Realizzazione impianto d’irrigazione
Realizzazione di terrazzamenti
AZIONE C MIGLIORAMENTO DELLE TECNICHE DI COLTIVAZIONE
Realizzazione di strutture di sostegno per vigneti.
Realizzazione impianto d’irrigazione

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione verrà erogata nella duplice forma di:

  • contributo forfettario e distinto per tipologia di attività, nel limite del 50% delle spese ammissibili, fino al raggiungimento dell’importo massimo pari a 16.000,00 euro/ettaro. Nel caso di vigneti ubicati nelle zone ad alta valenza ambientale e paesaggistica è riconosciuta una maggiorazione del contributo, nel limite del 50% delle spese ammissibili, fino al raggiungimento dell’importo massimo pari a 22.000,00 euro/ettaro;
  • indennizzo per le perdite di reddito conseguenti alle azioni che comportano l’estirpazione di superfici vitate o in caso di sovrainnesto fino ad un massimo di € 3.000,00 ad ettaro.
AZIONE RICONVERSIONE VARIETALE SPESA AMMISSIBILE CONTRIBUTO NETTO CONTRIBUTO PER ESTIRPAZIONE CONTRIBUTO TOTALE INDENNIZZO MANCATO REDDITO MAGGIORAZIONE
A1 Estirpazione e reimpianto € 32.000,00 € 14.896,00 € 1.104,00 € 16.000,00 € 3.000,00 € 6.000,00
A2 Reimpianto con autorizzazione € 29.791,31 € 14.896,00 € 0,00 € 14.896,00 € 0,00 € 6.000,00
A3 Reimpianto anticipato € 29.791,31 € 14.896,00 € 0,00 € 14.896,00 0,00 € 6.000,00
A4 Sovrainnesto € 7.500,00 € 3.750,00 € 0,00 € 3.750,00 € 3.000,00 € 0,00
AZIONE RISTRUTTURAZIONE SPESA AMMISSIBILE CONTRIBUTO NETTO CONTRIBUTO PER ESTIRPAZIONE CONTRIBUTO TOTALE INDENNIZZO PER MANCATO REDDITO MAGGIORAZIONE
B1 Estirpazione e reimpianto € 32.000,00 € 14.896,00 € 1.104,00 € 16.000,00 € 3.000,00 € 6.000,00
B2 Reimpianto con autorizzazione € 29.791,31 € 14.896,00 € 0,00 € 14.896,00 € 0,00 € 6.000,00
B3 Reimpianto anticipato € 29.791,31 € 14.896,00 € 0,00 € 14.896,00 € 0,00 € 6.000,00
AZIONE MIGLIORAMENTO DELLE TECNICHE DI COLTIVAZIONE SPESA AMMISSIBILE CONTRIBUTO NETTO CONTRIBUTO PER ESTIRPAZIONE CONTRIBUTO TOTALE INDENNIZZO MANCATO REDDITO MAGGIORAZIONE
C Realizzazione di strutture di sostegno e/o impianto irrigazione € 16.409,78 € 8.205,00 € 0,00 € 8.205,00 € 0,00 € 0,00

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/08/2020.


Luglio 29, 2020
abruzzo-ristrutturazione-e-riconversione-vigneti-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

La Regione Abruzzo aumenta la competitività dei produttori vitivinicoli, attraverso il finanziamento di interventi per il rinnovamento degli impianti viticoli.

BENEFICIARI

I beneficiari sono gli imprenditori agricoli, persone fisiche o giuridiche, singole o associate, in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolari di aziende con codice di attività agricola ubicate nella Regione Abruzzo e iscritte alla CCIAA dell’Abruzzo;
  • aventi disponibilità delle superfici agricole sulle quali si realizza l’intervento;
  • in regola con la normativa nazionale e regionale in materia di potenziale viticolo;
  • hanno costituito ed aggiornato il fascicolo aziendale e lo schedario viticolo;
  • conducono un’azienda con una superficie vitata minima aziendale, ivi compresi eventuali diritti in portafoglio;
  • hanno presentato la dichiarazione vitivinicola annuale, nella campagna 2019/2020.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto:

  • riconversione varietale:
    • reimpianto sullo stesso o su un altro appezzamento di una diversa varietà di vite, di maggior pregio enologico o commerciale;
    • sovrainnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto e in buono stato vegetativo;
  • ristrutturazione:
    • diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico;
    • reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto di impianto;
  • miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti anche attraverso azioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno, di modifica delle forme di allevamento e/o delle strutture di sostegno del vigneto esistente.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda e prima della domanda di pagamento a saldo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo forfettario ad ettaro, in relazione alla superficie vitata e nello specifico è erogato a titolo di compensazione, per le perdite di reddito conseguenti alla esecuzione dell’intervento e a titolo di contributo, per i costi di ristrutturazione e riconversione dell’impianto.

Per ogni ettaro di vigneto ristrutturato o riconvertito, si prevede la concessione di un contributo pari al:

  • 50% delle spese ammissibili, per il costo dell’estirpazione;
  • 50% delle spese ammissibili, per il costo dell’impianto;
  • 100% delle spese ammissibili, per il mancato reddito nel periodo di mancata produzione.

Il contributo massimo è di € 13.500,00 ad ettaro, elevato a € 17.500,00 in zone ad alta valenza ambientale e paesaggistica, aventi altitudine superiore ai 500 metri s.l.m., esclusi gli altopiani.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 30/08/2020.

Le domande saranno esaminate mediante una procedura valutativa a graduatoria.


