Notizie e Bandi

Giugno 16, 2020
toscana-sostegno-occupazione-valore-consulting.jpg

FINALITÀ

L’avviso mette a disposizione contributi per i datori di lavoro privati al fine di favorire l’occupazione di donne disoccupate over 30, giovani laureati/dottori di ricerca, lavoratori licenziati a partire dallo 01/01/2008, lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali, soggetti disoccupati over 55, persone con disabilità e soggetti svantaggiati.

BENEFICIARI

I beneficiari sono i datori di lavoro privati (imprese, enti, associazioni, liberi professionisti e tutti i datori di lavoro privati con esclusione delle persone fisiche).

Le imprese e le società tra professionisti dovranno essere iscritte presso il registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente mentre i liberi professionisti dovranno risultare iscritti al relativo albo, elenco, ordine o collegio professionale, ove obbligatorio per legge.

Le richieste di contributo possono essere presentate da datori di lavoro privati che hanno la sede legale o unità operative destinatarie delle assunzioni localizzate:

  • per “Donne disoccupate over 30”, “Persone con disabilità” e “Lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali”, in qualsiasi Comune del territorio toscano.
  • per “Lavoratori licenziati a partire dal 01/01/2008”, “Soggetti disoccupati over 55”, “Soggetti svantaggiati” e “Giovani laureati/dottori di ricerca”, nelle aree di crisi complessa e non complessa regionale e nelle aree interne.

I destinatari del presente avviso, che vengono assunti a partire dallo 01/01/2020 sono:

  1. donne assunte a tempo indeterminato, che abbiano compiuto il 30° anno di età;
  2. persone con disabilità assunte a tempo indeterminato o determinato con un contratto della durata di almeno 12 mesi, iscritte negli appositi elenchi del collocamento mirato;
  3. lavoratori licenziati dallo 01/01/2008 (ad eccezione dei licenziati per giusta causa);
  4. lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali di particolare rilevanza;
  5. soggetti assunti a tempo indeterminato che al momento dell’assunzione abbiano compiuto il 55° anno di età;
  6. soggetti svantaggiati assunti a tempo indeterminato;
  7. giovani laureati/dottori di ricerca, di età non superiore ai 35 anni (40 anni per gli appartenenti alle categorie di disabili) assunti con mansioni di elevata complessità.

INTERVENTI

Il rapporto di lavoro per il quale il beneficiario richiede il contributo deve:

  • essere instaurato dallo 01/01/2020 al 31/12/2020;
  • non essere instaurato in adempimento di un obbligo preesistente stabilito da norme di legge o della contrattazione collettiva, con esclusione delle assunzioni relative alle “Persone con disabilità”;
  • rispettare il diritto di precedenza, stabilito dalla normativa di riferimento, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine;
  • non riguardare lavoratori per i quali il datore di lavoro richiedente abbia già beneficiato di contributi a sostegno dell’occupazione;
  • non riguardare lavoratori per i quali l’impresa richiedente beneficia del mantenimento dell’incentivo occupazionale, in virtù della possibilità di sostituzione del lavoratore a seguito della cessazione anticipata del rapporto di lavoro incentivato;
  • essere riferito ad un contratto di lavoro full time, come stabilito dal C.C.N.L. della categoria di riferimento, o part time;
  • non essere costituito nella forma del contratto di apprendistato o di lavoro domestico;
  • riguardare lavoratori per i quali non si sia verificata nei 6 mesi precedenti la cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato da uno dei seguenti eventi:
  1. dalla stessa impresa/datore di lavoro che richiede il contributo;
  2. da un datore di lavoro che presenta assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assumi;
  3. da imprese comunque riconducibili, in rapporto al datore di lavoro che richiede il contributo, alla fattispecie di impresa unica;
  4. da società controllate o collegate con il datore di lavoro richiedente il contributo.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione assume la forma di un contributo la cui intensità è distinta secondo la categoria di persona assunta e la tipologia contrattuale, fino ad un massimo di 10.000,00 euro.

I contributi possono essere cumulati con eventuali ulteriori misure di livello nazionale, regionale o di altre Amministrazioni pubbliche, purché tali misure non lo escludano espressamente.

TERMINE

La domanda deve essere presentata entro il 15/01/2021.


Maggio 15, 2019
milano-monza-brianza-lodi-riqualificazione-turismo-accessibile.jpg

FINALITÀ

La Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi sostiene il progetto per la Promozione del turismo e attrattività. L’obiettivo è quello di sviluppare il mercato del sistema turistico territoriale, la competitività delle imprese turistiche in ambito nazionale e internazionale, nonché migliorare il posizionamento di Milano, Monza Brianza e Lodi come destinazione turistica, anche attraverso l’Ecosistema Digitale Turismo.

Il bando sostiene inoltre la realizzazione di progetti in chiave di accessibilità per rispondere ai bisogni di persone con disabilità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono le Micro, Piccole o Medie Imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  1. sede legale e/o operativa iscritta nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi;
  2. attive e in regola con il pagamento del diritto camerale;
  3. non hanno in essere alcun rapporto di fornitura con la CCIAA di Milano, Monza Brianza, Lodi;
  4. svolgono un’attività che rientri in uno dei seguenti codici ATECO:
  • H 49.3 – Altri trasporti terrestri di passeggeri;
  • H 50.3 – Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne;
  • H 51.1 – Trasporto aereo di passeggeri;
  • I 55 – Alloggio;
  • I 56 – Attività dei servizi di ristorazione;
  • N 79 – Attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator, servizi di prenotazione e attività connesse;
  • R 90 – Attività creative, artistiche e di intrattenimento;
  • R 91 – Attività di biblioteche, archivi, musei e altre attività culturali;
  • R 93 – Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento.

INTERVENTI

Gli interventi ammissibili dovranno rivolgersi ad uno dei seguenti ambiti:

  1. Mobilità;
  2. Comunicazione e informazione;
  3. Comfort;
  4. Sicurezza;
  5. Accoglienza;
  6. Design e arredi;
  7. Accessibilità e fruibilità di spazi ed eventi.

I progetti dovranno essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di accesso ai servizi e all’offerta turistica da parte delle seguenti categorie:

  • Persone con limitazioni temporanee: persone con infortuni temporanei che utilizzano carrozzine, deambulatori, stampelle, tutori; persone con deficit uditivi o visivi temporanei;
  • Persone di lingua italiana o straniera, con deficit comunicativi o difficoltà a leggere/scrivere/parlare;
  • Persone obese, di bassa/alta statura;
  • Famiglie con bambini piccoli e in particolar modo bambini in passeggino;
  • Donne in gravidanza;
  • Persone anziane;
  • Persone con allergie ambientali;
  • Persone con problemi alimentari (intolleranze, diabete, ecc.).

Gli interventi ammissibili possono essere di tipo: infrastrutturale, tecnologico, impiantistico, di servizi, dotazioni e ausili per l’accessibilità.

Sono pertanto inclusi gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione in chiave infrastrutturale e tecnologica tramite progettazione, acquisto e installazione di attrezzature e/o ausili e/o di tecnologie atte al miglioramento del servizio offerto nonché a migliorie da apportare a impianti e stabili grazie all’ampliamento e ristrutturazione degli stessi, purché tali interventi comportino un chiaro e oggettivo miglioramento dell’accessibilità e fruibilità per i clienti con disabilità e con esigenze specifiche. A titolo puramente esemplificativo:

  • modifiche strutturali per migliorare l’accessibilità alle persone con disabilità di spazi e locali, rendendole più desiderabili grazie al design e alle soluzioni funzionali e tecnologiche;
  • utilizzo di smart materials, smart technologies, sistemi wi-fi, sensori wireless, Industrial Internet e IOT, finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti purché aumentino la fruibilità per il cliente con disabilità o esigenze specifiche;
  • sistemi/ausili/supporti/dotazioni per favorire la comunicazione e la sicurezza dei turisti con disabilità uditiva, visiva o intellettiva: sistemi ad induzione magnetica per favorire le persone con apparecchi acustici (per reception, auditorium, ecc.); sistemi per connettersi a distanza con interprete in Lingua dei Segni (per reception e desk informativi); avvisatori per commutare segnali uditivi in segnali visivi o vibratili (avvisatori antincendio, ecc.);
  • ausili per favorire la mobilità delle persone con difficoltà di deambulazione (carrozzine, elettroscooter, ecc.);
  • ausili per favorire le persone con disabilità motoria nella fruizione di spazi e servizi (sollevatori mobili/fissi per strutture ricettive, per piscine, ecc.);
  • sviluppo di App/software per favorire la comunicazione, l’informazione o la sicurezza dell’ospite e del turista;
  • implementazione del sito internet in chiave di Accessibilità per rispettare le Linee guida (WCAG) 2.0 e per definire una sezione che illustri i servizi offerti al turista con disabilità;
  • ausili per favorire la lettura da parte delle persone ipovedenti (video ingranditori fissi o portatili, software, sintesi vocale per persone non vedenti, ecc.);
  • implementazione o rifacimento del sistema della segnaletica orientativa/informativa/di sicurezza per le persone con disabilità visiva o intellettiva (mappe visuotattili, ecc.);
  • sistemi di realtà aumentata, domotica e building automation, sia nella gestione della struttura che per la fruizione del turista, purché aumentino la fruibilità per il cliente;
  • realizzazione di aree complementari, quali piscine, campi da tennis, aree a verde, parcheggi, ricoveri biciclette, zone fitness, area quiete, purché accessibili a clienti con disabilità;
  • dotazioni anallergiche per clienti con allergie ambientali (ad esempio camere anallergiche in hotel).

L’investimento minimo è pari ad € 5.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

  1. arredi, impianti, macchinari e attrezzature, accessori e ausili;
  2. acquisto di hardware;
  3. acquisto di tecnologie abilitanti, come connettività dedicata, licenze software, servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS (comprese le spese di canone, per massimo 24 mesi dall’assegnazione del contributo), servizi di system integration applicativa, servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali (intelligenza artificiale, blockchain), dispositivi e servizi infrastrutturali (hardware, networking, digitalizzazione, storage, ecc.);
  4. progettazione e direzione lavori e opere edili-murarie e impiantistiche;
  5. acquisizione di servizi specializzati di progettazione e di consulenza da parte di società/associazioni/figure professionali per la realizzazione degli interventi diversi da quelli di cui al precedente punto 4.

Le spese devono essere sostenute a far data dal 09/05/2019 e fino alla data di rendicontazione delle stesse.

Le spese presentate nella domanda di partecipazione a questo bando non possono rientrare tra quelle indicate nella richiesta di partecipazione al “Bando voucher digitali i4.0 2019”.

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di € 20.000,00.

TERMINE

La domanda deve essere presentata dalle ore 10:00 del 23/05 alle ore 12:00 del 16/07/2019.

Per ricevere maggiori informazioni contattaci al numero 0542 643266, oppure scrivici un’e-mail: Valore Consulting è una società di consulenza aziendale specializzata in finanza agevolata per il finanziamento delle imprese con contributi europei, incentivi e agevolazioni fiscali.

Per rimanere sempre aggiornato sulle agevolazioni disponibili per la tua impresa visita la nostra sezione News/Bandi


finanza agevolata per la tua azienda

Contattaci












    Accettazione privacy (GDPR 2016/679)

    Iscriviti alla Nostra Newsletter












      Accettazione della privacy (GDPR 2016/679)

      Valore Consulting è in fase di certificazione della qualità presso TUV Sud

      Pending Certification