Giugno 24, 2020
ocm-vino-misura-investimenti-2020-2021-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo sostiene gli investimenti materiali ed immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino da parte degli imprenditori vitivinicoli.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese, nonché i soggetti titolari di partita IVA, iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio e che hanno costituito nel Sian un “Fascicolo aziendale elettronico” aggiornato e valido.

Rientrano tra i beneficiari anche le imprese intermedie e le grandi imprese, le organizzazioni interprofessionali, compresi i consorzi di tutela riconosciuti ed autorizzati per la registrazione dei marchi collettivi delle denominazioni.

I beneficiari devono esercitare almeno una delle seguenti attività:

  1. produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  2. produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  3. elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione;
  4. produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori, anche ai fini della commercializzazione.

Non rientrano tra i beneficiari le imprese in difficoltà.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto investimenti materiali e/o immateriali in impianti di trattamento, in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili dovranno essere sostenute il giorno successivo alla data del rilascio della domanda.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo a fondo perduto la cui intensità massima, nei confronti di micro, piccole e medie imprese, sarà pari al 40% delle spese ammissibili.

Nelle Regioni in via di sviluppo l’intensità massima del contributo potrà arrivare fino al 50%.

Nel caso in cui il beneficiario sia un’impresa intermedia, occupi meno di 750 dipendenti o il fatturato annuo sia inferiore ad € 200.000.000,00,l’intensità massima dell’agevolazione è ridotta al 20%. Per i soggetti beneficiari che presentano i medesimi requisiti ed operano nelle Regioni di convergenza, l’agevolazione è pari al 25% delle spese ammissibili.

Nell’ipotesi in cui il beneficiario sia una grande impresa, occupi più di 750 dipendenti o il fatturato annuo sia superiore ad € 200.000.000,00, l’intensità massima dell’agevolazione è ridotta al 19%.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 15/11/2020.


Maggio 18, 2020
decreto-rilancio-vendemmia-verde-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Lo Stato sostiene le imprese vitivinicole colpite dalla crisi economica generata dalla pandemia Covid-19 attribuendo loro un contributo per la vendemmia verde del 2020.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le imprese viticole obbligate alla tenuta del registro telematico.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono avere ad oggetto la riduzione della produzione di uve destinate a vini a denominazione di origine ed a indicazione geografica attraverso la pratica della vendemmia verde da realizzare nella campagna 2020.

La riduzione di produzione di uve destinate alla vinificazione non può essere inferiore al 20% rispetto al valore medio delle quantità prodotte negli ultimi 5 anni, escludendo le campagne con produzione massima e minima, come risultanti dalle dichiarazioni di raccolta e di produzione presentate, da riscontrare con i dati relativi alla campagna vendemmiale 2020/21 presenti nel Registro telematico.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assumerà la forma di un contributo.

TERMINE

In attesa di pubblicazione del provvedimento attuativo da parte del MIPAAF.

LEGGI IL TESTO COMPLETO SU LEXPLORER

LEXPLORER – Powered by Valore Consulting è un software on-line che permette di ricercare in un database completo i bandi e le normative disponibili per la tua azienda, per capire tempestivamente quali sono le opportunità realmente accessibili e orientare i tuoi investimenti.

Oppure visita https://www.vconsulting.it/lexplorer/ per ulteriori informazioni.


Aprile 8, 2020
ocm-vino-ristrutturazione-riconversione-vigneti-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo sostiene le imprese vitivinicole nella riconversione e ristrutturazione dei vigneti.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le persone fisiche o giuridiche che coltivano vigneti con varietà di uve da vino o che detengono autorizzazioni valide al reimpianto dei vigneti, ovvero:

  • imprenditori agricoli singoli o associati;
  • organizzazioni riconosciute di produttori vitivinicoli;
  • cooperative agricole;
  • società di persone o di capitali esercitanti attività agricola;
  • consorzi di tutela autorizzati.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili devono riguardare:

a) riconversione varietale:

  • reimpianto sullo stesso appezzamento o su un altro, con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite, ritenuta di maggior pregio enologico o commerciale;
  • nel sovrainnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto ed in buono stato vegetativo;

b) ristrutturazione:

  • diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto del vigneto in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l’esposizione che per ragioni climatiche o economiche,
  • reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella, ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto d’impianto;

c) miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti anche attraverso azioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno e delle forme di allevamento, esclusa l’ordinaria manutenzione.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili devono essere sostenute nel periodo che va dalla presentazione della domanda e fino al termine della realizzazione dell’intervento.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione può essere erogata secondo due forme:

  1. compensazione ai produttori per le perdite di reddito conseguenti all’esecuzione della misura;
  2. contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione.

La misura della compensazione può ammontare fino al 100% della rendita e, comunque, non può superare l’importo massimo complessivo di € 3.000,00/Ha.

La misura del contributo è erogata nel limite del 50% delle spese ammissibili; limite che può arrivare al 75% nelle Regioni meno sviluppate. Il predetto contributo può essere erogato in una delle seguenti forme:

  • sulla base delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di € 16.000,00/Ha;
  • sulla base delle tabelle standard dei costi unitari in € 13.500,00/Ha, elevato ad € 15.000,00/Ha nelle Regioni classificate come meno sviluppate.

Al fine di sostenere la viticoltura in zone ad alta valenza ambientale e paesaggistica, il predetto contributo può essere elevato fino al raggiungimento dell’importo medio di € 22.000,00/Ha e raggiungere l’importo massimo di € 24.000,00/Ha nelle Regioni classificate come meno sviluppate.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 15/07/2020.


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification